FAST FIND : AR1490

Ultimo aggiornamento
04/04/2018

Ingegneri e Architetti dipendenti e iscrizione alla gestione separata Inps

PREMESSA, INQUADRAMENTO GIURIDICO DELLA VICENDA (Ingegneri e Architetti dipendenti e divieto di iscrizione all’Inarcassa; La “gestione separata” dell’Inps per i lavoratori autonomi; Gestione separata Inps e Ingegneri e Architetti dipendenti - “Operazione Poseidone”) - PUNTO DELLA GIURISPRUDENZA (La posizione delle corti di merito; L’intervento iniziale della Corte di Cassazione; Le motivazioni della posizione assunta dalla Suprema Corte).
A cura di:
  • Dino de Paolis
4511699 4738621
PREMESSA, INQUADRAMENTO GIURIDICO DELLA VICENDA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 4738622
Ingegneri e Architetti dipendenti e divieto di iscrizione all’Inarcassa

L’art. 21 della L. 03/01/1981, n. 6, comma 5 (e prima ancora l’art. 2 della L. 1046/1971) - con disposizione trasposta anche nell’art. 7, comma 5, dello statuto di Inarcassa (la Cassa di pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 4738623
La “gestione separata” dell’Inps per i lavoratori autonomi

La gestione separata dell’Inps è una forma previdenziale istituita a far data dal 01/01/1996 con la finalità di estendere le tutele previdenziali e assicurative a tutti quei soggetti che esercitano per professione abituale, ancorché non esclusiva, attività di lavoro autonomo, e non sono soggetti ad altri versamenti contributivi obbligatori. L’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 4738624
Gestione separata Inps e Ingegneri e Architetti dipendenti - “Operazione Poseidone”

Con riguardo al caso degli Ingegneri e degli Architetti - stante come detto il divieto, stabilito dalla legge e dallo statuto, di iscrizione all’Inarcassa, e l’obbligo di versare comunque a detta cassa il solo contributo integrativo - il co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 4738625
PUNTO DELLA GIURISPRUDENZA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 4738626
La posizione delle corti di merito

Nell’ambito dell’imponente contenzioso che è scaturito dal quadro normativo sopra delineato e dalla posizione assunta dall’Inps, la maggior parte delle sentenze sono state momento favorevoli ai professionisti, prin

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 4738627
L’intervento iniziale della Corte di Cassazione

La Corte di Cassazione è intervenuta per la prima volta in maniera puntuale sulla specifica questione con la sentenza Cass. 18/12/2017, n. 30344, tramite la quale ha fornito il proprio orientamento sulla questione dell’iscrizione alla gestione separata dell’Inps da parte di professionisti, in particolare Ingegneri e Architetti, iscritti ai rispettivi albi e lavoratori dipendenti pubblici e pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 4738628
Le motivazioni della posizione assunta dalla Suprema Corte

In sintesi, la Corte di Cassazione ritiene che gli Ingegneri e gli Architetti iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie, che non possono iscriversi all’Inarcassa, alla quale versano esclusivamente il contributo integrativo in quanto iscritti agli albi, versamento cui non segue la costituzione di alcuna posizione previdenziale a loro beneficio, sarebbero tenuti comunque ad iscriversi alla gestione separata presso l’INPS.

Ciò in quanto - sempre in base all’interpretazione portata avanti dalla sentenza - secondo la “ratio” dell’art. 2 della L. 335/1995, comma 26, l’u

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Previdenza professionale
  • Previdenza professionale
  • Periti Industriali
  • Ingegneri e Architetti
  • Geometri
  • Fisco e Previdenza
  • Professioni

Professioni tecniche: nozione di reddito professionale rilevante ai fini contributivi

I professionisti sono tenuti a versare alle rispettive casse di previdenza i contributi determinati in relazione al loro “reddito professionale”. Dall'interpretazione più o meno restrittiva di tale nozione dipende la determinazione degli importi imponibili che costituiscono la base per il calcolo dei contributi dovuti. Di seguito una breve rassegna delle sentenze di legittimità in materia, con l’indicazione di alcune fattispecie concrete.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Professioni
  • Previdenza professionale

Professionisti tecnici, quando versare i contributi alla Cassa di categoria per attività non “tipiche”

Secondo la Cassazione, il parametro dell'assoggettamento alla contribuzione è la connessione fra l'attività da cui il reddito deriva e le conoscenze professionali, ossia la base culturale su cui l'attività stessa si fonda, e che quindi fa scaturire l’obbligo alla contribuzione della Cassa di categoria anche per attività non rientranti tra quelle “tipiche” riservate agli iscritti agli albi.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Ingegneri e Architetti
  • Previdenza professionale
  • Professioni

Professioni: occorre versare i contributi anche per l'attività di consulenza

Il professionista è tenuto a versare alla Cassa previdenziale i contributi relativi allo svolgimento dell'attività di consulenza. Escluso l'obbligo contributivo solo nel caso in cui non sia ravvisabile una connessione tra l'attività svolta e le conoscenze tipiche del professionista.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Professioni
  • Urbanistica
  • Fisco e Previdenza
  • Pubblica Amministrazione
  • Distributori di carburanti
  • Espropriazioni per pubblica utilità
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Lavoro e pensioni
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Rifiuti
  • Tracciabilità
  • Imposte sul reddito
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

I DD.LL. 98/2011 e 138/2011 punto per punto (correzione conti pubblici 2011-2014)

Disamina delle numerose novità introdotte dai due decreti-legge di luglio e di agosto 2011 contenenti le misure di riordino e correzione dei conti pubblici.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Previdenza professionale
  • Professioni

Casse di previdenza dei professionisti: natura pubblica (TAR Lazio 5938/2013)

Secondo il Tar Lazio la trasformazione da enti privati a enti pubblici degli enti di previdenza dei professionisti è avvenuta per legge con il D.L. 16/2012, convertito nella L. 44/2012.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine

  • Energia e risparmio energetico
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative

Trento, aggiornamento degli installatori di impianti energetici da fonti rinnovabili

  • Impiantistica
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico

Piemonte, formazione installatori impianti alimentati da FER: scadenza e proroga termine

  • Fonti alternative
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico

Friuli Venezia Giulia, aggiornamento degli installatori di impianti energetici da fonti rinnovabili

18/04/2018

29/03/2018

12/03/2018

03/02/2018