FAST FIND : CM912

Cosa sono i rischi specifici? Perché vanno valutati e come? Blumatica ci viene in aiuto

Il D.lgs. 81/08 (Testo Unico della Sicurezza) definisce gli obblighi del datore di lavoro e gli aspetti che occorre prendere in considerazione per il rispetto dei requisiti di natura cogente relativi alla valutazione dei rischi.
Blumatica

Per i rischi di natura stocastica (scivolamento, cadute a livello, ecc.), per i quali non esistendo norme tecniche di riferimento, l’entità del rischio viene calcolata assegnando un opportuno valore alla probabilità di accadimento ed alla gravità del danno

Per i rischi di natura specifica (rumore, vibrazioni, chimico, movimentazione manuale dei carichi, ecc.), il D.lgs. 81/08 rimanda alle norme tecniche (standard ISO, norme UNI, Linee guida) che contemplano opportuni algoritmi di calcolo per l’individuazione della classe di rischio.




Per quanti rischi specifici esistono norme tecniche di riferimento? Oltre 20!
Quelli comunemente presenti in molte attività lavorative sono:
-  Rumore
-  Vibrazioni mano – braccio e corpo intero
-  MMC – (Sollevamento e trasporto, Traino e spinta, Movimenti ripetitivi)
-  Chimico, biologico e cancerogeno
-  Legionella
-  Amianto
-  Campi elettromagnetici
-  Microclima
-  Radiazioni solari
-  Radiazioni ottiche artificiali
-  Atmosfere esplosive
-  Videoterminale

Per la valutazione del rumore, ad esempio, vengono prese in considerazione due norme tecniche fondamentali, la UNI 9432:2011 e la UNI EN ISO 9612:2011, che forniscono il metodo per la misurazione del rumore, la valutazione dell’esposizione e l’individuazione delle incertezze di misura.

Se una determinata attrezzatura sottopone i lavoratori a rischio vibrazioni mano-braccio o corpo intero, i livelli di esposizione sono individuati rispettivamente sulla base delle norme UNI EN ISO 5349 ed UNI EN ISO 2631.

Se in un determinato contesto lavorativo dobbiamo analizzare il rischio per la salute e sicurezza relativo all’esposizione ad agenti chimici pericolosi, possiamo utilizzare uno dei modelli di calcolo proposti dai gruppi tecnici delle ASL italiane:

Mo.Va.Ris.Ch., a cura delle Regioni Emilia Romagna, Lombardia e Toscana
Al.Pi.Ris.Ch., a cura del gruppo di lavoro “rischio chimico”, istituito dalla Regione Piemonte
ISPRA, modello a cura dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale


La metodologia utilizzata per la valutazione dei rischi per la sicurezza si basa sulla Direttiva Agenti Chimici 98/24/CE.

Il rischio legato alle movimentazioni dei carichi è uno dei più complessi da valutare perché strettamente connesso ad uno studio preciso della movimentazione eseguita.

La famiglia delle ISO 11228 parti 1, 2, 3 si occupa di assegnare gli standard per l’analisi dettagliata delle tre tipologie di movimentazione:
 
-  ISO 11228 – 1 per l’analisi del rischio da sollevamento e trasporto
-  ISO 11228 – 2 per la valutazione della movimentazione da spinta e traino
-  ISO 11228 – 3 per l’analisi dei bassi carichi ad alata frequenza

In supporto a tali normative, nel 2014 è stato pubblicato il Technical Report 12295, un applicativo delle ISO 11228 che fornisce gli strumenti per lo studio delle movimentazioni secondo gli algoritmi di calcolo previsti dalle norme tecniche.

Per ampliare l’applicazione di ISO 11228-1, la ISO TR 12295 propone nuovi criteri che consentono di analizzare, ad esempio, compiti di sollevamento complessi ossia compiti compositi e compiti variabili.

Blumatica DVR è il software Blumatica per gestire la sicurezza per qualsiasi realtà aziendale. A corredo, Modelli Standard con una struttura organizzativa tipo (ambienti, impianti e lavorazioni con pericoli già individuati, rischi valutati e relative misure di prevenzione e protezione attuate o da attuare).
Integrate le funzioni per valutare tutti i rischi specifici esistenti (oltre 25): si ottengono automaticamente le valutazioni specifiche dalla individuazione delle fasi lavorative o delle mansioni.



L’innovativa logica SAAT (Software As A Teacher) aiuta il tecnico ad usare al meglio il software e ad essere costantemente aggiornato rispetto alla normativa vigente. Specifici help contestuali contengono indicazioni precise sulle norme UNI, standard ISO e linee guida di riferimento per la valutazione dei rischi specifici.

 

 

Via Irno s.n.c.
84098 Pontecagnano Faiano (SA)
Tel: 089.848601
Fax: 089.848741
e-mail: info@blumatica.it
Sito Web: www.blumatica.it

Dalla redazione

  • Norme tecniche

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI: ATTUAZIONE ED APPLICAZIONE A DUE ANNI DALL’ENTRATA IN VIGORE - PARTE 2

Contratti sotto soglia; principio di rotazione; requisiti; RUP; commissioni di gara; contrasti giurisprudenziali; ANAC; novità
A cura di:
  • Francesco Dal Piaz
  • Norme tecniche

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI: ATTUAZIONE ED APPLICAZIONE A DUE ANNI DALL’ENTRATA IN VIGORE - PARTE 1

Evoluzione normativa; possibili interventi sul codice; qualificazione delle stazioni appaltanti; regolamento per la programmazione degli acquisti; banca dati nazionale; appalti verdi e sostenibilità
A cura di:
  • Francesco Russo
  • Appalti e contratti pubblici

Le procedure negoziate nei contratti pubblici

Cosa sono le procedure negoziate; procedure negoziate di cui all’articolo 63 del Codice e procedure negoziate per il sottosoglia; Le linee guida ANAC n. 8 sulle prestazioni “infungibili”.
A cura di:
  • Daniele Ricciardi
  • Norme tecniche

I nuovi obblighi in materia di Privacy nel Regolamento GDPR

Norma di riferimento e impostazione della riforma; Accountability; Privacy by design; Privacy by default; Principio della comprova; Corresponsabilità e contitolarità nel trattamento dei dati.
A cura di:
  • Giuseppe Miceli

Regola&Arte - Eventi 2018

Dalle Aziende

  • Edilizia e immobili
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Musei, biblioteche e archivi
  • Ospedali e strutture sanitarie
  • Edifici di culto
  • Edilizia residenziale
  • Alberghi e strutture ricettive

KING-KLIP: i dettagli che fanno la differenza

Sono arrivate le King-Klip: esclusivi accessori di completamento per il sistema per pavimenti sopraelevati KING.
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche

STS Srl - CDP Win e CDW Win

La release 2018 dei software strutturali CDP Win e CDW Win prevede la presenza di fondazioni su micropali, per quanto riguarda plinti, travi di fondazione, platee e fondazioni di muri di sostegno.
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

Il nuovo regolamento europeo sulla Privacy e ACTAGEST Privacy - Sistema di gestione conforme alla normativa sulla privacy

Dal 25 maggio 2018 diventa definitivamente applicabile il nuovo regolamento europeo sulla privacy. ACTAGEST Privacy è una delle 10 soluzioni che compongono il sistema di gestione modulare ACTAGEST per professionisti, società ed enti che operano per progetti, pratiche e commesse, e aggiunge al sistema ACTAGEST la conformità del trattamento dei dati alla normativa sulla privacy.
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Prove di carico

Indagini statiche su strutture. Applicazioni normative, metodologie e condizioni delle prove di carico.
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Zonizzazione sismica
  • Norme tecniche

134 palazzi in costruzione in Abidjan (Costa d’Avorio): un’importante commessa per la sammarinese Nidyon

La tecnologia antisismica Nidyon® è stata scelta per la costruzione di edifici di alta qualità in Costa d’Avorio.
  • Informatica

Certificazione energetica e BIM

Come cambia il modo di lavorare e quali sono i reali vantaggi per il tecnico.
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

ACTASTIME: la norma UNI 11612:2015 e la valutazione degli immobili con il metodo di stima per comparazione MCA – Aprile 2018

ACTASTIME consente la redazione di perizie di stima conformi alla norma UNI 11612:2015 che definisce i principi e i procedimenti funzionali alla stima del valore di mercato degli immobili, ma rimangono ancora dubbi e perplessità sull’applicabilità della stima per comparazione con il metodo MCA.
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Musei, biblioteche e archivi
  • Ospedali e strutture sanitarie
  • Edilizia residenziale
  • Edifici di culto
  • Alberghi e strutture ricettive

King Junior: il supporto regolabile con base basculante a basso spessore, per pavimenti sopraelevati di alto profilo

King Junior porta le tecnicità del supporto KING a prestazioni estreme: è in grado, infatti, di applicare l’innovazione tecnologica di King alla tecnica costruttiva più esigente. King Junior è l’unico supporto regolabile al mondo in grado di compensare le pendenze del piano di posa già da 12 mm di altezza fino a 30 mm, correggendo la pendenza dell’1,5%.King Junior diventa risolutivo nelle ristrutturazioni, dove i vincoli delle soglie limitano il raggio d’azione degli altri supporti