FAST FIND : NW4142

Ultimo aggiornamento
16/07/2018

Il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti nei contratti pubblici sotto soglia

IL PRINCIPIO DI ROTAZIONE NEGLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA (Quando si applica; Quando non si applica; Cosa comporta; Schema grafico riepilogativo) - LA GIURISPRUDENZA SUL PRINCIPIO DI ROTAZIONE (Cogenza del principio; Principio di rotazione negli inviti; Invito all'affidatario uscente e motivazione; Necessità di valutazione caso per caso; Mancato invito all'aggiudicatario uscente e pretese di quest’ultimo; Mancato rispetto del principio e scorrimento della graduatoria; Disapplicazione occasionale; Principio di rotazione nei contratti pubblici di concessione; Recesso prima del termine e precedente aggiudicatario).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
4094913 4838403
IL PRINCIPIO DI ROTAZIONE NEGLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838404
Quando si applica

Tra i principi comuni applicabili in tema di contratti pubblici al di sotto della soglia comunitaria, l’art. 36 del D. Leg.vo 50/2016, comma 1, richiama in particolare il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti. A tale proposito, la Delib. ANAC 206/2018 (Linee guida ANAC n. 4 in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838405
Quando non si applica

La rotazione non si applica laddove il nuovo affidamento avvenga tramite procedure ordinarie o comunque aperte al merca

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838406
Cosa comporta

Il principio di rotazione comporta, di norma, il divieto di invito a procedure dirette all’assegnazione di un appalto, nei confronti:

- del contraente uscente;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838407
Schema grafico riepilogativo

Si riporta di seguito uno schema grafico riepilogativo concernente l’applicazione del principio di rotazione degli a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838408
LA GIURISPRUDENZA SUL PRINCIPIO DI ROTAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838409
Cogenza del principio

Il principio si configura come strumento idoneo a perseguire l’effettività del principio di concorrenza, ed &

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838410
Principio di rotazione negli inviti

Il principio di rotazione contemplato nell'art. 36 del D. Leg.vo 50/2016, comma 1, si riferisce propriamente agli “inviti”, in tal modo volendo col

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838411
Invito all’affidatario uscente e motivazione

Coerentemente con la disciplina sopra esposta, la giurisprudenza amministrativa afferma dunque che la stazione appaltante non deve invitare e/o deve escludere dalla gara l’affidatario uscente.

Alternativamente, la stazione appaltante può invitare e/o ammettere l’affidatario uscente motivando puntualmente le ragioni per le quali ritiene di non poter prescindere dall’invito e/o dall’ammissione (C. Stato 03/04/2018, n. 2079).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838412
Necessità di valutazione caso per caso

La possibilità di restringere la cerchia degli operatori economici da invitarsi ad una procedura ad evidenza pubblica in base alla te

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838413
Mancato invito all’aggiudicatario uscente e pretese di quest’ultimo

Di converso, per effetto del principio di rotazione, l’impresa che in precedenza abbia svolto un determinato servizio non ha più alcuna possibilità di vantare una legittima pretesa ad essere invitata ad una nuova proce

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838414
Mancato rispetto del principio e scorrimento della graduatoria

La mancata motivazione della stazione appaltante, in ordine all’eccezionale possibilità di invitare o meno al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838415
Disapplicazione occasionale

Il principio di rotazione degli operatori economici non ha un valore precettivo assoluto essendo funzionale ad assicurare un certo avvicendamento delle imprese

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 4838416
Principio di rotazione nei contratti pubblici di concessione

Il principio della rotazione degli inviti e degli affidamenti deve ritenersi implicitamente richiamato giusto il disposto dell’art. 164 del D. Leg.vo 50/2016, comma 2, , il quale prevede l’applicabilità anche alle concessioni delle previsioni del titolo II del medesim

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Appalti e contratti pubblici
  • Autorità di vigilanza
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Soglie normativa comunitaria

L'affidamento di contratti pubblici sotto soglia comunitaria

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO (Norme del D. Leg.vo 50/2016 e Linee guida ANAC; Natura giuridica e valenza delle Linee guida ANAC) - AMBITO DI APPLICAZIONE: QUALI SONO I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (Soglie di rilevanza comunitaria; Calcolo del valore stimato del contratto; Calcolo del valore stimato per le opere di urbanizzazione a scomputo; Contratti cui si applica la disciplina del sotto soglia; Contratti nei settori speciali; Altri strumenti di acquisto e negoziazione; Altre norme applicabili) - PRINCIPI COMUNI PER GLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA (Principi comuni; Sostenibilità energetica e ambientale; Conflitto di interesse; Il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti) - MODALITÀ DI AFFIDAMENTO E CRITERI DI AGGIUDICAZIONE - PROCEDURE DI AFFIDAMENTO PER I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (Lavori, servizi e forniture di importo inferiore a 40.000 Euro; Lavori di importo compreso tra 40.000 e 150.000 Euro; Servizi e forniture di importo compreso tra 40.000 Euro e le soglie UE; Lavori di importo compreso tra 150.000 e 1 milione di Euro).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Emanuela Greco
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

La progettazione dei lavori pubblici nel D. Leg.vo 50/2016

LIVELLI DELLA PROGETTAZIONE E CONTENUTI MINIMI (Generalità e livelli di progettazione; Progetto di fattibilità tecnica ed economica; Progetto definitivo; Progetto esecutivo) - PROGETTAZIONE DA PORRE A BASE DI GARA; UTILIZZO DEL BUILDING INFORMATION MODELING (BIM - PROGETTAZIONE INTERNA ED ESTERNA, SOGGETTI ABILITATI (Impostazione generale; Svolgimento delle attività di progettazione all’interno dell’amministrazione; Affidamento delle attività all’esterno; Requisiti degli operatori; Obblighi di comunicazione all’ANAC e indicazioni operative) - COMPENSI PROFESSIONALI PER LE ATTIVITÀ DI PROGETTAZIONE; VERIFICA PREVENTIVA DELL’INTERESSE ARCHEOLOGICO - VERIFICA PREVENTIVA DELLA PROGETTAZIONE - APPROVAZIONE DEI PROGETTI RELATIVI A LAVORI - INCENTIVI AL PERSONALE INTERNO ALLA P.A. - GARE PER SERVIZI DI PROGETTAZIONE.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici

Le commissioni giudicatrici nelle gare pubbliche, disciplina e albo dei commissari

LE COMMISSIONI GIUDICATRICI NEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (Le commissioni giudicatrici, procedure coinvolte; L’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici; Compiti e funzioni delle commissioni giudicatrici; Compensi dei commissari) - ALBO DEI COMMISSARI, ARTICOLAZIONE E REQUISITI DI ISCRIZIONE (Organizzazione dell’Albo; Iscrizione all’Albo) - SCELTA E NOMINA DEI COMMISSARI DI GARA (Scelta dei commissari di gara; Nomina di commissari interni alla stazione appaltante; Numero dei componenti la commissione; Definizione delle liste da parte dell’ANAC; Sorteggio tra i nominativi indicati dall’ANAC; Tempistiche per la nomina dei commissari di gara; Presidente della commissione; Pubblicazione di dati sul sito della s.a. e comunicazioni all’ANAC; Rinnovo della procedura; Schema grafico riepilogativo) - INCOMPATIBILITÀ DEI MEMBRI DELLA COMMISSIONE (Incompatibilità dei commissari in generale; Conflitto di interesse; Incompatibilità del RUP al ruolo di commissario di gara; Dichiarazioni da rendere, sostituzione di candidato in presenza di cause ostative; Rifiuto del candidato).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici

Omessa dichiarazione della condanna dell’amministratore cessato dalla carica: conseguenze

Punto della situazione dopo la sentenza della Corte di giustizia UE 20/12/2017, causa C- 178/16, secondo la quale l’omessa dichiarazione da parte dell’offerente della condanna, anche se non ancora definitiva, dell’amministratore cessato dalla carica, comporta la mancata dimostrazione della dissociazione dell’impresa dalla condotta illecita e conseguentemente l’esclusione dalla gara.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Professioni
  • Appalti e contratti pubblici
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)

Affidamenti pubblici di servizi di progettazione, direzione lavori o dell’esecuzione, collaudo, coordinamento sicurezza e attività connesse

Generalità (procedure, incarichi relativi ad immobili vincolati, di coordinamento sicurezza, direzione lavori, progettazione e cumulati); Affidamento diretto; Affidamento di incarichi di importo pari o superiore a 40.000 e inferiore a 100.000 euro (elenco di operatori economici, indagini di mercato, verifica dei requisiti); Affidamento di incarichi di importo pari o superiore a 100.000 euro (classi o categorie di opere, corrispettivo a base di gara, definizione dei requisiti, criteri di selezione, raggruppamenti e consorzi stabili, classi, categorie e tariffe professionali, elementi di valutazione, giovani professionisti, criteri motivazionali).
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Operatività Albo commissari di gara presso l'ANAC per procedure di affidamento

  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Obbligo di compilazione del DGUE in forma elettronica in base a regole AgID

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 100 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

20/02/2018

19/01/2018

13/12/2017

08/12/2017