31 mar 2018

FAST FIND : SC1236

Ultimo aggiornamento
20/12/2017

Lombardia: presentazione o aggiornamento della Comunicazione nitrati per l'anno 2018

Il decreto fissa dal 08/01/2018 al 31/03/2018 il periodo per la presentazione o aggiornamento della Comunicazione nitrati per l’anno 2018 per le imprese:

  • soggette alla presentazione della Comunicazione nitrati, eventualmente integrata con il Piano di utilizzazione agronomica, nel rispetto delle d.g.r. 5171/2016 e 5418/2016 rispettivamente per le zone vulnerabili e non vulnerabili ai sensi della direttiva nitrati 91/676/CEE;
  • la cui Comunicazione nitrati in vigore sia stata oggetto di modifiche sostanziali come previsto al capitolo 2.4.4 dalle d.g.r. 5171/2016 e 5418/2016, oppure sia scaduta per decorrenza dei termini di validità pari a 5 anni.

Dalla redazione

Albo progettisti interventi di adeguamento impianti di trattamento acque reflue urbane

Alla luce delle disposizioni introdotte dal D.L. 243/2016, questa pagina informativa tratta: la normativa in tema di trattamento delle acque reflue urbane, il ritardo infrastrutturale italiano e le conseguenti procedure di infrazione europee e le norme introdotte per un rapido adeguamento alla normativa, con particolare riguardo alla istituzione di un albo unico dei progettisti per gli interventi inferiori a 1.000.000 di Euro.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Il “Collegato ambientale” 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella L. 28/12/2015, n. 221 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, cosiddetta “Legge sulla green economy” o “Collegato ambientale”), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Buono stato ambientale dei mari: indicatori associati ai traguardi e programmi di monitoraggio (D.M. 11/02/2015)

Il D.M. 11/02/2015 che definisce gli indicatori associati ai "traguardi ambientali", di cui all’art. 10, comma 1, del D. Leg.vo 190/2010, a loro volta definiti dal precedente D.M. 17/10/2014, ed i "programmi di monitoraggio" coordinati per la valutazione continua dello stato ambientale delle acque marine, di cui all'art. 11, comma 1, del medesimo D. Leg.vo 190/2010.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese

Requisiti del buono stato ambientale delle acque marine

Il D.M. 17 ottobre 2014 ha stabilito i requisiti del buono stato ambientale delle acque marine, per avviare il recepimento della Direttiva quadro n. 2008/56/CE sulla strategia per l’ambiente marino, nonché i traguardi ambientali, suddivisi in una serie di descrittori. Il provvedimento arriva con un ritardo superiore ai due anni sulla deadline che il D. Leg.vo n. 190/2010 aveva previsto al 15 luglio 2012.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese

02/12/2017

18/07/2016

07/02/2016

17/01/2018