FAST FIND : NR38198

L. R. Campania 09/10/2017, n. 29

Norme per la tutela della salute psicologica nei luoghi di lavoro e per la prevenzione dei fenomeni del mobbing e del disagio lavorativo.
Scarica il pdf completo
4151579 4151939
Art. 1 - (Oggetto e Finalità)

1. La Regione, nel rispetto dei principi costituzionali, della normativa statale vigente, dell’ordinamento comunitario nonché dell’articolo 6 dello Statuto regionale promuove azioni per prevenire il disagio lavorativo e tutelare il benessere organizzativo negli ambienti di lavoro.

2. La Regione individua nella difesa della salute, nella riduzione dei fattori di rischio per le psicopatologie e lo stress lavoro - correlato, gli elementi per lo sviluppo economico socialmente sostenibile e considera

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4151579 4151940
Art. 2 - (Osservatorio regionale sul Mobbing ed il disagio lavorativo)

1. Presso la Giunta regionale è istituito l’Osservatorio regionale sul mobbing ed il disagio lavorativo, di seguito denominato Osservatorio.

2. L’Osservatorio realizza il monitoraggio, la raccolta, l’elaborazione e l’analisi dei dati delle strutture di cui agli articoli 4 e 5 sui fenomeni del mobbing e del disagio lavorativo, per costruire una sinergia tra i soggetti coinvolti per sviluppare ed armonizzare le metodologie di intervento da adottare sul territorio.

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4151579 4151941
Art. 3 - (Composizione Osservatorio regionale sul mobbing ed il disagio lavorativo)

1. L’Osservatorio è costituito da:

a) il Presidente della Giunta regionale, o assessore delegato, che lo presiede;

b) il dirigente responsabile della struttura amministrativa regionale competente in materia di lavoro o suo delegato;

c) il dirigente responsabile della struttura regionale competente in materia di politiche sociali o suo delegato;

d) il dirigente responsabile della struttura regionale competente in materia di sanità, o suo delegato;

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4151579 4151942
Art. 4 - (Centro regionale di riferimento e integrazione centri clinici per le psicopatologie da mobbing e il disadattamento lavorativo)

1. Per il perseguimento delle finalità di cui all’articolo 1 e delle attività per la prevenzione, l’assistenza ed il contrasto al mobbing e al disagio lavorativo, entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, nel rispetto dei vincoli imposti dal Piano di rientro dal disavanzo in materia sanitaria, la struttura amministrativa regionale competente in materia di sanità, in raccordo con le ASL e nell’ambito della organizzazione amministrativa delle stesse, individua sul territorio regionale un Centro regionale di riferimento e almeno due Centri clinici per la psicopatologia da mobbing e disadattamento, sulla base degli indirizzi del Commissario di Governo per la prosecuzione del Piano di rientro.

2. Nella fase di prima applicazione le funzioni di Centro regionale di riferimento sono confermate al Centro di riferimento regionale per il mobbing e il disadattamento lavorativo della ASL NA1 Centro, istituito con delib

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4151579 4151943
Art. 5 - (Sportelli Territoriali di Ascolto del Disagio lavorativo)

1. La Regione promuove l’individuazione presso i Comuni, nell’ambito dell’organizzazione amministrativa degli stessi, di appositi sportelli territoriali di ascolto per il disagio lavorativo, di seguito denominati STAD, con i seguenti compiti:

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4151579 4151944
Art. 6 - (Clausola valutativa)

1. L’Osservatorio, dalla data di entrata in vigore della presente legge, trasmette ogni anno alle Commissioni consil

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4151579 4151945
Art. 7 - (Clausola di salvaguardia)

1. Le norme della presente legge non possono applicarsi o interpretarsi in contrasto con le previsioni del Piano di rientr

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4151579 4151946
Art. 8 - (Norma finanziaria)

1. Agli oneri derivanti dall'applicazione della presente legge si fa fronte, per il corrente esercizio finanziario, median

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4151579 4151947
Art. 9 - (Entrata in vigore)

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania.

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Sgravi contributivi lavoratori imprese edili: riduzione 2017 e istruzioni operative

Emanato il decreto 05/07/2017 (pubblicato 08/08/2017) che conferma anche per il 2017 all'11,50% la misura dello sgravio contributivo per le imprese operanti nel settore edile. La riduzione era già operante nella medesima misura, come da decreto per il 2016, non essendo stato emanato il decreto 2017 entro la data prevista dalla norma (31 luglio 2017). Riepilogo, istruzioni operative (Circ. INPS 01/09/2017, n. 129) e modello di domanda.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini

Detassazione “premi di risultato”: le misure a regime (LL. 208/2015 e 232/2016 e D.M. attuativo 25/03/2016)

I “premi di risultato” erogati a dipendenti privati con reddito non superiore a 80.000 sono sottoposti ad imposta sostitutiva dell’IRPEF con aliquota al 10%, entro il limite di 3.000 Euro lordi, elevato a 4.000 Euro per le imprese che coinvolgano pariteticamente i lavoratori nell'organizzazione del lavoro, ed operano unicamente. Per i contratti sottoscritti dal 24/04/2017, il limite di 4.000 Euro è stato rimosso ad opera del D.L. 50/2017.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Sisma centro Italia 2016: scadenzario sospensione dei termini per adempimenti tributari, previdenziali e vari

Scadenzario dei termini relativi alle comunicazioni ambientali e al MUD, ad adempimenti tributari, contributivi, previdenziali, assicurativi, relativi al pagamento di utenze, bollette e fatture varie, nonché dei termini relativi ai versamenti dei sostituti d’imposta, agli atti esecutivi ed a quelli posti in essere dagli agenti della riscossione, ai processi in corso, ecc. Si tiene conto anche delle proroghe per gli adempimenti di trasparenza e anticorruzione a carico degli enti pubblici. Aggiornamento al D.L. 50/2017 (L. 96/2017).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

DURC (Documento unico di regolarità cotributiva): richiesta e rilascio online, procedure, requisiti e validità

Questo articolo approfondisce tutti i dettagli relativi al DURC, e del suo rilascio tramite la modalità telematica introdotta dall’art. 4 del D.L. 34/2014 ed in seguito attuata dal D.M. 30/01/2015 (successivamente modificato dal D.M. 23/02/2016). Il tutto combinando, in forma schematica e tabellare, i vari chiarimenti forniti dal Ministero del lavoro, dall’INPS, dall’INAIL e dalle Casse edili, con rispettivi documenti di prassi, in modo da costituire un unico punto di riferimento sul tema, di pratica e veloce consultazione. Aggiornamento all’art. 54 del D.L. 50/2017 che ha disciplinato il caso del soggetto che si avvalga della definizione agevolata dei debiti contributivi ai sensi dell’art. 6 del D.L. 193/2016.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

20/10/2017

19/10/2017

07/10/2017

23/09/2017