FAST FIND : NN444

D. P.R. 26/10/1972, n. 633

Istituzione e disciplina dell'imposta sul valore aggiunto.
In vigore dal 01/02/1979.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L. 23/12/1972, n. 821
- D.P.R. 29/09/1973, n. 600
- D.L. 06/07/1974, n. 254 (L. 17/08/1974, n. 383)
- D.L. 06/07/1974, n. 260 (L. 14/08/1974, n. 354)
- D.P.R. 23/12/1974, n. 687
- L. 01/04/1975, n. 98
- D.P.R. 02/07/1975, n. 288
- D.L. 13/08/1975, n. 377 (L. 16/10/1975, n. 493)
- D.L. 18/03/1976, n. 46 (L. 10/05/1976, n. 249)
- D.L. 23/12/1976, n. 852 (L. 21/02/1977, n. 31)
- D.P.R. 24/12/1976, n. 872
- D.L. 07/02/1977, n. 15 (L. 07/04/1911, n. 102)
- D.L. 04/03/1977, n. 58 (L. 09/05/1977, n. 183)
- D.P.R. 30/11/1977, n. 888
- D.L. 09/12/1977, n. 893 (L. 01/02/1978, n. 20)
- D.L. 23/12/1977, n. 936 (L. 23/02/1978, n. 38)
- D.P.R. 05/04/1978, n. 131
- D.L. 26/05/1978, n. 216 (L. 24/07/1978, n. 388)
- D.P.R. 18/10/1978, n. 668
- D.L. 23/12/1978, n. 816 (L. 19/02/1979, n. 53)
- L. 05/01/1979, n. 1
- D.P.R. 29/01/1979, n. 24
- D.P.R. 31/03/1979, n. 94
- D.L. 30/12/1979, n. 660 (L. 29/02/1980, n. 31)
- L. 29/02/1980, n. 31
- L. 24/04/1980, n. 146
- D.L. 31/10/1980, n. 693 (L. 22/12/11980, n. 891)
- L. 22/12/1980, n. 889
- D.P.R. 30/12/1980, n. 897
- D.P.R. 30/12/1981, n. 793
- Sent. C. Cost. 27/04/1982, n. 89
- D.L. 10/07/1982, n. 429 (L. 07/08/1982, n. 516)
- D.P.R. 15/07/1982, n. 463
- D.P.R. 05/06/1982, n. 506
- D.P.R. 09/08/1982, n. 525
- D.L. 01/10/1982, n. 697 (L. 29/11/1982, n. 887)
- D.L. 30/12/1982, n. 953 (L. 28/02/1983, n. 53)
- D.P.R. 28/12/1982, n. 954
- D.L. 29/12/1983, n. 746 (L. 27/02/1984, n. 17)
- D.L. 19/12/1984, n. 853 (L. 17/02/1985, n. 17)
- L. 19/01/1985, n. 3
- D.M. 28/02/1985
- D.L. 30/12/1985, n. 791 (L. 28/02/1986, n. 46)
- D.M. 16/07/1986
- D.L. 26/01/1987, n. 8 (L. 27/03/1987, n. 120)
- D.M. 27/02/1987
- Sent. C. Cost. 11/02/1988, n. 207
- D.L. 14/03/1988, n. 70 (L. 13/05/1988, n. 154)
- D.L. 30/05/1988, n. 173 (L. 26/07/1988, n. 291)
- D.L. 09/09/1988, n. 397 (L. 09/11/1988, n. 475)
- D.L. 02/03/1989, n. 69 (L. 27/04/1989, n. 154)
- D.L. 27/04/1990, n. 90 (L. 26/06/1990, n. 165)
- D.L. 15/09/1990, n. 261 (L. 12/11/1990, n. 331)
- L. 29/12/1990, n. 405
- L. 29/12/1990, n. 408
- L. 29/12/1990, n. 428
- D.L. 07/03/1991, n. 68 (L. 29/04/1991, n. 139)
- D.L. 03/05/1991, n. 143 (L. 05/07/1991, n. 197)
- D.L. 13/05/1991, n. 151 (L. 12/07/1991, n. 202)
- L. 08/11/1991, n. 381
- L. 30/12/1991, n. 413
- D.L. 30/12/1991, n. 417 (L. 06/02/1992, n. 66)
- D.L. 23/01/1993, n. 16 (L. 24/03/1993, n. 75)
- D.L. 22/05/1993, n. 155 (L. 19/07/1993, n. 243)
- D.L. 30/08/1993, n. 331 (L. 29/10/1993, n. 427)
- L. 10/12/1993, n. 515
- L. 24/12/1993, n. 537
- D.L. 30/12/1993, n. 557 (L. 26/02/1994, n. 133)
- D.L. 23/05/1994, n. 308 (L. 22/07/1994, n. 458)
- D.L. 31/05/1994, n. 330 (L. 27/07/1994, n. 473)
- D.L. 10/06/1994, n. 357 (L. 08/08/1994, n. 489)
- D.L. 30/09/1994, n. 564 (L. 30/11/1994, n. 656)
- D.L. 24/11/1994, n. 646 (L. 21/01/1995, n. 22)
- D.L. 23/02/1995, n. 41 (L. 22/03/1995, n. 41)
- D.L. 28/06/1995, n. 250 (L. 08/08/1995, n. 349)
- D.L. 02/10/1995, n. 415 (L. 29/11/1995, n. 507)
- L. 28/12/1995, n. 549
- L. 06/02/1996, n. 52
- D.L. 20/06/1996, n. 323 (L. 08/08/1996, n. 425)
- L. 23/12/1996, n. 662
- D.L. 31/12/1996, n. 669 (L. 28/02/1997, n. 30)
- D.P.R. 09/12/1996, n. 695
- L. 18/02/1997, n. 28
- D.L. 11/03/1997, n. 50 (L. 09/05/1997, n. 122)
- D.L. 28/03/1997, n. 79 (L. 28/05/1997, n. 140)
- D. Leg.vo 09/70/1997, n. 241
- D. Leg.vo 02/09/1997, n. 313
- D.L. 29/09/1997, n. 328 (L. 29/11/1997, n. 410)
- L. 27/12/1997, n. 449
- D. Leg.vo 04/12/1997, n. 460
- D. Leg.vo 18/12/1997, n. 471
- D. Leg.vo 23/03/1998, n. 56
- D.P.R. 23/03/1998, n. 100
- L. 08/05/1998, n. 146
- D.L. 12/06/1998, n. 181 (l. 03/08/1998, n. 271)
- L. 18/06/1998, n. 192
- D. Leg.vo 05/06/1998, n. 203
- L. 03/08/1998, n. 296
- D.P.R. 22/07/1998, n. 322
- D. Leg.vo 19/11/1998, n. 422
- L. 23/12/1998, n. 448
- L. 18/02/1999, n. 28
- D. Leg.vo 26/02/1999, n. 60
- D. Leg.vo 24/03/1999, n. 81
- L. 13/05/1999, n. 133
- L. 17/01/2000, n. 7
- D.P.R. 14/10/1999, n. 542
- D. Leg.vo 18/02/2000, n. 47
- D.P.R. 07/02/2000, n. 48
- D. Leg.vo 10/03/2000, n. 74
- L. 21/11/2000, n. 342
- L. 23/12/2000, n. 388
- D. Leg.vo 26/01/2001, n. 32
- D. Leg.vo 27/04/2001, n. 193
- D.P.R. 12/04/2001, n. 222
- L. 18/10/2001, n. 383
- D.P.R. 05/10/2001, n. 404
- D.P.R. 07/12/2001, n. 435
- L. 28/12/2001, n. 448
- D. Leg.vo 19/06/2002, n. 191
- D.L. 24/12/2002, n. 282 (L. 21/02/2003, n. 27)
- L. 27/12/2002, n. 289
- D. Leg.vo 09/04/2003, n. 69
- D.L. 30/09/2003, n. 269 (L. 24/11/2003, n. 326)
- D. Leg.vo 01/08/2003, n. 273
- L. 24/12/2003, n. 350
- D. Leg.vo 20/02/2004, n. 52
- L. 30/12/2004, n. 311
- D.L. 30/12/2004, n. 314 (L. 01/03/2005, n. 26)
- D.L. 14/03/2005, n. 35 (L. 14/05/2005, n. 80)
- D.L. 30/09/2005, n. 203 (L. 02/12/2005, n. 248)
- D. Leg.vo 19/09/2005, n. 215
- L. 23/12/2005, n. 266
- D. Leg.vo 15/12/2005, n. 294
- D.L. 04/07/2006, n. 223 (L. 04/08/2006, n. 248)
- D.L. 15/09/2006, n. 258 (L. 10/11/2006, n. 278)
- D.L. 03/10/2006, n. 262 (L. 124/11/2006, n. 286)
- L. 27/12/2006, n. 296
- D. Leg.vo 02/02/2007, n. 26
- L. 24/12/2007, n. 244
- D.L. 25/06/2008, n. 112 (L. 06/08/2008, n. 133)
- D.L. 29/11/2008, n. 185 (L. 28/01/2009, n. 2)
- D.L. 01/07/2009, n. 78 (L. 03/08/2009, n. 102)
- L. 07/07/2009, n. 88
- D.L. 30/12/2009, n. 194 (L. 26/02/2010, n. 25)
- D. Leg.vo 11/02/2010, n. 18
- D.L. 25/03/2010, n. 40 (L. 22/05/2010, n. 73)
- D.L. 31/05/2010, n. 78 (L. 30/07/2010, n. 122)
- D. Leg.vo 13/08/2010, n. 141
- L. 13/12/2010, n. 220
- D.L. 06/07/2011, n. 98 (L. 15/07/2011, n. 111)
- D.L. 13/08/2011, n. 138 (L. 14/09/2011, n. 148)
- D.L. 06/12/2011, n. 201 (L. 22/12/2011, n. 214)
- L. 15/12/2011, n. 217
- D.L. 24/01/2012, n. 1 (L. 24/03/2012, n. 27)
- D.L. 02/03/2012, n. 16 (L. 26/04/2012, n. 44)
- D.L. 22/06/2012, n. 83 (L. 07/08/2012, n. 134)
- D.L. 18/10/2012, n. 179 (L. 17/12/2012, n. 221)
- L. 24/12/2012, n. 228
- L. 14/01/2013, n. 3
- D.L. 04/06/2013, n. 63 (L. 03/08/2013, n. 90)
- D.L. 21/06/2013, n. 69 (L. 09/08/2013, n. 98)
- L. 27/12/2013, n. 147
- D.L. 24/06/2014, n. 91 (L. 11/08/2014, n. 116)
- L. 30/10/2014, n. 161
- D. Leg.vo 21/11/2014, n. 175
- L. 23/12/2014, n. 190
- D. Leg.vo 31/03/2015, n. 42
- L. 29/07/2015, n. 115
- D. Leg.vo 05/08/2015, n. 128
- D. Leg.vo 24/09/2015, n. 156
- D. Leg.vo 24/09/2015, n. 158
- L. 28/12/2015, n. 208
- D. Leg.vo 11/02/2016, n. 24
- L. 07/07/2016, n. 122
- D.L. 22/10/2016, n. 193 (L. 01/12/2016, n. 225)
- L. 11/12/2016, n. 232
- D.L. 24/04/2017, n. 50 (L. 21/06/2017, n. 96)
- D. Leg.vo 03/07/2017, n. 117
- D.L. 16/10/2017, n. 148 (L. 04/12/2017, n. 172)
- L. 20/11/2017, n. 167
Scarica il pdf completo
52558 4302312
[Premessa]



IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302313
TITOLO PRIMO - DISPOSIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302314
Art. 1. - Operazioni imponibili

L'imposta sul valore aggiunto si applica sulle cessioni di beni e le prestazioni di s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302315
Art. 2. - Cessioni di beni

Costituiscono cessioni di beni gli atti a titolo oneroso che importano trasferimento della proprietà ovvero costituzione o trasferimento di diritti reali di godimento su beni di ogni genere.

Costituiscono inoltre cessioni di beni:

1) le vendite con riserva di proprietà;

2) le locazioni con clausola di trasferimento della proprietà vincolante per ambedue le parti;

3) i passaggi dal committente al commissionario e dal commissionario al committente di beni venduti o acquistati in esecuzione di contratti di commissione;

4) le cessioni gratuite di beni ad esclusione di quelli la cui produzione o il cui commercio non ri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302316
Art. 3. - Prestazioni di servizi

Costituiscono prestazioni di servizi le prestazioni verso corrispettivo dipendenti da contratti d'opera, appalto, trasporto, mandato, spedizione, agenzia, mediazione, deposito e in genere da obbligazioni di fare, di non fare e di permettere quale ne sia la fonte. Costituiscono prestazioni di servizi a titolo oneroso quelle effettuate per l'uso personale o familiare dell'imprenditore o di coloro i quali esercitano un'arte o una professione o per altre finalità estranee all'impresa o all'esercizio dell'arte o della professione.

Costituiscono inoltre prestazioni di servizi, se effettuate verso corrispettivo:

1) le concessioni di beni in locazione, affitto, noleggio e simili;

2) le cessioni, concessioni, licenze e simili relative a diritti d'autore, quelle relative ad invenzioni industriali, modelli, disegni, processi, formule e simili e quelle relative a marchi e insegne, nonché le cessioni, concessioni, licenze e simili relative a diritti o beni similari ai precedenti;

3) i prestiti di denaro e di titoli non rappresentativi di merci, comprese le operazioni finanziarie mediante la negoziazione, anche a titolo di cessione pro-soluto, di crediti, cambiali o assegni. Non sono considerati prestiti i depositi di denaro presso aziende e istituti di credito o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302317
Art. 4. - Esercizio di imprese

Per esercizio di imprese si intende l'esercizio per professione abituale, ancorché non esclusiva, delle attività commerciali o agricole di cui agli articoli 2135 e 2195 del codice civile, anche se non organizzate in forma di impresa, nonché l'esercizio di attività, organizzate in forma d'impresa, dirette alla prestazione di servizi che non rientrano nell'articolo 2195 del codice civile.

Si considerano in ogni caso effettuate nell'esercizio di imprese:

1) le cessioni di beni e le prestazioni di servizi fatte dalle società in nome collettivo e in accomandita semplice, dalle società per azioni e in accomandita per azioni, dalle società a responsabilità limitata, dalle società cooperative, di mutua assicurazione e di armamento, dalle società estere di cui all'art. 2507 del codice civile e dalle società di fatto;

2) le cessioni di beni e le prestazioni di servizi fatte da altri enti pubblici e privati, compresi i consorzi, le associazioni o altre organizzazioni senza personalità giuridica e le società semplici, che abbiano per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di attività commerciali o agricole.

Si considerano effettuate in ogni caso nell'esercizio di imprese, a norma del precedente comma, anche le cessioni di beni e le prestazioni di servizi fatte dalle società e dagli enti ivi indicati ai propri soci, associati o partecipanti.

Per gli enti indicati al n. 2) del secondo comma, che non abbiano per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di attività commerciali o agricole, si considerano effettuate nell'esercizio di imprese soltanto le cessioni di beni e le prestazioni di servizi fatte nell'esercizio di attività commerciali o agricole. Si considerano fatte nell'esercizio di attività commerciali anche le cessioni di beni e le prestazioni di servizi ai soci, associati o partecipanti verso pagamento di corrispe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302318
Art. 5. - Esercizio di arti e professioni

Per esercizio di arti e professioni si intende l'esercizio per professione abituale, ancorché non esclusiva, di qualsiasi attività di lavoro autonomo da parte di persone fisiche ovvero da parte di società semplici o di associazioni senza personalità giu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302319
Art. 6. - Effettuazione delle operazioni

Le cessioni di beni si considerano effettuate nel momento della stipulazione se riguardano beni immobili e nel momento della consegna o spedizione se riguardano beni mobili. Tuttavia le cessioni i cui effetti traslativi o costitutivi si producono posteriormente, tranne quelle indicate ai numeri 1) e 2) dell'art. 2, si considerano effettuate nel momento in cui si producono tali effetti e comunque, se riguardano beni mobili, dopo il decorso di un anno dalla consegna o spedizione.

In deroga al precedente comma l'operazione si considera effettuata:

a) per le cessioni di beni per atto della pubblica autorità e per le cessioni periodiche o continuative di beni in esecuzione di contratti di somministrazione, all'atto del pagamento del corrispettivo;

b) per i passaggi dal committente al commissionario, di cui al n. 3) dell'art. 2, all'atto della vendita dei beni da parte d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302320
Art. 7. - Territorialità dell'imposta - Definizioni

1. Agli effetti del presente decreto:

a) per "Stato" o "territorio dello Stato" si intende il territorio della Repubblica italiana, con esclusione dei comuni di Livigno e Campione d'Italia e delle acque italiane del Lago di Lugano;

b) per "Comunità" o "territorio della Comunità" si intende il territorio corrispondente al campo di applicazione del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea con le seguenti esclusioni oltre quella indicata nella lettera a):

1) per la Repubblica ellenica, il Monte Athos;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302321
Art. 7-bis. - Territorialità - Cessioni di beni

1. Le cessioni di beni, diverse da quelle di cui ai commi 2 e 3, si considerano effettuate nel territorio dello Stato se hanno per oggetto beni immobili ovvero beni mobili nazionali, comunitari o vincolati al regime della temporanea importazione, esistenti nel territorio dello stesso ovvero beni mobili spediti da altro Stato membro installati, montati o assiemati nel territorio dello Stato dal fornitore o per suo conto.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302322
Art. 7-ter. - Territorialità - Prestazioni di servizi

1. Le prestazioni di servizi si considerano effettuate nel territorio dello Stato:

a) quando sono rese a soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302323
Art. 7-quater. - Territorialità - Disposizioni relative a particolari prestazioni di servizi

1. In deroga a quanto stabilito dall'articolo 7-ter, comma 1, si considerano effettuate nel territorio dello Stato:

a) le prestazioni di servizi relativi a beni immobili, comprese le perizie, le prestazioni di agenzia, la fornitura di alloggio nel settore alberghiero o in settori co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302324
Art. 7-quinquies. - Territorialità - Disposizioni relative alle prestazioni di servizi culturali, artistici, sportivi, scientifici, educativi, ricreativi e simili

1. In deroga a quanto stabilito dall'articolo 7-ter, comma 1:

a) le prestazioni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302325
Art. 7-sexies. - Territorialità - Disposizioni speciali relative a talune prestazioni di servizi rese a committenti non soggetti passivi

1. In deroga a quanto stabilito dall'articolo 7-ter, comma 1, lettera b), si considerano effettuate nel territorio dello Stato se rese a committenti non soggetti passivi:

a) le prestazioni di intermediazione in nome e per conto del cliente, quando le operazioni oggetto dell'intermediazione si considerano effettuate nel territorio dello Stato;

b) le prestazioni di trasporto di beni diverse dal trasporto intracomunitario, in proporzione alla distanza percorsa nel territori

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302326
Art. 7-septies. - Territorialità - Disposizioni relative a talune prestazioni di servizi rese a non soggetti passivi stabiliti fuori della Comunità

1. In deroga a quanto stabilito dall'articolo 7-ter, comma 1, lettera b), non si considerano effettuate nel territorio dello Stato le seguenti prestazioni di servizi, quando sono rese a committenti non soggetti passivi domiciliati e residenti fuori della Comunità:

a) le prestazioni di servizi di cui all'articolo 3, secondo comma, numero 2);

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302327
Art. 8. - Cessioni all'esportazione

Costituiscono cessioni all'esportazione non imponibili:

a) le cessioni, anche tramite commissionari, eseguite mediante trasporto o spedizione di beni fuori del territorio della Comunità economica europea, a cura o a nome dei cedenti o dei commissionari, anche per incarico dei propri cessionari o commissionari di questi. I beni possono essere sottoposti per conto del cessionario, ad opera del cedente stesso o di terzi, a lavorazione, trasformazione, montaggio, assiemaggio o adattamento ad altri beni. La esportazione deve risultare da documento doganale, o da vidimazione apposta dall'ufficio doganale su un esemplare della fattura ovvero su un esemplare della bolla di accompagnamento emessa a norma dell'art. 2 del decreto del Presidente della Repubblica 6 ottobre 1978, n. 627, o, se questa non è prescritta, sul documento di cui all'articolo 21, comma 4, terzo periodo, lettera a). Nel caso in cui avvenga tramite servizio postale l'esportazione deve risultare nei modi stabiliti con decreto del Ministro delle finanze, di concerto con il Ministro delle poste e delle telecomunicazioni;

b) le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302328
Art. 8-bis. Operazioni assimilate alle cessioni alla esportazione.

Sono assimilate alle cessioni all'esportazione, se non comprese nell'articolo 8:

a) le cessioni di navi adibite alla navigazione in alto mare e destinate all'esercizio di attività commerciali o della pesca nonché le cessioni di navi adibite alla pesca costiera o ad operazioni di salvataggio o di assistenza in mare, ovvero alla demolizione, escluse le unità da diporto di cui alla legge 11 febbraio 1971, n. 50;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302329
Art. 9. - Servizi internazionali o connessi agli scambi internazionali

Costituiscono servizi internazionali o connessi agli scambi Internazionali non imponibili:

1) i trasporti di persone eseguiti in parte nel territorio dello Stato e in parte in territorio estero in dipendenza di unico contratto;

2) i trasporti relativi a beni in esportazione, in transito o in importazione temporanea, nonché i trasporti relativi a beni in importazione i cui corrispettivi sono assoggettati all'imposta a norma del primo comma dell'art. 69;

3) i noleggi e le locazioni di navi, aeromobili, autoveicoli, vagoni ferroviari, cabine-letto, containers e carrelli, adibiti ai trasporti di cui al precedente n. 1), ai trasporti di beni in esportazione, in transito o in temporanea importazione nonché a quelli relativi a beni in importazione sempreché i corrispettivi dei noleggi e de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302330
Art. 10. - Operazioni esenti dall'imposta

Sono esenti dall'imposta:

1) le prestazioni di servizi concernenti la concessione e la negoziazione di crediti, la gestione degli stessi da parte dei concedenti e le operazioni di finanziamento; l'assunzione di impegni di natura finanziaria, l'assunzione di fideiussioni e di altre garanzie e la gestione di garanzie di crediti da parte dei concedenti; le dilazioni di pagamento, le operazioni, compresa la negoziazione, relative a depositi di fondi, conti correnti, pagamenti, giroconti, crediti e ad assegni o altri effetti commerciali, ad eccezione del recupero di crediti; la gestione di fondi comuni di investimento e di fondi pensione di cui al decreto legislativo 21 aprile 1993, n. 124, le dilazioni di pagamento e le gestioni similari e il servizio bancoposta;

2) le operazioni di assicurazione, di riassicurazione e di vitalizio;

3) le operazioni relative a valute estere aventi corso legale e accrediti in valute estere, eccettuati i biglietti e le monete da collezione e comprese le operazioni di copertura dei rischi di cambio;

4) le operazioni relative ad azioni, obbligazioni o altri titoli non rappresentativi di merci e a quote sociali, eccettuati la custodia e l'amministrazione dei titoli nonché il servizio di gestione individuale di portafogli; le operazioni relative a valori mobiliari e a strumenti finanziari diversi dai titoli, incluse le negoziazioni e le opzioni ed eccettuati la custodia e l'amministrazione nonché il servizio di gestione individuale di portafogli. Si considerano in particolare operazioni relative a valori mobiliari e a strumenti finanziari i contratti a termine fermo su titoli e altri strumenti finanziari e le relative opzioni, comunque regolati; i contratti a termine su tassi di interesse e le relative opzioni; i contratti di scambio di somme di denaro o di valute determinate in funzione di tassi di interesse, di tassi di cambio o di indici finanziari, e relative opzioni; le opzioni su valute, su tassi di interesse o su indici finanziari, comunque regolate;

5) le operazioni relative ai versamenti di imposte effettuati per conto dei contribuenti, a norma di specifiche disposizioni di legge, da aziende ed istituti di credito;

6) le operazioni relative all'esercizio del lotto, delle lotterie nazionali, dei giochi di abilità e dei concorsi pronostici riservati allo Stato e agli enti indicati nel decreto legislativo 14 aprile 1948, n. 496, ratificato con legge 22 aprile 1953, n. 342, e successive modificazioni, nonché quelle relative all'esercizio dei totalizzatori e delle scommesse di cui al regolamento approvato con decreto del Ministro per l'agricoltura e per le foreste 16 novembre 1955, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 273 del 26 novembre 1955, e alla legge 24 marzo 1942, n. 315, e successive modificazioni, ivi comprese le operazioni relative alla raccolta delle giocate.

7) le operazioni relative all'esercizio delle scommesse in occasione di gare, corse, giuochi, concorsi e competizioni di ogni genere, diverse da quelle indicate al numero precedente, nonché quelle relative all'esercizio del giuoco nelle case da giuoco autorizzate e alle operazioni di sorte locali autorizzate;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302331
Art. 11. - Operazioni permutative e dazioni in pagamento

Le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate in corrispettivo di altre

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302332
Art. 12. - Cessioni e prestazioni accessorie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302333
Art. 13. - (Base imponibile)

1. La base imponibile delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi è costituita dall'ammontare complessivo dei corrispettivi dovuti al cedente o prestatore secondo le condizioni contrattuali, compresi gli oneri e le spese inerenti all'esecuzione e i debiti o altri oneri verso terzi accollati al cessionario o al committente, aumentato delle integrazioni direttamente connesse con i corrispettivi dovuti da altri soggetti.

2. Agli effetti del comma 1 i corrispettivi sono costituiti:

a) per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi dipendenti da atto della pubblica autorità, dall'indennizzo comunque denominato;

b) per i passaggi di beni dal committente al commissionario o dal commissionario al committente, di cui al numero 3) del secondo comma dell'articolo 2, rispettivamente dal prezzo di vendita pattuito dal commissionario, diminuito della provvigione, e dal prezzo di acquisto pattuito dal commissionario, aum

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302334
Art. 14. - Determinazione del valore normale

1. Per valore normale si intende l'intero importo che il cessionario o il committente, al medesimo stadio di commercializzazione di quello in cui avviene la cessione di beni o la prestazione di servizi, dovrebbe pagare, in condizioni di libera c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302335
Art. 15. - Esclusioni dal computo della base imponibile

Non concorrono a formare la base imponibile:

1) le somme dovute a titolo di interessi moratori o di penalità per ritardi o altre irregolarità n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302336
Art. 16. - Aliquote dell'imposta

L’aliquota dell’imposta è stabilita nella misura del ventidue per cento della base imponibile dell’operazione. N106

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302337
Art. 17. - Debitore d’imposta

L'imposta è dovuta dai soggetti che effettuano le cessioni di beni e le prestazioni di servizi imponibili, i quali devono versarla all'erario, cumulativamente per tutte le operazioni effettuate e al netto della detrazione prevista nell'art. 19, nei modi e nei termini stabiliti nel titolo secondo.

Gli obblighi relativi alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi effettuate nel territorio dello Stato da soggetti non residenti nei confronti di soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato, compresi i soggetti indicati all'articolo 7-ter, comma 2, lettere b) e c), sono adempiuti dai cessionari o committenti. Tuttavia, nel caso di cessioni di beni o di prestazioni di servizi effettuate da un soggetto passivo stabilito in un altro Stato membro dell'Unione europea, il cessionario o committente adempie gli obblighi di fatturazione di registrazione secondo le disposizioni degli articoli 46 e 47 del decreto-legge 30 agosto 1993, n. 331, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427.

Nel caso in cui gli obblighi o i diritti derivanti dalla applicazione delle norme in materia di imposta sul valore aggiunto sono previsti a carico ovvero a favore di soggetti non residenti e senza stabile organizzazione nel territorio dello Stato, i medesimi sono adempiuti od esercitati, nei modi ordinari, dagli stessi soggetti direttamente, se identificati ai sensi dell'articolo 35-ter, ovvero tramite un loro rappresentante residente nel territorio dello Stato nominato nelle forme previste dall'articolo 1, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 10 novembre 1997, n. 441. Il rappresentante fiscale risponde in solido con il rappresentato relativamente agli obblighi derivanti dall'applicazione delle norme in materia di imposta sul valore aggiunto. La nomina del rappresentante fiscale è comunicata all'altro contraente anteriormente all'effettuazione dell'operazione. Se gli obblighi derivano dall'effettuazione solo di operazioni non imponibili di trasporto ed accessorie ai trasporti, gli adempime

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302338
Art. 17-bis. - Acquisto di pubblicità on line

1. I soggetti passivi che intendano acquistare servizi di pubblicità e link sponsorizzati on line, anche attraverso centri media e operatori terzi, sono ob

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302339
Art. 17-ter. - Operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni e altri enti e società

1. Per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate nei confronti di amministrazioni pubbliche, come definite dall'articolo 1, comma 2, della legge 31 dicembre 2009, n. 196, e successive modificazioni e integrazioni, per le quali i cessionari o committenti non sono debitori d'imposta ai sensi delle disposizioni in materia d'imposta sul valore aggiunto, l'imposta è in ogni caso versata dai medesimi secondo modalità e termini fissati con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302340
Art. 18. - Rivalsa

Il soggetto che effettua la cessione di beni o prestazione di servizi imponibile deve addebitare la relativa imposta, a titolo di rivalsa, al cessionario o al committente.

Per le operaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302341
Art. 19. - Detrazione

1. Per la determinazione dell'imposta dovuta a norma del primo comma dell'articolo 17 o dell'eccedenza di cui al secondo comma dell'articolo 30, è detraibile dall'ammontare dell'imposta relativa alle operazioni effettuate, quello dell'imposta assolta o dovuta dal soggetto passivo o a lui addebitata a titolo di rivalsa in relazione ai beni ed ai servizi importati o acquistati nell'esercizio dell'impresa, arte o professione. "Il diritto alla detrazione dell'imposta relativa ai beni e servizi acquistati o importati sorge nel momento in cui l'imposta diviene esigibile ed è esercitato al più tardi con la dichiarazione relativa all' anno in cui il diritto alla detrazione è sorto ed alle condizioni esistenti al momento della nascita del diritto medesimo."N236

2. Non è detraibile l'imposta relativa all'acquisto o all'importazione di beni e servizi afferenti operazioni esenti o comunque non soggette all'imposta, salvo il disposto dell'articolo 19-bis2. In nessun caso è detraibile l'imposta relativa all'acquisto o all'importazione di beni o servizi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302342
Art. 19-bis. - Percentuale di detrazione

1. La percentuale di detrazione di cui all'articolo 19, comma 5, è determinata in base al rapporto tra l'ammontare delle operazioni che danno diritto a detrazione, effettuate nell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302343
Art. 19-bis1 - Esclusione o riduzione della detrazione per alcuni beni e servizi

1. In deroga alle disposizioni di cui all'articolo 19:

a) l'imposta relativa all'acquisto o all'importazione di aeromobili e dei relativi componenti e ricambi è ammessa in detrazione se i beni formano oggetto dell'attività propria dell'impresa o sono destinati ad essere esclusivamente utilizzati come strumentali nell'attività propria dell'impresa ed è in ogni caso esclusa per gli esercenti arti e professioni;

b) l'imposta relativa all'acquisto o all'importazione dei beni elencati nell'allegata tabella B e delle navi e imbarcazioni da diporto nonché dei relativi componenti e ricambi è ammessa in detrazione soltanto se i beni for

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302344
Art. 19-bis2 - Rettifica della detrazione

1. La detrazione dell'imposta relativa ai beni non ammortizzabili ed ai servizi è rettificata in aumento o in diminuzione qualora i beni ed i servizi medesimi sono utilizzati per effettuare operazioni che danno diritto alla detrazione in misura diversa da quella inizialmente operata. Ai fini di tale rettifica si tiene conto esclusivamente della prima utilizzazione dei beni e dei servizi.

2. Per i beni ammortizzabili, la rettifica di cui al comma 1 è eseguita in rapporto al diverso utilizzo che si verifica nell'anno della loro entrata in funzione ovvero nei quattro anni successivi ed è calcolata con riferimento a tanti quinti dell'imposta quanti sono gli anni mancanti al compimento del quinquennio.

3. Se mutamenti nel regime fiscale delle operazioni attive, nel regime di detrazione dell'imposta sugli acquisti o nell'attività comportano la detrazione dell'imposta in misura diversa da quella già operata, la rettifica è eseguita limit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302345
Art. 19-ter. - Detrazione per gli enti non commerciali

Per gli enti indicati nel quarto comma dell'art. 4 è ammessa in detrazione, a norma degli articoli precedenti e con le limitazioni, riduzioni e rettifiche ivi previste, soltanto l'imposta relativa agli acquisti e alle importazioni fatti nell'esercizio di attività commerciali o agricole.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302346
Art. 20. - Volume d'affari

Per volume d'affari del contribuente si intende l'ammontare complessivo delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi dallo stesso effettuate, registrate o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302347
TITOLO SECONDO - OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302348
Art. 21. - Fatturazione delle operazioni

1. Per ciascuna operazione imponibile il soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio emette fattura, anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili o, ferma restando la sua responsabilità, assicura che la stessa sia emessa, per suo conto, dal cessionario o dal committente ovvero da un terzo. Per fattura elettronica si intende la fattura che è stata emessa e ricevuta in un qualunque formato elettronico; il ricorso alla fattura elettronica è subordinato all'accettazione da parte del destinatario. L'emissione della fattura, cartacea o elettronica, da parte del cliente o del terzo residente in un Paese con il quale non esiste alcuno strumento giuridico che disciplini la reciproca assistenza è consentita a condizione che ne sia data preventiva comunicazione all'Agenzia delle entrate e purché il soggetto passivo nazionale abbia iniziato l'attività da almeno cinque anni e nei suoi confronti non siano stati notificati, nei cinque anni precedenti, atti impositivi o di contestazione di violazioni sostanziali in materia di imposta sul valore aggiunto. Con provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate sono determinate le modalità, i contenuti e le procedure telematiche della comunicazione. La fattura, cartacea o elettronica, si ha per emessa all'atto della sua consegna, spedizione, trasmissione o messa a disposizione del cessionario o committente.

2. La fattura contiene le seguenti indicazioni:

a) data di emissione;

b) numero progressivo che la identifichi in modo univoco;

c) ditta, denominazione o ragione sociale, nome e cognome, residenza o domicilio del soggetto cedente o prestatore, del rappresentante fiscale nonché ubicazione della stabile organizzazione per i soggetti non residenti;

d) numero di partita IVA del soggetto cedente o prestatore;

e) ditta, denominazione o ragione sociale, nome e cognome, residenza o domicilio del soggetto cessionario o committente, del rappresentante fiscale nonché ubicazio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302349
Art. 21-bis. - Fattura semplificata

1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 21, la fattura di ammontare complessivo non superiore a cento euro, nonché la fattura rettificativa di cui all'articolo 26, può essere emessa in modalità semplificata recando, in luogo di quanto previsto dall'articolo 21, almeno le seguenti indicazioni:

a) data di emissione;

b) numero progressivo che la identifichi in modo univoco;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302350
Art. 22. - Commercio al minuto e attività assimilate

L'emissione della fattura non è obbligatoria, se non è richiesta dal cliente non oltre il momento di effettuazione dell'operazione:

1) per le cessioni di beni effettuate da commercianti al minuto autorizzati in locali aperti al pubblico, in spacci interni, mediante apparecchi di distribuzione automatica, per corrispondenza, a domicilio o in forma ambulante;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302351
Art. 23. - Registrazione delle fatture

Il contribuente deve annotare entro quindici giorni le fatture emesse, nell'ordine della loro numerazione e con riferimento alla data della loro emissione, in apposito registro. Le fatture di cui all'articolo 21, comma 4, terzo periodo, a), c) e d), devono essere registrate entro il termine di emissione e con riferimento al mese di effettuazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302352
Art. 24. - Registrazione dei corrispettivi

I commercianti al minuto e gli altri contribuenti di cui all'art. 22, in luogo di quanto stabilito nell'articolo precedente, possono annotare in apposito registro, relativamente alle operazioni effettuate in ciascun giorno, l'ammontare globale dei corrispettivi delle operazioni imponibili e delle relative imposte, distinto secondo l'aliquota applic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302353
Art. 25. - Registrazione degli acquisti

Il contribuente deve numerare in ordine progressivo le fatture e le bollette doganali relative ai beni e ai servizi acquistati o importati nell'esercizio dell'impresa, arte o professione, comprese quelle emesse a norma del secondo comma dell'articolo 17 e deve annotarle in apposito registro anteriormente alla liquidazione periodica "nella quale è esercitato il diritto alla detrazione della relativa imposta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302354
Art. 26. - Variazioni dell’imponibile o dell’imposta

1. Le disposizioni degli articoli 21 e seguenti devono essere osservate, in relazione al maggiore ammontare, tutte le volte che successivamente all’emissione della fattura o alla registrazione di cui agli articoli 23 e 24 l’ammontare imponibile di un’operazione o quello della relativa imposta viene ad aumentare per qualsiasi motivo, compresa la rettifica di inesattezze della fatturazione o della registrazione.

2. Se un’operazione per la quale sia stata emessa fattura, successivamente alla registrazione di cui agli articoli 23 e 24, viene meno in tutto o in parte, o se ne riduce l’ammontare imponibile, in conseguenza di dichiarazione di nullità, annullamento, revoca, risoluzione, rescissione e simili “o per mancato pagamento in tutto o in parte a causa di procedure concorsuali o di procedure esecutive individuali rimaste infruttuose o a seguito di un accordo di ristrutturazione dei debiti omologato ai sensi dell'articolo 182-bis del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, ovvero di un piano attestato ai sensi dell'articolo 67, terzo comma, lettera d), del medesimo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302355
Art. 27. - Dichiarazioni e versamenti mensili

N24

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302356
Art. 28.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302357
Art. 29.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302358
Art. 30. - Versamento di conguaglio e rimborso dell'eccedenza

N28

Se dalla dichiarazione annuale risulta che l'ammontare detraibile di cui al n. 3) dell'articolo 28, aumentato delle somme versate mensilmente, è superiore a quello dell'imposta relativa alle operazioni imponibili di cui al n. 1) dello stesso articolo, il contribuente ha diritto di computare l'importo dell'eccedenza in detrazione nell'anno successivo, ovvero di chiedere il rimborso nelle ipotesi di cui ai commi successivi e comunque in caso di cessazione di attività.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302359
Art. 30-bis. - Registrazione, dichiarazione e versamento dell'imposta relativa agli acquisti effettuati dagli enti non commerciali

1. I soggetti di cui all'articolo 7-ter, comma 2, lettere b) e c), relativamente alle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302360
Art. 30-ter - Restituzione dell’imposta non dovuta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302361
Art. 31.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302362
Art. 32. - Disposizione regolamentare concernente le semplificazioni per i contribuenti minori relative alla fatturazione e alla registrazione

1. I contribuenti che, nell'anno solare precedente, hanno realizzato un volume d'affari non superiore a quattrocentomila euro per le imprese aventi per oggetto prestazioni di servizi e per gli esercenti arti e professioni, ovvero a settecentomila euro per le imprese aventi per oggetto altre attività, possono adempiere gli obbl

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302363
Art. 32-bis.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302364
Art. 33.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302365
Art. 34. - Regime speciale per i produttori agricoli

1. Per le cessioni di prodotti agricoli e ittici compresi nella prima parte dell'allegata tabella A) effettuate dai produttori agricoli, la detrazione prevista nell'articolo 19 è forfettizzata in misura pari all'importo risultante dall'applicazione, all'ammontare imponibile delle operazioni stesse, delle percentuali di compensazione stabilite, per gruppi di prodotti, con decreto del Ministro delle finanze di concerto con il Ministro per le politiche agricole. L'imposta si applica con le aliquote proprie dei singoli prodotti, salva l'applicazione delle aliquote corrispondenti alle percentuali di compensazione per i passaggi di prodotti ai soggetti di cui al comma 2, lettera c), che applicano il regime speciale e per le cessioni effettuate dai soggetti di cui al comma 6, primo e secondo periodo.

2. Si considerano produttori agricoli:

a) i soggetti che esercitano le attività indicate nell'articolo 2135 del codice civile e quelli che esercitano attività di pesca in acque dolci, di piscicoltura, di mitilicoltura, di ostricoltura e di coltura di altri molluschi e crostacei, nonché di allevamento di rane;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302366
Art. 34-bis. - Attività agricole connesse

1. Per le attività dirette alla produzione di beni ed alla fornitura di servizi di cui al terzo comma dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302367
Art. 35. - Disposizione regolamentare concernente le dichiarazioni di inizio, variazione e cessazione attività

1. I soggetti che intraprendono l'esercizio di un'impresa, arte o professione nel territorio dello Stato, o vi istituiscono una stabile organizzazione, devono farne dichiarazione entro trenta giorni ad uno degli uffici locali dell'Agenzia delle entrate ovvero ad un ufficio provinciale dell'imposta sul valore aggiunto della medesima Agenzia; la dichiarazione è redatta, a pena di nullità, su modelli conformi a quelli approvati con provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate. L'ufficio attribuisce al contribuente un numero di partita I.V.A. che resterà invariato anche nelle ipotesi di variazioni di domicilio fiscale fino al momento della cessazione dell'attività e che deve essere indicato nelle dichiarazioni, nella home-page dell'eventuale sito web e in ogni altro documento ove richiesto.

2. Dalla dichiarazione di inizio attività devono risultare:

a) per le persone fisiche, il cognome e nome, il luogo e la data di nascita, il codice fiscale, la residenza, il domicilio fiscale e l'eventuale ditta;

b) per i soggetti diversi dalle persone fisiche, la natura giuridica, la denominazione, ragione sociale o ditta, la sede legale, o in mancanza quella amministrativa, e il domicilio fiscale e deve essere inoltre indicato il codice fiscale per almeno una delle persone che ne hanno la rappresentanza;

c) per i soggetti residenti all'estero, anche l'ubicazione della stabile organizzazione;

d) il tipo e l'oggetto dell'attività e il luogo o i luoghi in cui viene esercitata anche a mezzo di sedi secondarie, filiali, stabilimenti, succursali, negozi, depositi e simili, il luogo o i luoghi in cui sono tenuti e conservati i libri, i registri, le scritture e i documenti prescritti dal presente decreto e da altre disposizioni;

e) per i soggetti che svolgono attività di commercio elettronico, l'indirizzo del sito web ed i dati identificativi dell'internet service provider;

e-bis) per i soggetti che intendono effettuare operazioni intracomunitarie di cui al Titolo II, Capo II del decreto-legge 30 agosto 1993, n. 331, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427, la volont&ag

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302368
Art. 35-bis. - Eredi del contribuente

Gli obblighi derivanti, a norma del presente decreto, dalle operazioni effettuate dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302369
Art. 35-ter. - Identificazione ai fini I.V.A. ed obblighi contabili del soggetto non residente

1. I soggetti non residenti nel territorio dello Stato, che, ai sensi dell'articolo 17, terzo comma, intendono assolvere gli obblighi ed esercitare i diritti in materia di imposta sul valore aggiunto direttamente, devono farne dichiarazione all'Ufficio competente, prima dell'effettuazione delle operazioni per le quali si vuole adottare il suddetto sistema.

2. La dichiarazione deve contenere le seguenti indicazioni:

a) per le persone fisiche, il cognome, il nome e la eventuale ditta, il luogo e la data di nascita, il domicilio fiscale nello Stato estero in cui l'attività

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302370
Art. 35-quater. - Pubblicità in materia di partita IVA

Al fine di contrastare le frodi in materia di imposta sul valore aggiunto, l'Agenzia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302371
Art. 36. - Esercizio di più attività

Nei confronti dei soggetti che esercitano più attività l'imposta si applica unitariamente e cumulativamente per tutte le attività, con riferimento al volume di affari complessivo, salvo quanto stabilito nei successivi commi.

Se il soggetto esercita contemporaneamente imprese e arti o professioni l'imposta si applica separatamente per l'esercizio di imprese e per l'esercizio di arti o professioni, secondo le rispettive disposizioni e con riferimento al rispettivo volume d'affari.

I soggetti che esercitano più imprese o più attività nell'ambito della stessa impresa, ovvero più arti o professioni, hanno facoltà di optare per l'applicazione separata dell'imposta relativamente ad alcuna delle attiv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302372
Art. 36-bis. - Dispensa da adempimenti per le operazioni esenti

Il contribuente che ne abbia data preventiva comunicazione all'ufficio è dispensato dagli obblighi di fatturazione e di registrazione relativamente alle operazioni esenti da imposta ai sensi dell'art. 10, tranne quelle indicate ai numeri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302373
Art. 37.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302374
Art. 38. - Esecuzione dei versamenti e dei rimborsi

I versamenti previsti dagli articoli 27, 30 e 33 devono essere eseguiti al competente ufficio dell'imposta sul valore aggiunto mediante delega del contribuente ad una delle aziende di credito di cui all'articolo 54 del regolamento per l'amministrazione del patrimonio e per la contabilità generale dello Stato, approvato con regio decreto 23 maggio 1924, n. 827, ovvero ad una delle casse rurali e art

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302375
Art. 38-bis - Esecuzione dei rimborsi

N75

1. I rimborsi previsti nell’articolo 30 sono eseguiti, su richiesta fatta in sede di dichiarazione annuale, entro tre mesi dalla presentazione della dichiarazione. Sulle somme rimborsate si applicano gli interessi in ragione del 2 per cento annuo, con decorrenza dal novantesimo giorno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione, non computando il periodo intercorrente tra la data di notifica della richiesta di documenti e la data della loro consegna, quando superi quindici giorni.

2. Il contribuente può ottenere il rimborso in relazione a periodi inferiori all’anno nelle ipotesi di cui alle lettere a), b) ed e) del secondo comma dell’articolo 30, nonché nelle ipotesi di cui alla lettera c) del medesimo secondo comma quando effettua acquisti ed importazioni di beni ammortizzabili per un ammontare superiore ai due terzi dell’ammontare complessivo degli acquisti e delle importazioni di beni e servizi imponibili ai fini dell’imposta sul valore aggiunto, e nelle ipotesi di cui alla lettera d) del secondo comma del citato articolo 30 quando effettua, nei confronti di soggetti passivi non stabiliti nel territorio dello Stato, per un importo superiore al 50 per cento dell’ammontare di tutte le operazioni effettuate, prestazioni di lavorazione relative a beni mobili materiali, prestazioni di trasporto di beni e relative prestazioni di intermediazione, prestazioni di servizi accessorie ai trasporti di beni e relative prestazioni di intermediazione, ovvero prestazioni di servizi di cui all’articolo 19, comma 3, lettera a-bis).

3. Fatto salvo quanto previsto dal comma 4, i rimborsi di ammontare superiore a “30.000 euro” N218 sono eseguiti previa presentazione della relativa dichiarazione o istanza da cui emerge il credito richiesto a rimborso recante il visto di conformità o la so

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302376
Art. 38-bis1 - Rimborso dell'imposta assolta in altri Stati membri della Comunità

1. I soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato che hanno assolto l'imposta in un altro Stato membro in relazione a beni e servizi ivi acquistati o importati, possono chiederne il rimborso a detto Stato membro presentando un'istanza all'Agenzia delle entrate tramite apposito portale elettronico.

2. L'Agenzia delle entrate provvede

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302377
Art. 38-bis2 - Esecuzione dei rimborsi a soggetti non residenti stabiliti in un altro Stato membro della Comunità

1. I soggetti stabiliti in altri Stati membri della Comunità, assoggettati all'imposta nello Stato in cui hanno il domicilio o la residenza chiedono il rimborso dell'imposta assolta sulle importazioni di beni e sugli acquisti di beni e servizi, sempre che sia detraibile a norma degli articoli 19, 19-bis1 e 19-bis2, secondo le disposizioni del presente articolo. "Il rimborso non può essere richiesto dai soggetti che nel periodo di riferimento disponevano di una stabile organizzazione nel territorio dello Stato ovvero dai soggetti che hanno ivi effettuato operazioni diverse da quelle per le quali debitore dell'imposta è il committente o cessionario, da quelle non imponibili di trasporto o accessorie ai trasporti e da quelle di servizi di telecomunicazione, teleradiodiffusione ed elettronici rese ai sensi dell'articolo 74-septies."N95 L'ammontare complessivo della richiesta di rimborso relativa a periodi infrannuali non può essere inferiore a quattrocento euro; se detto ammontare risulta inferiore a quattrocento euro il rimborso spetta annualmente, sempreché di importo non inferiore a cinquanta euro.

2. La richiesta di rimborso è presentata con riferimento ad un periodo non superiore ad un anno solare e non inferiore a tre mesi, ovvero

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302378
Art. 38-bis3 - Rimborsi di eccedenze di versamento a soggetti aderenti ai regimi speciali per i servizi di telecomunicazione, di teleradiodiffusione ed elettronici

N94

1. Qualora i soggetti passivi che hanno optato in Italia per l'applicazione del regime speciale di cui all'articolo 74-quinquies o 74-sexies effettuino versamenti in eccesso rispetto a quanto risulta dalla dichiarazione trimestrale di cui all'articolo 74-quinquies, comma 6, e tale eccesso sia rilevato in sede di ripartizione delle somme tra i vari Stati membri di consumo, l'Agenzia delle entrate rimborsa l'eccedenza di versamento entro 30 giorni dalla data di ripartizione.

2. Qualora in sede di effettuaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302379
Art. 38-ter. - Esecuzione dei rimborsi a soggetti non residenti stabiliti in Stati non appartenenti alla Comunità

1. La disposizione del primo comma dell'articolo 38-bis2 si applica, a condizione di reciprocità, anche ai soggetti esercenti un'attività d'impresa, arte o professione, stabiliti in Stati non appartenenti alla Comunità, limitatamente all'imposta relativa agli acquisti e importazioni di beni mobili e servizi inerenti alla loro attività.

1-bis. I rimborsi di cui al comma 1 sono concessi a soggetti domiciliati o residenti fuori dell'Unione europea, e che abbiano aderito al regime

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302380
Art. 38-quater. - Sgravio dell'imposta per i soggetti domiciliati e residenti fuori della Comunità europea

1. Le cessioni a soggetti domiciliati o residenti fuori della Comunità europea di beni per un complessivo importo, comprensivo dell'imposta sul val

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302381
Art. 39. - Tenuta e conservazione dei registri e dei documenti

I registri previsti dal presente decreto, compresi i bollettari di cui all'articolo 32, devono essere tenuti a norma dell'articolo 2219 del codice civile e numerati progressivamente in ogni pagina, in esenzione dall'imposta di bollo. È ammesso l'impiego di schedari a fogli mobili o tabulati di macchine elettrocontabili secondo modalità previamente approvate

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302382
Art. 40. - Ufficio competente

Competente a ricevere le dichiarazioni e i versamenti di cui ai precedenti articoli, e ad ogni altro effetto di cui al presente decreto, è l'ufficio provinciale dell'imposta sul valore aggiunt

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302383
TITOLO TERZO - SANZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302384
Art. 41.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302385
Art. 42.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302386
Art. 43.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302387
Art. 44.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302388
Art. 45.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302389
Art. 46.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302390
Art. 47.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302391
Art. 48.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302392
Art. 49.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302393
Art. 50.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302394
TITOLO QUARTO - ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302395
Art. 51. - Attribuzioni e poteri degli uffici dell'imposta sul valore aggiunto

Gli uffici dell'imposta sul valore aggiunto controllano le dichiarazioni presentate e i versamenti eseguiti dai contribuenti, ne rilevano l'eventuale omissione e provvedono all'accertamento e alla riscossione delle imposte o maggiori imposte dovute; vigilano sull'osservanza degli obblighi relativi alla fatturazione e registrazione delle operazioni e alla tenuta della contabilità e degli altri obblighi stabiliti dal presente decreto; provvedono alla irrogazione delle pene pecuniarie e delle soprattasse e alla presentazione del rapporto all'autorità giudiziaria per le violazioni sanzionate penalmente. Il controllo delle dichiarazioni presentate e l'individuazione dei soggetti che ne hanno omesso la presentazione sono effettuati sulla base di criteri selettivi fissati annualmente dal Ministro delle finanze che tengano anche conto della capacità operativa degli uffici stessi. I criteri selettivi per l'attività di accertamento di cui al periodo precedente, compresa quella a mezzo di studi di settore, sono rivolti prioritariamente nei confronti dei soggetti diversi dalle imprese manifatturiere che svolgono la loro attività in conto terzi per altre imprese in misura non inferiore al 90 per cento.

Per l'adempimento dei loro compiti gli uffici possono:

1) procedere all'esecuzione di accessi, ispezioni e verifiche ai sensi dell'art. 52;

2) invitare i soggetti che esercitano imprese, arti o professioni, indicandone il motivo, a comparire di persona o a mezzo di rappresentanti per esibire documenti e scritture, ad esclusione dei libri e dei registri in corso di scritturazione, o per fornire dati, notizie e chiarimenti rilevanti ai fini degli accertamenti nei loro confronti anche relativamente ai rapporti ed alle operazioni, i cui dati, notizie e documenti siano stati acquisiti a norma del numero 7) del presente comma, ovvero rilevati a norma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302396
Art. 51-bis.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302397
Art. 52. - Accessi, ispezioni e verifiche

Gli uffici dell'imposta sul valore aggiunto possono disporre l'accesso di impiegati dell'Amministrazione finanziaria nei locali destinati all'esercizio di attività commerciali, agricole, artistiche o professionali, nonché in quelli utilizzati dagli enti non commerciali e da quelli che godono dei benefici di cui “al codice del Terzo settore di cui all’articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106N241, per procedere ad ispezioni documentali, verificazioni e ricerche e ad ogni altra rilevazione ritenuta utile per l'accertamento dell'imposta e per la repressione dell'evasione e delle altre violazioni. Gli impiegati che eseguono l'accesso devono essere muniti di apposita autorizzazione che ne indica lo scopo, rilasciata dal capo dell'ufficio da cui dipendono. Tuttavia, e in ogni caso per accedere in locali che siano adibiti anche ad abitazione, è necessaria anche l'autorizzazione del procuratore della Repubblica. In ogni caso, l'accesso nei locali destinati all'esercizio di arti o professioni dovrà essere

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302398
Art. 53. - Presunzioni di cessione e di acquisto

Si presumono ceduti i beni acquistati, importati o prodotti che non si trovano nei luoghi in cui il contribuente esercita la sua attività, comprese le sedi secondarie, filiali, succursali, dipendenze, stabilimenti, negozi o depositi dell'impresa, né presso suoi rappresentanti, salvo che sia dimostrato che i beni stessi:

a) sono stati utilizzati per la produz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302399
Art. 54. - Rettifica delle dichiarazioni

L'ufficio dell'imposta sul valore aggiunto procede alla rettifica della dichiarazione annuale presentata dal contribuente quando ritiene che ne risulti un'imposta inferiore a quella dovuta ovvero una eccedenza detraibile o rimborsabile superiore a quella spettante.

L'infedeltà della dichiarazione, qualora non emerga o direttamente dal contenuto di essa o dal confronto con gli elementi di calcolo delle liquidazioni di cui agli articoli 27 e 33 e con le precedenti dichiarazioni annuali, deve essere accertata mediante il confronto tra gli elementi indicati nella dichiarazione e quelli annotati nei registri di cui agli articoli 23, 24 e 25 e mediante il controllo della completezza, esattezza e veridicità delle registrazioni sulla scorta delle fatture ed altri documenti, delle risultanze di altre scritture co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302400
Art. 54-bis. - Liquidazione dell'imposta dovuta in base alle dichiarazioni

1. Avvalendosi di procedure automatizzate l'amministrazione finanziaria procede, entro l'inizio del periodo di presentazione delle dichiarazioni relative all'anno successivo, alla liquidazione dell'imposta dovuta in base alle dichiarazioni presentate dai contribuenti.

2. Sulla base dei dati e degli elementi direttamente desumibili dalle dichiarazioni presentate e di quelli in possesso dell'anagrafe tributaria, l'amministrazione finanziaria provvede a:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302401
Art. 54-ter - Controlli automatizzati sui soggetti identificati in Italia

N941. Entro il decimo giorno successivo alla scadenza di cui all'articolo 74-quinquies, commi 6 e 9, l'Amministrazione finanziaria, sulla base de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302402
Art. 54-quater - Liquidazione dell'imposta dovuta relativamente a servizi di telecomunicazione, teleradiodiffusione ed elettronici resi da soggetti non residenti

N94

1. Avvalendosi di procedure automatizzate l'amministrazione finanziaria procede alla liquidazione dell'imposta dovuta in base alle dichiarazioni presentate dai soggetti di cui agli articoli 74-quinquies e 74-septies relativamente ai servizi resi a committenti non soggetti passivi d'imposta domiciliati o residenti nel territorio dello Stato.

2. Sulla base dei dati e degli elementi direttamente desumibili dalle dichiarazioni e di quelli presenti nell'a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302403
Art. 54-quinquies - Accertamento dell'imposta dovuta dai soggetti di cui agli articoli 74-quinquies e 74-septies

N94

1. L'Amministrazione finanziaria, sulla base delle informazioni di cui all'articolo 63-quater del regolamento (UE) n. 967/2012, dei dati e delle notizie raccolti attraverso la cooperazione amministrativa o secondo le convenzioni internazionali in vigore, nonché sulla base di eventuali dati e notizie raccolti esercitando i poteri di cui all'articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302404
Art. 55. - Accertamento induttivo

Se il contribuente non ha presentato la dichiarazione annuale l'ufficio dell'imposta sul valore aggiunto può procedere in ogni caso all'accertamento dell'imposta dovuta indipendentemente dalla previa ispezione della contabilità. In tal caso l'ammontare imponibile complessivo e l'aliquota applicabile sono determinati induttivamente sulla base dei dati e delle notizie comunque raccolte o venuti a conoscenza dell'ufficio e sono computati in detrazione soltanto i versamenti eventualmente eseguiti dal contribuente e le imposte detraibili ai sensi dell'art. 19 risulta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302405
Art. 56. - Notificazione e motivazione degli accertamenti

Le rettifiche e gli accertamenti sono notificati ai contribuenti, mediante avvisi motivati, nei modi stabiliti per le notificazioni in materia di imposte sui redditi, da messi speciali autorizzati dagli uffici dell'imposta sul valore aggiunto o dai messi comunali.

Negli avvisi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302406
Art. 57. - Termine per gli accertamenti

1. Gli avvisi relativi alle rettifiche e agli accertamenti previsti nell’articolo 54 e nel secondo comma dell’articolo 55 devono essere notificati, a pena di decadenza, entro il 31 dicem

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302407
Art. 58.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302408
Art. 59. - Ricorsi

Il contribuente può ricorrere contro i provvedimenti di rettifica, di accertamento e di irrog

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302409
Art. 60. - Pagamento delle imposte accertate

L'imposta o la maggiore imposta accertata dall'ufficio dell'imposta sul valore aggiunto deve essere pagata dal contribuente entro sessanta giorni dalla notificazione dell'avviso di accertamento o di rettifica.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302410
Art. 60-bis. - Solidarietà nel pagamento dell'imposta

1. Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, su proposta degli organi competenti al controllo, sulla base di analisi effettuate su fenomeni di frode, sono individuati i beni per i quali operano le disposizioni dei commi 2 e 3.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302411
Art. 61.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302412
Art. 62. - Riscossione coattiva e privilegi

Se il contribuente non esegue il pagamento dell'imposta, delle pene pecuniarie e delle soprattasse nel termine stabilito l'ufficio dell'imposta sul valore aggiunto notifica ingiunzione di pagamento contenente l'ordine di pagare entro trenta giorni sotto pena degli atti esecutivi. L'ingiunzione è vidimata e resa esecutiva dal pretore nella cui circoscrizione ha sede l'ufficio, qualunque sia la somma dovuta, ed è notificata a norma del primo comma dell'art. 56.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302413
Art. 63. - Collaborazione della guardia di finanza

La Guardia di finanza coopera con gli uffici dell'imposta sul valore aggiunto per l'acquisizione e il reperimento degli elementi utili ai fini dell'accertamento della imposta e per la repressione delle violazioni del presente decreto, procedendo di propria iniziativa o su richiesta degli uffici, secondo le norme e con le facoltà di cui agli arti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302414
Art. 64. - Collaborazione degli uffici doganali e degli uffici tecnici delle imposte di fabbricazione

Gli uffici doganali eseguono i controlli necessari per l'accertamento delle violazioni di cui al qu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302415
Art. 65. - Obblighi dell'amministrazione finanziaria

L'amministrazione finanziaria provvede allo scambio, con le altre autorità com

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302416
Art. 66. - Segreto d'ufficio

Gli impiegati dell'Amministrazione finanziaria e gli ufficiali e agenti della guardia di finanza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302417
Art. 66-bis. - Pubblicazione degli elenchi di contribuenti.

Il Ministro delle finanze dispone annualmente la pubblicazione di elenchi di contribuenti nei cui confronti l'ufficio dell'imposta sul valore aggiunto ha proceduto a rettifica o ad accertamento ai sensi degli articoli 54 e 55. Sono ricompresi nell'elenco solo quei contribuenti che non hanno presentato la dichiarazione annuale e quelli dalla cui dichiarazione risulta un'imposta inferiore di oltre un decimo a quella dovuta ovvero un'eccedenza detraibile o rimborsabile superiore di oltre un decimo a quella spettante. Negli elenchi deve essere sp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302418
TITOLO QUINTO - IMPORTAZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302419
Art. 67. - Importazioni

1. Costituiscono importazioni le seguenti operazioni aventi per oggetto beni introdotti nel territorio dello Stato, che siano originari da Paesi o territori non compresi nel territorio della Comunità e che non siano stati già immessi in libera pratica in altro Paese membro della Comunità medesima, ovvero che siano provenienti dai territori da considerarsi esclusi dalla Comunità a norma dell'articolo 7:

a) le operazioni di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302420
Art. 68. - Importazioni non soggette all'imposta.

Non sono soggette all'imposta:

a) le importazioni di beni indicati nel primo comma lettera c) dell'art. 8, nell'art. 8-bis, nonché nel secondo comma dell'art. 9 limitatamente all'ammontare dei corrispettivi di cui al n. 9 dello stesso articolo, sempreché ricorrano la condizioni stabilite nei predetti articoli;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302421
Art. 69. - Determinazione dell'imposta.

L'imposta è commisurata, con le aliquote indicate nell'articolo 16, al valore dei beni importati determinato ai sensi delle disposizioni in materia doganale, aumentato dell'ammontare dei diritti doganali dovuti, ad eccezione dell'imposta sul val

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302422
Art. 70. - Applicazione dell'imposta

L'imposta relativa alle importazioni è accertata, liquidata e riscossa per ciascuna operazione. Si applicano per quanto concerne le controversie e le sanzioni, le disposizioni delle leggi doganali relative ai diritti di confine.

Per le importazioni effettuate senza pagamento di imposta, di cui alla lettera c) dell'art. 8, all'importatore che attesti falsamente di trovarsi nelle condizioni ri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302423
TITOLO V-bis - GRUPPO IVA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302424
Art. 70-bis - Requisiti soggettivi per la costituzione di un gruppo IVA

1. I soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato esercenti attivit&ag

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302425
Art. 70-ter - Vincolo finanziario, vincolo economico e vincolo organizzativo

1. Si considera sussistente un vincolo finanziario tra soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato quando, ai sensi dell'articolo 2359, primo comma, numero 1), del codice civile e almeno dal 1º luglio dell'anno solare precedente:

a) tra detti soggetti esiste, direttamente o indirettamente, un rapporto di controllo;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302426
Art. 70-quater - Costituzione del gruppo IVA

1. Il gruppo IVA è costituito a seguito di un'opzione esercitata da tutti i soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato per i quali ricorrano congiuntamente i vincoli finanziario, economico e organizzativo di cui all'articolo 70-ter. In caso di mancato esercizio dell'opzione da parte di uno o più dei soggetti di cui al periodo precedente:

a) è recuperato a carico del gruppo IVA l'effettivo vantaggio fiscale conseguito;

b) il gruppo IVA cessa a partire dall'anno

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302427
Art. 70-quinquies - Operazioni effettuate dal gruppo IVA e nei confronti di esso

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302428
Art. 70-sexies - Eccedenze creditorie antecedenti alla partecipazione al gruppo IVA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302429
Art. 70-septies - Adempimenti

1. Il rappres

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302430
Art. 70-octies - Responsabilità

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302431
Art. 70-novies - Disposizioni in materia di opzioni e revoche

1. La revoca dell'opzione esercitata ai sensi dell'articolo 70-quater &egra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302432
Art. 70-decies - Esclusione dalla partecipazione al gruppo IVA

1. L'opzione di cui all'articolo 70-quater, comma 1, da parte di un soggetto, per il quale non sussistono i requisiti di cui all'articolo 70-bis, è priva di effetti limitatamente a tale soggetto.

2. Ciascun soggetto partecipante a un gruppo IVA cessa di partecipare al gruppo medesimo se si verifica uno dei seguenti casi:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302433
Art. 70-undecies - Attività di controllo

1. Per le annualità di validità dell'opzione, l'esercizio dei poteri previsti dagli articoli 51 e seguenti nei confronti del gruppo IVA è demandato alle strutture, già esistenti, individuate con il regolamento di amministr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302434
Art. 70-duodecies - Disposizioni speciali e di attuazione

1. Le modalità e i termini speciali di emissione, numerazione e registrazione delle fatture nonché di esecuzione delle liquidazioni e dei versamenti periodici stabiliti dai decreti ministeriali emanati ai sensi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302435
TITOLO SESTO - DISPOSIZIONI VARIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302436
Art. 71. - Operazioni con lo Stato della Città del Vaticano e con la Repubblica di San Marino

Le disposizioni degli articoli 8 e 9 si applicano alle cessioni eseguite mediante trasporto o consegna dei beni nel territorio dello Stato della Città del Vaticano, comprese le aree in cui hanno sede le istituzioni e gli uff

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302437
Art. 72. - Operazioni non imponibili

1. Agli effetti dell'imposta, le seguenti operazioni sono non imponibili e sono equiparate a quelle di cui agli articoli 8, 8-bis e 9:

a) le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei confronti delle sedi e dei rappresentanti diplomatici e consolari, compreso il personale tecnico-amministrativo, appartenenti a Stati che in via di reciprocità riconoscono analoghi benefici alle sedi e ai rappresentanti diplomatici e consolari italiani;

b) le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei conf

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302438
Art. 73. - Modalità e termini speciali

Il “Ministro dell'economia e delle finanze” N222, con propri decreti, può determinare le modalità ed i termini:

a) per l'emissione, numerazione, registrazione, conservazione delle fatture o per la registrazione dei corrispettivi relativi ad operazioni effettuate dalla stessa impresa in diversi settori di attività e ad operazioni effettuate a mezzo di sedi secondarie ed altre dipendenze di cui al secondo comma dell'art. 35 e di commissionari, nonché per la registrazione dei relativi acquisti;

b) per l'emissione delle fatture relative a cessioni di beni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302439
Art. 73-bis. - Disposizioni per la identificazione di determinati prodotti.

Il Ministro delle finanze con propri decreti può stabilire l'obbligo della individuazione, mediante apposizione di contrassegni ed etichette, di taluni prodotti appartenenti alle seguenti categorie:

1) prodotti tessili di cui alla legge 26 novembre 1973, n. 883, nonché indumenti in pelle o pellicceria anche artificiali;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302440
Art. 74. - Disposizioni relative a particolari settori

In deroga alle disposizioni dei titoli primo e secondo, l'imposta è dovuta:

a) per il commercio di sali e tabacchi importati o fabbricati dall'amministrazione autonoma dei monopoli dello Stato, ceduti attraverso le rivendite dei generi di monopoli, dall'amministrazione stessa, sulla base del prezzo di vendita al pubblico;

b) per il commercio dei fiammiferi, limitatamente alle cessioni successive alle consegne effettuate al Consorzio industrie fiammiferi, dal Consorzio stesso, sulla base del prezzo di vendita al pubblico. Lo stesso regime si applica nei confronti del soggetto che effettua la prima immissione al consumo di fiammiferi di provenienza comunitaria. L'imposta concorre a formare la percentuale di cui all'art. 8 delle norme di esecuzione annesse al decreto legislativo 17 aprile 1948, n. 525;

c) per il commercio di giornali quotidiani, di periodici, di libri, dei relativi supporti integrativi e di cataloghi, dagli editori sulla base del prezzo di vendita al pubblico, in relazione al numero delle copie vendute. L'imposta può applicarsi in relazione al numero delle copie consegnate o spedite, diminuito a titolo di forfetizzazione della resa del 70 per cento per i libri e dell'80 per cento per i giornali quotidiani e periodici, esclusi quelli pornografici e quelli ceduti unitamente a beni diversi dai supporti integrativi. Per periodici si intendono i prodotti editoriali registrati come pubblicazioni ai sensi della legge 8 febbraio 1948, n. 47, e successive modificazioni. Per supporti integrativi si intendono i nastri, i dischi, le videocassette e gli altri supporti sonori, videomagnetici o digitali ceduti, anche gratuitamente, in unica confezione, unitamente ai libri per le scuole di ogni ordine e grado e per le università, ivi inclusi i dizionari, e ai libri fruibili dai disabili visivi, a condizione che i beni unitamente ceduti abbiano prezzo indistinto e che, per il loro contenuto, non siano commercializzabili separatamente. Qualora non ricorrano tali condizioni, ai beni ceduti congiuntamente si applica il sesto periodo. La disposizione di cui al primo periodo della presente lettera c) si applica anche se i giornali quotidiani, i periodici ed i libri sono ceduti unitamente a beni diversi dai supporti integrativi, con prezzo indistinto ed in unica confezione, sempreché il costo del bene ceduto, anche gratuitamente, congiuntamente alla pubblicazione non sia superiore al cinquanta per cento del prezzo dell'intera confezione; in ogni caso, l'imposta si applica con l'aliquota di ciascuno dei beni ceduti. I soggetti che esercitano l'opzione per avvalersi delle disposizioni della legge 16 dicembre 1991, n. 398, applicano, per le cessioni di prodotti editoriali, l'imposta in relazione al numero delle copie vendute, secondo le modalità previste dalla predetta legge. N51

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302441
Art. 74-bis. - Disposizioni per il fallimento e la liquidazione coatta amministrativa

Per le operazioni effettuate anteriormente alla dichiarazione di

fallimento o di liquidazione coatta amministrativa, gli obblighi di fatturazione e regis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302442
Art. 74-ter. - Disposizioni per le agenzie di viaggio e turismo

1. Le operazioni effettuate dalle agenzie di viaggio e di turismo per la organizzazione di pacchetti turistici costituiti, ai sensi dell'articolo 2 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 111, da viaggi, vacanze, circuiti tutto compreso e connessi servizi, verso il pagamento di un corrispettivo globale sono considerate come una prestazione di servizi unica. Le disposizioni del presente articolo si applicano anche qualora le suddette prestazioni siano rese dalle agenzie di viaggio e turismo tramite mandatari; le stesse disposizioni non si applicano alle agenzie di viaggio e turismo che agiscono in nome e per conto dei clienti.

2. Ai fini della determinazione dell'imposta sulle operazioni indicate nel comma 1, il corrispettivo dovuto all'agenzia di viaggi e turismo è diminuito dei costi sostenuti per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate da terzi a diretto vantaggio dei viaggiatori, al lordo della relativa imposta.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302443
Art. 74-quater. - Disposizioni per le attività spettacolistiche

1. Le prestazioni di servizi indicate nella tabella C allegata al presente decreto, incluse le operazioni ad esse accessorie, salvo quanto stabilito al comma 5, si considerano effettuate nel momento in cui ha inizio l'esecuzione delle manifestazioni, ad eccezione delle operazioni eseguite in abbonamento per le quali l'imposta è dovuta all'atto del pagamento del corrispettivo.

2. Per le operazioni di cui al comma 1 le imprese assolvono gli obblighi di certificazione dei corrispettivi con il rilascio di un titolo di accesso emesso mediante apparecchi misuratori fiscali ovvero mediante biglietterie automatizzate nel rispetto della disciplina di cui alla legge 26 gennaio 1983, n. 18, e successive modificazioni e integrazioni.

3. Il partecipante deve conservare il titolo di accesso per tutto il tempo in cui si trattiene nel luogo in cui si svolge la manifestazione spettacolistica. Dal titolo di acce

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302444
Art. 74-quinquies. - Regime speciale per i servizi di telecomunicazione, di teleradiodiffusione ed elettronici resi da soggetti non UE

1. I soggetti passivi domiciliati o residenti fuori dell'Unione europea, non stabiliti né identificati in alcuno Stato membro dell'Unione, possono identificarsi in Italia, con le modalità previste dal presente articolo, per l'assolvimento degli obblighi in materia di imposta sul valore aggiunto relativamente ai servizi di telecomunicazione, di teleradiodiffusione o elettronici resi a committenti non soggetti passivi d'imposta domiciliati o residenti nell'Unione europea. A tal fine presentano apposita richiesta all'ufficio competente dell'Agenzia delle entrate, il quale comunica al soggetto richiedente il numero di identificazione attribuito.

2. I soggetti che si avvalgono del regime previsto dal presente articolo sono dispensati dagli obblighi di cui al titolo II.

3. La richiesta di cui al comma 1 contiene almeno le seguenti indicazioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302445
Art. 74-sexies - Regime speciale per i servizi di telecomunicazione, di teleradiodiffusione ed elettronici resi da soggetti UE

1. I soggetti passivi domiciliati nel territorio dello Stato, o ivi residenti che non abbiano stabilito il domicilio all'estero, identificati in Italia, possono, ai fini dell'assolvimento degli obblighi in materia di imposta sul valore aggiunto per i servizi di tele

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302446
Art. 74-septies - Disposizioni per i soggetti identificati in un altro Stato membro

N94

1. In relazione all'imposta sul valore aggiunto dovuta sulle prestazioni dei servizi di telecomunicazione, di teleradiodiffusione o elettronici effettuate nel territorio dello Stato, i soggetti passivi domiciliati o residenti fuori dell'Unione europea che hanno chiesto in un altro Stato membro dell'Unione europ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302447
Art. 74-octies - Disposizioni sulla riscossione e ripartizione dell'imposta

N94

1. Il versamento dell'imposta sul valore aggiunto di cui agli artico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302448
Art. 75. - Norme applicabili

Per quanto non è diversamente disposto dal presente decreto si applicano, in materia di a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302449
TITOLO SETTIMO - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302450
Art. 76. - Istituzione e decorrenza dell'imposta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302451
Art. 77. - Operazioni dipendenti da rapporti in corso o già assoggettate all'imposta generale sull'entrata

Per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate dopo il 31 dicembre 1972 in esecuzione di contratti conclusi prima, il cedente del bene o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302452
Art. 78. - Applicazione graduale dell'imposta per generi alimentari di prima necessità e prodotti tessili

Per le cessioni e le importazioni dei prodotti alimentari, che secondo le disposizioni in vigore alla data del 31 dicembre 1972 sono esenti dall'imposta generale sull'entrata e dall'imposta prevista nel primo comma dell'art. 17 del regio decreto-legge 9 gennaio 1940, n. 2, convertito, con modificazioni, nella legge 19 giugno 1940, n. 762, l'aliquota dell'imposta sul valore aggiunto è ridotta all'uno per cento per gli anni 1973 e 1974 e al tre per cento per gli anni 1975 e 1976.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302453
Art. 79. - Applicazione dell'imposta nel settore edilizio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302454
Art. 80. - Operazioni comprese in regimi fiscali sostitutivi

Fino al termine che sarà stabilito con le disposizioni da emanare ai sensi del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302455
Art. 81. - Applicazione dell'imposta nell'anno 1973

I contribuenti che hanno intrapreso l'esercizio della impresa, arte o professione o hanno istituito una stabile organizzazione nel territorio dello Stato anteriormente alla data di entrata in vigore del presente decreto devono indicare gli elementi di cui al secondo comma dell'art. 35 in allegato alla prima dichiarazione da presentare a norma degli articoli 27 e seguenti, sotto pena delle sanzioni stabilite nel quinto comma dello art. 43.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302456
Art. 82. - Detrazione dell'imposta generale sull'entrata relativa agli investimenti

I contribuenti di cui all'art. 4 del presente decreto, che esercitano attività commerciali o agricole di cui agli articoli 2195 e 2135 del codice civile, possono detrarre dall'imposta sul valore aggiunto l'ammontare dell'imposta generale sull'entrata, dell'imposta prevista nel primo comma dell'art. 17 del regio decreto-legge 9 gennaio 1940, n. 2, convertito con modificazioni nella legge 19 giugno 1940, n. 762 e delle relative addizionali da essi assolte o ad essi addebitate a titolo di rivalsa per gli acquisti e le importazioni di beni di nuova produzione strumentali per l'esercizio delle attività esercitate e di beni e servizi impiegati nella costruzione di tali beni, effettuati nel periodo dal 1 lu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302457
Art. 83. - Detrazione dell'imposta generale sull'entrata relativa alle scorte

I contribuenti che esercitano attività industriali dirette alla produzione di beni o servizi, di cui allo art. 2195, n. 1 del codice civile, o attività agricole di cui all'art. 2135 dello stesso codice, compresi i piccoli imprenditori, possono detrarre dall'imposta sul valore aggiunto, nella misura stabilita dal secondo comma del presente articolo, l'imposta generale sull'entrata, l'imposta prevista nel primo comma dell'art. 17 del regio decreto-legge 9 gennaio 1940, n. 2, convertito con modificazioni nella legge 19 giugno 1940, n. 762, e le relative addizionali, da essi assolte o ad essi addebitate a titolo di rivalsa:

1) per gli acquisti e le importazioni di materie prime, semilavorati e componenti re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302458
Art. 84. - Dichiarazione di detrazione

Ai fini delle detrazioni previste negli articoli 82 e 83 deve essere presentata al competente ufficio dell'imposta sul valore aggiunto, entro il termine perentorio del 31 dicembre 1973, una dichiarazione recante l'indicazione dell'ammontare complessivo delle detrazioni stesse, sottoscritta a pena di nullità dal contribuente o da un suo rappresentante legale o negoziale.

Nella dichiarazione devono essere elencate le operazioni cui si riferiscono le imposte detraibili e le relative fatture e bollette doganali, nell'ordine progressivo di cui al secondo comma dell'art. 26 del regio decreto-legge 9 gennaio 1940, n. 2, convertito, con modificazioni, nella legge 19 giugno 1940, n. 762. Per ciascuna fattura o bolletta devono essere specificati la data di emissione, il numero pro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302459
Art. 85. - Applicazione delle detrazioni

L'ammontare complessivo delle imposte detraibili indicato nella dichiarazione presentata a norma dell'articolo precedente è ammesso in detrazione, rispettivamente, nella misura di un dodicesimo o di un quarto, dall'importo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302460
Art. 86. - Sanzioni per indebita detrazione

Il contribuente che detrae dall'imposta somme superiori di oltre un decimo a quelle spettanti secondo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302461
Art. 87. - Detrazione dell'imposta di fabbricazione sui filati

I contribuenti, compresi quelli indicati nel terzo comma dell'art. 4, che esercitano attività industriali dirette alla produzione di filati delle varie fibre tessili naturali, artificiali, sintetiche e di vetro e relativi tessuti e manufatti, possono detrarre dall'imposta sul valore aggi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302462
Art. 88. - Validità di precedenti autorizzazioni

Le autorizzazioni all'impiego di schedari a fogli mobili o tabulati di macchine elettrocontabili, già rilasciate agli effetti dell'imposta generale sull'entrata, restano valide

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302463
Art. 89. - Revisione dei prezzi per i contratti in corso

I corrispettivi delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi da effettuare d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302464
Art. 90. - Abolizione dell'imposta generale sull'entrata e di altri tributi

Con decorrenza dal 1 gennaio 1973 cessano di avere applicazione:

1) l'imposta generale sull'entrata, la corrispondente imposta prevista nel primo comma dell'art. 17 del regio decreto-legge 9 gennaio 1940, n. 2, convertito nella legge 19 giugno 1940, n. 762 e successive modificazioni e l'imposta di conguaglio dovuta per il fatto dell'importazione di cui alla legge 31 luglio 1954, n. 570, e successive modificazioni;

2) le tasse di bollo sui documenti di trasporto, di cui al decreto legislativo 7 maggio 1948, n. 1173, ratificato dalla legge 24 febbraio 1953, n. 143, e successive modificazioni, e le tasse erariali sui trasporti, di cui al testo unico approvato con regio decreto 9 maggio 1912, n. 1447, e successive modificazioni;

3) la tassa di bollo sulle carte da giuoco, di cui al regio decreto 30 dicembre 1923, n. 3277, e successive modificazioni;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302465
Art. 91. - Norme transitorie in materia di imposta generale sull'entrata

La restituzione dell'imposta generale sull'entrata prevista dalla legge 31 luglio 1954, n. 570, e successive modificazioni compete per i prodotti indicati nella tabella allegata al decreto del Presidente della Repubblica 14 agosto 1954, n. 676, e successive modificazioni, che vengano esportati, senza avere subito trasformazioni, fino al 30 giugno 1973, limitatamente alle quantit&

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302466
Art. 92. - Norme transitorie in materia di imposte di fabbricazione

La soppressione delle imposte di fabbricazione sugli organi di illuminazione elettrica e sui surrogati del caff&egr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302467
Art. 93. - Norme transitorie in materia di imposte di consumo

Per le opere edilizie in corso di costruzione alla data dei 1 gennaio 1973 gli uffici delle imposte comunali di consumo procedono alla liquidazione e riscossione dell'imposta dovuta sui materiali impiegati nella parte di costruzione effettivamente eseguita.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302468
Art. 94. - Entrata in vigore

Il presente decreto entrerà in vigore il 1 gennaio 1973.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302469
Tabella A - Beni e servizi soggetti ad aliquota ridotta

Parte I - Prodotti agricoli e ittici N116

1) Cavalli, asini, muli e bardotti, vivi (v.d. 01.01);

2) animali vivi della specie bovina, compresi gli animali del genere bufalo, suina, ovina e caprina (v.d. 01.02 - 01.03 - 01.04); N117

3) volatili da cortile vivi, volatili da cortile morti, commestibili, freschi e refrigerati (v.d. 01.05 - ex 02.02);

4) conigli domestici, piccioni, lepri, pernici, fagiani, rane ed altri animali vivi destinati all'alimentazione umana, api e bachi da seta (v.d. ex 01.06); N117

5) carni, frattaglie e parti di animali di cui ai nn. 3) e 4), fresche, refrigerate, salate o in salamoia, secche o affumicate (v.d. ex 02.02 - ex 02.03 - ex 02.04 - ex 02.06);

6) grasso di volatili non pressato né fuso, fresco o refrigerato, salato o in salamoia, secco o affumicato (v.d. ex 02.05);

7) pesci freschi (vivi o morti), refrigerati, semplicemente salati o in salamoia, secchi o affumicati, esclusi il salmone e lo storione affumicati (v.d. ex 03.01 - ex 03.02), derivanti dalla pesca in acque dolci e dalla piscicoltura;

8) crostacei o molluschi, compresi i testacei (anche separati dal loro guscio o dalla loro conchiglia), freschi, refrigerati, secchi, salati o in salamoia, crostacei non sgusciati semplicemente cotti in acqua (v.d. ex 03.03), derivanti dalla pesca in acque dolci e da allevamento;

9) latte e crema di latte freschi non concentrati né zuccherati (v.d. 04.01);

10) burro, formaggi e latticini (v.d. 04.03 - 04.04);

11) uova di volatili in guscio, fresche o conservate (v.d. ex 04.05);

12) miele naturale (v.d. 04.06);

13) bulbi, tuberi, radici tuberose, zampe e rizomi, allo stato di riposo vegetativo, in vegetazione o fioriti; altre piante e radici vive, comprese le talee e le marze (v.d. 06.01 - 06.02);

14) fiori e boccioli di fiori, recisi, per mazzi o per ornamenti, freschi, fogliami, foglie, rami ed altre parti di piante, erbe, muschi e licheni, per mazzi o per ornamenti, freschi (v.d. ex 06.03 - ex 06.04);

15) ortaggi e piante mangerecce, esclusi i tartufi, freschi, refrigerati o presentati immersi in acqua salata, solforata o addizionata di altre sostanze atte ad assicurarne temporaneamente la conservazione, ma non specialmente preparati per il consumo immediato (v.d. ex 07.01 - ex 07.03);

16) legumi da granella, secchi, sgranati, anche decorticati o spezzati (v.d. 07.05);

17) radici di manioca, d'arrow-root e di salep, topinambur, patate dolci ed altre simili radici e tuberi ad alto tenore di amido o d'inulina, anche secchi o tagliati in pezzi; midollo della palma a sago (v.d. 07.06);

18) frutta commestibili, fresche o secche, o temporaneamente conservate (v.d. da 08.01 a 08.09 - 08.11 - 08.12);

19) scorze di agrumi e di meloni, fresche, escluse quelle congelate, presentate immerse nell'acqua salata, solforata o addizionata di altre sostanze atte ad assicurarne temporaneamente la conservazione, oppure secche (v.d. ex 08.13);

20) spezie (v.d. da 09.04 a 09.10);

21) cereali (escluso il riso pilato, brillato, lucidato e spezzato) (v.d. da 10.01 a 10.05 - ex 10.06 - 10.07);

22) semi e frutti oleosi, esclusi quelli frantumati (v.d. ex 12.01);

23) semi, spore e frutti da sementa (v.d. 12.03);

24) barbabietole da zucchero, anche tagliate in fettucce, fresche o disseccate (v.d. ex 12.04);

25) radici di cicoria, fresche o disseccate, anche tagliate non torrefatte (v.d. ex 12.08);

26) coni di luppolo (v.d. ex 12.06);

27) piante, parti di piante, semi e frutti, delle specie utilizzate principalmente in profumeria, in medicina o nella preparazione di insetticidi, antiparassitari e simili, freschi o secchi anche tagliati, frantumati o polverizzati (v.d. 12.07);

28) carrube fresche o secche; noccioli di frutta e prodotti vegetali impiegati principalmente nell'alimentazione umana, non nominati né compresi altrove (v.d. ex 12.08);

29) paglia e lolla di cereali, gregge, anche trinciate (v.d. 12.09);

30) barbabietole da foraggio, navoni-rutabaga, radici da foraggio, fieno, erba medica, lupinella, trifoglio, cavoli da foraggio, lupino, veccia ed altri simili prodotti da foraggio (v.d. 12.10);

31) vimini, canne comuni, canne palustri e giunchi, greggi, non pelati, né spaccati, né altrimenti preparati; saggina e trebbia (v.d. ex 14.01 - ex 14.03);

32) alghe (v.d. ex 14.05);

33) olio d'oliva, morchie e fecce d'olio d'oliva (v.d. ex 15.07 - ex 15.17);

34) cera d'api greggia (v.d. ex 15.15);

35) mosti di uve parzialmente fermentati anche mutizzati con metodi diversi dalla aggiunta di alcole; mosti di uve fresche anche mutizzati con alcole (v.d. ex 20.07 - 22.04 - ex 22.05);

36) vini di uve fresche con esclusione di quelli liquorosi ed alcoolizzati e di quelli contenenti più del ventidue per cento in volume di alcole (v.d. ex 22.05); N118

37) sidro, sidro di pere e idromele (v.d. ex 22.07);

38) aceto di vino (v.d. ex 22.10);

39) panelli, sansa di olive ed altri residui dell'estrazione dell'olio di oliva, escluse le morchie (v.d. ex 23.04);

40) fecce di vino, tartaro greggio (v.d. 23.05);

41) prodotti di origine vegetale del genere di quelli utilizzati per la nutrizione degli animali, non nominati né compresi altrove (v.d. 23.06);

42) tabacchi greggi o non lavorati; cascami di tabacco (v.d. 24.01);

43) legna da ardere in tondelli, ceppi, ramaglie o fascine; cascami di legno compresa la segatura (v.d. 44.01);

44) legno rozzo anche scortecciato o semplicemente sgrossato (v.d. 44.03);

45) legno semplicemente squadrato, escluso il legno tropicale (v.d. ex 44.04);

46) sughero naturale greggio e cascami di sughero, sughero frantumato, granulato o polverizzato (v.d. 45.01);

47) bozzoli di bachi da seta atti alla trattura (v.d. 50.01);

48) lane in massa sudice o semplicemente lavate; cascami di lana e di peli (v.d. ex 53.01 - 53.03);

49) peli fini o grossolani, in massa, greggi (v.d. ex 53.02);

50) lino greggio, macerato, stigliato; stoppe e cascami di lino (v.d. ex 54.01);

51) ramiè greggio (v.d. ex 54.02);

52) cotone in massa; cascami di cotone non pettinati né cardati (v.d. 55.01 - 55.03);

53) canapa (cannabis sativa) greggia, macerata, stigliata, stoppa e cascami di canapa (v.d. ex 57.01);

54) abaca greggia; stoppa e cascami di abaca (v.d. ex 57.02);

55) sisal greggia (v.d. ex 57.04);

56) olio essenziale non deterpenato di mentha piperita (v.d. ex 33.01).


Parte II - Beni e servizi soggetti all'aliquota del 4 per cento N119 N120

1) N121

2) N122

3) latte fresco, non concentrato né zuccherato, destinato al consumo alimentare, confezionato per la vendita al minuto, sottoposto a pastorizzazione o ad altri trattamenti previsti da leggi sanitarie;

4) burro, formaggi e latticini (v.d. 04.03 - 04.04);

5) ortaggi e piante mangerecce, esclusi i tartufi, freschi, refrigerati, presentati immersi in acqua salata, solforata o addizionata di altre sostanze atte ad assicurarne temporaneamente la conservazione, ma non specialmente preparati per il consumo immediato; disseccati, disidratati o evaporati, anche tagliati in pezzi o in fette, ma non altrimenti preparati (v.d. ex 07.01 - ex 07.03 - ex 07.04);

6) ortaggi e piante mangerecce, anche cotti, congelati o surgelati (v.d. 07.02);

7) legumi da granella, secchi, sgranati, anche decorticati o spezzati (v.d. 07.05);

8) frutta commestibili, fresche o secche o temporaneamente conservate; frutta, anche cotte, congelate o surgelate senza aggiunta di zuccheri (v.d. da 08.01 a 08.03 - ex 08.04 - da 08.05 a 08.12);

9) frumento, compreso quello segalato, segala; granturco; riso; risone; orzo, escluso quello destinato alla semina; avena, grano saraceno, miglio, scagliola, sorgo ed altri cereali minori, destinati ad uso zootecnico (v.d. 10.01 - 10.02 - ex 10.03 - ex 10.04 - 10.05 - ex 10.06 - ex 10.07); N123 N212

10) farine e semole di frumento, granturco e segala; farine di orzo; farine di avena, farine di riso e di altri cereali minori destinate ad uso zootecnico (v.d. ex 11.01 - ex 11.02);

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302470
Tabella B - Prodotti soggetti a specifiche discipline

a) lavori in platino, esclusi quelli per uso industriale, sanitario e di laboratorio; prodotti con parti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52558 4302471
Tabella C - Spettacoli ed altre attività

1) Spettacoli cinematografici e misti di cinema e avanspettacolo, comunque ed ovunque dati al pubblico anche se in circoli e sale private;

2) spettacoli sportivi, di ogni genere, ovunque si svolgono;

3) esecuzioni musicali di qualsiasi genere esclusi i concerti vocali e strumentali, anche se effettuate in discoteche e sale da ballo qualora l'esecuzione di musica dal vivo sia di durata pari o superiore al 50 per cento dell'orario complessivo di apertura al pubblico dell'esercizio, escluse quelle effettuate a mezzo elettrogrammofoni a gettone o a moneta o di apparecchiature similari a gettoni o a moneta; lezioni di ballo collettive; rievocazioni storiche, giostre e manifestazioni similari; N209

4) spettacoli teatrali di qualsiasi tipo, compresi balletto, opere liriche, prosa, operetta, commedia musicale, rivista; concerti vocali strumentali, attività circensi e dello spettacolo viaggiante, spettacoli di burattini, marionette e maschere, compresi corsi mascherati e in costume, ovunque tenuti; N209

5) mostre e fiere campionarie; esposizioni scientifiche, artistiche e industriali, rassegne cinematografiche riconosciute con decreto del Ministero delle finanze ed altre manifestazioni similari;

6) prestazioni di servizio fornite in locali aperti al pubblico mediante radiodiffusioni circolari, trasmesse in forma codificata; la diffusione radiotelevisiva, anche a domicilio, con accesso condizionato effettuata in forma digitale a mezzo di reti via cavo o via satellite.



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Testo completo aggiornato, vigente alla data di caricamento (12/11/2014).

Dalla redazione

  • Imposte indirette
  • Fisco e Previdenza

Trattamento IVA lavori di costruzione e recupero di edifici, opere e impianti

Nuove costruzioni di edifici, opere e impianti; Interventi di restauro e ristrutturazione su qualsiasi edificio; Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria su fabbricati abitativi; Interventi di manutenzione straordinaria su edifici di edilizia residenziale pubblica; Forniture di materiali; Trattamento delle prestazioni professionali; Tipologie contrattuali ammissibili; Casi particolari e chiarimenti vari dell’Agenzia entrate; Esempi pratici.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Imposte indirette

Le agevolazioni prima casa sugli atti di trasferimento immobiliare

Tipologia di immobili; ubicazione degli immobili; requisiti soggettivi dell’acquirente; trasferimenti per successione o donazione; pertinenze; aliquote di imposta applicabili al trasferimento e calcolo della base imponibile; cause di decadenza dall’agevolazione; termini per l’accertamento da parte delle entrate. AGG. Risoluzione Agenzia Entrate 19/12/2017, n. 154/E.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Compravendite e locazioni immobiliari: prontuario operativo delle imposte indirette (IVA, registro, ipotecaria e catastale)

Analizziamo il regime di tassazione ai fini dell’IVA, dell’Imposta di registro e delle imposte ipotecaria e catastale di tutte le operazioni di compravendita e di locazione di immobili, con taglio prettamente operativo e semplificando i vari regimi applicabili in comode tabelle sinottiche che consentono di identificare rapidamente la tassazione applicabile. Fabbricati abitativi, strumentali e terreni. Disciplina delle casistiche particolari: immobili in costruzione, agevolazioni ancora applicabili dopo il 2014, pertinenze e box auto, appartamenti e case per le vacanze, sublocazioni. Applicazione del reverse charge; determinazione della base imponibile e accertamenti fiscali; moltiplicatori catastali aggiornati. Rinvio ad ulteriori approfondimenti.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte indirette

La scissione dei pagamenti (“split payment”) nelle prestazioni a enti pubblici, società controllate e società quotate in borsa

Norme di riferimento; funzionamento del meccanismo; rimborsi IVA in via prioritaria ai fornitori e prestatori di servizi; soggetti tenuti all’applicazione per le fatture emesse dal 01/01/2015 al 31/12/2016 e per quelle emesse dal 01/01/2017; operazioni soggette; applicazione dal 01/07/2017 anche alle prestazioni dei professionisti; operazioni escluse; emissione della fattura e diciture; versamento IVA da parte del cliente/cessionario; estensione dal 2018 a tutte le società controllate dalla P.A. (D.L. 148/2017).
A cura di:
  • Dino de Paolis

Imposte ipocatastali proporzionali per la cessione di fabbricati strumentali non ultimati

Negli ultimi mesi la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha dovuto occuparsi ripetutamente del trattamento tributario applicabile alla cessione, da parte di soggetti IVA, di fabbricati strumentali “per natura” non ancora ultimati. Le sentenze emesse hanno affermato una serie di principi inattesi, che contraddicono quanto affermato nei documenti di prassi dell’Agenzia delle entrate in senso sfavorevole per i contribuenti.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi