FAST FIND : NN1509

Circ. Min. LL.PP. 21/07/1989, n. 1590

Liquidazione di competenze professionali. Art.6 della legge 1° luglio 1977, n. 404.
La presente circolare integra e sostituisce le precedenti C.M.LL.PP. 13.2.81, n. 211, 12.11.87, n. 671.
Scarica il pdf completo
53650 462813
[Premessa]


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53650 462814
Premessa

Le numerose istanze volte ad ottenere chiarimenti sull'esatto contenuto della norma in oggetto sia da organi periferici della amministrazione che da enti esponenziali degli interessi delle categorie professionali interessate, rendono opportuno, dopo quelli di cui alle circolari 13 2 1981, n. 211 e 12-11-1987, n. 671, un ulteriore intervento da parte di questo Ministero.

Con le predette circolari era stato affrontato principalmente il problema della forfetizzazione delle spese, legato alla interpretazione della disposizione contenuta nel quarto comma del citato art. 6, là dove, per l'appunto, è fatto divieto di procedere a "qualsiasi liquidazione forfetaria". Con la prima circolare si era affermato che tale divieto era operante soltanto nella ipotesi di incarico commissionato ad una pluralità di professionisti ed era comunque riferito alle sole spese in senso stretto; con la circolare n.671 del 1987 si era pervenuti a sostenere la tesi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53650 462815
I) Ambito di applicazione dell'art. 6.

É pacifico che l'articolo in esame è inserito in una legge avente per oggetto l'aumento dello stanziamento previsto dall'art. 1 della legge 12 12 1971, n. 1133 relativo all'edilizia degli istituti di prevenzione e pena. Ma che la sfera di applicazione dello stesso si estenda oltre alla materia attinente all'edilizia penitenziaria è altrettanto chiaramente desumibile dalla circostanza che il primo comma del citato art. 6 si richiama espressamente, restringendo il principio ivi previst

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53650 462816
2) "Incarico" di cui al secondo comma dell'art. 6: generico o di progettazione.

Il secondo comma dell'articolo in esame parla di incarico di progettazione. Sorge il quesito se tale specificazione sia stata, in realtà, voluta dal legislatore oppure se la previsione di cui al comma secondo debba essere estesa all'incarico professionale "tout court".

L'interrogativo è di non irrilevante entità dato che la disposizione in argomento stabilisce che nel caso di incarico professionale plurimo (di progettazione?) conferito dallo Stato o da enti pubblici "il compenso massimo spettante non può essere superiore a quello previsto ai sensi della tariffa professionale, riconosciuto per l'intero e per una sola volta come se la prestazione fosse resa da un solo professionista" (se l'incarico è conferito a tre o più professionisti provvede il terzo comma).

Si rammenta che il princi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53650 462817
3) Divieto di forfetizzazione: incarico plurimo o incarico singolo.

Il terzo punto è quello indubbiamente più controverso.

Già questo Ministero, come si è in precedenza detto, ha avuto occasione di intervenire sul tema della forfetizzazione, se applicabile ai soli incarichi plurimi o anche a quelli singoli, e con risultati tra loro contrastanti: la circolare 211/81 era infatti nel senso restrittivo, quella successiva, 671/87, di segno opposto.

Applicando, anche in questa sede, i criteri ermeneutici in precedenza evidenziati si osserva che l'interpretazione proposta con la prima circolare appare la più esatta.

Il quarto comma dell'art. 6 della legge 404/77 dispone infatti che l'esclusione di qualsiasi liquidazione forfetaria è operativa "per gli incarichi previsti dal secondo comma". Ciò posto la soluzione del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53650 462818
4) Divieto di forfetizzazione: spese o anche vacazioni.

L'ultimo quesito attiene al problema se il divieto di forfetizzazione riguardi esclusivamente le spese di cui all'art. 6 della legge 143/49 o anche gli altri eventuali compensi accessori, in particolare le vacazioni ex art. 4 della stessa legge.

Anche con riferimento a tale problema il Ministero dei LL.PP. ha espresso, con le circolari in precedenza specificate, diverse conclusioni.

In particolare la circolare 211/81 propendeva ancora per l'interpretazione restrittiva, la 671/87 era favorevole all'applicazione del divieto sia per le spese che per le vacazioni.

Analizzando il problema e partendo, come al solito, dal tenore letterale della norma si osserva che l'art. 6 della legge 404/77, al quarto comma, prevede il rimborso "a piè di lista" per "le spese riconoscibili ai sensi della tariffa professionale".

É opportuno rammentare che la legge sulla tariffa professionale, all'art. 13, prevede che "gli onorari a percentuale comprendono tutto quanto é dovuto al professionista per l'esaurimento dell'incarico conferitogli, restando a carico di esso tutte le spese di ufficio, di personale di ufficio - sia di concetto che d'ordine - di cancelle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Professioni
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Ingegneri e Architetti

Contratto opera professionale privato e validità clausola sospensiva (Cass. 15786/2013)

La Corte di Cassazione chiarisce che le parti contrattuali sono libere di condizionare il pagamento della parcella al verificarsi di una condizione futura ed incerta.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Perizie e consulenze tecniche
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Autorità di vigilanza
  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione
  • Professioni

I compensi per i CTU negli arbitrati sui contratti pubblici

Compensi del CTU negli arbitrati sui contratti pubblici; Chiarimenti applicativi forniti dall’autorità (generalità, applicazione ai contratti pubblici dei compensi previsti per il CTU, unitarietà dell’incarico, cumulo tra compensi tabellari e “vacazioni”, aumento dell’onorario oltre il massimo tabellare, rimborsi spese); Rinvio ad approfondimenti.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Ritardi nei pagamenti commerciali
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Professioni

Disciplina dei pagamenti, dei ritardi e della tracciabilità nei contratti pubblici

Pagamenti e ritardi nei contratti pubblici (termini di pagamento, interessi moratori, condizioni per agire contro la P.A., mancato pagamento retribuzioni affidatario e subappaltatori, altre disposizioni); Tracciabilità nei pagamenti tra stazione appaltante, esecutori e subappaltatori (strumenti di pagamento, clausole sulla tracciabilità nel subappalto, denunce e verifiche, risoluzione del contratto); Applicabilità ai contratti pubblici del D. Leg.vo 231/2002 sui ritardi di pagamento e tabella di raffronto con la disciplina precedente.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Professioni

Equo compenso dei professionisti

Breve sintesi del nuovo DDL che prevede il riconoscimento dell’equo compenso ai professionisti che svolgono un’attività intellettuale, scientifica e di elevata specializzazione.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Professioni
  • Tariffa Professionale e compensi

Compensi dei professionisti: normativa e consigli pratici (preventivo, contratto, comunicazioni varie)

LA RIFORMA DELLE PROFESSIONI DEL 2012 (Principi generali; Norme di riferimento sulla riforma delle professioni) - I COMPENSI NEL NUOVO ASSETTO DELLE PROFESSIONI - INDICAZIONI PRATICHE APPLICATIVE E CONSIGLI DI COMPORTAMENTO PER IL PROFESSIONISTA (Come redigere il preventivo; Prova di aver reso il preventivo; Polizza assicurativa, titoli e specializzazioni; Come redigere il contratto; Come rendere le comunicazioni di dettaglio; Come determinare la misura dei compensi; Visto di conformità dell’Ordine/Collegio) - PERITI E CONSULENTI TECNICI D’UFFICIO.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Bolzano: aggiornamento obbligatorio installatori impianti FER

  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Professioni
  • Energia e risparmio energetico

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine

  • Energia e risparmio energetico
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative

Trento, aggiornamento degli installatori di impianti energetici da fonti rinnovabili

  • Impiantistica
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico

Piemonte, formazione installatori impianti alimentati da FER: scadenza e proroga termine

13/09/2018

05/09/2018

04/09/2018

07/08/2018