FAST FIND : NN2181

D. Leg.vo 15/11/1993, n. 507

Revisione ed armonizzazione dell'imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni, della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche dei comuni e delle province nonché della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani a norma dell'art. 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 421, concernente il riordino della finanza territoriale.

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D. Leg.vo 28/12/1993, n. 566
- Avviso in G.U. 31/12/1993, n. 306
- L. 22/02/1994, n. 146
- D.L. 27/08/1994, n. 515 (L. 28/10/1994, n. 596)
- D.L. 31/01/1995, n. 26 (L. 29/03/1995, n. 95)
- D.L. 29/03/1995, n. 96 (L. 31/05/1995, n. 206)
- D.L. 28/06/1995, n. 250 (L. 08/08/1995, n. 349)
- D.L. 02/10/1995, n. 415 (L. 29/11/1995, n. 507)
- D.L. 27/10/1995, n. 444 (L. 20/12/1995, n. 539)
- L. 28/12/1995, n. 549
- D.L. 25/11/1996, n. 599 (L. 24/01/1997, n. 5)
- L. 15/05/1997, n. 127
- D.L. 29/09/1997, n. 328 (L. 29/11/1997, n. 410)
- D. Leg.vo 15/12/1997, n. 446
- D. Leg.vo 18/12/1997, n. 472
- D. Leg.vo 18/12/1997, n. 473
- L. 27/12/1997, n. 449
- L. 08/05/1998, n. 146
- D. Leg.vo 05/06/1998, n. 203
- L. 23/12/1998, n. 448
- D.L. 26/01/1999, n. 8 (L. 25/03/1999, n. 75)
- L. 13/05/1999, n. 133
- D. Leg.vo 30/03/2000, n. 99
- L. 23/12/2000, n. 388
- D. Leg.vo 26/01/2001 n. 32
- D.P.C.M. 16/02/2001
- L. 28/12/2001, n. 448
- D.L. 28/12/2001, n. 452 (L. 27/02/2002, n. 16)
- L. 30/12/2004, n. 311
- L. 27/12/2006, n. 296
- L. 24/12/2007, n. 244
- D.L. 06/12/2011, n. 201 (L. 22/12/2011, n. 214)
- D.L. 22/06/2012, n. 83 (L. 07/08/2012, n. 134)

Scarica il pdf completo
54334 3634514
CAPO I - Imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634515
Art. 1 - Ambito di applicazione


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634516
Art. 2 - Classificazione dei comuni

1. Ai fini del presente capo i comuni sono ripartiti, in base alla popolazione residente al 31 dicembre del penultimo anno precedente a quello in corso, quale risulta dai dati pubblicati annualmente dall'Istituto nazionale di statistica, nelle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634517
Art. 3 - Regolamento e tariffe

1. Il comune è tenuto ad adottare apposito regolamento per l'applicazione dell'imposta sulla pubblicità e per l'effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni.

2. Con il regolamento il comune disciplina le modalità di effettuazione della pubblicità e può stabilire limitazioni e divieti per particolari forme pubblicitarie in relazione ad esigenze di pubblico interesse.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634518
Art. 4 - Categoria delle località

1. Agli effetti dell'applicazione dell'imposta sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni, limitatamente alle affissioni di carattere comm

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634519
Art. 5 - Presupposto dell'imposta

1. La diffusione di messaggi pubblicitari effettuati attraverso forme di comunicazione visive o acust

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634520
Art. 6 - Soggetto passivo

1. Soggetto passivo dell'imposta sulla pubblicità, tenuto al pagamento in via principale, &egr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634521
Art. 7 - Modalità di applicazione dell'imposta

1. L'imposta sulla pubblicità si determina in base alla superficie della minima figura piana geometrica in cui è circoscritto il mezzo pubblicitario indipendentemente dal numero dei messaggi in esso contenuti.

2. Le superfici inferiori ad un m

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634522
Art. 8 - Dichiarazione

1. Il soggetto passivo di cui all'art. 6 è tenuto, prima di iniziare la pubblicità, a presentare al comune apposita dichiarazione anche cumulativa, nella quale devono essere indicate le caratteristiche, la durata della pubblicità e l'ubicazione dei mezzi pubblicitari utilizzati. Il relativo modello di dichiarazione deve essere predi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634523
Art. 9 - Pagamento dell'imposta

1. L'imposta è dovuta per le fattispecie previste dagli articoli 12, commi 1 e 3, 13 e 14, commi 1 e 3, per anno solare di riferimento cui corrisponde una autonoma obbligazione tributaria; per le altre fattispecie il periodo di imposta è quello specificato nelle relative disposizioni.

2. Il pagamento dell'imposta deve essere effettuato mediante versamento a mezzo di conto corrente postale intestato al comune ovvero direttamente presso le tesorerie comunali con modali

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634524
Art. 10 - Rettifica ed accertamento d'ufficio

N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634525
Art. 11 - Funzionario responsabile

1. Nel caso di gestione diretta, il comune designa un funzionario cui sono attribuiti la funzione ed i poteri per l'esercizio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634526
Art. 12 - Pubblicità ordinaria

1. Per la pubblicità effettuata mediante insegne, cartelli, locandine, targhe, stendardi o qualsiasi altro mezzo non previsto dai successivi articoli, la tariffa dell'imposta per ogni metro quadrato di superficie e per anno solare è la seguente:

comuni di classe I L. 38.000

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634527
Art. 13 - Pubblicità effettuata con veicoli

1. Per la pubblicità visiva effettuata per conto proprio o altrui all'interno e all'esterno di veicoli in genere, di vetture autofilotranviarie, battelli, barche e simili, di uso pubblico o privato, è dovuta l'imposta sulla pubblicità in base alla superficie complessiva dei mezzi pubblicitari installati su ciascun veicolo nella misura e con le modalità previste dall'art. 12, comma 1; per la pubblicità effettuata all'esterno dei veicoli suddetti sono dovute le maggiorazioni di cui all'art. 12, comma 4.

2. Per i veicoli adibiti ad uso

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634528
Art. 14 - Pubblicità effettuata con pannelli luminosi e proiezioni

1. Per la pubblicità effettuata per conto altrui con insegne, pannelli o altre analoghe strutture caratterizzate dall'impiego di diodi luminosi, lampadine e simili mediante controllo elettronico, elettromeccanico o comunque programmato in modo da garantire la variabilità del messaggio o la sua visione in forma intermittente, lampeggiante o similare, si applica l'imposta indipendentemente dal numero dei messaggi, per metro quadrato di superficie e per anno solare in base alla seguente tariffa:

comuni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634529
Art. 15 - Pubblicità varia

1. Per la pubblicità effettuata con striscioni o altri mezzi similari, che attraversano strade o piazze la tariffa dell'imposta, per ciascun metro quadrato e per ogni periodo di esposizione di quindici giorni o frazione, è pari a quella prevista dall'art. 12, comma 1.

2. Per la pubblicità effettuata da aeromobili mediante scritte, striscioni, disegni fumogeni, lancio di oggetti o manifestini, ivi compresa quella eseguita su specchi d'acqua e fasce marittime limitrofi al territorio comunale, per ogni giorno o frazione, indipendentemente dai soggetti pubblicizzati, è dovuta l'imposta a ciascun comune sul cui territorio la pubblicità stessa viene eseguita, nella seguente misura:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634530
Art. 16 - Riduzioni dell'imposta

1. La tariffa dell'imposta è ridotta alla metà:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634531
Art. 17 - Esenzioni dall'imposta

1. Sono esenti dall'imposta:

a) la pubblicità realizzata all'interno dei locali adibiti alla vendita di beni o alla prestazione di servizi quando si riferisca all'attività negli stessi esercitata, nonché i mezzi pubblicitari, ad eccezione delle insegne, esposti nelle vetrine e sulle porte di ingresso dei locali medesimi purché siano attinenti all'attività in essi esercitata e non superino, nel loro insieme, la superficie complessiva di mezzo metro quadrato per ciascuna vetrina o ingresso;

b) gli avvisi al pubblico esposti nelle vetrine o sulle porte di ingresso dei locali, o in mancanza nelle immediate adiacenze del punto di vendita, relativi all'attività svolta, nonché

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634532
Art. 18 - Servizio delle pubbliche affissioni

1. Il servizio delle pubbliche affissioni è inteso a garantire specificatamente l'affissione, a cura del comune, in appositi impianti a ciò destinati, di manifesti di qualunque materiale costituiti, contenenti comunicazioni aventi finalità istituzionali, sociali o comunqu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634533
Art. 19 - Diritto sulle pubbliche affissioni

1 Per l'effettuazione delle pubbliche affissioni è dovuto in solido, da chi richiede il servizio e da colui nell'interesse del quale il servizio stesso è richiesto, un diritto, comprensivo dell'imposta sulla pubblicità, a favore del comune che provvede alla loro esecuzione.

2. La misura del diritto sulle pubbliche affissioni per ciascun foglio di dimensione fino a cm 70 ×100 e per i periodi di seguito indicati è la seguente:



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634534
Art. 20 - Riduzioni del diritto

1. La tariffa per il servizio delle pubbliche affissioni è ridotta alla metà:

a) per i manifesti riguardanti in via esclusiva

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634535
Art. 20.1 - Oneri per la rimozione dei manifesti affissi in violazione delle disposizioni vigenti

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634536
Art. 20.2 - Spazi riservati ed esenzione dal diritto

N31

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634537
Art. 20-bis - Spazi riservati ed esenzione dal diritto

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634538
Art. 21 - Esenzioni dal diritto

1. Sono esenti dal diritto sulle pubbliche affissioni:

a) i manifesti riguardanti le attività istituzionali del comune da esso svolte in via esclusiva, esposti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634539
Art. 22 - Modalità per le pubbliche affissioni

1. Il regolamento comunale stabilisce criteri e modalità per l'espletamento del servizio delle pubbliche affissioni per quanto non disciplinato nei commi seguenti.

2. Le pubbliche affissioni devono essere effettuate secondo l'ordine di precedenza risultante dal ricevimento della commissione, che deve essere annotata in apposito registro cronologico.

3. La durata dell'affissione decorre dal giorno in cui è stata eseguita

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634540
Art. 23 - Sanzioni ed interessi

N33

1. Per l'omessa presentazione della dichiarazione di cui all'articolo 8 si applica la sanzion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634541
Art. 24 - Sanzioni amministrative

1. Il comune è tenuto a vigilare sulla corretta osservanza delle disposizioni legislative e regolamentari riguardanti l'effettuazione della pubblicità. Alle violazioni di dette disposizioni conseguono sanzioni amministrative per la cui applicazione si osservano le norme contenute nelle sezioni I e II del capo I della legge 24 novembre 1981, n. 689, o, per le violazioni delle norme tributarie, quelle sulla disciplina generale delle relative sanzioni amministrative salvo quanto previsto nei successivi commi. N37

2. Per le violazioni delle norme regolamentari stabilite dal comune in esecuzione del presente capo nonché di quelle contenute nei provvedimenti relativi all'installazione degli impianti, si applica la sanzione da lire quattrocentomila a li

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634542
Art. 25 Gestione del servizio

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634543
Art. 26 - Corrispettivo del servizio

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634544
Art. 27 - Durata della concessione

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634545
Art. 28 - Conferimento della concessione

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634546
Art. 29 - Incompatibilità

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634547
Art. 30 - Decadenza

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634548
Art. 31 - Disciplina del servizio in concessione

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634549
Art. 32 - Albo dei concessionari

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634550
Art. 33 - Iscrizione nell'albo

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634551
Art. 34 - Cancellazione dall'albo

N5

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634552
Art. 35 - Vigilanza

1. È attribuita alla direzione centrale per la fiscalità locale del Ministero delle finanze la funzione di vigilanza sulle gestioni dirette o in concessione dell'imposta sulla pubblicità e del servizio delle pubbliche affissioni.

2. Ai fini di cui al comma 1, il comune è tenuto ad inviare, entro trenta giorni dalla loro adozione, le deliberazioni di approvazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634553
Art. 36 - Norme transitorie

1. Entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto sono emanati i decreti ministeriali previsti nei precedenti articoli.

2. Per la prima applicazione del presente decreto i comuni devono deliberare il regolamento di cui all'art. 3 entro il 30 giugno 1994 N51 e le tariffe devono essere deliberate entro il 28 febbraio 1994; il termine per il pagamento dell'imposta relativa alla pubblicità annuale è differito al 31 marzo 1994.

3. I soggetti che alla data di entrata in vigore del presente decreto risultano iscritti nell'albo di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634554
Art. 37 - Norme finali e abrogazioni

1. Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro delle finanze, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, le tariffe in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634555
Capo II - TASSA PER L'OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634556
Art. 38. - Oggetto della tassa

1. Sono soggette alla tassa le occupazioni di qualsiasi natura, effettuate, anche senza titolo, nelle strade, nei corsi, nelle piazze e, comunque, sui beni appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile dei comuni e delle province.

2. Sono, parimenti, soggette alla tassa le occupaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634557
Art. 39. - Soggetti attivi e passivi

1. La tassa è dovuta al comune o alla provincia dal titolare dell'atto di conc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634558
Art. 40. - Regolamento e tariffe

1. Il comune e la provincia sono tenuti ad approvare il regolamento per l'applicazione della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634559
Art. 41. - Revoca di concessioni o autorizzazioni

1. La revoca di concessioni o autorizzazioni concernenti l'utilizzazione del suolo p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634560
Art. 42. - Occupazioni permanenti e temporanee. Criteri di distinzione. Graduazione e determinazione della tassa

1. Le occupazioni di spazi ed aree pubbliche sono permanenti e temporanee:

a) sono permanenti le occupazioni di carattere stabile, effettuate a seguito del rilascio di un atto di concessione, aventi, comunque, durata non inferiore all'anno, comportino o meno l'esistenza di manufatti o impianti;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634561
Art. 43. - Classificazione dei comuni

1. Agli effetti dell'applicazione della tassa di cui al presente capo, i comuni sono ripartiti in base alla popolazione residente al 31 dicembre del penultimo anno precedente a quello in corso, quale risulta dai dati pubblicati dall'Istitu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634562
Art. 44. - Occupazioni permanenti. Disciplina e tariffe. Passi carrabili: criteri di determinazione della superficie

1. Per le occupazioni permanenti la tassa è dovuta per anni solari a ciascuno dei quali corrisponde un'obbligazione tributaria autonoma.

Essa è commisurata alla superficie occupata e si applica sulla base delle seguenti misure di tariffa:

a) occupazioni del suolo comunale:


CLASSI DI COMUNI

Minima per mq.

Massima per mq.

lire

lire

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634563
Art. 45. - Occupazioni temporanee. Disciplina e tariffe

1. Per le occupazioni temporanee la tassa è commisurata alla effettiva superficie occupata ed è graduata, nell'ambito delle categorie previste dall'articolo 42, comma 3, in rapporto alla durata delle occupazioni medesime. I tempi di occupazione e le relative misure di riferimento sono deliberati dal comune o dalla provincia in riferimento alle singole fattispecie di occupazione. In ogni caso per le occupazioni di durata non inferiore a quindici giorni la tariffa è ridotta in misura compresa tra il 20 ed il 50 per cento.

2. La tassa si applica in relazione alle ore di effettiva occupazione in base alle seguenti misure giornaliere di tariffa:

a) occupazioni di suolo comunale:


CLASSI DI COMUNI

Minima per mq.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634564
Art. 46. - Occupazioni del sottosuolo e soprassuolo. Disciplina

1. Le occupazioni del sottosuolo e del soprassuolo stradale con condutture, cavi, impianti in genere ed altri manufat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634565
Art. 47. - Criteri di determinazione della tassa per l'occupazione del sottosuolo e soprassuolo

1. La tassa per le occupazioni del sottosuolo e del soprassuolo stradale di cui all'art. 46 è determinata forfetariamente in base alla lunghezza delle strade comunali o provinciali per la parte di esse effettivamente occupata, comprese le strade soggette a servitù di pubblico passaggio, secondo i criteri indicati nel comma 2.

2. La tassa va determinata in base ai seguenti limiti minimi e massimi:

a) strade comunali, da lire 250.000 a lire 500.000 per km. Lineare o frazione;

b) strade provinciali, da lire 150.000 a lire 300.000 per km. linea

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634566
Art. 48. - Distributori di carburante e di tabacchi. Determinazione della tassa

1. Per l'impianto e l'esercizio di distributori di carburanti e dei relativi serbatoi sotterranei e la conseguente occupazione del suolo e del sottosuolo comunale è dovuta una tassa annuale in base ai seguenti limiti minimi e massimi:

Classi di comuni

Località dove sono situati gli impianti

Minimo lire

Massimo lire

Classi I

a) centro abitato

100.000

150.000

b) zona limitrofa

70.000

105.000

c) sobborghi e zone periferiche

40.000

60.000

d) frazioni

20.000

30.000

Classi II

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634567
Art. 49. - Esenzioni

1. Sono esenti dalla tassa:

a) le occupazioni effettuate dallo Stato, dalle regioni, province, comuni e loro consorzi, da enti religiosi per l'esercizio di culti ammessi nello Stato, da enti pubblici di cui all'art. 87, comma 1, lettera c), del testo unico delle imposte sui redditi, approvato con decreto del Pres

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634568
Art. 50. - Denuncia e versamento della tassa

1. Per le occupazioni permanenti di suolo pubblico, i soggetti di cui all'art. 39 devono presentare al comune o alla provincia, aventi diritto alla tassa, apposita denuncia entro trenta giorni dalla data di rilascio dell'atto di concessione e, comunque, non oltre il 31 dicembre dell'anno di rilascio della concessione medesima. La denuncia va effettuata utilizzando gli appositi modelli predisposti dal comune o dalla provincia e dagli stessi messi a disposizione degli utenti presso i relativi uffici; la denuncia deve contenere gli elementi identificativi del contribuente, gli estremi dell'atto di concessione, la superficie occupata, la categoria dell'area sulla quale si realizza l'occupazione, la misura di tariffa corrispondente, l'importo complessivamente dovuto. Negli stessi termini deve essere effettuato il versamento della tassa dovuta per l'intero anno di rilascio della concessione. L'attestato deve essere allegato alla denuncia e i relativi estremi trascritti nella denuncia stessa.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634569
Art. 51. - Accertamenti, rimborsi e riscossione coattiva della tassa

1. N5

2.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634570
Art. 52. - Affidamento da parte del comune del servizio di accertamento e riscossione della tassa. Rinvio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634571
Art. 53. - Sanzioni ed interessi

1. Per l'omessa presentazione della denuncia si applica la sanzione amministrativa dal cento al duecento per cento della tassa dovuta, con un minimo di lire centomila.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634572
Art. 54 - Funzionario responsabile

N54

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634573
Art. 55 - Abrogazioni

N54

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634574
Art. 56 - Disposizioni transitorie e finali

N54

1. Entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto, sono emanati i decreti ministeriali previsti dal presente capo.

2. Per la prima applicazione delle disposizioni previste dal presente capo, i comuni e le province devono deliberare, unitamente alle tariffe, il regolamento o le variazioni del regolamento già adottato, entro quattro mesi dalla data di entrata in vigore del decreto medesimo.

3. I contribuenti tenuti al pagamento della tassa per l'anno 1994, con esclusione di quelli già iscritti a ruolo, devono presentare la denuncia di cui all'art. 50 ed effettuare il versamento entro sessanta giorni dalla scadenza del termine previsto dal comma 2. Nel medesimo termine di sessanta giorni va effettuato il versamento dell'eventuale differenza tra gli importi già iscritti a ruolo e quelli risultanti dall'applicazione delle nuove tariffe adottate dai predetti enti.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634575
Art. 57 - Vigilanza. Rinvio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634576
Capo III - TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634577
Art. 58. - Istituzione della tassa

1. Per il servizio relativo allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni, svol

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634578
Art. 59. - Attivazione del servizio

1. Nel regolamento del servizio di nettezza urbana, da adottare ai sensi dell'art. 8 del decreto del Presidente della Repubblica 10 settembre 1982, n. 915, sono stabiliti i limiti della zona di raccolta obbligatoria e dell'eventuale estensione del servizio a zone con insediamenti sparsi, la forma organizzativa e le modalità di effettuazione del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni, con indicazione, a seconda dei singoli ambiti o zone, delle relative distanze massime di collocazione dei contenitori o dei criteri per determinarle nonché delle relative capacità minime da assicurare in relazione all'entità e tipologia dei rifiuti da smaltire.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634579
Art. 60. - Rifiuti equiparati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634580
Art. 61 - Gettito e costo del servizio

N58

1. Il gettito complessivo della tassa non può superare il costo di esercizio del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni di cui all'art. 58, né può essere inferiore, per gli enti di cui all'art. 45, comma 2, lettera b), del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, al 70 per cento del predetto costo, fermo restando per gli enti di cui alla lettera a) dello stesso articolo 45, comma 2, il disposto dell'articolo 25 del decreto-legge 2 marzo 1989, n. 66, convertito, con modificazioni, dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634581
Art. 62. - Presupposto della tassa ed esclusioni

1. La tassa è dovuta per l'occupazione o la detenzione di locali ed aree scoperte a qualsiasi uso adibiti, ad esclusione delle aree scoperte pertinenziali o accessorie di civili abitazioni diverse dalle aree a verde, esistenti nelle zone del territorio comunale in cui il servizio è istituito ed attivato o comunque reso in maniera continuativa nei modi previsti dagli articoli 58 e 59, fermo restando quanto stabilito dall'art. 59, comma 4. Per l'abitazione colonica e gli altri fabbricati con area scoperta di pertinenza la tass

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634582
Art. 63. - Soggetti passivi e soggetti responsabili del tributo

1. La tassa è dovuta da coloro che occupano o detengono i locali o le aree scoperte di cui all'art. 62 con vincolo di solidarietà tra i componenti del nucleo familiare o tra coloro che usano in comune i locali o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634583
Art. 64. - Inizio e cessazione dell'occupazione o detenzione

1. La tassa è corrisposta in base a tariffa commisurata ad anno solare, cui corrisponde un'autonoma obbligazione tributaria.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634584
Art. 65. - Commisurazione e tariffe

1. La tassa è commisurata o in base alla quantità e qualità medie ordinarie per unità di superficie imponibile

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634585
Art. 66. - Tariffe per particolari condizioni di uso

1-2. N63

3. La tariffa unitaria può essere ridotta di un importo non superiore ad un terzo nel caso di:

a) abitazioni con unico occupante;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634586
Art. 67. - Agevolazioni

1. Oltre alle esclusioni dal tributo di cui all'art. 62 ed alle tariffe ridotte di cui all'art. 66, i comuni possono prevedere con apposita disposizione del regolamento speciale agevolazioni, sotto forma di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634587
Art. 68. - Regolamenti

1. Per l'applicazione della tassa i comuni sono tenuti ad adottare apposito regolamento che deve contenere:

a) la classificazione delle categorie ed eventuali sottocategorie di locali ed aree con omogenea potenzialità di rifiuti e tassabili con la medesima misura tariffaria;

b) le modalità di applicazione dei parametri di cui all'art. 65;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634588
Art. 69. - Deliberazioni di tariffa

1. Entro il 31 ottobre i comuni deliberano, in base alla classificazione ed ai criteri di graduazione contenuti nel regolamento, le tariffe per unità di superficie dei locali ed aree compresi nelle singole categorie o sottocategorie, da applicare nell'anno successivo. In caso di mancata deliberazione nel termine suddetto si intendono prorogate le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634589
Art. 70. - Denunce

1. I soggetti di cui all'art. 63 presentano al comune, entro il 20 gennaio successivo all'inizio dell'occupazione o detenzione, denuncia unica dei locali ed aree tassabili siti nel territorio del comune. La denuncia è redatta sugli appositi modelli predisposti dal comune e dallo stesso messi a disposizione degli utenti presso gli uffici comunali e circoscrizionali.

2. La denuncia ha effetto anche per gli anni successivi, qualora le condizioni di tassabilità siano rimaste invariate. In caso contrario l'utente è tenuto a denunciare, nelle medesime forme, ogni variazione relativa ai locali ed aree, alla loro superficie e destinazio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634590
Art. 71. - Accertamento

1. N5

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634591
Art. 72. - Riscossione

1. L'importo del tributo ed addizionali, degli accessori e delle sanzioni, liquidato sulla base dei ruoli dell'anno precedente, delle denunce presentate e degli accertamenti notificati nei termini di cui all'art. 71, comma 1, è iscritto a cura del funzionario responsabile di cui all'articolo 74 in ruoli principali ovvero, con scadenze successive, nei ruoli suppletivi, da formare e consegnare al concessionario della riscossione, a pena di decadenza, entro l'anno successivo a quello per il quale è dovuto il tributo e, in caso di liquidazione in base a denuncia tardiva o ad accertamento, entro l'anno successivo a quello nel corso del quale è prodotta la predetta denuncia ovvero l'avviso di accertamento è

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634592
Art. 73. - Poteri dei comuni

1. Ai fini del controllo dei dati contenuti nelle denunce o acquisiti in sede di accertamento d'ufficio tramite rilevazione della misura e destinazione delle superfici imponibili, effettuata anche in base alle convenzioni di cui all'articolo 71, comma 4, l'ufficio comunale può rivolgere al contribuente motivato invito ad esibire o trasmettere atti e documenti, comprese le planimetrie dei locali e delle aree scoperte,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634593
Art. 74. - Funzionario responsabile

1. Il comune designa un funzionario cui sono attribuiti la funzione e i poteri per l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634594
Art. 75 - Rimborsi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634595
Art. 76. - Sanzioni ed interessi

1. Per l'omessa presentazione della denuncia, anche di variazione, si applica la sanzione amministrativa dal cento al duecento per cento della tassa o della maggiore tassa dovuta con un minimo di lire centomila.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634596
Art. 77. - Tassa giornaliera di smaltimento

1. Per il servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni o equiparati prodotti dagli utenti che occupano o detengono temporaneamente, con o senza autorizzazione, locali od aree pubbliche, di uso pubblico, o aree gravate da servitù di pubblico passaggio, i comuni devono istituire con il regolamento di cui all'articolo 68, la tassa di smaltimento da applicare in base a tariffa giornaliera. Per temporaneo si intende l'uso inferiore a 183 giorni di un anno solare, anche

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634597
Art. 78 - Vigilanza sugli atti regolamentari e sulla gestione del tributo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634598
Art. 79 - Disposizioni finali e transitorie

N58

1. N64

2. In prima applicazione della nuova normativa, sono apportate entro il 30 giugno 1994 le modificazioni al regolamento del servizio di nettezza urbana e quelle al regolamento della tassa, con esclusione delle modificazioni alla classificazione delle categorie tassabili ed alle tariffe derivanti dall'attuazione dei criteri di commisurazione del tributo previsti dall'art. 65, che sono da adottare e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634599
Art. 80 - Abrogazioni

N

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54334 3634600
Art. 81. - Efficacia delle disposizioni

1. Le disposizioni del presente decreto hanno effetto a decorrere dal 1 gennaio 1994.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

L’installazione di impianti pubblicitari stradali

Pianificazione delle attività, dimensioni, caratteristiche, ubicazione e distanze da rispettare dentro e fuori dai centri abitati, autorizzazioni (enti competenti, documentazione da produrre, tempistica per il rilascio o il diniego, durata, rinnovo e decadenza, sanzioni, obblighi del titolare, rapporto con le autorizzazioni edilizie), sanzioni.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Terremoto Ischia 2017
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Alluvione Veneto ed Emilia Romagna 2014
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Protezione civile
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • Imposte indirette
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Rifiuti

La Legge di bilancio 2018 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di bilancio 2018 (L. 27 dicembre 2017, n. 205), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti

Rifiuti, non rifiuti e sottoprodotti: definizione, classificazione, normativa di riferimento

RIFIUTI, NON RIFIUTI E SOTTOPRODOTTI (Rifiuti; Non rifiuti (esclusioni dal campo di applicazione della parte IV del D. Leg.vo 152/2006); Sottoprodotti) - CESSAZIONE DELLA QUALITÀ DI RIFIUTO, RECUPERO (Condizioni per la cessazione della qualità di rifiuto; Normativa di riferimento per il recupero di rifiuti) - LE CONDIZIONI PER LA QUALIFICAZIONE COME SOTTOPRODOTTO (Condizioni per la qualifica di sottoprodotto; Dimostrazione dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti) - CRITERI PER LA QUALIFICAZIONE COME SOTTOPRODOTTO DI SPECIFICHE TIPOLOGIE DI SOSTANZE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Provvidenze
  • Rifiuti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica

Sicilia: contributi ai comuni per il compostaggio dei rifiuti organici

Aiuti ai Comuni della Regione Sicilia che realizzano le azioni previste nei piani di prevenzione e promuovono la diffusione di pratiche di compostaggio domestico e di comunità. Il bando stanzia 16 milioni di euro per la concessione di agevolazioni in favore dei Comuni, anche nelle forme associative regolarmente costituite (Ambiti di raccolta ottimali), per il sostegno alle attività di compostaggio di prossimità dei rifiuti organici. L'obiettivo è ridurre la quantità di rifiuti organici da far gestire alle ditte di raccolta e trasporto dei Comuni e da avviare a trattamento o smaltimento finale negli impianti industriali, recuperando matrici organiche dei rifiuti urbani e trasformandole in compost di qualità.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Rifiuti
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Sicilia: 21,4 milioni di euro ai Comuni per i centri di raccolta differenziata

Il bando mette a disposizione dei Comuni risorse per un importo pari a 21,4 milioni di euro per realizzare nuovi centri di raccolta dei rifiuti o potenziare e adeguare quelli già esistenti. I Comuni possono partecipare da soli o associandosi tra di loro e ogni progetto potrà ricevere un massimo di 800 mila euro per gli impianti da costruire ex novo e fino a 300 mila euro per gli interventi di ristrutturazione.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Rifiuti
  • Albo nazionale dei gestori ambientali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Regime transitorio responsabili tecnici imprese iscritte Albo gestori ambientali

  • Tutela ambientale
  • Rifiuti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche

Apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE), sostanze vietate: riutilizzo pezzi di ricambio

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Dichiarazioni per l'immissione in commercio di idrofluorocarburi per il 2020