FAST FIND : NN1587

D. Min. LL.PP. 04/05/1990

Aggiornamento delle norme tecniche per la progettazione, la esecuzione e il collaudo dei ponti stradali.
Scarica il pdf completo
53729 1038541
Art. 1.

Sono approvate le norme tecniche riguardanti la progettazione, l'esecuzione ed il collaudo dei ponti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038542
Art. 2.

Le anzidette norme entrano in vigore sei mesi dopo la pubblicazione del presente decreto nella Gazzet

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038543
Art. 3.

In via transitoria continuano ad applicarsi le norme di cui al decreto ministeriale 2 agosto 1980 per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038544
CRITERI GENERALI E PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE, ESECUZIONE E COLLAUDO DEI PONTI STRADALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038545
1. INTRODUZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038546
1.1 Oggetto

Le presenti norme sono relative a quelle strutture che hanno la funzione di sostenere una piattaforma stradale quando questa, in conseguenza delle sue primarie

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038547
1.2 Coordinamento con altre norme

Le presenti norme sono emanate in applicazione dell'art. 1 della legge 2 febbraio 1974, n. 64 "Provve

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038548
2. PRESCRIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038549
2.0 Premessa

La validità delle ipotesi di progetto dovrà essere controllata durante la costruzione c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038550
2.1 Geometria della sede stradale

S'intende per larghezza della sede stradale sul ponte la distanza misurata ortogonalmente all'asse st

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038551
2.2 Altezza libera

Nel caso di ponte su strada ordinaria l'altezza libera non deve essere minore di 5 metri, in alcun punto, tenuto conto delle pendenze della strada sottostante.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038552
2.3 Problemi geotecnici

Gli studi di fattibilità, le scelte di progetto, i calcoli e le verifiche dei ponti stradali e delle strade ad essi collegate devono essere sempre basate su un'adeguata caratterizzazione geotecnica del sottosuolo.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038553
2.4 Problemi idraulici

Quando il ponte interessa un corso d'acqua naturale od artificiale, il progetto dovrà essere corredato da una relazione riguardante i problemi idrologici, idrografici ed idraulici relativi alle scelte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038554
3. AZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038555
3.1 Definizioni delle azioni

Le azioni che devono essere considerate nella progettazione dei ponti stradali sono:

g1 = peso proprio delle strutture;

g2 = carichi permanenti portati;

g3 = altre azioni perman

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038556
3.2 Carichi permanenti

3.2.1 Peso proprio delle strutture: g1.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038557
3.3 Distorsioni

3.3.1 Distorsioni e presollecitazioni di progetto: ε1


Ai fini delle verifiche si

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038558
3.4 Carichi mobili

3.4.1 Devono essere presi in considerazione i seguenti carichi mobili:

q1a) mezzo convenzionale da 60 t a tre assi aventi le caratteristiche indicate nello schema allegato;

q1b) carico ripartito pari a 3 t/m disposto, ai fini del calcolo delle strutture principali lungo l'asse di una corsia d'ingombro;

q1c) carico isolato da 10 t con impronta quadrata di lato 0,3 m;

q1d) carico isolato da 1 t con impronta quadrata di lato 0,7 m;

q1e) carico della folla uniformemente ripartito in superficie pari a 0,4 t/m².


Per singole opere di luce maggiore a 300 m é possibile derogare dal valore q1b su riportato previa autorizzazione del Servizio tecnico centrale del Ministero dei lavori pubblici, sentito il Consiglio superiore del Ministero stesso.


3.4.2 Sulla base dei carichi mobili ammessi al transito i ponti stradali si suddividono nelle tre seguenti categorie:


1a categoria: ponti per il transito dei carichi mobili sopra i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038559
3.5 Incremento dinamico di carichi mobili dovuto ad azioni dinamiche q2

L'entità dei carichi mobili deve essere maggiorata per tener conto degli effetti dinamici. In mancanza di analisi specifiche che prendano in conto le caratteristiche dinamiche della struttura nonché la velocità di progetto della strada, le caratteristiche delle sospensioni dei carichi e la rugosità del manto stradale, l'increme

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038560
3.6 Azione longitudinale di frenamento: q3.

La forza di frenamento si assume agente nella direzione dell'asse della strada ed al livello della su

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038561
3.7 Azione centrifuga: q4

Nei ponti sui quali la strada é in curva con raggio R (in metri) l'azione centrifuga per ogni colonna di carico si valuta convenzionalmente pari a:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038562
3.8 Azione del vento: q5

L'azione del vento può essere convenzionalmente assimilata ad un carico orizzontale statico, diretto ortogonalmente all'asse del ponte ed anche nelle direzioni più sfavorevoli per alcuni elementi del ponte (ad es. le pile), agente sulla proiezion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038563
3.9. Azioni sismiche: q6

Si deve tener conto degli effetti del sisma secondo quanto é stabilito dalle vigenti "Norme per le costruzioni in zona sismica".


Si indica con q6 l'azione sismica più sfavorevole, caso per caso, ai fini delle verifiche.


Le azioni sismiche orizzontali e verticali dovranno essere valutate in accordo alle Norme

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038564
3.10 Resistenze parassite dei vincoli: q7

Nel calcolo delle pile, delle spalle, delle fondazioni o degli apparecchi di appoggio stessi e, se de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038565
3.11 Azioni sui parapetti. Urto di veicolo in svio: q8

I parapetti, la cui altezza non potrà essere inferiore ad un metro, devono essere calcolati in base ad una spinta orizzontale di 0,13 t/m applicata al corrimano.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038566
3.12 Altre azioni variabili. q9

Rientrano fra questi carichi gli effetti della corrente sulle pile in acqua, la pressione dei ghiacci

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038567
3.13 Combinazioni di carico

Le combinazioni di carico da considerare nelle verifiche devono essere stabilite in modo da garantire la sicurezza secondo quanto prescritto dalle "Norme sulla sicurezza e sui carichi". Di regola, salvo casi particolari adeguatamente motivati, saranno prese in conto le combinazioni di cui alla tabella allegata, con le seguenti precisazioni:


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Azione gruppo


g1


g2


g3


ε1


ε2


ε3


ε4


q1


q2


q3


q4


q5


q6


q7


q8


q9


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Metodo ten. ammissibili


AI

1

1

1(β1)

1

1

1

1

0

0

0

0

1

0

1

0

1




















A II

1

1

1(β1)

1

1

1

1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038568
4. VERIFICHE Di SICUREZZA

Le verifiche di sicurezza devono essere effettuate sulla base delle "Norme sulla sicurezza e sui carichi" e, per quanto riguarda le fondazioni, delle " Norme geotecnich

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038569
4.1 Verifica allo stato limite di fatica

Nelle verifiche di resistenza da effettuarsi con le combinazioni di carico che risultino determinanti tra quelle indicate al punto 3.13, si deve tener conto dell'influenza della fatica derivante dall'azione ripetuta dei carichi variabili secondo le indicazioni delle "Norme tecniche per l'esecuzione delle opere in cemento armato normale e precompresso e per le strutture m

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038570
4.2 Verifiche allo stato limite di fessurazione devono essere effettuate in base alle condizioni di carico indicate al punto 3.13.

Per le strutture in cemento armato ordinario, per le combinazioni di carico FI e FIII l'apertura teorica delle fess

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038571
4.3 Verifiche allo stato limite di deformazione

Le deformazioni massime delle strutture da valutarsi in base alle combinazioni di carico indicate nel

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038572
4.4 Verifica alle azioni sismiche

Quando si adotti il metodo delle tensioni ammissibili, in conformità con quanto previsto dalle vigenti "Norme tecnich

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038573
4.5 Verifiche in fase di costruzione

Le verifiche di sicurezza devono riguardare anche le singole fasi di costruzione dell'opera. Nel cors

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038574
5. STRUTTURE PORTANTI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038575
5.1 Impalcato

5.1.1 Spessori minimi.


Gli spessori minimi degli elementi dell'impalcato devono essere f

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038576
5.2 Pile

5.2.1 Spessori minimi.


Vale quanto indicato al punto 5.1.1.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038577
6. VINCOLI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038578
6.0

I vincoli dell'impalcato alle sottostrutture (pile, spalle, fondazioni) devono assicurare le Previsioni di progetto realizzando lo schema statico previsto sia con riferimento alle azioni che alle distorsioni.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038579
6.1 Protezione dei vincoli

Con opportuni accorgimenti deve essere assicurata la protezione delle varie parti dei vincoli al fine

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038580
6.2 Controllo, manutenzione e sostituzione

Deve essere comunque assicurata l'accessibilità ai vincoli del ponte tale da consentirne il co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038581
6.3 Vincoli in zona sismica

Per i ponti in zona sismica, i vincoli devono essere progettati in modo che risultino idonei sia a tr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038582
7. OPERE ACCESSORIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038583
7.1 Giunti

In corrispondenza delle interruzioni strutturali devono prevedersi dispositivi atti ad assicurare la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038584
7.2 Pavimentazioni

La Pavimentazione stradale sui ponti deve sottrarre alla usura ed alla diretta azione del traffico l'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038585
7.3 Impermeabilizzazione

Mediante opportuna impermeabilizzazione deve essere evitato che infiltrazioni di acqua possano recare

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038586
7.4 Smaltimento delle acque piovane

Lo smaltimento delle acque piovane deve effettuarsi in modo da non arrecare danni o pregiudizio all'o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038587
7.5 Ispezionabilità delle opere

In sede di progettazione ed esecuzione devono essere previsti provvedimenti costruttivi e dispositivi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038588
8. NORME DI ESECUZIONE E COLLAUDO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038589
8.1 Esecuzione

Nel corso dell'esecuzione deve essere osservato quanto prescritto in merito dalle norme vigenti richi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53729 1038590
8.2 Collaudo statico

I ponti non possono essere posti in esercizio prima dell'esecuzione del collaudo statico di cui all'art. 7 della legge n. 1086 del 5 novembre 1971

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Costruzioni
  • Norme tecniche

Normativa tecnica per le costruzioni

QUADRO LEGISLATIVO E NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI (NTC) VIGENTI (Norme legislative sulle costruzioni e sulle strutture; Norme tecniche per le costruzioni (NTC) vigenti; Appendici nazionali agli Eurocodici strutturali) - ULTERIORI RIFERIMENTI TECNICI “DI COMPROVATA VALIDITÀ” (Generalità; Documenti Consiglio superiore dei lavori pubblici e CNR) - EUROCODICI STRUTTURALI (Che cosa sono gli Eurocodici strutturali; Elenco degli Eurocodici; Formato e impostazione degli Eurocodici; Applicabilità degli Eurocodici e rapporti con le NTC nazionali, Appendici nazionali) - ADEMPIMENTI TECNICO-AMMINISTRATIVI PER LE OPERE STRUTTURALI - NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI DAL 1907 A OGGI (Normativa tecnica per le costruzioni del Regno d’Italia; Normativa tecnica per le costruzioni in cemento armato e a struttura metallica; Normativa tecnica per le costruzioni in zone sismiche; Normativa tecnica per altre costruzioni e strutture; Testo unitario delle Norme tecniche per le costruzioni (NTC, a partire dal 2005).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Disciplina delle costruzioni in zone sismiche

ZONE SISMICHE IN ITALIA - NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI IN ZONE SISIMCHE - NORMATIVA DI RIFERIMENTO SULLE COSTRUZIONI IN ZONE SISMICHE - DENUNCIA DEI LAVORI E AUTORIZZAZIONE SISMICA (Interventi soggetti agli obblighi di denuncia dei lavori e autorizzazione sismica; Specifiche all’ambito applicativo definite dal decreto “sblocca cantieri” (D.L. 32/2019); Precisazioni della giurisprudenza sull’ambito applicativo; Soggetti tenuti agli adempimenti; Denuncia dei lavori in zona sismica; Autorizzazione sismica; Certificazione in caso di sopraelevazione; Disciplina per le zone sismiche di nuova classificazione; Eliminazione di barriere architettoniche) - AGEVOLAZIONI PER LA MESSA IN SICUREZZA SISMICA (C.D. “SISMABONUS”) - VIGILANZA E SANZIONI, ILLECITI “ANTISISMICI” (Vigilanza; Sanzioni (illeciti antisismici); Prescrizione degli illeciti antisismici).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

La classificazione sismica di tutti i comuni italiani dal 1927 a oggi

Riepilogo della classificazione sismica (zone sismiche) dei Comuni italiani, con tutti i provvedimenti di classificazione storici a partire dal 1927 e la situazione aggiornata sulla base dei provvedimenti delle Regioni, cui è stata demandata la competenza all’individuazione delle zone sismiche a partire dal 1998. Distinzione tra la classificazione sismica ai fini degli adempimenti tecnico-amministrativi e per la vigilanza, e quella da adottarsi dal 2009 per la definizione delle azioni sismiche ai fini progettuali.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

L’installazione di impianti pubblicitari stradali

Pianificazione delle attività, dimensioni, caratteristiche, ubicazione e distanze da rispettare dentro e fuori dai centri abitati, autorizzazioni (enti competenti, documentazione da produrre, tempistica per il rilascio o il diniego, durata, rinnovo e decadenza, sanzioni, obblighi del titolare, rapporto con le autorizzazioni edilizie), sanzioni.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme armonizzate
  • Norme tecniche

Indice delle Norme UNI e CEI per l’Edilizia - Parte 1/7 - Sistema edilizio e tecnologico

1. Requisiti generali: 1 - Classificazione e requisiti del sistema; 2 - Sostenibilità delle costruzioni; 3 - Unità di misura; 4 - Misurazioni; 5 - Manutenzione e gestione, aspetti generali; 6 - Manutenzione e gestione di patrimoni immobiliari; 7 - Urbanistica; 8 - Gestione del valore; 9 - Norme generali di progettazione edilizia; 10 - Appalto e realizzazione dei lavori. 2. Rappresentazione grafica: 1 - Coordinazione modulare; 2 - Tolleranze dimensionali; 3 - Disegno, normativa generale; 4 - Disegno edile; 5 - Informazione tecnica e di prodotto. 3. Controllo e assicurazione della qualità: 1 - Normativa generale; 2 - Laboratori di prova; 3 - Metodi di calcolo statistici; 4 - Sistema aziendale per la qualità; 5 - Certificazione della qualità.
A cura di:
  • Gaetano Miti
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali nazionali

  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Norme tecniche
  • Impiantistica

Adeguamento a disposizioni tecniche impianti a fune per il trasporto di persone (D.M. 11/05/2017)

  • Edilizia e immobili
  • Norme tecniche
  • Protezione civile
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016

  • Macchine e prodotti industriali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico
  • Norme tecniche

Motori macchine mobili non stradali: omologazione UE e immissione sul mercato