FAST FIND : NR24464

L. R. Lombardia 05/02/2010, n. 7

Interventi normativi per l'attuazione della programmazione regionale e di modifica ed integrazione di disposizioni legislative. Collegato ordinamentale 2010.
Scarica il pdf completo
41624 3198437
Artt. 1-5 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198438
Art. 6 - (Modifiche agli articoli 22 e 23 della legge regionale 27 giugno 2008, n. 19 “Riordino delle Comunità montane della Lombardia, disciplina delle unioni di comuni lombarde e sostegno all’esercizio associato di funzioni e servizi comunali”)

1. Alla legge regionale 27 giugno 2008, n. 19 R

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198439
Art. 7 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198440
Art. 8 - (Modifiche alla legge regionale 19 maggio 1997, n. 14 'Disciplina dell'attività contrattuale della regione, degli enti ed aziende da essa dipendenti, compresi gli enti operanti nel settore della sicurezza sociale e le aziende operanti nel settore dell'assistenza sanitaria')

1. Alla legge regionale 19 maggio 1997, n. 14 (Disciplina dell'attività contrattuale della regione, degli enti ed aziende da essa dipendenti, compresi gli enti operanti nel settore della sicurezza sociale e le aziende operanti nel settore dell'assistenza sanitaria) sono apportate le seguenti modifiche:

a) il titolo della legge è sostituito dal seguente:

“(Disciplina dell'attività contrattuale della Regione e degli enti del sistema regionale elencati all'allegato A della legge regionale 27 dicembre 2006, n. 30 “Disposizioni legislative per l'attuazione del documento di programmazione economico-finanziaria regionale, ai sensi dell'articolo 9 ter della legge regionale 31 marzo 1978, n. 34 (Norme sulle procedure della programmazione, sul bilancio e sulla contabilità della Regione) - collegato 2007”, in materia di acquisizione di forniture e servizi)”;

b) l'articolo 1 è sostituito dal seguente:

“Art. 1 - (Ambito di applicazione)

1. La presente legge disciplina, ai sensi dell'articolo 4 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE) e nell'ambito della potestà legislativa regionale concorrente ed esclusiva di cui all'articolo 117, commi terzo e quarto, della Costituzione, i procedimenti contrattuali in materia di acquisizione di forniture e servizi della Regione e degli enti del sistema regionale elencati all'allegato A della legge regionale 27 dicembre 2006, n. 30 (Disposizioni legislative per l'attuazione del documento di programmazione economico-finanziaria regionale, ai sensi dell'articolo 9 ter della legge regionale 31 marzo 1978, n. 34 'Norme sulle procedure della programmazione, sul bilancio e sulla contabilità della Regione' - collegato 2007), di seguito denominati stazioni appaltanti.

2. Gli enti del sistema regionale di cui all'allegato A della l.r. 30/2006 disciplinano gli aspetti organizzativi e contabili dei propri procedimenti contrattuali sulla base dei rispettivi ordinamenti, tenendo conto dei principi e delle disposizioni di cui alla presente legge ed assicurando in ogni caso il rispetto dei principi di imparzialità, buon andamento, trasparenza, efficacia, efficienza ed economicità, nonché del principio della distinzione tra i compiti di indirizzo degli organi di direzione politica e i compiti di gestione amministrativa dei dirigenti.

3. Per tutto quanto non espressamente disposto dalla presente legge, si applicano le norme del d.lgs. 163/2006.”;

c) il comma 1 dell'articolo 2 è sostituito dal seguente:

“1. Fatto salvo quanto previsto dagli articoli 8, 9 e 10 della legge regionale 2 dicembre 1994, n. 36 (Amministrazione dei beni immobili regionali), i procedimenti contrattuali dai quali deriva un'entrata sono effettuati nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza e proporzionalità, secondo le modalità definite da ciascuna stazione appaltante di cui all'articolo 1, comma 1, anche utilizzando gli strumenti previsti dall'articolo 3, comma 7.”;

d) al comma 1-bis dell'articolo 2 le parole: “10.000 euro” sono sostituite dalle seguenti: “20.000 euro”;

e) i co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198441
Artt. 9-10 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198442
Art. 11 - (Modifiche agli articoli 33, 35 e 36 ed abrogazione dell’articolo 34 della legge regionale 16 luglio 2007, n. 15 “Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo”)

1.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198443
Art. 12 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198444
Art. 13 - (Inserimento dell’articolo 79 bis, modifica degli articoli 80 e 82 e abrogazione dell’articolo 93 della legge regionale 5 dicembre 2008, n. 31 “Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale”)

1. Alla legge regionale 5 dicembre 2008, n. 31 R (Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale) sono apportate le seguenti modifiche:

a) dopo l’articolo 79 è inserito il seguente:

“Art. 79 bis - (Riordino dei consorzi di bonifica e irrigazione)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198445
Art. 14 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198446
Art. 15 - (Modifiche all’articolo 5 e inserimento degli articoli 9 bis, 9 ter e 9 quater alla legge regionale 22 maggio 2004, n. 16 “Testo unico delle disposizioni regionali in materia di protezione civile”)

1. Alla legge regionale 22 maggio 2004, n. 16 R (Testo unico delle disposizioni regionali in materia di protezione civile) sono apportate la seguenti modifiche:

a) al comma 8 dell’articolo 5 le parole “relativamente alle associazioni e ai gruppi” sono sostituite dalle seguenti “relativamente alle associazioni, ai gruppi e ai volontari che ne fanno parte”;

b) dopo l’articolo 9, sono inseriti i seguenti:

“Art. 9 bis - (Consulta regionale del volontariato di protezione civile)

1. È istituita la consulta regionale del volontariato di protezione civile quale sede di confronto fra le autorità regionali e locali di protezione civile sulle tematiche relative alla promozione, alla formazione e allo sviluppo del volontariato.

2. La consulta è presieduta dall’assessore regionale alla protezione civile o da un suo delegato ed è composta da:

a) un assessore provinciale in rappresentanza delle province, designato dall’Unione della Province Lombarde (UPL), con il criterio della rotazione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198447
Artt. 16-18 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198448
Art. 19 - (Modifiche agli articoli 2 e 3 della legge regionale 4 dicembre 2009, n. 27 “Testo unico delle leggi regionali in materia di edilizia residenziale pubblica” e all’articolo 3 della legge regionale 5 gennaio 2000, n. 1 “Riordino del sistema delle autonomie in Lombardia. Attuazione del d.lgs. 31 marzo 1998, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59””)

1. N6

2. Alla legge regionale 5 gennaio 2000, n. 1 R (Riordino del sistema delle autonomie in Lombardia. Attuazione del d.lgs. 31 marzo 1998, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198449
Art. 20 - (Modifiche all’articolo 4 della legge regionale 16 luglio 2009, n. 13 “Azioni straordinarie per lo sviluppo e la qualificazione del patrimonio edilizio ed urbanistico della Lombardia”)

1. Alla legge regionale 16 luglio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198450
Art. 21 - (Modifiche agli articoli 25, 26, 27, 35, 42, 43, 46, 80 e 81 della legge regionale 11 marzo 2005, n. 12 “Legge per il governo del territorio”)

1. Alla legge regionale 11 marzo 2005, n. 12 R (Legge per il governo del territorio) sono apportate le seguenti modifiche:

a) al comma 1 dell’articolo 25 le parole “la data del 31 marzo 2010” sono sostituite dalle seguenti: “la data del 31 marzo 2011”;

b) dopo il comma 3 bis dell’articolo 26 è inserito il seguente:

“3 ter. Fatta comunque salva la conclusione, anche agli effetti di variante urbanistica, delle procedure in corso alla data del 31 marzo 2010, per i comuni che alla medesima data non hanno adottato il PGT non trovano applicazione le disposizioni di cui all’articolo 25, comma 1, ad eccezione del primo periodo, nonché del secondo, limitatamente ai progetti di variante di cui allo sportello unico per le attività produttive; non trovano altresì applicazione le disposizioni di cui ai commi 1 bis, 2, 7, e 8 nonies del medesimo articolo 25. La disposizione di cui al precedente periodo non si applica ai comuni interessati dalle opere essenziali previste dal dossier di condidatura Expo 2015. È sempre ammessa l’approvazione, ai sensi della l.r. 23/1997, delle varianti urbanistiche finalizzate alla realizzazione di opere di interesse pubblico, di carattere sanitario, socio-sanitario, assistenziale o sociale, anche in assenza di originaria previsione localizzativa e senza necessità di previa progettazione esecutiva. È sempre ammessa altresì l’approvazione di accordi di programma ai sensi dell’articolo 6 della legge regionale 14 marzo 2003, n. 2 (Programmazione negoziata regionale) e dei programmi integrati di intervento di cui all’articolo 92, comma 4.”;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198451
Art. 22 - (Interpretazione autentica dell’articolo 27, comma 1, lett. d) della legge regionale 11 marzo 2005, n. 12 “Legge per il governo del territorio”)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198452
Art. 23 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198453
Art. 24 - (Modifica all’articolo 17 della legge regionale 12 dicembre 2003, n. 26 “Disciplina dei servizi locali di interesse economico generale. Norme in materia di gestione dei rifiuti, di energia, di utilizzo del sottosuolo e di risorse idriche”)

1. Alla legge regionale 12 dicembre 2003, n. 26

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198454
Art. 25 - (Norma transitoria)

1. La Regione esercita le funzioni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198455
Art. 26 - (Abrogazione della lettera b) del comma 5 dell’articolo 15 della legge regionale 29 giugno 2009, n. 10 “Disposizioni in materia di ambiente e servizi di interesse economico generale - Collegato ordinamentale”)

1. Alla legge regionale 29 giugno

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198456
Art. 27 - (Supporto di CESTEC S.p.A. a Regione Lombardia in materia energetica)

1. La Regione, ai sensi dell’articolo 48 dello Statuto, si avvale di CESTEC S.p.A. per il supporto,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198457
Art. 28 - (Modifica all’articolo 8 della legge regionale 12 luglio 2007, n. 12 “Modifiche alla legge regionale 12 dicembre 2003, n. 26 “Disciplina dei servizi locali di interesse economico generale. Norme in materia di gestione dei rifiuti, di energia, di utilizzo del sottosuolo e di risorse idriche” ed altre disposizioni in materia di gestione dei rifiuti”)

1. Alla legge regionale 12 luglio 2007, n. 12

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198458
Art. 29 - (Disposizioni generali nel settore estrattivo)

1. La provincia, nell’ambito delle funzioni conferite dalla Regione in materia di attività estrattive, trasmette alla Regione:

a) copia dei provvedimenti di polizia mineraria;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198459
Art. 30 - (Verifiche periodiche di attrezzature e impianti nelle attività estrattive)

1. Ferme restando le funzioni di polizia mineraria svolte o conferite dalla Regione nell’ambito delle attività estrattive, l’articolo 71, commi 11 e 12, del decr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198460
Art. 31 - (Competenze regionali in materia di oli minerali)

N4

1. Ferme restando le competenze conferite in ordine ai depositi di oli minerali per il riscaldamento civile di cui all’articolo 12 della legge regionale 11 dicembre 2006, n. 24 (Norme per la prevenzione e la riduzione delle emissioni in atmosfera a tutela della salute e dell’ambiente), la Regione esercita le funzioni autorizzative relative agli i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198461
Art. 32 - (Modifiche all’articolo 19 e inserimento degli articoli 3 bis e 25 bis della legge regionale 30 novembre 1983, n. 86 “Piano generale delle aree regionali protette. Norme per l’istituzione e la gestione delle riserve, dei parchi e dei monumenti naturali nonché delle aree di particolare rilevanza naturale e ambientale”)

1. Alla legge regionale 30 novembre 1983, n. 86 R (Piano generale delle aree regionali protette. Norme per l’istituzione e la gestione delle riserve, dei parchi e dei monumenti naturali nonché delle aree di particolare rilevanza naturale e ambientale), sono apportate le seguenti modificazioni:

a) dopo l’articolo 3 è inserito il seguente:

“Art. 3 bis - (Piano regionale delle aree protette)

1. Il piano regionale delle aree protette (PRAP) costituisce atto fondamentale di indirizzo per la gestione e la pianificazione tecnico-finanziaria, nonché atto di orientamento della pianificazione e gestione degli enti gestori delle aree protette.

2. Il PRAP individua gli obiettivi strategici e le azioni per la pianificazione, la conservazione e la valorizzazione del sistema regionale delle aree protette, anche con riferimento al quadro finanziario delle risorse da destinare agli enti gestori delle aree protette, determinando altresì gli indicatori per il monitoraggio e la verifica degli obiettivi e delle azioni previste.

3. Il PRAP, approvato all’inizio di ogni legislatura regionale e comunque entro dieci mesi dall’insediamento del Consiglio regionale, è deliberato dalla Giunta regionale, previa acquisizione del parere del Consiglio delle autonomie locali della Lombardia di cui alla legge regionale 23 ottobre 2009, n. 22 (Disciplina del Consiglio delle autonomie locali della Lombardia, ai sensi dell’art. 54 dello Statuto d’autonomia) e trasmesso al Consiglio regionale, che lo approva con propria deliberazione soggetta a pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198462
Art. 33 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198463
Art. 34

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198464
Art. 35 - (Modifiche all’allegato A della legge regionale 16 luglio 2007, n. 16 “Testo unico delle leggi regionali in materia di parchi” relative ai confini del parco della Pineta di Appiano Gentile e Tradate)

1. I confini del parco della Pineta di Appiano Gentile e Tradate, di cui all’articolo 31 della legge regionale 16 lugli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198465
Art. 36 - (Entrata in vigore)

1. La presente legge entra in vigo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41624 3198466
Allegato - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Piano casa Regione Lombardia

Interventi di ampliamento, demolizione e ricostruzione, autorizzazione richiesta, limiti, vincoli e divieti. Utilizzo del patrimonio edilizio esistente; interventi sul patrimonio immobiliare pubblico.

Lombardia: il nuovo Piano Casa dopo la Legge Regionale 4/2012

Con la Legge Regionale 13 marzo 2012, n. 4, la Regione Lombardia ha prorogato i termini per la realizzazione di alcuni interventi già previsti dalla L.R. 13/2009 sul Piano Casa, ampliando nel contempo le possibilità offerte da detta legge, consentendo ai comuni di modificare le proprie deliberazioni relativamente alle aree escluse ed individuando nuove tipologie di intervento. Interventi di recupero edilizio e funzionale; interventi di sostituzione edilizia; interventi su fabbricati a destinazione produttiva; interventi di edilizia sociale.
A cura di:
  • Dino de Paolis

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis

I contenuti del decreto-legge di semplificazione fiscale 16/2012 dopo la conversione in legge

Pagamenti della Pubblica amministrazione; Violazioni fiscali che costituiscono causa di esclusione dai contratti pubblici; Responsabilità solidale negli appalti; Pagamento con mezzi elettronici di stipendi e pensioni superiori a 1.000 Euro; Contribuenti minori; Procedure di esecuzione forzata su beni immobili; Pubblicità su gru e macchine da cantiere; Imposta municipale propria (IMU); Immobili di interesse storico e artistico; Agevolazioni fiscali immobili nelle zone colpite dal sisma in Abruzzo; Disciplina fiscale del leasing; Attività estimative svolte dall’Agenzia del territorio; Dichiarazioni relative all’uso del suolo; Certificati ipotecari e catastali; Attività e certificazioni in materia catastale; Obbligo di trascrizione degli atti che costituiscono vincoli su immobili; Obbligo di registrazione telematica dei contratti di locazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Decreto-Legge sulle liberalizzazioni e la crescita economica: panoramica delle novità

In attesa della conversione in legge del D.L. 1/2012 (cosiddetto decreto «cresci Italia» o «decreto liberalizzazioni»), presentiamo una panoramica sintetica ma completa delle numerose novità introdotte dal provvedimento. Si segnalano in particolare le norme sulle tariffe professionali e sul tirocinio, sulla tutela della concorrenza nel mercato delle professioni, sulle infrastrutture e le opere pubbliche, sul regime fiscale delle immobiliari che operano nel campo dell’housing sociale e sugli impianti fotovoltaici in aree agricole.
A cura di:
  • Dino de Paolis