FAST FIND : NN1655

L. 09/01/1991, n. 10

Norme per l'attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia.

Con le modifiche introdotte da:
- C. Cost. 18/12/1991, n. 483
- L. 23/08/2004, n. 239
- D. Leg.vo 19/08/2005, n. 192
- L. 27/12/2006, n. 296
- L. 23/07/2009, n. 99
- L. 11/12/2012 n. 220

Scarica il pdf completo
53797 1343524
TITOLO I - NORME IN MATERIA DI USO RAZIONALE DELL’ENERGIA, DI RISPARMIO ENERGETICO E DI SVILUPPO DELLE FONTI RINNOVABILI DI ENERGIA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343525
Art. 1. - Finalità ed ambito di applicazione

1. Al fine di migliorare i processi di trasformazione dell’energia, di ridurre i consumi di energia e di migliorare le condizioni di compatibilità ambientale dell’utilizzo dell’energia a parità di servizio reso e di qualità della vita, le norme del presente titolo favoriscono ed incentivano, in accordo con la politica energetica della Comunità economica europea, l’uso razionale dell’energia, il contenimento dei consumi di energia nella produzione e nell’utilizzo di manuf

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343526
Art. 2. - Coordinamento degli interventi

1. Per la coordinata attuazione del piano energetico nazionale e al fine di raggiungere gli obiettivi di cui all’ articolo 1, il Comitato interminister

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343527
Art. 3. - Accordo di programma

1. Per lo sviluppo di attività aventi le finalità di cui all’art. 1, il Ministro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343528
Art. 4. - Norme attuative e sulle tipologie tecnico-costruttive

1. N2

2. N3

3. Entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, con decreto del Presidente della Repubblica, adottato previa deliberazione del Consiglio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343529
Art. 5. - Piani regionali

1. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, d’intesa con l’ENEA, individuano i bacini che in relazione alle caratteristiche, alle dimensioni, alle esigenze di utenza, alla disponibilità di fonti rinnovabili di energia, al risparmio energetico realizzabile e alla preesistenza di altri vettori energetici, costituiscono le aree più idonee ai fini della fattibilità degli interventi di uso razionale dell’energia e di utilizzo delle fonti rinnovabili di energia. N17

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343530
Art. 6. - Teleriscaldamento

1. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, entro centottanta giorni dalla data di e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343531
Art. 7. - Norme per le imprese elettriche minori

1. Il limite stabilito dall’articolo 4, n. 8), della legge 6 dicembre 1962, n. 1643R, modificato dall’articolo 18 della legge 29 maggio 1982, n. 308,non si applica alle imprese produttrici e distributrici a condizione che l&rsq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343532
Art. 8. - Contributi in conto capitale a sostegno dell’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia nell’edilizia

1. Al fine di incentivare la realizzazione di iniziative volte a ridurre il consumo specifico di energia, il miglioramento dell’efficienza energetica, l’utilizzo delle fonti di energia di cui all’articolo 1, nella climatizzazione e nella illuminazione degli ambienti, anche adibiti ad uso industriale, artigianale, commerciale, turistico, sportivo ed agricolo, nell’illuminazione stradale, nonché nella produzione di energia elettrica e di acqua calda sanitaria nelle abitazioni adibite ad uso civile e ad uso industriale, artigianale, commerciale, turistico, sportivo ed agricolo, possono essere concessi contributi in conto capitale nella misura minima del 20 per cento e nella misura massima del 40 per cento della spesa di investimento ammissibile do

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343533
Art. 9. - Competenza delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano

N191. La concessione e la erogazione dei contributi previsti dagli articoli 8, 10 e 13 è delegata alle regioni e alle province autonome di Trento e di Bolzano.

2. Il Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato, sentito il Ministro del tesoro, emana, con proprio decreto, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, le direttive per uniformare i criteri di valutazione delle domande, le procedure e le modalità di concessione e di erogazione dei contributi da parte delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano tengono conto nell’istruttoria di propria competenza dei tempi di realizzazione delle singole iniziative dei consumi di energia preesistenti, dei benefici energetici attesi, della quantità di energia primaria risparmiata per unit&agrav

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343534
Art. 10. - Contributi per il contenimento dei consumi energetici nei settori industriale, artigianale e terziario

1. Al fine di conseguire gli obiettivi di cui all’articolo 1 nei settori industriale, artigianale e terziario e nella mo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343535
Art. 11. - Norme per il risparmio di energia e l’utilizzazione di fonti rinnovabili di energia

1. Alle regioni, alle province autonome di Trento e di Bolzano, alle province ed ai comuni e loro consorzi e associazioni, sia direttamente sia tramite loro aziende e società, nonché alle imprese di cui all’articolo 4, n. 8), della legge 6 dicembre 1962, n. 1643 , modificato dall’articolo 18 della legge 29 maggio 1982, n. 308, ad imprese e a consorzi tra imprese costituiti ai sensi degli articoli 2602 e seguenti del codice civile, a consorzi costituiti tra imprese ed Ente nazionale per l’energia elettrica (ENEL) e/o altri enti pubblici, possono essere concessi contributi in conto capitale per studi di fattibilità tecnico-economica per progetti esecutivi di impianti civili, industriali o misti di produzione, di recupero, di trasporto e di distribuzione dell’energia derivante dalla cogenerazione, nonché per iniziative aventi le finalità di cui all’articolo 1 e le caratteristiche di cui ai commi 2 o 3 del presente art

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343536
Art. 12. - Progetti dimostrativi

1. Alle aziende pubbliche e private e loro consorzi, ed a consorzi di imprese ed enti pubblici possono essere concessi contributi in conto capitale per la progettazione e la realizzazione di impia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343537
Art. 13. - Incentivi alla produzione di energia da fonti rinnovabili di energia nel settore agricolo

1. Al fine di raggiungere gli obiettivi di cui all’articolo 1 nel settore agricolo, possono essere concessi alle imprese agricole singole o associate, a consorzi di imprese agricole, o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343538
Art. 14. - Derivazioni di acqua--Contributi per la riattivazione e per la costruzione di nuovi impianti

1. Ai soggetti che producono energia elettrica per destinarla ad usi propri o per cederla in tutto o in parte all’ENEL e/o alle imprese produttrici e distributrici di cui all’articolo 4, n. 8), della legge 6 dicembre 1962, n. 1643 , R modificato dall’articolo 18 della legge 29 maggio 1982, n. 308, alle condizioni previste dalla vigente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343539
Art. 15. - Locazione finanziaria

1. I contributi di cui agli articoli 8, 10, 11, 12, 13 e 14 sono concessi anche per iniziative oggetto di locazione finanziaria, effettuate da società iscritte nell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343540
Art. 16. - Attuazione della legge--Competenza delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano

1. Le regioni emanano, ai sensi dell’articolo 117, terzo comma, della Costituzione, norme per l’attuazione della presente legge.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343541
Art. 17. - Cumulo di contributi e casi di revoca

1. I contributi di cui agli articoli 8, 10, 11, 12, 13 e 14, sono cumulabili con altre incentivazioni eventualmente previste da altre leggi a carico del bilancio dello Stato, fino al 75 per cento dell’investimento complessivo.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343542
Art. 18. - Modalità di concessione ed erogazione dei contributi

1. Per i contributi di cui agli articoli 11, 12 e 14 le modalità di concessione ed erogazione, le prescrizioni tecniche richieste per la stesura degli studi di fattibilità e dei progetti esecutivi, le prescrizioni circa le garanzie di regolare esercizio e di corretta manutenzione degli impianti incentivati, nonché i cri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343543
Art. 19. - Responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia

1. Entro il 30 aprile di ogni anno i soggetti operanti nei settori industriale, civile, terziario e dei trasporti che nell’anno precedente hanno avuto un consumo di energia rispettivamente superiore a 10.000 tonnellate equivalenti di petrolio per il settore industriale ovvero a 1.000 tonnellate equivalenti di petrolio per tutti gli altri settori, debbono comunicare al Ministero dell’industria, del commercio e del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343544
Art. 20. - Relazione annuale al Parlamento

1. Il Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato, entro il 30 aprile di ogni anno, rifer

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343545
Art. 21. - Disposizioni transitorie

1. Alla possibilità di fruire delle agevolazioni previste dalla presente legge sono ammesse anche le istanze presentate ai sens

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343546
Art. 22. - Riorganizzazione della Direzione generale delle fonti di energia e delle industrie di base

1. Con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei ministri, sentito il parere del Consiglio di Stato che deve esprimersi entro trenta giorni dalla richiesta, su proposta del Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato, di concerto con il Ministro del tesoro e con il Ministro per la funzione pubblica, si provvede alla ristrutturazione ed al potenziamento della Direzione generale delle fonti di energia e delle industrie di base del Ministero dell’industria del commercio e dell’artigianato. Si applicano, salvo quanto espressamente previsto dalla presente disposizione, le norme di cui all’articolo 17, comma 1, della legge 23 agosto 1988, n. 400, anche per le successive modifiche dell’ordinamento della medesima Direzione generale. A tal fine le relative dotazioni organiche sono aumentate, per quanto riguarda le qualifiche dirigenziali di non più di undici unità con specifica professionalità tecnica nel settore energetico, e per il restante personale di non più di novanta unità, secondo la s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343547
Art. 23. - Abrogazione espressa di norme e utilizzazione di fondi residui

1. Gli articoli 1, 2, 3, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 18, 19, 22, 24 e 26 della legge 29 maggio 1982, n. 308, sono abrogati.

2. Le somme destinate ad incentivare gl

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343548
Art. 24. - Disposizioni concernenti la metanizzazione

1. Il contributo previsto a carico del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) per la realizzazione dei progetti indicati nel programma generale di metanizzazione del Mezzogiorno approvato dal CIPE con deliberazione dell’11 febbraio 1988 è sostituito o integrato per la percentuale soppressa o ridotta per effetto dei regolamenti del Consiglio delle Comunità europee n. 2052 del 24 giugno 1988, n. 4253 del 19 dicembre 1988 e n. 4254 del 19 dicembre 1988 con un contributo dello Stato a carico degli stanziamenti di cui al comma 3 pari alla differenza tra il 50 per cento della spesa ammessa per ogni singola iniziativa alle agevolazioni di cui all’articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343549
TITOLO II - NORME PER IL CONTENIMENTO DEL CONSUMO DI ENERGIA NEGLI EDIFICI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343550
Art. 25. - Ambito di applicazione

1. Sono regolati dalle norme del presente titolo i consumi di energia negli edifici pubblici e privat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343551
Art. 26. - Progettazione, messa in opera ed esercizio di edifici e di impianti

1. Ai nuovi impianti, lavori, opere, modifiche, installazioni, relativi alle fonti rinnovabili di energia, alla conservazione, al risparmio e all’uso razionale dell'energia, si applicano le disposizioni di cui all’articolo 9 della legge 28 gennaio 1977, n. 10R , nel rispetto delle norme urbanistiche, di tutela artistico-storica e ambientale. Gli interventi di utilizzo delle fonti di energia di cui all'articolo 1 in edifici ed impianti industriali non sono soggetti ad autorizzazione specifica e sono assimilati a tutti gli effetti alla manutenzione straordinaria di cui agli articoli 31 e 48 della legge 5 agosto 1978, n. 457R . L'installazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343552
Art. 27. - Limiti ai consumi di energia

1. I consumi di energia termica ed elettrica ammessi per gli edifici sono limitati secondo quanto pre

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343553
Art. 28. - Relazione tecnica sul rispetto delle prescrizioni

1. Il proprietario dell’edificio, o chi ne ha titolo, deve depositare in comune, in doppia copia, insieme alla denuncia dell’inizio dei lavori relativi alle opere di cui agli articoli 25 e 26, il progetto delle opere stesse corredata da una relazione tecnica, sottoscritta dal progettista o dai prog

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343554
Art. 29. - Certificazione delle opere e collaudo

N6

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343555
Art. 30. - Certificazione energetica degli edifici

N7

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343556
Art. 31. - Esercizio e manutenzione degli impianti

1. Durante l’esercizio degli impianti il proprietario, o per esso un terzo, che se ne assume la responsabilità, deve adottare misure necessarie per contenere i consumi di energia, entro i limiti d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343557
Art. 32. - Certificazioni e informazioni ai consumatori

1. Ai fini della commercializzazione, le caratteristiche e le prestazioni energetiche dei componenti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343558
Art. 33. - Controlli e verifiche

1. N8

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343559
Art. 34. - Sanzioni

1. L’inosservanza dell’obbligo di cui al comma 1 dell’articolo 28 è punita con la sanzione amministrativa non inferiore a lire un milione e non superiore a lire cinque milioni .

2. Il proprietario dell’edificio nel quale sono eseguite opere difformi dalla documentazione depositata ai sensi dell’articolo 28 e che non osserva le disposizioni degli articoli 26 e 27 è punito con la sanzione ammini

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343560
Art. 35. - Provvedimenti di sospensione dei lavori

1. Il sindaco, con il provvedimento mediante il quale ordina la sospensione dei lavori, ovvero le mod

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343561
Art. 36. - Irregolarità rilevate dall’acquirente o dal conduttore

1. Qualora l’acquirente o il conduttore dell’immobile riscontra difformità dalle n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343562
Art. 37. - Entrata in vigore delle norme del titolo II e dei relativi decreti ministeriali

1. Le disposizioni del presente titolo entrano in vigore centottanta giorni dopo la data di pubblicazione della presente legge nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italian

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343563
TITOLO III--DISPOSIZIONI FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343564
Art. 38. - Ripartizione fondi e copertura finanziaria

N16 1. Per le finalità della presente legge è autorizzata la spesa di lire 427 miliardi per il 1991, 992 miliardi per il 1992 e 1.192 miliardi per il 1993. Il dieci per cento delle suddette somme è destinato alle finalità di cui all’articolo 3 della presente legge.

2. Per le finalità di cui agli articoli 11, 12 e 14 è autorizzata la spesa di lire 267,5 miliardi per il 1991, di lire 621,6 miliardi per il 1992 e di lire 746,4 miliardi per il 1993, secondo la seguente ripartizione:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53797 1343565
Art. 39. - Entrata in vigore

Il presente decreto entra in vigore, salvo quanto previsto dall'art. 37, il giorno successivo a quello della pubblicazione nella G.U.



TABELLA A : REGOLE TECNICHE PER GLI INTERVENTI DI CUI ALL'ARTICOLO 8 NEL CASO DI EDIFICI ESISTENTI


Strutture da coibentare

L'intervento deve comportare un aumento delle resistenza termica della superficie trattata almeno pari a R= a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Prestazione energetica di edifici e impianti

DEFINIZIONI E NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Riepilogo delle misure per il contenimento dei consumi energetici; Principali riferimenti normativi sulla prestazione energetica degli edifici e degli impianti) - AMBITO DI APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULLA PRESTAZIONE ENERGETICA IN EDILIZIA (Edilizia privata e edilizia pubblica; Categorie di edifici ai fini della prestazione energetica; Definizione degli interventi edilizi ai fini della prestazione energetica; Applicazione delle prescrizioni alle varie categorie di interventi ; Esclusioni; Tabelle riepilogative ambito di applicazione).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Condominio

Assemblea condominiale: tabella completa delle maggioranze per deliberare

Indicazioni generali; Criterio per teste e criterio per valore; Quorum costitutivi; Tabella delle maggioranze per deliberare (amministratore, amministrazione ordinaria e straordinaria, barriere architettoniche, impianti, innovazioni, internet, lavori, locazioni, mediazione, parcheggi, parti comuni, portiere, preventivo e rendiconto, regolamento, scioglimento, sopraelevazione, tabelle millesimali).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impiantistica
  • Titoli abilitativi
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili

La relazione tecnica di progetto sul rispetto dei requisiti di prestazione energetica negli edifici

Questo articolo illustra i nuovi schemi della relazione tecnica di progetto - contenuti nel D.M. 26/06/2015 e che sostituiscono il precedente modello di cui all'Allegato E del D. Leg.vo 192/2005 - che il Progettista è tenuto a presentare in relazione all’esecuzione di interventi edilizi, per attestare il rispetto dei requisiti di prestazione energetica degli edifici e degli impianti termici imposti dalla normativa. Sono illustrati gli obblighi di presentazione della relazione, i controlli da svolgere a cura degli enti locali, e sono infine presentati alcuni suggerimenti per possibili completamenti o rettifiche nell’ottica di rendere la relazione più completa e aderente al dettato normativo, come previsto e consentito dal D.M. 26/06/2015.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Certificazione energetica

I requisiti di prestazione energetica per edifici pubblici e privati validi dal 01/10/2015

Approfondimento sul D.M. 26/06/2015 che definisce le nuove modalità di applicazione della metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici, ivi incluso l’utilizzo delle fonti rinnovabili, nonché le prescrizioni e i requisiti minimi in materia di prestazioni energetiche degli edifici e unità immobiliari. Dalla data della sua entrata in vigore (01/10/2015) cessa di applicarsi il D.P.R. 02/04/2009, n. 59.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi
  • Edilizia e immobili
  • Condominio

Le modifiche alla legge di riforma del condominio dopo la conversione del D.L. 145/2013 «Destinazione Italia»

Dopo la conversione in legge del D.L. 145/2013 (cosiddetto «Destinazione Italia») avvenuta con la L. 21/02/2014, n. 9, presentiamo un riepilogo aggiornato delle importanti modifiche che questo provvedimento ha introdotto alla L. 220/2012 di riforma della disciplina del condominio negli edifici. Accantonamento di fondi per interventi straordinari; Attività di formazione degli amministratori condominiali; Maggioranze assembleari nelle delibere condominiali per gli interventi finalizzati al risparmio energetico con tabella riepilogativa; Registro di anagrafe condominiale e informazioni sulle condizioni di sicurezza degli edifici; Irrogazione di sanzioni condominiali.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Certificazione energetica
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Cogenza parametri verifica prestazione energetica edifici (D.M. 26/06/2015) - Edifici privati

  • Certificazione energetica
  • Impiantistica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative

Cogenza parametri verifica prestazione energetica edifici (D.M. 26/06/2015) - Edifici pubblici

  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Professioni
  • Energia e risparmio energetico

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine

  • Impiantistica
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico

Piemonte, formazione installatori impianti alimentati da FER: scadenza e proroga termine