FAST FIND : NR39793

Nota Dirig.R. Sicilia 05/10/2018, n. 210179

Banca dati per il monitoraggio degli appalti delle regione siciliana - Alice e-procurement (art. 40 D.Lgs. 50/2016 e s.m.i.).

Dalla redazione

  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Urbanistica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Assicurazione obbligatoria infortuni sul lavoro e malattie professionali
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Procedimenti amministrativi
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Barriere architettoniche
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Informatica
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Istruzione, università e ricerca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Accise
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Difesa suolo
  • Imposte indirette
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Previdenza professionale
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Imposte sul reddito
  • Titoli abilitativi
  • Condominio
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Ospedali e strutture sanitarie

La Legge di Bilancio 2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Bilancio 2017 (L. 11 dicembre 2016, n. 232), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Appalti e contratti pubblici
  • Informatica

Universal Business Language per gli appalti pubblici dell’Unione Europea

La Decisione n. 2014/771/UE “qualifica” un linguaggio sviluppato dall'Organizzazione per la promozione delle norme che può essere utilizzato come riferimento negli appalti pubblici. Lo Universal Business Language è una libreria, non soggetta a royalty, di documenti commerciali elettronici standard in formato XML.
A cura di:
  • Antonio Renato Soragnese
  • Calamità/Terremoti
  • Appalti e contratti pubblici
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Informatica
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Procedimenti amministrativi
  • Edilizia e immobili
  • Tutela ambientale
  • Servizi pubblici locali
  • Rifiuti
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Prevenzione Incendi
  • Professioni
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Pubblica Amministrazione
  • Protezione civile
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Difesa suolo
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Tracciabilità
  • Compravendita e locazione
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Beni culturali e paesaggio
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agricoltura e Foreste
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Alberghi e strutture ricettive

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 192/2014 (L. 11/2015)

Libretto di centrale impianti termici; Smaltimento rifiuti in discarica; SISTRI; Gestione dei rifiuti in Campania; Anticipazione prezzo nei lavori pubblici; Centrali uniche di committenza; Qualificazione contraente generale; Appaltabilità e cantierabilità grandi opere; Messa in sicurezza edifici scolastici; Interventi per il dissesto idrogeologico; Antincendio strutture ricettive; Antincendio nuove attività esistenti; Zone a burocrazia zero; Impianti a fonti rinnovabili e Conto energia in zone terremotate; Macchine agricole; Contribuenti minimi; Locazione immobili pubblici; Sfratti esecutivi; Processo amministrativo digitale; Affidamento servizio distribuzione gas; Accise sul combustibile impiegato per la cogenerazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Urbanistica
  • Protezione civile
  • Pubblica Amministrazione
  • Imposte sul reddito
  • Catasto e registri immobiliari
  • Difesa suolo
  • Imposte indirette
  • Beni culturali e paesaggio
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Provvidenze
  • Lavoro e pensioni
  • Edilizia e immobili
  • Servizi pubblici locali
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Terremoto regioni meridionali
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Informatica
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Trasporti
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • DURC
  • Appalti e contratti pubblici
  • Enti locali
  • Federalismo fiscale
  • Aree urbane
  • Calamità/Terremoti
  • Impiantistica
  • Fisco e Previdenza
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica

La legge di stabilità 2015 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella legge di Stabilità 2015 (L. 23 dicembre 2014 n. 190), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Provvidenze
  • Informatica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Finanza pubblica

Manca la Pec? Niente fondi UE

La presentazione dei documenti in modalità informatica fa risparmiare tempo e denaro e risulta coerente con il principio di economicità che deve ispirare l’azione amministrativa. Lo ha precisato il Consiglio di Stato con Sentenza n. 1424 del 24/03/2014.
A cura di:
  • Anna Petricca

09/08/2018

08/12/2017