FAST FIND : NN281

L. 29/09/1964, n. 847

Autorizzazione ai Comuni e loro Consorzi a contrarre mutui per l'acquisizione delle aree ai sensi della legge 18 aprile 1962, n. 167.
Con le modifiche introdotte da:
- L. 22/10/1971, n. 865
- D.L. 02/05/1974, n. 115 (L. 27/06/1974, n. 247)
- L. 11/03/1988, n. 67
- L. 17/02/1992, n. 179
- D.L. 12/09/2014, n. 133 (L. 11/11/2014, n. 164)
Scarica il pdf completo
52395 1432064
“Art. 1

N1 I Comuni ed i consorzi dei Comuni sono autorizzati a contrarre, in deroga agli artt. 300 e 333 del Testo Unico della legge comunale e provinciale, approvato con Regio decreto 3 marzo 1934, n. 383, mutui con la Cassa depositi e prestiti, con Istituti di credito fondiario ed edilizio, con le sezioni autonome per il finanziamento di opere pubbliche ed impianti di pubblica utilità, nonché con gli Istituti di assicurazione e di previdenza, per l' attuazione dei piani di zona di cui alla legge 18 aprile 1962, n. 167, R e precisamente:

a) per l' acquisizione delle aree comprese nei piani suddetti;

b) per le opere di urbanizzazione primaria indicate al successivo art. 4;

c) per le opere di urbanizzazione secondaria indicate al successivo art. 4;

d) per le opere di carattere generale necessarie per allacciare ai pubblici servizi le zone del piano.”


52395 1432065
“Art. 2

N1 I mutui di cui alla lettera a) del precedente articolo sono ammortizzabili in un periodo non superiore a 15 anni.

Quelli relativi alle opere di cui alle lettere b), c) e d) potranno avere durata trentacinquennale ed essere assistiti da contributi o concorsi statali ai sensi delle vigenti disposizioni. La concessione dei contributi e concorsi da parte del Ministero dei lavori pubblici, nell' ambito degli stanziamenti di bilancio, ha carattere prioritario.

I mutui sono concessi al tasso di interesse che verrà stabilito con decreto del Ministro per il tesoro e sono garantiti con i cespiti di cui all' art. 15 della legge 22 dicembre 1969, n. 964.

In pendenza dell' istruttoria per la costituzione della garanzia da parte degli enti mutuatari, i mutui sono garantiti dallo Stato e possono essere somministrati fino all' importo massimo dei due terzi.

Con decreto del Ministro per il tesoro la garanzia è dichiarata decaduta per la parte del mutuo che può essere garantita direttamente dall' ente mutuatario con cespiti delegabili.

L' ammortamento dei mutui può avere inizio, su richiesta del Comune o del consorzio, tre anni dopo la concessione del mutuo stesso: in tal caso i relativi interessi sono capitalizzati.”


52395 1432066
Art. 3.


52395 1432067
“Art. 4

N1 Le opere di cui all' art. 1 lett. b) sono quelle di urbanizzazione primaria e cioè:

a) strade residenziali;

b) spazi di sosta o di parcheggio;

c) fognature;

d) rete idrica;

e) rete di distribuzione dell' energia elettrica e del gas;

f) pubblica illuminazione;

g) spazi di verde attrezzato.

N4 “g-bis) infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione, di cui agli articoli 87 e 88 del codice delle comunicazioni elettroniche, di cui al decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, e successive modificazioni, e opere di infrastrutturazione per la realizzazione delle reti di comunicazione elettronica ad alta velocità in fibra ottica in grado di fornire servizi di accesso a banda ultralarga effettuate anche all’interno degli edifici.”

Le opere di cui all' art. 1, lettera c), sono le seguenti:

a) asili nido e scuole materne;

N2. “b) scuole dell' obbligo nonché strutture e complessi per l'istruzione superiore all'obbligo;”

c) mercati di quartiere;

d) delegazioni comunali;

e) chiese ed altri edifici per servizi religiosi;

f) impianti sportivi di quartiere;

g) centri sociali e attrezzature culturali e sanitarie;

h) aree verdi di quartiere.”



Dalla redazione