FAST FIND : GP16138

Sent. TAR. Campania Napoli 06/10/2017, n. 4689

1. Appalti e contratti pubblici - Rito appalti - Impugnazione provvedimenti di ammissione o esclusione alla gara - Termine di cui all’art. 120, comma 2-bis, del D. Leg.vo 104/2010 - Decorrenza - Pubblicazione sul profilo telematico della stazione appaltante - Principio di stretta interpretazione - Inapplicabilità in assenza di pubblicazione. 2. Appalti e contratti pubblici - Gare - Soccorso istruttorio - Omessa produzione garanzia fideiussoria per l’esecuzione ai sensi dell’art. 39, comma 9, del D. Leg.vo 50/2016 - Carenza non sanabile. 3. Appalti e contratti pubblici - Gare - Termine dilatorio per la stipula del contratto - Decorrenza - Dalla comunicazione della delibera dirigenziale di affidamento.

Dalla redazione

I rimedi alternativi per la risoluzione delle controversie e i poteri di intervento dell’ANAC nel D. Leg.vo 50/2016

Questo articolo - aggiornato alle modifiche introdotte ai poteri di intervento dell’ANAC dall’art. 52-ter del D.L. 50/2017, che hanno in pratica sostituito quelle dell’abrogato art. 211, comma 2, del D. Leg.vo 50/2016 - illustra in maniera operativa e sintetica gli istituti dell’accordo bonario, della transazione, dell’arbitrato e del parere di precontenzioso dell’ANAC, evidenziando sia le differenze con il precedente D. Leg.vo 163/2006 che le novità introdotte dal D. Leg.vo 56/2017, c.d. “correttivo”.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei

Contributo unificato sui ricorsi in tema di appalti pubblici: il parere della Corte UE

Sentenza in data 06/10/2015 sulle cause riunite C-61/14. Legittimi gli importi “maggiorati” nei ricorsi in tema di affidamenti pubblici perché inferiori a soglie oltre le quali sarebbe impossibile o eccessivamente difficile l’esercizio dei diritti. Il Giudice può disapplicare il cumulo nel contesto di una stessa procedura, per ricorsi incidentali o motivi aggiunti che non costituiscono un ampliamento considerevole della controversia.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Dimensioni degli atti difensivi nei giudizi in materia di appalti

L’atto introduttivo del giudizio, il ricorso incidentale, i motivi aggiunti, gli atti di impugnazione della sentenza di primo grado, della revocazione e dell’opposizione di terzo proposti avverso la sentenza di secondo grado, l’atto di costituzione e le memorie dovranno essere contenuti al massimo in 30 pagine.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei

Ricorsi avverso l’aggiudicazione: i termini decorrono nuovamente in caso di irregolarità successiva

La Corte di Giustizia UE: qualora intervenga una nuova decisione successiva all'aggiudicazione, ma che ne possa inficiare la legittimità, si riaprono i termini dell’impugnativa dal momento della comunicazione o della conoscibilità della decisione stessa. Non altrettanto se l’irregolarità risale a prima dell’aggiudicazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici

Criteri ambientali minimi negli appalti pubblici

Il piano d’azione nazionale per il GPP (PAN-GPP); Criteri ambientali minimi negli appalti di servizi e forniture; Obbligatorietà dei criteri ambientali minimi; Applicazione all’intero valore dell’appalto; Criteri ambientali minimi nell’offerta economicamente più vantaggiosa; Documentazione progettuale; CAM in vigore per le varie categorie di servizi e forniture; Struttura dei decreti di approvazione dei CAM; Elenco completo dei CAM in vigore, risposte a FAQ e chiarimenti vari.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 100 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro