FAST FIND : AR1451

Ultimo aggiornamento
14/11/2017

Toscana, efficientamento energetico degli immobili pubblici

Concessione di un contributo in c/capitale fino ad un massimo dell’80% delle spese totali per la realizzazione di progetti di efficientamento energetico degli immobili pubblici esistenti. Ammissibilità, fra le altre, delle spese per investimenti materiali (impianti, macchinari attrezzature, sistemi e materiali); opere edili e impiantistiche (inclusi oneri sicurezza e rimozione e smaltimento amianto su edifici costruiti o oggetto di interventi ante 28/04/1992); delle spese tecniche (progettazioni, diagnosi energetiche, studi e consulenze professionali, etc.); IVA se indetraibile.
A cura di:
  • Club Mep Network
4210737 4210764
ULTIMI AGGIORNAMENTI

- 08/09/2017 - Pubblicazione del Decreto n. 12954 del 08/09/2017 - Integrazione del bando di cui al Decreto n.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4210737 4210765
INFORMAZIONI GENERALI

CONTESTO
GEOGRAFICO

REGIONE TOSCANA

TIPOLOGIA

INIZIATIVA A SPORTELLO

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4210737 4210766
BENEFICIARI, REQUISITI, TIPI INTERVENTO

I beneficiari pubblici sono gli Enti Locali, quali Comuni, Province, Città Metropolitane, Unioni di Comuni, e le Aziende Sanitarie Locali e Aziende Ospedaliere. Ciascuna domanda deve riguardare interventi da realizzarsi su uno o più edifici pubblici, purché in quest’ultimo caso risultino catastalmente confinanti e adibiti alla medesima destinazione d'uso (es. scolastica, sanitaria, etc.).

Gli edifici alla data della presentazione della domanda, devono:

a) essere localizzati nella regione;

b) essere esistenti e utilizzati (esclusa la nuova costruzione, demolizione /ricostruzione, ampliamento e sopra elevazione);

c) avere impianti di climatizzazione invernale e/o estiva;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4210737 4210767
SPESE AMMISSIBILI, ENTITÀ CONTRIBUTO

Le spese ammissibili, strettamente connesse e necessarie alla preparazione e realizzazione degli interventi e sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda (eccetto le spese tecniche ammissibili dal 26/04/2016), risultano le seguenti:

a) investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto, ivi inclusi gli oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d’asta;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Piemonte, efficientamento energetico e fonti rinnovabili nei piccoli comuni

Sostegno ai Comuni, in forma singola o associata, ed alle Unioni di Comuni, con popolazione fino a 5.000 abitanti, per interventi di riduzione dei consumi energetici e delle emissioni climalteranti mediante la riqualificazione energetica e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili degli edifici pubblici.
A cura di:
  • Club Mep Network

Riqualificazione energetica immobili delle P.A. centrali (D.M. 16/09/2016)

Modalità di attuazione del programma di interventi per il miglioramento della prestazione energetica degli immobili della pubblica amministrazione centrale. Interventi ammessi, esclusioni, criteri di valutazione dei progetti, linee guida per la presentazione delle proposte progettuali (maggio 2017) e tutti gli altri dettagli. La realizzazione è affidata ai Provveditorati, previa stipula di convenzioni con l’amministrazione proponente ed i ministeri eroganti il finanziamento (MISE, MATTM).
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Tutti i termini prorogati dal Decreto-Legge “Milleproroghe” 244/2016 (L. 19/2017)

Rassegna completa di tutti i termini in scadenza di interesse di professionisti tecnici, enti e pubbliche amministrazioni, imprese, prorogati dal consueto decreto-legge “Milleproroghe” (D.L. 244/2016 convertito in legge dalla L. 19/2017). Prevenzione incendi; Protezione civile, calamità e terremoti; Appalti, opere e infrastrutture; Pubblica amministrazione; Ambiente, fonti rinnovabili e sicurezza sul lavoro; Varie.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini

Cambio titolarità impianti incentivati presso GSE

Le indicazioni fornite dal Gestore dei Servizi Energetici con il “Manuale utente per la richiesta di trasferimento di titolarità” - aggiornato a maggio 2017 - che chiarisce le procedure da seguire e gli adempimenti a carico degli operatori che intendano effettuare una richiesta di trasferimento della titolarità dell’impianto che abbia acquisito il diritto all’erogazione di incentivi. Previste poi nuove modalità specifiche valide dal 01/01/2016 per i certificati bianchi.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

18/11/2016

11/11/2016

24/09/2016