FAST FIND : NN16224

R.D.L. 22/11/1937, n. 2105

Nuovo testo delle norme tecniche di edilizia con speciali prescrizioni per le località colpite dai terremoti.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L. 25/04/1938, n. 710 (Legge di conversione), riportate in corsivo
- R.D.L. 07/09/1939, n. 1326 (L. 16/11/1939, n. 1824)
- L. 21/08/1940, n. 1393
Scarica il pdf completo
4197131 4200520
Preambolo


VITTORIO EMANUELE III

PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTÀ DELLA NAZIONE

RE D'ITALIA

IMPERATORE D'ETIOPIA


Vista la legge 19 luglio 1914, n. 761;

Visto il R. decreto 13 maggio 1915, n. 775;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200521
Art. 1.

Alle norme tecniche contenute nel R. decreto-legge 25 marzo 1935-XIII, n. 640

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200522
Art. 2.

N3

Le norme tecniche di edilizia di cui all'art. 3 del presente decreto sono applicabili in tutti i Comun

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200523
Norme per tutti i Comuni del Regno non colpiti dai terremoti
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200524
Art. 3. - Regolamenti edilizi

In tutti i Comuni del Regno nei quali non è prescritta la osservanza delle norme contenute negli articoli 7 e succe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200525
Art. 4. - Costruzioni in muratura

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200526
Art. 5. - Norme tecniche di buona costruzione

È resa obbligatoria in qualsiasi opera edilizia l'osservanza delle buone regole dell'arte del costruire, in relazione anche ai materiali ed ai sistemi costruttivi adottati nei rispettivi territori.

Tra le norme tecniche da prescrivere debbono essere principalmente comprese quelle indicate nei seguenti paragrafi:

a) è vietato costruire edifici sul ciglio o al piede dei dirupi, su terreni di eterogenea struttura, detritici o franosi, o comunque atti a scoscendere. Tuttavia è consentito di costruire edifici su appicchi di roccia compatta, sempre quando venga lasciata tra il ciglio e il piede degli edifici adeguata banchina o ritiro;

b) le fondazioni, quando è possibile, debbono posare sulla roccia viva e compatta opportunamente ridotta a piani orizzontali e denudata dal cappellaccio, ovvero su terreno di buona consistenza, nel quale debbono essere convenientemente incassate.

Quando non si possa raggiungere il terreno compatto e si debba fabbricare su terreni di riporto recente o comunque sciolti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200527
Art. 6. - Sanzioni

Coloro che intendano fare nuove costruzioni, ovvero modificare od ampliare quelle esistenti, debbono chiedere al Podestà apposita autorizzazione, obbligandosi ad osservare le norme particolari dei regolamenti di edilizia e d'igiene comunali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200528
Art. 6-bis.

N2

Negli abitati da consolidare compresi nella tabella E allegata alla legge 31 marzo 1904, n. 140, nella tabella G

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200529
Norme per le località sismiche della 1ª e della 2ª categoria
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200530
PARTE I. - NUOVE COSTRUZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200531
Art. 7. - Terreni sui quali sono vietate le nuove costruzioni

È vietato di costruire edifici sul ciglio o al piede di dirupi, su terreni di eterogenea struttura, detritici o fra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200532
Art. 8. - Terreni sistemati a ripiani

Quando il terreno è in pendio ed atto alla costruzione, può consentirsi, ai fini edilizi, la sistemazione a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200533
Art. 9. - Strade

Nei nuovi centri abitati, negli ampliamenti di quelli esistenti, nell'apertura di nuove strade e nel prolungamento di abitati lungo strade esistenti dipendenti da piani regolatori, le strade devono essere larghe non meno di m. 10.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200534
Art. 10. - Altezza normale degli edifici e numero dei piani

(Per la 1ª categoria)

L'altezza dei nuovi edifici, nelle fronti verso strade, rappresentata dalla massima differenza di livello tra la linea di gronda ed il terreno, ovvero, ove esistano, il piano o marciapiede stradale nell'immediata vicinanza degli edifici stessi,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200535
Art. 11. - Maggiori altezze o maggior numero di piani

In casi eccezionali, allorché trattasi di edifici pubblici o di uso pubblico od a scopo industriale, ovvero di edif

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200536
Art. 12. - Altezza degli edifici in relazione alla larghezza delle strade e alla distanza dagli altri edifici

Le nuove case non possono avere verso la strada sulla quale prospettano altezza maggiore di una volta e mezzo la larghezza della strada stessa.

La larghezza degli intervalli di isolamento tra 4 muri frontali di due edifici vicini, deve essere pari alla metà altezza dell'edificio più alto, e, in ogni caso, non inferiore a m. 4, purché l'area frapposta sia sottratta al pubblico transito mediante opportune chiusure.

Qualora detta area sia aperta a pubblico passaggio gli edifici debbono essere

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200537
Art. 13. - Eventuali deroghe alle antecedenti disposizioni

Quando le strade e gli intervalli di isolamento, sui quali prospettano le fronti di un edificio, abbiano dovunque la largh

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200538
Art. 14. - Altezza dei piani cantinati

L'altezza dei piani, misurata fra pavimento e pavimento, oppure fra il pavimento e la linea di gronda, non può, di regola, superare metri 5, salvo il caso di terreni in pendio, nei quali l'altezza dei piani terreni può raggiungere metri 6

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200539
Art. 15. - Altezza degli edifici fuori dei centri abitati

Le nuove costruzioni, fuori dei centri abitati o nel prolungamento dei centri abitati lungo le strade esistenti non contemplate

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200540
Art. 16. - Divieto di opere sopra il piano di gronda

Al di sopra del piano di gronda non si possono eseguire opere di alcuna specie, esclusi i muri di timpano, i fumaioli, i parapetti dei terrazzi o gli attici, gli abbaini, i lucernari e la gabbia della scala.

Anche quando quest'ultima prosp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200541
Art. 17. - Materiali e mano d'opera

I lavori di costruzione dei fabbricati debbono essere eseguiti secondo le migliori regole dell'arte, con buoni materiali e con accurata mano d'opera.

La muratura deve essere eseguita con malta cementizia o com

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200542
Art. 18. - Sistemi costruitivi

Salvo i casi previsti dal successivo art. 19, gli edifici debbono essere costruiti con strutture atte a resistere contemporaneamente a sollecitazioni di compressione o trazione, flessione e taglio.

Per l'esecuzione delle opere in conglomerato cementizio e per l'accettazione dei leganti idraulici, debbono sempre essere osservate le norme vigenti al momento dell'inizio dei lavori.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200543
Art. 19. - Costruzioni in muratura ordinaria

(Per la 1ª categoria)

È obbligatorio l'impiego della muratura ordinaria di cui al precedente art. 17, nella costruzione di edifici fino a tre piani.

Per gli edifici fino a due piani è consentita la muratura di pietrame listata.

Per gli edifici a tre piani tutte le murature devono essere di mattoni o di blocchi; però le fondazioni, per intero od almeno per lo strato inferiore alto non meno di m. 0,40, debbono essere di conglomerato cementizio.

Tali edifici debbono corrispondere inoltre alle seguenti condizioni:

a) devono essere di altezza non superiore ai m. 9, se a due piani, e non superiore ai m. 12,50 se a tre piani. Detta altezza va misurata coi criteri di cui al precedente art. 10;

b) i muri maestri (e cioè i perimetrali, quelli interni trasversali e, nei corpi di fabbrica, multipli, quelli longitudinali interni o di spina) debbono essere collegati fra loro. Debbono inoltre intersecarsi a distanze non superiori a m. 6 da asse ad asse; diversamente, mai purché dette distanze non superino i m. 12, i muri stessi debbono essere muniti di lesene di rinforzo a distanze non superiori e metri 5 da asse ad asse, di aggetto e larghezza uguali almeno allo spessore di essi.

Tanto i muri, che le lesene non debbono mai essere costruiti in falso tra un piano e l'altro.

Quando si tratti di costruzione di edifici pubblici o di u

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200544
Art. 20. - Costruzioni in legno

Le costruzioni in legno sono ammesse soltanto per gli edifici la cui altezza non sia, superiore a m. 8 e abbiano da tutti i lati una zona libera

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200545
Art. 21. - Fondazioni

Le fondazioni debbono realizzare un saldo collegamento della fabbrica col terreno; debbono essere costituite da muri continui, concatenati fra loro, e non essere mai appoggiate

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200546
Art. 22. - Volte

È vietato al di sopra del suolo l'uso delle volte in muratura.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200547
Art. 23. - Solai

Negli edifici in muratura ordinaria, le travi portanti dei solai devono essere munite di collegamenti trasversali con interasse non superiore a metri 2.

Le travi debbono appoggiar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200548
Art. 24. - Materiali dei soffitti

I soffitti ed i rivestimenti dei solai debbono formarsi con materiali leggeri, quali: tele, assicelle sottili, cartone, la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200549
Art. 25. - Scale

È vietato l'uso di scale a sbalzo e di quelle portate da archi e volte di muratura.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200550
Art. 26 - Porte e finestre

Nelle costruzioni di cui al precedente art. 18 i vani delle porte e delle finestre debbono essere incorniciati da telaio di cemento armato, prolungando alcune membrature del telaio del vano sino all'incontro dei montanti o dei correnti dell'intelaiatura principale.

Nelle costruzioni in muratura ordi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200551
Art. 27. - Costruzioni in oggetto

È vietata qualsiasi costruzione in aggetto o a sbalzo, fatta eccezione pei balconi, le cornici ed i protendimenti dei tetti dalla fronte dei muri. I balconi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200552
Art. 28. - Tetti e terrazze

La struttura dei tetti deve escludere qualsiasi spinta orizzontale, da elidersi mediante catene rese solidali con il telaio di coronamento alla sommità dei muri.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200553
Art. 29. - Condutture

Le condutture di ogni specie, siano esse canne di camini e di caloriferi, o tubolature di acquai, di latrine, o di acque piovane o potabili, ecc., debbono essere isolate dalle membrature dell'organismo resistente.

Nelle costruzioni di muratura ordinaria le condutture non debbono intaccare la grossezza dei muri.

Le condutture di camini o di caloriferi nei tratti attraversanti gli edifici dovranno, se in lamiera di ferro, essere collocate dentro altri tubi di cemento od amianto.

I sostegn

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200554
Art. 30. - Divieti ed eccezioni

(Per la 1ª categoria)

Sono vietati:

a) la sopraelevazione di edifici la cui struttura non corrisponda alle prescrizioni dello presenti norme. Può soltanto ammettersi, previo parere del Genio civile competente, da darsi caso per caso, la sopraelevazione di un sol piano nelle case a solo piano terreno, anche quando le case esistenti siano state costruite con muratura di pietrame non listata, a condizione che per tutto quanto riguarda la qualità dei materiali impiegati, gli spessori e lo distanze fra asse ed asse dei muri maestri, sia in fondazione che in elevazione e la larghezza delle strade, ecc., siano state rispettate le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200555
Art. 31. - Calcoli di stabilità

(Per la 1ª categoria)

Nei calcoli di stabilita degli edifici con intelaiatura di cemento armato o completamente metallica o con altri sistemi si debbono considerare le seguenti forze agenti sulle strutture resistenti dell'edificio:

a) il peso proprio delle varie parti ed il sopraccarico accidentale, distribuito in modo da produrre le maggiori sollecitazioni.

Per tenere conto dell'accelerazione sismica dipendente dal moto sussultorio, si considererà un carico totale uguale alla somma del peso proprio più 1/3 del sopraccarico accidentale aumentato del 40%, sempreché il carico totale così ottenuto non risulti inferiore alla somma del peso proprio e del sopraccarico accidentale;

b) forze orizzontali applicate alle masse delle varie parti dell'edificio, dipendenti dalle accelerazioni sismiche ad esso trasmesse dal moto ondulatorio. Tali forze debbono

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200556
PARTE II - RICOSTRUZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200557
Art. 32. - Modalità costruttive - Divieti ed eccezioni

(Per la 1ª categoria)

Le ricostruzioni totali o parziali sul sito anteriormente occupato dagli edifici che per qualsiasi causa siano stati distrutti o demoliti debbono eseguirsi con tutte le norme della precedente parte e quelle dei seguenti art. 33 e 34.

Esse però sono vietate allorché il terreno di fondazione non offre le garanzie stabilite dall'art. 7 per l'impianto di nuove costruzioni.

Nei Comuni o nelle frazioni di Comun

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200558
Art. 33. - Larghezze stradali e altezze degli edifici

Escluso il caso della esistenza di piani regolatori o di regolamenti edilizi che dispongano altrimenti, le ricostruzioni d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200559
Art. 34. - Utilizzazione delle vecchie fondazioni

Nelle ricostruzioni è concessa l'utilizzazione delle fondazioni preesistenti quando esse non siano lesionate ed abb

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200560
PARTE III. - RIPARAZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200561
Art. 35. - Criteri generali - Divieti ed eccezioni

La riparazione degli edifici danneggiati deve essere diretta a conseguire condizioni di stabilità migliori di quelle preesistenti al terremoto affinché possano resistere all'eventuale ripetersi di scosse. Pertanto le riparazioni organiche, intese cioè a modificare e consolidare le strutture r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200562
Art. 36. - Strutture varie

Le disposizioni del presente articolo possono applicarsi soltanto a quegli stabili che richiedano riparazioni organiche ai sensi del precedente art. 35. Spetta agli uffici del Genio civile competente stabilire caso per caso i criteri tecnici da seguire nelle riparazioni, tenute presenti le condizioni generali dei fabbricati e specialmente nei riguardi delle strutture portanti di essi e del loro organismo generale. Comunque debbono essere osservate le seguenti disposizioni:

1° le fondazioni lesionate o insufficienti debbono essere riparate o rinforzate; quando ciò non sia possibile è vietata la riparazione d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200563
Art. 37. - Edifici in cemento armato o comunque intelaiati

Gli edifici in cemento armato che presentino lesioni tali nelle membrature delle ossature resistenti, da renderli inutiliz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200564
Art. 38. - Edifici non interamente caduti

Per gli edifici non interamente distrutti o demoliti sono applicabili le norme per le ricostruzioni alle parti da ricostru

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200565
Art. 39. - Edifici di speciale importanza artistica

Per l'esecuzione li qualsiasi lavoro in edifici o manufatti di carattere monumentale o aventi comunque interesse archeolog

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200566
PARTE IV. - SANZIONI - AZIONI - PROCEDIMENTI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200567
Art. 40. - Denunzia dei lavori e presentazione del relativo progetto

Nelle località sismiche di cui agli articoli 7 e seguenti del presente decreto, chiunque intenda procedere a riparazioni, ricostruzioni, e nuove costruzioni, è tenuto a darne preavviso scritte, no

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200568
Art. 41. - Autorizzazione per l'inizio dei lavori

Non si possono iniziare i lavori senza l'autorizzazione scritta dell'ufficio del Genio civile competente, della quale, con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200569
Art. 42. - Registro delle denunzie dei lavori

In ciascun Comune deve essere tenuto costantemente aggiornato un registro delle denunzie di lavori, con tutte indicazioni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200570
Art. 43. - Ammende in caso di contravvenzione

Qualunque inosservanza alle disposizioni contenute nelle presenti norme è punita con l'ammenda da L. 50 a L. 3000.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200571
Art. 44. - Accertamento della contravvenzione

Appena avuta notizia, del fatto costituente la contravvenzione, il Pretore deve ordinare, quando ciò sia necessario, le convenienti constatazioni tecniche per mezz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200572
Art. 45. - Emissione del decreto penale

In base al verbale di accertamento, di cui all'articolo precedente, il Pretore emette immediatamente decreto motivato col quale:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200573
Art. 46. - Intervento del Genio civile in caso di opposizione

Quando sia proposta opposizione al decreto di cui al precedente articolo, a cura del cancelliere deve essere comunicato l'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200574
Art. 47. - Sospensione dei lavori

Dal memento della notifica del decreto di cui all'art. 45 e fino al procedimento definitivo, l'intimato deve sospendere i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200575
Art. 48. - Perizie

Quando ai fini del dibattimento siano necessari ulteriori accertamenti tecnici, il Pretore, su istanza dell'imputato o d'u

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200576
Art. 49. - Effetti del decreto penale e della sentenza

I provvedimenti di cui alla lettera b) dell'art. 45 si devono emettere sia nei decreti che nelle sentenze, anche quando si

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200577
Art. 50. - Comunicazione del provvedimento al Genio civile

Una copia di ogni decreto, ordinanza di esecuzione o sentenza che vengano emessi in virtù delle precedenti disposiz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200578
Art. 51. - Penale in caso di ritardo nella modificazione o demolizione delle opere - Demolizione d'ufficio

Se divenuti esecutivi il decreto o la sentenza il condannato non si uniformi all'obbligo impostogli di modificare o demoli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200579
Art. 52. - Modalità per le esecuzioni di ufficio

Per gli adempimenti demandati al Genio civile a norma del 2° comma del precedente art. 51, è iscritta annualmente in apposito capitolo dello stato di previsi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200580
Art. 53. - Provvedimenti di iniziativa del Prefetto

Quando concorrano ragioni di particolare gravità ed urgenza, il Prefetto può, per modificazioni richieste da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200581
Art. 54. - Vigilanza per l'osservanza delle norme tecniche

Nelle località sismiche di cui agli articoli 7 e seguenti del presente decreto, gli ufficiali di Polizia giudiziaria, gli ufficiali del Genio civile, “gli ingegneri e geometri degli uffici tecnici erariali&rd

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200582
PARTE V - DISPOSIZIONI GENERALI E TRANSITORIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200583
Art. 55. - Denuncia dello stato dei lavori - Revisione dei progetti delle costruzioni in corso

Le disposizioni di cui al precedente art. 19, riguardanti la obbligatorietà delle costruzioni in muratura ordinaria nelle località sismiche, non sono applicabili agli edifici con intelaiatura di cemento armato e completamente metallica o con altri sistemi che al 1° gennaio 1938-XVI siano stati già iniziati e lo stato di avanzamento dei lavori

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200584
Art. 56. - Costruzioni eseguite col sussidio dello Stato

L'inosservanza delle disposizioni del precedente articolo, nel caso di edifici per i quali sia stato già concesso il sussidio dello Stato, importa, oltre l'ammenda prevista dall'articolo medesimo, anche la decadenza dal beneficio del sussidio statale.

Pe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200585
Art. 57. - Approvazione dei progetti ai fini della concessione di sussidi statali

L'approvazione dei progetti di riparazione, di ricostruzione e di nuova costruzione ai fini della concessione di sussidi s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200586
Art. 58. - Opere eseguite a cura del Genio militare

Le disposizioni contenute negli articoli dal 40 al 56 del presente decreto non si applicano alle opere che, ai sensi delle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200587
Art. 59. - Sospensione e revoca dei provvedimenti penali

Per la sospensione e la revoca delle sanzioni penali che, in base a decreti o sentenze, siano state emesse relativamente a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200588
Art. 60.

Sono abrogate tutte le disposizioni contrarie al presente decreto.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200589
Art. 61.

Il presente decreto avrà esecuzione a cominciare dal 1° gennaio 1938-XVI e sarà presentato al Parlamento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4197131 4200590
Elenco dei Comuni e frazioni di Comune nei quali è obbligatoria l'osservanza delle speciali norme tecniche di edilizia per le località sismiche della 1a e della 2a categoria

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche

La classificazione sismica di tutti i comuni italiani dal 1927 a oggi

Riepilogo della classificazione sismica (zone sismiche) dei Comuni italiani, con tutti i provvedimenti di classificazione storici a partire dal 1927 e la situazione aggiornata sulla base dei provvedimenti delle Regioni, cui è stata demandata la competenza all’individuazione delle zone sismiche a partire dal 1998. Distinzione tra la classificazione sismica ai fini degli adempimenti tecnico-amministrativi e per la vigilanza, e quella da adottarsi dal 2009 per la definizione delle azioni sismiche ai fini progettuali.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Norme tecniche
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e relativa attestazione

Le norme fiscali sul c.d. “Sismabonus”, dopo le proroghe e le modifiche introdotte dalla Legge di bilancio 2018 e l’attestazione di rischio sismico degli edifici ai sensi del D.M. 28/02/2017, n. 58, come in seguito modificato ad opera del D.M. 07/03/2017, n. 65, che ha rettificato la parte relativa ai professionisti abilitati e corretto alcuni refusi.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Rischio sismico e adempimenti tecnici e amministrativi per gli interventi edilizi

Classificazione sismica del territorio e degli edifici, rapporto tra norme nazionali e provvedimenti regionali di zonizzazione, coordinamento con le norme tecniche per le costruzioni, adempimenti tecnico-amministrativi per l’esecuzione di interventi edilizi nelle zone a rischio sismico.
A cura di:
  • Studio Groenlandia

La Legge di Bilancio 2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Bilancio 2017 (L. 11 dicembre 2016, n. 232), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini

Sicilia, recepimento del Testo Unico dell’edilizia

Con la legge 10/08/2016, n. 16, pubblicata sulla G.U. 19/08/2016, n. 36 Suppl. Ord., la Regione Sicilia ha recepito il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (D.P.R. 06/06/2001, n. 380). Disponibile il Testo Unico dell'edilizia per la Regione Sicilia elaborato da Legislazione Tecnica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Applicazione Regolamento (UE) n. 813/2013 sulle emissioni di ossidi di azoto

Fino al 26/09/2018 gli Stati membri possono continuare ad applicare le disposizioni nazionali vigenti al momento dell'adozione del Reg. (UE) n. 813/2013 relative alle emissioni di ossidi di azoto.
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche

Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali nazionali

18/04/2018

17/04/2018

23/03/2018

02/03/2018