Flash news del
31/08/2018

Contratti sotto soglia: conseguenze dell'omessa pubblicazione dell'avviso

Il T.A.R. del Friuli Venezia Giulia ha annullato gli atti di gara relativi all'affidamento di un contratto sotto soglia a causa della carenza della prescritta pubblicità dell’avviso dell’attività di consultazione degli operatori economici.

In particolare, la Sent. TAR. Friuli Venezia Giulia 18/07/2018, n. 252, ha ritenuto che nel caso di affidamento di contratti di importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 150.000 euro, la carenza della prescritta pubblicità dell’avviso dell’attività di consultazione degli operatori economici rende del tutto inattendibile la procedura di selezione del contraente posta in essere dall’Amministrazione e comporta l’annullamento degli atti di gara.

Si ricorda che la lett. b), dell'art. 36, comma 2, del D. Leg.vo 50/2016, nel caso di affidamento di contratti di importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 150.000 euro, consente alle stazioni appaltanti la facoltà di dare corso alla procedura negoziata previa consultazione, ove esistenti, di almeno 10 operatori economici per i lavori, e, per i servizi e le forniture di almeno 5 operatori economici individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti.
In proposito, le Linee Guida Anac n. 4 (Delib. ANAC 206/2018) prevedono la necessità che dell’attività di esplorazione del mercato sia data opportuna pubblicità, mediante la pubblicazione di un avviso sul profilo di committente, nella sezione “Amministrazione trasparente” o con altre forme di pubblicità, per un periodo minimo di 15 giorni, salva la riduzione del suddetto termine per motivate ragioni di urgenza a non meno di 5 giorni.

Nel caso di specie, sono stati annullati gli atti di gara per l’affidamento del servizio di Responsabile per la Protezione dei Dati, per il prezzo base di 100.000 euro, per conto di una ASL, la quale ha omesso di dare corso alla prescritta pubblicazione dell’avviso relativo all’attività di consultazione degli operatori economici, precludendo così ogni possibilità di partecipazione al ricorrente in possesso dei requisiti necessari per poter partecipare alla selezione.
 

Dalla redazione