FAST FIND : AR1411

Ultimo aggiornamento
12/09/2017

Tecnico competente in acustica ambientale: disciplina, requisiti, elenco

La figura del tecnico competente in acustica; Disciplina della professione - elenco dei tecnici; Domanda di iscrizione nell’elenco, cancellazione, variazioni; Requisiti per l’iscrizione nell’elenco e per svolgere la professione; Aggiornamento professionale - cancellazione dall’elenco per omessa formazione; Vigilanza e sanzioni.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
4110316 4143678
LA FIGURA DEL TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA

È definito “tecnico competente in acustica” la figura professionale idonea a:

- effettuare le misurazioni;

- verificare l’ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti norme;

- redigere i piani di risanamento acustico;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4110316 4143679
Disciplina della professione - Elenco dei tecnici

La professione di tecnico competente in acustica rientra tra le professioni non organizzate in ordini o collegi di cui alla L. 14 gennaio 2013, n. 4 (art. 20, D. Leg.vo 17 febbraio 2017, n. 42) N3. Essa (

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4110316 4143680
Regime transitorio dell’Elenco

Nelle more dell’inserimento nell’Elenco, coloro che hanno presentato istanza di inserimento alla Regione, cont

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4110316 4143681
Domanda di iscrizione nell’Elenco

La domanda è presentata:

- alla Regione o Provincia autonoma, secondo le modalità della stessa stabilite, nel caso di cittadini italiani;

- al Ministero dell’ambiente, della tutela del territorio e del mare, nel caso di cittadini comunitari.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4110316 4143682
Cancellazione dall’Elenco e domanda, comunicazione di varianti

La cancellazione dall’Elenco può essere disposta su domanda presentata dall’iscritto alla Regione di re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4110316 4143683
Requisiti per l’iscrizione nell’Elenco e per svolgere la professione

Requisiti fino al 19 aprile 2022

Fino al 19 aprile 2022 (cinque anni dalla data di entrata in vigore del D. Leg.vo n. 42 del 2017), all’Elenco può essere iscritto chi:

1) è in possesso del diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico o maturità scientifica;

2) e dei seguenti requisiti:

a) avere superato con profitto l’esame finale di un corso in acustica per tecnici competenti (il corso deve avere lo schema di cui all’allegato 2 al D. Leg.vo n. 42 del 2017 alla cui lettura si rinvia);

b) aver svolto attività professionale in materia di acustica applicata N7 per almeno quattro anni, decorrenti dalla data di comunicazione dell’avvio alla Regione di residenza, in modo non occasionale, in collaborazione con un tecnico competente ovvero alle dipendenze di strutture pubbliche territoriali.

A questi ultimi fini è tuttavia necessario che:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4110316 4143684
Disciplina della professione fino al 19 aprile 2017

Con Atto di indirizzo e coordinamento approvato con D.P.C.M. 31 marzo 1998 (G.U. 26 maggio 1998, n. 120) sono stati defini

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4110316 4143685
Aggiornamento professionale - Cancellazione dall’Elenco per omessa formazione

Gli iscritti nell’Elenco devono partecipare, nell’arco di 5 anni dalla data di pubblicazione nell’Elenco e per ogni quinquennio successivo, a corsi di aggiornamento per una durata complessiva di almeno 30 ore, distribuite su almeno tre anni.

L’avvenuta partecipazione con profitto ai corsi deve essere comunicat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4110316 4143686
Vigilanza e sanzioni

Il Ministero dell’ambiente, della tutala del territorio e del mare effettua verifiche periodiche dei requisiti e dei titoli autocertificati (art. 21, D. Leg.vo n. 42 del 2017). Esso provvede alla cancellazione d’ufficio dall’Elenco dei tecnici competenti in acustica in caso di esito negativo della verifica (art. 21, comma 7 e allegato 1, D. Leg.vo n. 42 del 2017).

È inoltre previsto che l’A.R.P.A. possa comunicare alla Regione, o alla Provincia autonoma, competente eventuali illeciti che ritenga di avere accertati commessi dai tecnici.

La violazione degli obbli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Imprese
  • Provvidenze

Sicilia: incentivi per gli interventi di efficienza energetica nelle imprese

La Regione Sicilia incentiva tutti quegli interventi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e le aree produttive, compresa l’installazione degli impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo. La misura gode di un'ottima dotazione finanziaria pari a 37.000.000,00 euro, di cui 27.750.000 € riservati alle micro, piccole e medie imprese e 9.250.000 € riservati alle grandi imprese. Il contributo sarà concesso sulla base di una procedura valutativa a sportello con soglia minima di qualità progettuale. Non sono ammissibili progetti che prevedono interventi di natura strutturale sugli immobili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Imprese
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Sostegno alle PMI per investimenti innovativi nelle regioni meno sviluppate

La misura si rivolge alle micro, piccole e medie imprese ed ai liberi professionisti che intendono realizzare investimenti innovativi in coerenza con il piano nazionale “Impresa 4.0” e la “Strategia nazionale di specializzazione intelligente”. La dotazione finanziaria complessiva dello strumento è pari a 341.494.000 euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Provvidenze
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico

Basilicata: realizzazione di impianti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili

La Regione Basilicata ha stanziato 2.447.321 euro a sostegno dell'acquisto e la messa in opera di impianti pubblici da fonti rinnovabili (biomassa, eolico e solare), di potenza nominale complessiva fino a 1 MW. Possono presentare domanda di contributo i Comuni (singoli o associati), gli Enti gestori di aree protette e il Consorzio di bonifica. Il bando, che finanzia il 100% dei costi ammissibili, ha l'obiettivo di migliorare ed espandere le infrastrutture di piccola scala che utilizzano sottoprodotti, materiali di scarto, residui e altre materie grezze non alimentari ai fini della bioeconomia e al risparmio energetico. Non sono ammessi progetti che prevedono l’utilizzo di più fonti energetiche.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Lazio: realizzazione di piste ciclabili per favorire la mobilità nuova

Il bando è rivolto agli enti locali della Regione Lazio per la realizzazione di nuove piste ciclabili e per mettere in rete quelle già esistenti. A disposizione circa 11 milioni di euro per concretizzare un sistema integrato di mobilità, accessibile a tutti i cittadini, e sostenibile da un punto di vista economico, sociale e ambientale.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Provvidenze

Piemonte: fondi ai Comuni per l’illuminazione pubblica

Ammonta a 10 milioni di euro la dotazione finanziaria del bando emesso dalla Regione Piemonte per dare ai Comuni l’opportunità di migliorare l’illuminazione pubblica. L’agevolazione è costituita da un contributo in conto capitale a fondo perduto fino all’80% dei costi ammissibili. Il Bando è finalizzato a promuovere interventi di efficientamento energetico delle reti di illuminazione pubblica per consentire una significativa riduzione dei consumi e quindi la diminuzione dei costi energetici sostenuti dagli Enti locali.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Informatica
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia: avvio della gestione informatica della valutazione di incidenza su habitat

  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agricoltura e Foreste
  • Acque

Lombardia: presentazione o aggiornamento della Comunicazione nitrati per l'anno 2019

  • Agricoltura e Foreste
  • Acque
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Lombardia: domanda di adesione alla deroga nitrati per l'anno 2019