FAST FIND : NN152

Circ.Min. LL.PP. 03/04/1954, n. 2095

Attraversamento con elettrodotti di corsi d'acqua, strade, linee di comunicazione ecc.
Scarica il pdf completo
52266 361945
[Premessa]


L' art. 120 del T.U. di Leggi sulle Acque e sugl' Impianti Elettrici, 11 dic. 1933, n. 1775,R prevede, fra l' altro, che le condutture elettriche attraversanti corsi di acqua, canali, strade pubbliche, ferrovie, linee telegrafiche o telefoniche di pubblico interesse, ecc., non possono essere autorizzate se non si siano pronunciate in merito le Autorità interessate. Per le modalità di esecuzione e di esercizio delle linee, i richiedenti l' autorizzazione devono inoltre stipulare appositi atti di sottomissione con le competenti autorità.


Sovente avviene che gli atti di sottomissione, da sottoporre all' accettazione dei richiedenti l' autorizzazione di linee elettriche, contengano anche clausole che pur avendo di mira gli interessi della pubblica amministrazione costituiscono una ripetizione delle norme vigenti in materia od anche sono in contrasto con le norme stesse. Allo scopo di eliminare eventuali divergenze che dovessero sorgere fra gli interessati nella stipulazione degli atti di sottomissione, si rende necessario fornire chiarimenti in merito a quelle clausole che danno adito ai più frequenti contrasti.


Tali clausole riguardanti, come si é detto, gli attraversamenti, con elettrodotti, di corsi d' acqua, di strade, di linee di telecomunicazioni, ecc. possono essere così riassunte:


a) obbligo, da parte della Ditta richiedente l' autorizzazione alla costruzione ed esercizio dell' elettrodotto, di rimuovere o modificare l' elettrodotto stesso, senza alcun compenso, qualora le Autorità interessate lo ritengano necessario in dipendenza di lavori di rettifica dell' andamento dei corsi di acqua, di modifiche di arginature, di rettifiche o spostamenti della sede stradale, di alberature lungo i rilevati stradali, ecc.;


b) concessione di attraversamento accordata per un limitato periodo di anni (ordinariamente 30), salvo rinnovazione alla scadenza e facoltà della Amministrazione interessata della revoca in ogni tempo senza indennizzo, con l' obbligo di demolizione delle opere.


Innanzitutto é da osservare che il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Energia e risparmio energetico

Emilia Romagna: contributi per la redazione del piano di azione per il clima e l'energia sostenibile

Il bando è rivolto agli Enti locali della Regione Emilia-Romagna, per sostenere l'adesione al patto dei sindaci per l'energia ed il clima e la redazione del piano di azione per l'energia sostenibile e il clima (Paesc), e prevede la concessione di un contributo a fondo perduto, a forfait, secondo le soglie di abitanti. Il contributo raddoppia per i Comuni fusi e le Unioni che partecipano con il 100% dei Comuni.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Distributori di carburanti
  • Trasporti
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Provvidenze
  • Ospedali e strutture sanitarie

Emilia Romagna: 6,2 milioni di euro per sanità green e mobilità elettrica

Riqualificazione energetica degli edifici pubblici delle aziende sanitarie regionali e di infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica dei veicoli aziendali. La Regione Emilia-Romagna sostiene le Aziende sanitarie pubbliche regionali affinché vengano conseguiti obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell’energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra, con particolare riferimento allo sviluppo di misure di miglioramento della efficienza energetica negli edifici pubblici e ad incentivare politiche di mobilità elettrica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Fonti alternative
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Finanza pubblica
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Sicilia: risorse ai Comuni per la redazione del piano di azione per l’energia sostenibile e il clima (PAESC)

Aperta una Seconda finestra relativa al "Programma di ripartizione risorse ai Comuni della Sicilia per la redazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC)" al fine di promuovere la sostenibilità energetico-ambientale nei Comuni siciliani attraverso il Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors - Piano di Azione e Coesione (PAC) - Nuove Iniziative Regionali). Il bando ha una dotazione finanziaria pari a 755.826,80 euro e possono presentare istanza i Comuni che non hanno partecipato alla prima finestra dell’Avviso pubblico.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia residenziale
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Efficienza e risparmio energetico

Bolzano: misure per il risparmio energetico e l’utilizzo di fonti rinnovabili negli edifici pubblici residenziali

Il bando promuove l’ecoefficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici pubblici residenziali, al fine di raggiungere l'obiettivo specifico degli indicatori stabiliti nel programma FESR 2014-2020: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Provvidenze
  • Agricoltura e Foreste

Marche: contributi per la produzione di energia da biomasse forestali

Con il bando “Progetti Integrati Filiere per la produzione di energia da biomasse forestali” la Regione Marche ha destinato 10,8 milioni di euro per promuovere la valorizzazione economica dei boschi e delle foreste regionali. Si tratta di un pacchetto di interventi coordinati che spazia dalla formazione degli operatori forestali alla viabilità rurale per rendere fruibili le aree boscate; dalla produzione di energia alla commercializzazione del legname; dal sostegno a progetti agricoli e forestali innovativi, alle aggregazioni tra produttori di biomassa. È prevista la stipula di uno specifico contratto di filiera, sottoscritto dagli imprenditori agroforestali e dai soggetti coinvolti nella produzione di energia da biomasse forestali.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Condominio
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili

Contatori e contabilizzatori di calore - Obbligo di lettura da remoto

  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Condominio
  • Efficienza e risparmio energetico

Contatori e contabilizzatori di calore - Obbligo di lettura da remoto

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative

Bolzano: aggiornamento obbligatorio installatori impianti FER

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Infrastrutture e reti di energia

Efficientamento energetico e adeguamento normativo impianti di illuminazione pubblica

  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Trasporti
  • Energia e risparmio energetico

Adozione nuovi PUMS secondo le linee guida di cui al D.M. 04/08/2017