FAST FIND : NN1777

L. 24/02/1992, n. 225

Istituzione del Servizio nazionale della protezione civile.
Scarica il pdf completo
53922 4397946
Art. 1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397947
Art. 1-bis - Servizio nazionale della protezione civile

N7

1. È istituito il Servizio nazionale della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397948
Art. 2. - Tipologia degli eventi ed ambiti di competenze

1. Ai fini dell'attività di protezione civile gli eventi si distinguono in:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397949
Art. 3 - Attività e compiti di protezione civile

N9

1. Sono attività di protezione civile quelle volte alla previsione e alla prevenzione dei rischi, al soccorso delle popolazioni sinistrate e ad ogni altra attività necessaria e indifferibile, diretta al contrasto e al superamento dell'emergenza e alla mitigazione del rischio, connessa agli eventi di cui all'articolo 2.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397950
Art. 3-bis -Sistema di allerta nazionale per il rischio meteo-idrogeologico e idraulico

N7

1. Nell'ambito delle attività di protezione civile, il sistema di allerta statale e regionale è costituito dagli strumenti, dai metodi e dalle modalità stabiliti per sviluppare e per acquisire la conoscenza, le informazioni e le valutazioni, in tempo reale, relative al preannuncio, all'insorgenza e all'evoluzione dei rischi conseguenti agli eventi di cui all'articolo 2 al fine di allertare e di attivare il Servizio nazionale della protezione civile ai diversi livelli territoria

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397951
Art. 3-ter - Gestione delle reti di monitoraggio e uso delle radiofrequenze

N7

1. Per la gestione delle reti strumentali di monitoraggio, le regioni, alle quali sono stati trasferiti i servizi in precedenza svolti dal Servizio idrografico e mareografico nazionale (SIMN) del Dipartimento per i servizi tecnici nazionali,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397952
Art. 4.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397953
Art. 5 - Stato di emergenza e potere di ordinanza

N34

1. Al verificarsi degli eventi di cui all’articolo 2, comma 1, lettera c), ovvero nella loro imminenza, il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri, ovvero, su sua delega, di un Ministro con portafoglio o del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri segretario del Consiglio, formulata anche su richiesta del Presidente della regione interessata e comunque acquisitane l’intesa, delibera lo stato d’emergenza, fissandone la durata e determinandone l’estensione territoriale con specifico riferimento alla natura e alla qualità degli eventi e disponendo in ordine all’esercizio del potere di ordinanza. La delibera individua le risorse finanziarie destinate ai primi interventi di emergenza nelle more della ricognizione in ordine agli effettivi ed indispensabili fabbisogni da parte del Commissario delegato e autorizza la spesa nell’ambito del Fondo per le emergenze nazionali istituito ai sensi del comma 5-quinquies, individuando nell’ambito dello stanziamento complessivo quelle finalizzate alle attività previste dalla lettera a) del comma 2. Ove il Capo del Dipartimento della protezione civile verifichi che le risorse finalizzate alla attività di cui alla lett. a) del comma 2, risultino o siano in procinto di risultare insufficienti rispetto agli interventi da porre in essere, presenta tempestivamente una relazione motivata al Consiglio dei Ministri, per la conseguente determinazione in ordine alla necessità di integrazione delle risorse medesime. La revoca dello stato d’emergenza per venir meno dei relativi presupposti è deliberata nel rispetto della procedura dettata per la delibera dello stato d’emergenza. N26

1-bis. La durata della dichiarazione dello stato di emergenza non può superare i 180 giorni prorogabile per non più di ulteriori 180 giorni. N26

2. Per l'attuazione degli interventi da effettuare durante lo stato di emergenza dichiarato a seguito degli eventi di cui all'articolo 2, comma 1, lettera c), si provvede anche a mezzo di ordinanze in deroga ad ogni disposizione vigente, nei limiti e secondo i criteri indicati nel decreto di dichiarazione dello stato di emergenza e nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento giuridico. Le ordinanze sono emanate, acquisita l'intesa delle regioni territorialmente interessate, dal Capo del Dipartimento della protezione civile, salvo che sia diversamente stabilito con la deliberazione dello stato di emergenza di cui al comma 1. L'attuazione delle ordinanze è curata in ogni caso dal Capo del Dipartimento della protezione civile.” “Fermo restando quanto previsto al comma 1, con le ordinanze si dispone, nel limite delle risorse disponibili, in ordine:

a) all’organizzazione ed all’effettuazione dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione interessata dall’evento;

b) al ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture di reti strategiche, entro i limiti delle risorse finanziarie disponibili;

c) alla realizzazione di interventi, anche strutturali, per la riduzione del rischio residuo strettamente connesso all’evento, entro i limiti delle risorse finanziarie disponibili e comunque finalizzate prioritariamente alla tutela della pubblica e privata incolumità;

d) alla ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture, pubbliche e private, danneggiate, nonché dei danni subiti dalle attività economiche e produttive, dai beni culturali e dal patrimonio edilizio, da porre in essere sulla base di procedure definite con la medesima o altra ordinanza;

e) all’avvio dell’attuazione delle prime misure per far fronte alle esigenze urgenti di cui alla lettera d), entro i limiti delle risorse finanziarie disponibili e secondo le direttive dettate con delibera del Consiglio dei ministri, sentita la Regione interessata. N27 N10

2-bis. Le ordinanze di cui al comma 2 sono trasmesse per informazione al Ministro con portafoglio delegato ai sensi del comma 1 ovvero al Presid

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397954
Art. 6. - Componenti del Servizio nazionale della protezione civile

1. All'attuazione delle attività di protezione civile provvedono, secondo i rispettivi ordinamenti e le rispettive competenze, le amministrazioni dello Stato, le regioni, le province, i comuni e le comunità montane, e vi concorrono gli enti pubblici, gli istituti ed i gruppi di ricerca scientifica con finalità di protezione civile, nonché ogni altra istituzione ed organizzazione anche privata. A ta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397955
Art. 7.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397956
Art. 8. - Consiglio nazionale della protezione civile

1. Il Consiglio nazionale della protezione civile, in attuazione degli indirizzi generali della politica di protezione civile fissati dal Consiglio dei ministri, determina i criteri di massima in ordine:

a) ai programmi di previsione e prevenzione delle calamità;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397957
Art. 9. - Commissione nazionale per la previsione e la prevenzione dei grandi rischi

1. La Commissione nazionale per la previsione e la prevenzione dei grandi rischi è organo consultivo e propositivo del Servizio nazionale della protezione civile su tutte le attività di protezione civile volte alla previsione e prevenzione delle varie ipotesi di rischio. La Commissione fornisce le indicazioni necessarie per la definizion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397958
Art. 10. - Comitato operativo della protezione civile

1. Al fine di assicurare la direzione unitaria ed il coordinamento della attività di emergenza è istituito il Comitato operativo della protezione civile.

2. Il Comitato:

a) esamina i piani di emergenza predisposti dai prefetti ai sensi dell'arti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397959
Art. 11. - Strutture operative nazionali del Servizio

1. Costituiscono strutture operative nazionali del Servizio nazionale della protezione civile:

a) il Corpo nazionale dei vigili del fuoco quale componente fondamentale della protezione civile;

b) le Forze armate;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397960
Art. 12. - Competenze delle regioni

1. Le regioni - fatte salve le competenze legislative ed i poteri amministrativi delle regioni a statuto speciale e delle province autonome di Trento e Bolzano in materia di enti locali, di servizi antincendi e di assistenza e soccorso alle popolazioni colpite da calamità, previsti dai rispettivi statuti e dalle relativ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397961
Art. 13. - Competenze delle province

1. Le province, sulla base delle competenze ad esse attribuite dagli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397962
Art. 14. - Competenze del prefetto

1. Il prefetto, anche sulla base del programma provinciale di previsione e prevenzione, predispone il piano per fronteggiare l'emergenza su tutto il territorio della provincia e ne cura l'attuazione.

2. Al verificarsi di uno degli eventi calamitosi di cui alle lettere b) e c) del comma 1 dell'articolo 2, il prefetto:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397963
Art. 15. - Competenze del comune ed attribuzioni del sindaco

1. Nell'ambito del quadro ordinamentale di cui “al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, e successive modificazioni”,N13 in materia di autonomie locali, ogni comune può dotarsi di una struttura di protezione civile.

2. La regione, nel rispetto delle competenze ad essa affi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397964
Art. 16. - Disposizioni riguardanti la Valle d'Aosta

1. Le competenze attribuite nella presente legge alla provincia e al presidente dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397965
Art. 17. - Gruppi nazionali di ricerca scientifica

1. Il Servizio nazionale della protezione civile, per il perseguimento delle proprie finalit&agrav

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397966
Art. 18. - Volontariato

1. Il Servizio nazionale della protezione civile assicura la più ampia partecipazione dei cittadini, “delle organizzazioni di volontariato di protezione civile” N16 all'attività di previsione, prevenzione e soccorso, in vista o in occasione di calamità naturali, catastrofi o eventi di cui alla presente legge.

2. Al fine di cui al comma 1, il Servizio riconosce e stimola le iniziative di volontariato civile e ne assicura il coordinamento.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397967
Art. 19. - Norma finanziaria

1. Le somme relative alle autorizzazioni di spesa a favore del Fondo per la protezione civile sono iscritte, in relazione al tipo di intervento previsto, in appositi capitoli, anche di nuova istituzione, dello stato di previsione della Presidenza del Consiglio dei ministri. Il Ministro del tesoro è autorizzato ad apportare, con propri decreti, su proposta del Ministro per il coordinamento della protezione civile, le variazioni compensative che si rendessero necessarie nel corso dell'esercizio in relazione agli interventi da effettuare.

2. Le disponibilità esistenti n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397968
Art. 20 - Disciplina delle ispezioni e del monitoraggio dell'attuazione delle misure contenute nelle ordinanze di protezione civile

N9

1. Con decreto del Pres

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397969
Art. 21. - Abrogazione delle norme incompatibili

1. Sono abrogate tutte le norme non compatibili con le disposizioni della presente le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53922 4397970
Allegato - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Protezione civile

Programma nazionale di soccorso per il rischio sismico

Pubblicata in Gazzetta la Direttiva che, in attuazione dell’art. 5, comma 2, del D.L. 343/2001 (L. 401/2001), fornisce gli indirizzi per il coordinamento e la direzione unitaria dell’intervento di protezione civile in occasione degli eventi che necessitano di essere fronteggiati con mezzi e poteri straordinari.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Protezione civile
  • Sicurezza

La sicurezza dei lavoratori nei settori della protezione civile e del volontariato

Il quadro della normativa ed un completo vademecum applicativo concernente le disposizioni di prevenzione e tutela della salute e della sicurezza sul lavoro degli operatori nell’ambito delle organizzazioni di volontariato. Il settore del volontariato nel Testo Unico della sicurezza, le norme per il personale in servizio effettivo presso il Dipartimento della protezione civile, per i volontari della protezione civile, della Croce rossa italiana, del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, dei Vigili del fuoco e delle cooperative sociali di cui alla L. 381/1991, e per i volontari di cui alla L. 266/1991 e quelli che effettuano il servizio civile.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Imposte indirette
  • Imposte sul reddito
  • Lavoro e pensioni
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Pubblica Amministrazione
  • Ordinamento giuridico e processuale

Sisma centro Italia 2016: scadenzario sospensione dei termini per adempimenti tributari, previdenziali e vari

Catasto dei rifiuti, comunicazioni ambientali e MUD - Rate mutui, finanziamenti e contratti di leasing - Sospensione pagamento utenze e fatture varie - Esenzione imposta di bollo istanze verso la P.A. - Sospensione termini adempimenti contributivi e assicurativi - Sospensione atti di pagamento e riscossione - Sospensione versamenti e adempimenti tributari - Sospensione versamenti sostituti d’imposta - Sospensione dei termini processuali - Obblighi di pubblicazione in materia di anticorruzione e trasparenza - Adempimenti connessi alle attività dell'ISTAT.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Protezione civile

Sintesi delle disposizioni del Codice della protezione civile

Si illustrano i punti principali del Codice della protezione civile, di cui al D. Leg.vo 02/01/2018, n. 1, pubblicato nella G.U. 22/01/2018, n. 17.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Terremoto Ischia 2017
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Imposte indirette
  • Rifiuti
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Alluvione Veneto ed Emilia Romagna 2014
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza

La Legge di bilancio 2018 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di bilancio 2018 (L. 27 dicembre 2017, n. 205), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile
  • Norme tecniche
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016

  • Terremoto Ischia 2017
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile

Sospensione rate mutui nei Comuni di Ischia colpiti dal sisma dell’agosto 2017

  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Provvidenze
  • Imprese

Termini di pagamento utenze e fatture varie comuni colpiti dal sisma di agosto 2016 (soggetti con fabbricato inagibile)

06/11/2018

24/10/2018

07/09/2018