FAST FIND : GP16502

Sent. Corte Cost. 26/06/2018, n. 132

Giudizio di legittimità costituzionale dell’art. 44, comma 3, del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104 (Attuazione dell’articolo 44 della legge 18 giugno 2009, n. 69, recante delega al governo per il riordino del processo amministrativo).

Dalla redazione

  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione
  • Appalti e contratti pubblici

Contributo unificato sui ricorsi in tema di appalti pubblici: il parere della Corte UE

Sentenza in data 06/10/2015 sulle cause riunite C-61/14. Legittimi gli importi “maggiorati” nei ricorsi in tema di affidamenti pubblici perché inferiori a soglie oltre le quali sarebbe impossibile o eccessivamente difficile l’esercizio dei diritti. Il Giudice può disapplicare il cumulo nel contesto di una stessa procedura, per ricorsi incidentali o motivi aggiunti che non costituiscono un ampliamento considerevole della controversia.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione

Dimensioni degli atti difensivi nei giudizi in materia di appalti

L’atto introduttivo del giudizio, il ricorso incidentale, i motivi aggiunti, gli atti di impugnazione della sentenza di primo grado, della revocazione e dell’opposizione di terzo proposti avverso la sentenza di secondo grado, l’atto di costituzione e le memorie dovranno essere contenuti al massimo in 30 pagine.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Appalti e contratti pubblici
  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione

Ricorsi avverso l’aggiudicazione: i termini decorrono nuovamente in caso di irregolarità successiva

La Corte di Giustizia UE: qualora intervenga una nuova decisione successiva all'aggiudicazione, ma che ne possa inficiare la legittimità, si riaprono i termini dell’impugnativa dal momento della comunicazione o della conoscibilità della decisione stessa. Non altrettanto se l’irregolarità risale a prima dell’aggiudicazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

Condizioni del subentro del secondo classificato all’aggiudicatario iniziale

Il Consiglio di Stato ha chiarito ancora una volta (sentenza 5404/2015) che il subentro del secondo classificato in una gara è istituto eccezionale che presuppone la possibilità di stipula di un contratto dello stesso contenuto di quello sottoscritto originariamente e agli stessi prezzi, patti e condizioni offerti in gara
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

Le Sezioni Unite della Cassazione sul giudice di competenza in tema di revisione dei prezzi nei contratti pubblici

Giurisdizione ordinaria quando si tratti di adempimento di una precisa clausola contrattuale e non si tratti quindi tecnicamente di applicare la “revisione prezzi” di cui alla normativa specifica sui contratti pubblici. Giurisdizione amministrativa quando si versi “tecnicamente” in un caso di applicazione della revisione prezzi prevista dal codice dei contratti pubblici.
A cura di:
  • Massimo Pipino
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

Aumento progressivo dell'applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Pubblica Amministrazione
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Compravendita e locazione
  • Patrimonio immobiliare pubblico

Locazione immobili pubblici: blocco adeguamento ISTAT dei canoni