FAST FIND : CM915

Meccanismi locali di collasso di edifici in muratura

Allo stato attuale, in parte a causa della crisi economica ma soprattutto per l'orientamento a non proseguire oltre nel consumo del suolo, l'indirizzo prevalente in edilizia è e sarà sempre di più quello del recupero dell'esistente, piuttosto che la progettazione del nuovo.
S.T.S. Software Tecnico Scientifico

 

  

Uno dei campi di applicazione più interessanti, ma anche più insidiosi, riguarda la sicurezza sismica di edifici in muratura.

Le verifiche codificate dalla norma, per l'edificio nel suo complesso, statiche e sismiche, sono esaustive sicuramente per gli edifici nuovi, ma un edificio esistente presenta molte incognite, non conoscibili mai del tutto, anche con esami approfonditi.

Siamo sicuri che i solai siano ben collegati ai muri perimetrali? E comunque, sono collegati allo stesso modo a tutti i muri? E i muri, sono ben collegati ai muri ortogonali? Magari no, perché alcuni sono stati aggiunti in un'altra epoca, ma il proprietario del tempo, cento e più anni fa, non si è premurato di realizzare un progettino e di lasciarlo in bella vista ad uso dei posteri. Insomma, ci possono essere magagne nascoste di ogni tipo, come alla fine viene rivelato se e quando, il più tardi possibile, arriva una bella scossa sismica, più o meno robusta, che le mette a nudo. In questo caso si evidenziano in modo plastico meccanismi parziali di ribaltamento di pareti, sfondamento dei timpani, distacchi di cantonali e quant'altro, perfetti per diventare delle bellissime slide da mostrare nei i prossimi convegni sulla sicurezza sismica.

Il legislatore raccomanda quindi, al punto 8.7.1, di tenere conto necessariamente di fenomeni di collasso di tipo locale:

Nelle costruzioni esistenti in muratura soggette ad azioni sismiche, particolarmente negli edifici, si possono manifestare meccanismi locali e meccanismi d’insieme. I meccanismi locali interessano singoli pannelli murari o più ampie porzioni della costruzione, e sono favoriti dall’assenza o scarsa efficacia dei collegamenti tra pareti e orizzontamenti e negli incroci murari. [...]

La sicurezza della costruzione deve essere valutata nei confronti di entrambi i tipi di meccanismo.

Seguono le indicazioni specifiche circa le formulazioni proposte, ma non è mai superfluo ribadire e sottolineare il succo del problema: per edifici esistenti è NECESSARIO, e in alcuni casi addirittura centrale, effettuare una analisi esaustiva dei possibili meccanismi locali di collasso. Ciò implica una brutta notizia per i progettisti: non è possibile automatizzare tale procedura di calcolo!

Le formulazioni da utilizzare, ad esempio per una verifica a ribaltamento di una parete, sono chiare e relativamente semplici, ma ciò che necessita dell'intervento diretto e, soprattutto, consapevole del progettista è l'individuazione delle zone meritevoli di attenzione dal punto di vista di possibili meccanismi locali.

        

Tale problematica è stata affrontata e risolta con il software CDMaWin della S.T.S. Inputato l'edificio, e sottoposto alle verifiche di tipo standard, il progettista può individuare, definire e testare la sicurezza di diversi meccanismi locali, fino a individuare quelli più critici. Una volta definito e calcolato l'edificio, vanno "disegnate" le porzioni di struttura che potrebbero presentare problemi di ribaltamento di parete singola, ribaltamento di cantonali, campanili o porzioni più complesse di edificio, flessione verticale, flessione orizzontale, sfondamento di timpani, instabilità di murature a doppia cortina e quant'altro. Si possono fare diverse prove, i tentativi più disparati, e quando si individua una situazione che manifesta una qualche sofferenza si può intervenire con tiranti, cordolature aggiuntive o altro, per ripristinare un comportamento unitario della struttura, e quindi redigere una relazione di calcolo completa e affidabile e soprattutto garantire agli occupanti dell'edificio sonni più tranquilli.

 

S.T.S. Software Tecnico Scientifico

SEDE di CATANIA
via Tre Torri 11, 95030 S. Agata li Battiati (CT)
095 7252559 / 095 7254855
SEDE di SIRACUSA
Corso Gelone 39, 96100 Siracusa

Dalla redazione

  • Norme tecniche

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI: ATTUAZIONE ED APPLICAZIONE A DUE ANNI DALL’ENTRATA IN VIGORE - PARTE 2

Contratti sotto soglia; principio di rotazione; requisiti; RUP; commissioni di gara; contrasti giurisprudenziali; ANAC; novità
A cura di:
  • Francesco Dal Piaz
  • Norme tecniche

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI: ATTUAZIONE ED APPLICAZIONE A DUE ANNI DALL’ENTRATA IN VIGORE - PARTE 1

Evoluzione normativa; possibili interventi sul codice; qualificazione delle stazioni appaltanti; regolamento per la programmazione degli acquisti; banca dati nazionale; appalti verdi e sostenibilità
A cura di:
  • Francesco Russo
  • Appalti e contratti pubblici

Le procedure negoziate nei contratti pubblici

Cosa sono le procedure negoziate; procedure negoziate di cui all’articolo 63 del Codice e procedure negoziate per il sottosoglia; Le linee guida ANAC n. 8 sulle prestazioni “infungibili”.
A cura di:
  • Daniele Ricciardi
  • Norme tecniche

I nuovi obblighi in materia di Privacy nel Regolamento GDPR

Norma di riferimento e impostazione della riforma; Accountability; Privacy by design; Privacy by default; Principio della comprova; Corresponsabilità e contitolarità nel trattamento dei dati.
A cura di:
  • Giuseppe Miceli

Regola&Arte - Eventi 2018

Dalle Aziende

  • Edilizia e immobili
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Musei, biblioteche e archivi
  • Ospedali e strutture sanitarie
  • Edifici di culto
  • Edilizia residenziale
  • Alberghi e strutture ricettive

KING-KLIP: i dettagli che fanno la differenza

Sono arrivate le King-Klip: esclusivi accessori di completamento per il sistema per pavimenti sopraelevati KING.
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche

STS Srl - CDP Win e CDW Win

La release 2018 dei software strutturali CDP Win e CDW Win prevede la presenza di fondazioni su micropali, per quanto riguarda plinti, travi di fondazione, platee e fondazioni di muri di sostegno.
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

Il nuovo regolamento europeo sulla Privacy e ACTAGEST Privacy - Sistema di gestione conforme alla normativa sulla privacy

Dal 25 maggio 2018 diventa definitivamente applicabile il nuovo regolamento europeo sulla privacy. ACTAGEST Privacy è una delle 10 soluzioni che compongono il sistema di gestione modulare ACTAGEST per professionisti, società ed enti che operano per progetti, pratiche e commesse, e aggiunge al sistema ACTAGEST la conformità del trattamento dei dati alla normativa sulla privacy.
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Prove di carico

Indagini statiche su strutture. Applicazioni normative, metodologie e condizioni delle prove di carico.
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Zonizzazione sismica
  • Norme tecniche

134 palazzi in costruzione in Abidjan (Costa d’Avorio): un’importante commessa per la sammarinese Nidyon

La tecnologia antisismica Nidyon® è stata scelta per la costruzione di edifici di alta qualità in Costa d’Avorio.
  • Informatica

Certificazione energetica e BIM

Come cambia il modo di lavorare e quali sono i reali vantaggi per il tecnico.
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

ACTASTIME: la norma UNI 11612:2015 e la valutazione degli immobili con il metodo di stima per comparazione MCA – Aprile 2018

ACTASTIME consente la redazione di perizie di stima conformi alla norma UNI 11612:2015 che definisce i principi e i procedimenti funzionali alla stima del valore di mercato degli immobili, ma rimangono ancora dubbi e perplessità sull’applicabilità della stima per comparazione con il metodo MCA.
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Musei, biblioteche e archivi
  • Ospedali e strutture sanitarie
  • Edilizia residenziale
  • Edifici di culto
  • Alberghi e strutture ricettive

King Junior: il supporto regolabile con base basculante a basso spessore, per pavimenti sopraelevati di alto profilo

King Junior porta le tecnicità del supporto KING a prestazioni estreme: è in grado, infatti, di applicare l’innovazione tecnologica di King alla tecnica costruttiva più esigente. King Junior è l’unico supporto regolabile al mondo in grado di compensare le pendenze del piano di posa già da 12 mm di altezza fino a 30 mm, correggendo la pendenza dell’1,5%.King Junior diventa risolutivo nelle ristrutturazioni, dove i vincoli delle soglie limitano il raggio d’azione degli altri supporti