FAST FIND : NR39115

Deliberaz. G.P. Trento 23/03/2018, n. 483

Approvazione delle nuove misure attuative dell'articolo 7 del decreto del Presidente della Provincia 13 luglio 2009, n. 11-13/Leg. come da ultimo modificato.
Scarica il pdf completo
4620437 4986166
Testo del provvedimento


Il Relatore comunica:

con il D.P.P. 13 luglio 2009, n. 11-13/Leg., di seguito denominato Regolamento, sono state emanate le disposizioni regolamentari in materia di edilizia sostenibile in attuazione del titolo IV della legge provinciale 4 marzo 2008, n. 1 "Pianificazione urbanistica e governo del territorio". In esso sono stati disciplinati, tra gli altri, i criteri ed i requisiti per il riconoscimento dei soggetti certificatori energetici.

Con l'art. 7 del Regolamento era stato stabilito che il rilascio delle certificazioni energetiche fosse svolto da soggetti abilitati da organismi riconosciuti dalla Provincia. Il medesimo articolo aveva previsto inoltre che gli organismi di abilitazione operassero secondo criteri e modalità stabiliti con deliberazione della Giunta provinciale e che i rapporti tra organismi e Provincia fossero regolati da specifica convenzione. In attuazione di tale articolo, la Giunta provinciale, con la propria deliberazione n. 2446 del 16 ottobre 2009, aveva approvato i criteri e le modalità di riconoscimento degli organismi di abilitazione dei certificatori energetici, lo schema di convezione tra l'Agenzia provinciale per l'energia (oggi Agenzia provinciale per le risorse idriche e l'energia) e gli organismi suddetti, i criteri e le modalità di gestione dell'elenco dei soggetti certificatori abilitati nonché l'entità delle tariffe per l'accreditamento dei certificatori energetici. In data 3 febbraio 2010 era stata quindi sottoscritta con l'Agenzia provinciale per l'energia la convenzione per il riconoscimento del primo organismo di abilitazione dei certificatori energetici, denominato Odatech e strutturato come unità operativa indipendente ed autonoma all'interno del Distretto Tecnologico Trentino

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4620437 4986167
Allegato A - Criteri e modalità di riconoscimento degli Organismi di Accreditamento dei soggetti preposti al rilascio delle certificazioni energetiche


CRITERI PER IL RICONOSCIMENTO DEGLI ORGANISMI DI ACCREDITAMENTO

Gli Organismi di Accreditamento (di seguito indicati in acronimo "OdA") che intendono operare ai sensi della legge provinciale 4 marzo 2008 n. 1 e s.m.i. e del regolamento emanato con D.P.P. 13 luglio 2009, n. 11-13/Leg. e s.m.i. "Disposizioni regolamentari in materia di edilizia sostenibile in attuazione del titolo IV della legge provinciale 4 marzo 2008, n. 1 (Pianificazione urbanistica e governo del territorio)", di seguito denominato anche "Regolamento", sono riconosciuti dalla Provincia autonoma di Trento qualora svolgano i compiti e le attività previsti dalle norme provinciali sopra richiamate, con i criteri e le modalità riportate di seguito e nella convenzione prevista dal Regolamento. L'OdA è formalmente riconosciuto con la stipula della convenzione con la Provincia autonoma di Trento. Il riconoscimento è subordinato in particolare all'impegno da parte dell'OdA di accettare controlli e verifiche da parte delle strutture o dai soggetti incaricati dalla Provincia.


1. Compiti ed attività

Ai sensi dell'art. 7 del Regolamento, l'OdA svolge obbligatoriamente le seguenti attività:

a) accreditamento dei soggetti abilitati al rilascio delle certificazioni energetiche, previa verifica del possesso dei requisiti di cui all'art. 8, c. 1 del Regolamento, e iscrizione nell'elenco dei soggetti certificatori;

b) costituzione, gestione, pubblicazione ed aggiornamento periodico dell'elenco dei soggetti certificatori accreditati;

c) predisposizione e mantenimento di un portale informatico dedicato alla compilazione e rilascio per via telematica degli attestati di prestazione energetica secondo le disposizioni previste dalla normativa vigente nonché alla pubblicazione dell'elenco di cui alla lettera b);

d) controllo sui certificati energetici e sull'operato dei soggetti certificatori, da eseguire secondo le modalità di cui al paragrafo 4 e secondo le disposizioni definite nel codice deontologico;

e) promozione di attività formative ed aggiornamento dei soggetti certificatori;

f) rilascio della targa energetica.

Per lo svolgimento delle attività di competenza, l'OdA si avvale di procedure e tecnologie che assicurino la massima semplificazione ed informatizzazione.

Al fine di agevolare la costituzione ed il mantenimento del catasto provinciale per le certificazioni energetiche e l'attuazione di un monitoraggio sull'impatto della certificazione energetica nel mercato edilizio, il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4620437 4986168
Allegato B - Schema di convenzione fra l'APRIE e gli Organismi di Accreditamento dei soggetti preposti al rilascio delle certificazioni energetiche


CONVENZIONE

per il riconoscimento degli Organismi di Accreditamento, ai sensi dell'art. 7, comma 4, del D.P.P. 13 luglio 2009, n. 11-13/Leg. e s.m.i.

tra

l'Agenzia Provinciale per le Risorse Idriche e l'Energia, in seguito indicata in acronimo "APRIE", con sede in Trento, via ............. n. ....., Codice Fiscale 00337460224, rappresentata da ............., nato a ....................... il ........., che interviene ed agisce nella sua qualità di Dirigente e legale rappresentante;

e

..............................., con sede legale in ....................., via, .....................Codice Fiscale e Partita IVA ........................., in seguito indicato in acronimo "...........", rappresentato da ....................., nato il ...... a ......................, nella qualità di legale rappresentante.


Premesso che:


a) il titolo IV della legge provinciale 4 marzo 2008, n. 1 "Pianificazione urbanistica e governo del territorio" prevede disposizioni in materia di edilizia sostenibile e libretto del fabbricato;

b) in particolare l'art. 84 della legge provinciale n. 1 del 2008 disciplina la prestazione e la certificazione energetica degli edifici, in attuazione della direttiva 2010/31/UE e in coerenza con le disposizioni statali in materia;

c) con le "Disposizioni regolamentari in materia di edilizia sostenibile in attuazione del titolo IV della legge provinciale 4 marzo 2008, n. 1 (Pianificazione urbanistica e governo del territorio)", emanate con D.P.P. 13 luglio 2009, n. 11- 13/Leg. e s.m.i., di seguito denominato "Regolamento", previste dall'art. 89 della legge provinciale n. 1 del 2008, sono disciplinati, tra l'altro, i requisiti minimi di prestazione energetica per l'edilizia, i criteri e le modalità per il rilascio della certificazione energetica, i criteri e le modalità di promozione della formazione delle professionalità che concorrono al p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4620437 4986169
Allegato C - Schema di codice deontologico per la gestione dei rapporti tra l'Organismo di Accreditamento ed i certificatori iscritti nell'elenco

Ai sensi dell'art. 7, c. 4 del Regolamento, la gestione dei rapporti tra l'Organismo di Accreditamento ed i certificatori iscritti nell'elenco da questi detenuto è strutturata in funzione di un codice deontologico con cui si disciplinano, fra gli altri, anche i provvedimenti di sospensione e di cancellazione dall'elenco.

La sottoscrizione del codice deontologico è un requisito imprescindibile per l'iscrizione nell'elenco dei soggetti facenti richiesta.

Il codice deontologico adottato dall'OdA, allegato alla convenzione da questi sottoscritta, può prevedere delle variazioni rispetto allo schema di seguito riportato. Le eventuali variazioni apportate dall'OdA devono comunque essere tali da non alterare la natura dei contenuti del presente schema.


SCHEMA DI CODICE DEONTOLOGICO

1. Principi generali

1. L'attività di certificatore energetico è esercitata da tecnici e soggetti accreditati in possesso dei titoli e requisiti prescritti dalle norme di tempo in tempo vigenti.

2. I soggetti accreditati sono tenuti ad operare nel pieno rispetto delle norme vigenti, delle regole deontologiche dei rispettivi ordinamenti professionali e delle disposizioni del presente Codice deontologico e ad agire rispettando le specifiche competenze attribuite dalla legislazione vigente a ciascun soggetto accreditato. Qualora un soggetto accreditato non sia in grado di coprire tutti gli ambiti rilevanti di un incarico di certificazione egli è tenuto ad agire unitamente ad altro tecnico accreditato, in modo che i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4620437 4986170
Allegato D - Fissazione dell'entità delle tariffe per l'iscrizione nell'elenco dei soggetti certificatori e per l'emissione per via telematica degli attestati di prestazione energetica

Ai sensi dell'art. 7, c. 7 del Regolamento, sono definite l'entità delle tariffe per l'iscrizione nell'elenco dei soggetti certificatori e l'entità delle tariffe per l'emissione telematica degli attestati attraverso il portale informatico degli Organismi di Accreditamento - OdA. I soggetti certificatori che risultano iscritti ad Ordini e Collegi professionali sono esentati dal pagame

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4620437 4986171
Allegato E - Criteri e modalità di gestione dell'elenco dei soggetti certificatori accreditati e schema delle informazioni sulle competenze e sull'esperienza professionale dei certificatori da riportare nell'elenco pubblicato online

L'iscrizione negli elenchi dei soggetti certificatori presso gli OdA è vincolante per l'esercizio dell'attività di certificatore energetico degli edifici. Tale requisito deve permanere per tutto il periodo per il quale si intende esercitare la suddetta attività, in particolare deve risultare al momento della sottoscrizione del certificato energetico.


CRITERI E MODALITÀ DI GESTIONE DELL'ELENCO DEI SOGGETTI CERTIFICATORI ACCREDITATI

Le modalità di gestione dell'elenco dei soggetti certificatori accreditati sono stabilite come di seguito.


1. Domanda di iscrizione

L'OdA deve fornire una descrizione del processo di accreditamento e la documentazione contenente i requisiti per ottenerlo, i diritti dei richiedenti ed i doveri dei soggetti accreditati che comprendano un codice deontologico. L'OdA deve richiedere che le domande di iscrizione nell'elenco dei certificatori, firmate dal richiedente, siano complete di:

a) una dichiarazione in cui il soggetto accetta di conformarsi ai requisiti necessari per l'accreditamento e di fornire qualsiasi informazione necessaria per la valutazione;

b) informazioni generali sul richiedente: nome e cognome, indirizzo e altre informazioni richieste per identificare il soggetto, tra cui quelle relative alla sua competenza ed esperienza professionale.


2. Valutazione

L'OdA deve esaminare la domanda di iscrizione per confermare che:

a) l'OdA è in grado di rilascia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Professioni
  • Certificazione energetica

Certificazione energetica degli edifici (attestazione della prestazione energetica)

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI, APE E AQE (Generalità; Normativa di riferimento; Durata temporale dell’APE; Forma di rilascio dell’APE e deposito in regione; APE per singola unità immobiliare o per singolo edificio; Esclusioni) - L’APE E L’AQE NEGLI INTERVENTI EDILIZI E NEGLI EDIFICI PUBBLICI (Interventi edilizi; Edifici pubblici ed aperti al pubblico; L’APE NEI TRASFERIMENTI E NELLE LOCAZIONI IMMOBILIARI (Obbligo di produrre e mettere a disposizione l’APE; Obbligo di allegare l’APE ai contratti e clausola da inserire; Obbligo di indicare la prestazione energetica negli annunci commerciali; Riepilogo degli obblighi e degli atti/contratti cui si applicano) - SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI (Premessa; Tecnici abilitati senza necessità di frequentare corsi di formazione; Tecnici abilitati tramite la frequenza di corsi di formazione; Casistica esemplificativa; Corsi di formazione; Requisiti di imparzialità e indipendenza dei certificatori energetici; MONITORAGGIO E CONTROLLI, SANZIONI (Monitoraggio e controlli, banche dati; Sanzioni per il certificatore energetico; Sanzioni per il direttore dei lavori; Sanzioni per il costruttore o il proprietario ; Sanzioni per le parti nei contratti di trasferimento o locazione) - CONTENUTI E MODALITÀ DI REDAZIONE DELL’APE (Contenuti dell’Attestato di prestazione energetica e informazioni presenti; Classi energetiche degli edifici; Procedure e metodi per determinare la prestazione energetica - Software applicativi) - PROCEDURA OPERATIVA PER COMMITTENTE E CERTIFICATORE ENERGETICO (Nomina del certificatore energetico; Informativa da parte del certificatore; Modalità di svolgimento della prestazione da parte del certificatore; Servizi del certificatore energetico: compiti, obblighi e responsabilità del professionista).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Professioni
  • Certificazione energetica
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Esercizio, ordinamento e deontologia

Regione lazio, APE: elenco certificatori, sistema informatico, corsi di formazione abilitanti

Pagina informativa e FAQ sulla base: della Deliberaz. G.R. Lazio 06/12/2017, n. 824, con la quale hano preso il via l’elenco regionale dei tecnici abilitati alla certificazione energetica degli edifici ed il sistema informativo per la gestione degli attestati; della Deliberaz. G.R. Lazio 11/07/2017, n. 398, con la quale sono definiti le linee guida e lo standard formativo per i corsi di formazione e aggiornamento destinati ai tecnici certificatori energetici.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Istruzione, università e ricerca
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Certificazione energetica

Diploma di Tecnico Superiore e accesso alle professioni tecniche

La L. 107/2015 - di riforma degli ordinamenti scolastici - ha introdotto importanti norme che prevedono nuovi sbocchi professionali per i diplomati degli Istituti Tecnici Superiori (ITS), che potranno accedere agli esami di Stato per le professioni di agrotecnico, geometra, perito agrario e perito industriale, alla professione di Certificatore energetico ed a quella di Responsabile tecnico delle imprese abilitate per gli impianti.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Certificazione energetica

I requisiti di prestazione energetica per edifici pubblici e privati validi dal 01/10/2015

Approfondimento sul D.M. 26/06/2015 che definisce le nuove modalità di applicazione della metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici, ivi incluso l’utilizzo delle fonti rinnovabili, nonché le prescrizioni e i requisiti minimi in materia di prestazioni energetiche degli edifici e unità immobiliari. Dalla data della sua entrata in vigore (01/10/2015) cessa di applicarsi il D.P.R. 02/04/2009, n. 59.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Pubblica Amministrazione
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Prevenzione Incendi
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Fisco e Previdenza
  • Calamità/Terremoti
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Informatica
  • Procedimenti amministrativi
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agricoltura e Foreste
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia scolastica
  • Tutela ambientale
  • Difesa suolo
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Tracciabilità
  • Lavoro e pensioni
  • Compravendita e locazione
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Servizi pubblici locali
  • Rifiuti
  • Beni culturali e paesaggio
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Provvidenze

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 192/2014 (L. 11/2015)

Libretto di centrale impianti termici; Smaltimento rifiuti in discarica; SISTRI; Gestione dei rifiuti in Campania; Anticipazione prezzo nei lavori pubblici; Centrali uniche di committenza; Qualificazione contraente generale; Appaltabilità e cantierabilità grandi opere; Messa in sicurezza edifici scolastici; Interventi per il dissesto idrogeologico; Antincendio strutture ricettive; Antincendio nuove attività esistenti; Zone a burocrazia zero; Impianti a fonti rinnovabili e Conto energia in zone terremotate; Macchine agricole; Contribuenti minimi; Locazione immobili pubblici; Sfratti esecutivi; Processo amministrativo digitale; Affidamento servizio distribuzione gas; Accise sul combustibile impiegato per la cogenerazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Energia e risparmio energetico

Emilia Romagna, edifici privati a energia quasi zero

  • Certificazione energetica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Bolzano, applicazione bonus energia

  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Certificazione energetica
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Cogenza parametri verifica prestazione energetica edifici (D.M. 26/06/2015) - Edifici privati

  • Certificazione energetica
  • Impiantistica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative

Cogenza parametri verifica prestazione energetica edifici (D.M. 26/06/2015) - Edifici pubblici