FAST FIND : NR38202

Deliberaz. G.P. Bolzano 26/09/2017, n. 1028

Piano gestione dei rifiuti speciali della Provincia autonoma di Bolzano - Alto Adige.
Scarica il pdf completo
4151712 4151820
Testo del provvedimento


Visto l’art. 10 della legge provinciale del 26 maggio 2006, n. 4, (legge provinciale sui rifiuti), che regola l’approvazione dei piani provinciali di gestione dei rifiuti;

Visto l´art. 11 e seguenti della legge provinciale 11 agosto 1997, n. 13, (legge urbanistica provinciale), che regola la procedura per l’approvazione di piani di settore;

Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (legge quadro statale sui rifiuti);

Vista la propria deliberazione n. 6801 del 08.11.1993, con la quale è stato approvato il “Piano di gestione dei rifiuti 2000” della Provincia Autonoma di Bolzano;

Vista la p

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4151712 4151821
Allegato - Piano di gestione dei rifiuti speciali della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Il D.L. 91/2017 comma per comma

Analisi sintetica delle disposizioni rilevanti del settore tecnico contenute nel D.L. 20/06/2017, n. 91 (c.d. “DL Mezzogiorno” convertito con modificazioni dalla L. 03/08/2017, n. 123), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Emanuela Greco

Classificazione dei rifiuti in base all’origine e in base alla pericolosità

Classificazione in base all’origine: rifiuti urbani e rifiuti speciali; classificazione in base al pericolo: rifiuti pericolosi e non pericolosi; novità introdotte dal D.L. 91/2017, abrogazione delle norme del D.L. 91/2014; caratteristica di pericolo HP14 “ecotossico”: norme temporanee per l’attribuzione. Norme di riferimento: Allegato D della parte IV del D. Leg.vo 152/2006; Dec. Comm. UE 18/12/2014, n. 955; Regolam. Comm. UE 18/12/2014, n. 1357; comma 9-ter dell’art. 7, del D.L. 78/2015.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Terre e rocce da scavo: il DPR di semplificazione pubblicato in GU

Principali novità contenute nel D.P.R. n. 120 del 13/06/2017, pubblicato nella G.U. del 07/08/2017, recante il regolamento attuativo del D.L. “sblocca Italia” 133/2014: deposito intermedio; trasporto; qualificazione come sottoprodotti; modifiche e proroghe Piano di utilizzo; analisi delle ARPA/APPA; deposito temporaneo rifiuti; utilizzo in sito; garanzie finanziarie; abrogazioni.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Rifiuti e sottoprodotti: definizione, classificazione ed esclusioni

Pagina informativa che chiarisce: la distinzione a livello normativo tra rifiuto, non rifiuto e sottoprodotto; la classificazione dei rifiuti secondo l’origine o le caratteristiche; le condizioni per la cessazione della qualità di rifiuto e per la qualificazione come sottoprodotto. Il tutto, con indicazione di tutte le norme di riferimento, ed aggiornamento al D.M. 13/10/2016, n. 264 che ha definito i criteri per il rispetto delle norme che consentono di qualificare una sostanza come sottoprodotto ed alla Circolare esplicativa 7619/2017.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE): restrizioni all’uso di sostanze pericolose

Il D. Leg.vo 27/2014, che recepisce la Direttiva 2011/65/UE dettando le restrizioni dell’uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) in sostituzione di quelle contenute nel D. Leg.vo 151/2005. Possibilità di commercializzare fino al 22/07/2019 le AEE conformi alla vecchia normativa. Esclusi i pannelli fotovoltaici installati da professionisti qualificati. AGGIORNAMENTO MARZO 2017: D.M. 03/03/2017 che modifica le restrizioni alle sostanze pericolose.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

13/10/2017

02/10/2017

28/09/2017

27/09/2017