FAST FIND : AR1606

Ultimo aggiornamento
11/03/2019

Abruzzo: fondi alle imprese per impianti da fonti rinnovabili ed efficientamento energetico

Il bando intende sostenere, con aiuti in regime di esenzione, le imprese che, all'interno di unità operative ubicate nel territorio regionale, realizzino investimenti per l’autoconsumo, volti all'efficientamento energetico o alla produzione di energia proveniente da fonti rinnovabili da parte delle PMI e, per le Grandi imprese, all'installazione di impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento.
A cura di:
  • Anna Petricca
5418934 5419461
INFORMAZIONI GENERALI

CONTESTO GEOGRAFICO

REGIONE: ABRUZZO

TIPOLOGIA

INIZIATIVA VALUTATIVA A GRADUATORIA

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5418934 5419462
OBIETTIVI

Il bando dà attuazione all’Asse IV “Promozione di un’economia a basse emissioni di carbonio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5418934 5419463
BENEFICIARI E REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ

La domanda di partecipazione può essere presentata da:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5418934 5419464
RISORSE FINANZIARIE

La dotazione finanziaria complessiva è pari ad € 10.000.000, suddivisi in tre linee di intervento:

- Linea di intervento 1: € 1.000.000,00 per interventi di efficienza energetica di cui all’art. 38 del Reg. 651/2014, presentati da PMI (Gra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5418934 5419465
ENTITÀ DEI CONTRIBUTI

L’ammontare complessivo di ciascun progetto presentato (pubblico + privato) non deve essere inferiore a 25.000 euro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5418934 5419466
INTERVENTI FINANZIABILI

Sono finanziabili interventi di installazione di impianti finalizzati all’efficientamento energetico o alla produzione di energia da fonti rinnovabili e di co/trigenerazione, la cui energia prodotta sia interamente destinata all'autoconsumo della sede operativa oggetto dell’investimento candidato.

Gli interventi finanziabili devono afferire ad una delle seguenti Linee di intervento, articolate nelle tipologie di seguito riportate:


Linee di intervento

Elenco tipol

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5418934 5419467
SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono le seguenti:

- spese relative all’acquisto ed installazione di IMPIANTI, COMPONENTI, SISTEMI, PROGRAMMI INFORMATICI, nuovi di fabbrica, ovvero mai utilizzati e fatturati direttamente dal costruttore (o dal suo rappresentante o rivenditore);

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Provvidenze
  • Imprese
  • Fonti alternative
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Finanza pubblica
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico

Liguria: contributi per l’efficienza energetica nelle imprese

Il bando è destinato alle micro, piccole e medie imprese che realizzino interventi di efficientamento energetico sugli impianti e sulle strutture produttive, e impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili per l'autoconsumo. Gli investimenti ammessi ad agevolazione devono essere realizzati nell'ambito di strutture operative dell’impresa ubicate nel territorio della regione e devono essere conclusi entro 12 mesi dal ricevimento del provvedimento di concessione. Le forme di sostegno previste sono rappresentate da uno strumento finanziario (finanziamento) combinato con una sovvenzione a fondo perduto.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Concessioni governative
  • Demanio
  • Calamità/Terremoti
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Commercio e mercati
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Calamità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Imposte sul reddito
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Edifici di culto
  • Edilizia penitenziaria
  • Previdenza professionale
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Scarichi ed acque reflue
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Catasto e registri immobiliari
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Interventi vari
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Fonti alternative
  • Barriere architettoniche
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Agevolazioni
  • Accise
  • Acque
  • Acque di balneazione
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Provvidenze
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico

Basilicata: realizzazione di impianti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili

La Regione Basilicata ha stanziato 2.447.321 euro a sostegno dell'acquisto e la messa in opera di impianti pubblici da fonti rinnovabili (biomassa, eolico e solare), di potenza nominale complessiva fino a 1 MW. Possono presentare domanda di contributo i Comuni (singoli o associati), gli Enti gestori di aree protette e il Consorzio di bonifica. Il bando, che finanzia il 100% dei costi ammissibili, ha l'obiettivo di migliorare ed espandere le infrastrutture di piccola scala che utilizzano sottoprodotti, materiali di scarto, residui e altre materie grezze non alimentari ai fini della bioeconomia e al risparmio energetico. Non sono ammessi progetti che prevedono l’utilizzo di più fonti energetiche.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Provvidenze
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico

Emilia Romagna: riqualificazione energetica degli edifici pubblici e dell'edilizia residenziale pubblica

Contributo in conto capitale fino al 30% a sostegno degli enti pubblici nel conseguire obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell'energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra, con particolare riferimento allo sviluppo di misure di miglioramento della efficienza energetica negli edifici pubblici e nell'edilizia residenziale pubblica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Provvidenze
  • Imprese

Toscana, efficientamento energetico immobili sedi di imprese e attività professionali

Sostegno ai progetti di efficientamento energetico degli immobili sedi delle imprese o luoghi di esercizio dell’attività dei liberi professionisti, con priorità a quelli ricadenti nei Comuni del Parco Agricolo della Piana. Il contributo è concesso in conto capitale, in regime de minimis, nella misura del 20%, 30% o 40%, a seconda delle dimensioni dell’impresa. Ammissibili, fra le altre, le spese per: impianti, macchinari, attrezzature, sistemi; opere edili ed impiantistiche; spese tecniche per progettazione, direzione lavori, sicurezza, collaudo, nonché certificazione degli impianti, dei macchinari, dei sistemi e delle opere, studi e/o consulenze specialistiche, indagini e diagnosi energetiche.
A cura di:
  • Club Mep Network
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Bolzano: aggiornamento obbligatorio installatori impianti FER

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Professioni
  • Energia e risparmio energetico

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine

  • Energia e risparmio energetico
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative

Trento, aggiornamento degli installatori di impianti energetici da fonti rinnovabili

  • Impiantistica
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico

Piemonte, formazione installatori impianti alimentati da FER: scadenza e proroga termine

  • Energia e risparmio energetico
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Fonti alternative

Friuli Venezia Giulia, aggiornamento degli installatori di impianti energetici da fonti rinnovabili

24/11/2015

05/05/2016