FAST FIND : NW4142

Ultimo aggiornamento
18/03/2019

Il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti nei contratti pubblici sotto soglia

IL PRINCIPIO DI ROTAZIONE NEGLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA (Quando si applica; Quando non si applica; Cosa comporta; Schema grafico riepilogativo) - LA GIURISPRUDENZA SUL PRINCIPIO DI ROTAZIONE (Cogenza del principio; Principio di rotazione negli inviti; Invito all'affidatario uscente e motivazione; Necessità di valutazione caso per caso; Irrilevanza del tipo di procedura utilizzata per l’affidamento precedente; Mancato invito all'aggiudicatario uscente e pretese di quest’ultimo; Mancato rispetto del principio e scorrimento della graduatoria; Disapplicazione occasionale; Principio di rotazione nei contratti pubblici di concessione; Recesso prima del termine e precedente aggiudicatario).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
4094913 5429840
IL PRINCIPIO DI ROTAZIONE NEGLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429841
Quando si applica

Tra i principi comuni applicabili in tema di contratti pubblici al di sotto della soglia comunitaria, l’art. 36 del D. Leg.vo 50/2016, comma 1, richiama in particolare il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti. A tale proposito, la Delib. ANAC 206/2018 (Linee guida ANAC n. 4 in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429842
Quando non si applica

La rotazione non si applica laddove il nuovo affidamento avvenga tramite procedure ordinarie o comunque aperte al merca

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429843
Cosa comporta

Il principio di rotazione comporta, di norma, il divieto di invito a procedure dirette all’assegnazione di un appalto, nei confronti:

- del contraente uscente;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429844
Schema grafico riepilogativo

Si riporta di seguito uno schema grafico riepilogativo concernente l’applicazione del principio di rotazione degli a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429845
LA GIURISPRUDENZA SUL PRINCIPIO DI ROTAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429846
Cogenza del principio

Il principio si configura come strumento idoneo a perseguire l’effettività del principio di concorrenza, ed &

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429847
Principio di rotazione negli inviti

Il principio di rotazione contemplato nell'art. 36 del D. Leg.vo 50/2016, comma 1, si riferisce propriamente agli “inviti”, in tal modo volendo col

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429848
Invito all’affidatario uscente e motivazione

Coerentemente con la disciplina sopra esposta, la giurisprudenza amministrativa afferma dunque che la stazione appaltante non deve invitare e/o deve escludere dalla gara l’affidatario uscente.

Alternativamente, la stazione appaltante può invitare e/o ammettere l’affidatario uscente motivando puntualmente le ragioni per le quali ritiene di non poter prescindere dall’invito e/o dall’ammissione (C. Stato 03/04/2018, n. 2079).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429849
Necessità di valutazione caso per caso

La possibilità di restringere la cerchia degli operatori economici da invitarsi ad una procedura ad evidenza pubblica in base alla te

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429850
Irrilevanza del tipo di procedura utilizzata per l’affidamento precedente

Il principio di rotazione trova fondamento nell’esigenza di evitare il consolidamento di rendite di posizione in capo al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429851
Mancato invito all’aggiudicatario uscente e pretese di quest’ultimo

Di converso, per effetto del principio di rotazione, l’impresa che in precedenza abbia svolto un determinato servizio non ha più alcuna possibilità di vantare una legittima pretesa ad essere invitata ad una nuova proce

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429852
Mancato rispetto del principio e scorrimento della graduatoria

La mancata motivazione della stazione appaltante, in ordine all’eccezionale possibilità di invitare o meno al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429853
Disapplicazione occasionale

Il principio di rotazione degli operatori economici non ha un valore precettivo assoluto essendo funzionale ad assicurare un certo avvicendamento delle imprese

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4094913 5429854
Principio di rotazione nei contratti pubblici di concessione

Il principio della rotazione degli inviti e degli affidamenti deve ritenersi implicitamente richiamato giusto il disposto dell’art. 164 del D. Leg.vo 50/2016, comma 2, , il quale prevede l’applicabilità anche alle concessioni delle previsioni del titolo II del medesim

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Emilia Romagna: contributi per la redazione del piano di azione per il clima e l'energia sostenibile

Il bando è rivolto agli Enti locali della Regione Emilia-Romagna, per sostenere l'adesione al patto dei sindaci per l'energia ed il clima e la redazione del piano di azione per l'energia sostenibile e il clima (Paesc), e prevede la concessione di un contributo a fondo perduto, a forfait, secondo le soglie di abitanti. Il contributo raddoppia per i Comuni fusi e le Unioni che partecipano con il 100% dei Comuni.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Distributori di carburanti
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Lombardia: sviluppo della rete distributiva di impianti di erogazione di metano liquido (GNL)

L’iniziativa è diretta alle micro, piccole e medie imprese, operanti nel settore della distribuzione dei carburanti che intendano realizzare impianti ad uso pubblico di erogazione del metano in forma liquida (GNL). La finalità del bando è quella di creare una rete innovativa di distribuzione di carburante a basso impatto ambientale che al contempo risulti efficace per l’approvvigionamento dei mezzi di trasporto pesanti, in particolare per quelli che effettuano spostamenti a medio-lunga percorrenza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Provvidenze
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Finanza pubblica

Toscana: finanziamenti per interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne

Bando da oltre 4 milioni di euro per finanziare interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne della Toscana. L'obiettivo è quello aiutare i Comuni, grandi e piccoli, a migliorare e innovare il tessuto urbano, prevenire il degrado, recuperare “aree critiche” ed immobili di grandi dimensioni abbandonati o in rovina grazie ad interventi mirati, che mettano a frutto lo spirito della legge sul governo del territorio (L.R. Toscana n. 65/2014) e riattivino aree interne al perimetro urbanizzato dando loro nuova vita e nuove finalità.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Enti locali

Lombardia: 8 milioni di euro per la sicurezza stradale

La Regione Lombardia concede contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi di riduzione dell’incidentalità stradale sulla rete viaria dei Comuni e Province. Sono ammessi a finanziamento le spese sostenute relativamente ai seguenti progetti: opere infrastrutturali, interventi per la messa in sicurezza, segnaletica, piste e percorsi ciclabili, impianti di illuminazione a basso consumo energetico. Disponibili in tutto 8 milioni di euro suddivisi per gli anni 2019, 2020 e 2021. Il cofinanziamento è riconosciuto fino al 50% del costo totale delle spese ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione
  • Beni culturali e paesaggio
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica

Lazio: valorizzazione del patrimonio culturale dei piccoli comuni

Il Bando regionale prevede la concessione di 2.000.000 € di contributi nel triennio 2019-2021 destinati alla riqualificazione di spazi, strutture e beni di valore storico e simbolico per i piccoli comuni del Lazio. I comuni potranno presentare proposte di intervento per contributi in conto capitale fino a 40 mila euro da assegnare in base a specifici criteri di priorità.
A cura di:
  • Anna Petricca