FAST FIND : NN1144

L. 28/02/1985, n. 47

Norme in materia di controllo dell'attività urbanistico - edilizia, sanzioni, recupero e sanatoria delle opere edilizie.

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L. 21/06/1985, n. 298
- L. 24/12/1985, n. 780
- L. 13/03/1988, n. 68
- L. 30/11/1994, n. 656
- L. 23/12/1994, n. 724
- L. 08/08/1995, n. 349
- L. 23/12/1996, n. 662
- L. 18/02/1999, n. 28
- D.P.R. 06/06/2001, n. 380
- L. 24/11/2003, n. 326

Scarica il pdf completo
53265 3932531
CAPO I - NORME IN MATERIA DI CONTROLLO DELL'ATTIVITÀ URBANISTICO-EDILIZIA. SANZIONI AMMINISTRATIVE E PENALI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932532
Art. 1. - (Legge-quadro)

1. Fermo restando quanto previsto dal capo IV, le regioni emanano norme in materia di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932533
Art. 2. - (Sostituzione di norme)

1. Le disposizioni di cui al capo I della presente legge sostituiscono quelle di cui

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932534
Art. 3. - Art. 22

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932535
Art. 23. - (Controlli periodici mediante rilevamenti aerofotogrammetrici)

1. Le regioni stabiliscono, con proprie leggi, quali aree del territorio debbano essere assoggettate a particolare controllo periodico dell’attività urba

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932536
CAPO II SNELLIMENTO DELLE PROCEDURE URBANISTICHE ED EDILIZIE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932537
Art. 24. - (Strumenti per cui non è richiesta l'approvazione regionale)

1. Salvo che per le aree e per gli ambiti territoriali individuati dalle regioni come di interesse regionale in sede di piano territoriale di coord

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932538
Art. 25. - (Semplificazione delle procedure)

1. Le regioni entro centottanta giorni dalla entrata in vigore della presente legge emanano norme che:

a) prevedono procedure semplificate per l’approvazione degli strumenti attuativi in variante agli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932539
Art. 26. - Art. 27

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932540
Art. 28. - (Valore venale dell’immobile)

L’ufficio tecnico erariale è tenuto a determinare, entro centoventi gior

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932541
CAPO III - RECUPERO URBANISTICO DI INSEDIAMENTI ABUSIVI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932542
Art. 29. - (Varianti agli strumenti urbanistici e poteri normativi delle regioni)

1. Entro novanta giorni dall’entrata in vigore della presente legge le regioni disciplinano con proprie leggi la formazione, adozione e approvazione delle varianti agli strumenti urbanistici generali finalizzati al recupero urbanistico degli insediamenti abusivi, esistenti al 1° ottobre 1983, entro un quadro di convenienza economica e sociale. Le varianti devono tener conto dei seguenti principi fondamentali:

a) realizzare una adeguata urbanizzazione primaria e secondaria;

b) rispettare gli interessi di carattere storico, artistico, archeologico, paesistico, ambientale, idrogeolog

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932543
Art. 30. - (Facoltà e obblighi dei comuni)

1. In luogo della indennità di esproprio i proprietari di lotti di terreno, vincolati a destinazioni pubbliche a seguito delle varianti di cui all’articolo 29, possono chiedere che vengano loro assegnati equivalenti lotti disponibili nell’ambito dei piani di zona di cui alla legge 18 aprile 1962, n. 167, R per costruirvi, singolarmente o riuniti in cooperativa, la propria prima abitazio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932544
CAPO IV - OPERE SANABILI. SOGGETTI LEGITTIMATI. CONSERVAZIONE DEI RAPPORTI SORTI SULLA BASE DI DECRETI LEGGE NON CONVERTITI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932545
Art. 31. - (Sanatoria delle opere abusive)

1. Possono, su loro richiesta, conseguire la concessione o l’autorizzazione in sanatoria i proprietari di costruzioni e di altre opere che risultino essere state ultimate entro la data del 1° ottobre 1983 ed eseguite:

a) senza licenza o concessione edilizia o autorizzazione a costruire prescritte da norme di legge o di regolamento, ovvero in difformità dalle stesse

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932546
Art. 32. - (Opere costruite su aree sottoposte a vincolo)

N23

1. Fatte salve le fattispecie previste dall'articolo 33, il rilascio del titolo abilitativo edilizio in sanatoria per opere eseguite su immobili sottoposti a vincolo è subordinato al parere favorevole delle amministrazioni preposte alla tutela del vincolo stesso. Qualora tale parere non venga formulato dalle suddette amministrazioni entro centottanta giorni dalla data di ricevimento della richiesta di parere, il richiedente può impugnare il silenzio-rifiuto. Il rilascio del titolo abilitativo edilizio estingue anche il reato per la violazione del vincolo. Il parere non è richiesto quando si tratti di violazioni riguardanti l'altezza, i distacchi, la cubatura o la superficie coperta che non eccedano il 2 per cento delle misure prescritte.

2. S

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932547
Art. 33. - (Opere non suscettibili di sanatoria)

1. Le opere di cui all ‘articolo 31 non sono suscettibili di sanatoria quando siano in contrasto con i seguenti vincoli, qualora questi comportino inedificabilità e siano stati imposti prima della esecuzione delle opere stesse:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932548
Art. 34. - (Somma da corrispondere a titolo di oblazione)

1. I soggetti di cui al primo e terzo comma dell’articolo 31 hanno titolo, fermo di disposto di cui all’articolo 37, a conseguire la concessione o l’autorizzazione in sanatoria delle opere abusive previo versamento all’erario a titolo di oblazione, di una somma determinata, con riferimento alla parte abusivamente realizzata, secondo le prescrizioni dell’allegata tabella, in relazione al tipo di abuso commesso e al tempo in cui l’opera abusiva è stata ultimata.

2. Salvo i casi di cui al quinto comma del presente articolo, la somma dovuta a titolo di oblazione di cui all’allegata tabella è moltiplicata per 1,2 per 2 o per 3, a seconda che le opere abusive abbiano una superficie complessiva superiore, rispettivamente, a 400, 800 o 1.200 metri quadrati.

3. Qualora l’opera abusiva sia stata eseguita od acquistata al solo scopo di essere destinata a prima abitazione del richiedente la sanatoria e questi vi risieda all’atto dell’entrata in vigo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932549
Art. 35. - (Procedimento per la sanatoria)

1. La domanda di concessione o di autorizzazione in sanatoria deve essere presentata al comune interessato entro il termine perentorio del "30 giugno 1987",N16 con la maggiorazione del 2 per cento della somma dovuta, a titolo di oblazione, per ciascun mese o frazione di mese dal 1° aprile 1986 al 30 settembre 1986 e del 3 per cento dal 1° ottobre 1986 al 30 giugno 1987. La domanda è corredata dalla prova dell’eseguito versamento dell’oblazione nella misura dovuta secondo l’allegata tabella, ovvero di una somma pari ad un terzo dell’oblazione, quale prima rata.

2. Per le costruzioni ed altre opere, ultimate entro il 1° ottobre 1983 la cui licenza, concessione od autorizzazione venga annullata, ovvero dichiarata decaduta o inefficace successivamente all’entrata in vigore della presente legge, il decorso del termine di centoventi giorni inizia dal giorno dalla notificazione o comunicazione alla parte interessata del relativo provvedimento.

3. Alla domanda devono essere allegati:

a) una descrizione delle opere per le quali si chiede la concessione o l’autorizzazione in sanatoria;

b) una apposita dichiarazione, corredata di documentazione fotografica, dalla quale risulti lo stato dei lavori relativi; quando l’opera abusiva supera i 450 metri cubi, devono altresì essere presentati, entro il termine stabilito per il versamento della "seconda" N15 rata della oblazione, una perizia giurata sulle dimensioni e sullo stato delle opere e una certificazione redatta da un tecnico abilitato all’esercizio della professione attestante l’idoneità statica delle opere eseguite. "Qualora l’opera per la quale viene presentata istanza di sanatoria sia stata in precedenza collaudata, tale certificazione non è necessaria se non è oggetto di richiesta motivata da parte del sindaco";N16

c) un certificato di residenza, di data non anteriore a tre mesi nell’ipotesi di cui al terzo comma dell’articolo 34, nonché copia della dichiarazione dei redditi nell’ipotesi di cui al primo e al secondo comma dell’articolo 36;

d) un certificato di iscrizione alla camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, di data non anteriore a tre mesi, da cui r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932550
Art. 36. - (Rateizzazione)

1. Nell’ipotesi di cui al terzo e quarto comma dell’articolo 34 i soggetti che posseggono, alla data di entrata in vigore della presente legge, i requisiti di reddito per essere assegnatari in locazione di un alloggio di edilizia pubblica sovvenzionata possono, allegando l’ultima dichiarazione dei redditi presentata da ciascun componente del nucleo familiare, versare all’atto della presentazione del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932551
Art. 37. - (Contributo di concessione)

1. Il versamento dell’oblazione non esime i soggetti di cui all’articolo 31, primo e terzo comma, dalla corresponsione al comune, ai fini del rilascio della concessione, del contributo previsto dall’articolo 3 della legge 28 gennaio 1977, n. 10R ove dovuto.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932552
Art. 38. - (Effetti della oblazione e della concessione in sanatoria)

1. La presentazione entro il termine perentorio della domanda di cui all’articolo 31, accompagnata dalla attestazione del versamento della somma di cui al primo comma dell’articolo 35, sospende il procedimento penale e quello per le sanzioni amministrative.

2. L’oblazione interamente corrisposta estingue i reati di cui all’articolo 41 della legge 17 agosto 1942, n. 1150R , e successive modifiche e all’articolo 17 della legge 28 gennaio 1977, n. 10, come modificato dall’articolo 20 della presente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932553
Art. 39. - (Effetti del diniego di sanatoria)

L’effettuazione dell’oblazione, qualora le opere non possano conseguire l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932554
Art. 40. - (Mancata presentazione dell’istanza)

1. Se nel termine prescritto non viene presentata la domanda di cui all’articolo 31 per opere abusive realizzate in totale difformità o in assenza della licenza o concessione, ovvero se la domanda presentata, per la rilevanza delle omissioni o delle inesattezze riscontrate, deve ritenersi dolosamente infedele "si applicano le sanzioni di cui al capo I" N15. Le stesse sanzioni si applicano se, presentata la domanda, non viene effettuata l’oblazione dovuta.

2. Gli atti tra vivi aventi per oggetto diritti reali, esclusi quelli di costituzione, modificazione ed estinzione di diritti di garanzia o di servitù relativi ad edifici o loro parti, sono nulli e non possono essere rogati se da essi non risultano, per dichiarazione dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932555
Art. 41 - (Esecuzione delle sanzioni ai fini della commerciabilità dei beni)

1. Ai fini della commerciabilità dei beni, possono essere stipulati gli atti aventi per oggetto diritti reali relativi ad immobili "la cui costruzione sia stata iniziata successivamente al 1° settembre 1967" N15 per i quali sia esibita idonea certificazione rilasciata dall’autorità competente che attesti l’avvenuto integrale adempimento d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932556
Art. 42. - (Prevalenza sulle leggi speciali)

Le disposizioni del presente capo prevalgono sulla diversa disciplina procedimentale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932557
Art. 43. - (Procedimenti in corso)

1. L’esistenza di provvedimenti sanzionatori non ancora eseguiti, ovvero ancora impugnabili o nei cui confronti pende l’impugnazione, non impedisce il conseguimento della sanatoriaN10.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932558
Art. 44. - (Sospensione dei procedimenti)

1. Dalla data di entrata in vigore della presente legge fino alla scadenza dei termini fissati dall’articolo 35, sono sospesi i procedimenti amministrativi e giurisdizionali e la loro esecuzione, quelli penali nonché quelli connessi all’applic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932559
CAPO V - DISPOSIZIONI FINALI

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932560
Art. 45. - Art. 47

N26

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932561
Art. 47-bis. - (Dichiarazione dei rappresentanti)

Tutte le dichiarazioni da rendersi ai sensi della presente legge, anche agli effetti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932562
Art. 48. - (Disposizione transitoria)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932563
Art. 49. - (Sanatorie regionali)

Coloro che abbiano già conseguito sanatorie in base alla normativa regionale v

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932564
Art. 50. - (Variazioni di bilancio)

Il Ministro del tesoro è autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932565
Art. 51. - (Determinazione delle superfici)

1. Ai fini del calcolo dell’oblazione, i riferimenti alle superfici, previsti dalla presente legge, sono computati in conformità ai parametri di cui agli articoli 2 e 3 del decreto ministeriale 10 maggio 1977

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932566
Art. 52. - (Iscrizione al catasto)

N22

1. Alla domanda per il rilascio del certificato di abitabilità o di agibilità deve essere allegata copia de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53265 3932567
APPENDICE ULTERIORI DISPOSIZIONI PREVISTE DAL D.L. 2/1988 CONV. IN L. 13.3.1988 N. 68 (G.U. 14.3.1988 n. 61, ENTRATO IN VIGORE IL 15.3.1988) OLTRE QUELLE INTRODOTTE NEL TESTO RIPORTATO PRECEDENTEMENTE


Art. 10.

1. Il rilascio della concessione edilizia in sanatoria per opere abusive comportanti l’aumento delle superfici massime consentite nelle abitazioni per le quali sia stato concesso un finanziamento pubblico a titolo di mutuo, prestito o contributo, non determina la decadenza dai relativi benefici.


Art. 11

1. Agli effetti della tabella allegata alla legge 28 febbraio 1985, n. 47, R si considerano conformi agli strumenti urbanistici vigenti anche le opere conformi a strumenti adottati entro la data del 2 ottobre 1986.


Art. 13.

1. Il Ministro dei lavori pubblici, sulla base delle indagini finalizzate al rilevamento della consistenza e delle caratteristiche del fenomeno dell’abusivismo, sentiti i Ministri per i beni culturali e ambientali, dell’ambiente e per i problemi delle aree urbane, nonché le regioni, stabilisce indirizzi per il recupero edilizio, urbanistico ed ambientale delle zone interessate dall’abusivismo, attraverso i piani di recupero di cui all’articolo 29 della legge 28 febbraio 1985, n. 47,R e predispone, anche sulla base di indicazioni delle regioni interessate, un programma di interventi ed opere finalizzati al recupero ambientale, paesaggistico ed urbanistico delle zone maggiormente interessate.

2. Il Ministro dei lavori pubblici individua altresì le località nelle quali effettuare interventi sperimentali di recupero urbano di base sulla scorta di progetti approvati con proprio decreto, sentite le amministrazioni comunali, con gli effetti previsti dall’articolo 1 della legge 3 gennaio 1978, n. 1 R . Tali progetti devono considerare intere zone degradate dall’abusivismo.

3. Con la relazione di cui al comma 3 dell’articolo 9 del decreto-legge 23 aprile 1985, n. 146, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 1985, n. 298,R il Ministro dei lavori pubblici riferisce sullo stato delle indagini di cui al comma

4. All’onere derivante dal presente articolo, pari a lire 50 miliardi per l’anno 1988, si provvede a carico delle disponibilità esistenti nel capitolo 9423 dello stato di previsione della spesa del Ministero dei lavori pubblici per il medesimo anno.

tabella




PERIODI IN CUI L'ABUSO É STATO COMMESSO



fino

dal 2-9-67

dal 30-1-1977


al 1-9-1967

al 29-1-1977

al 1-10-1983


--------------------------------------------------------------------

TIPOLOGIA DELL'ABUSO

Misura

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.