FAST FIND : NN16097

D. Leg.vo 13/07/2017, n. 116

Riforma organica della magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace, nonché disciplina transitoria relativa ai magistrati onorari in servizio, a norma della legge 28 aprile 2016, n. 57.
Scarica il pdf completo
3994645 4005309
[Premessa]

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Vista la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005310
Capo I - DISPOSIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005311
Art. 1. - Magistratura onoraria

1. Il “giudice onorario di pace” è il magistrato onorario addetto all’ufficio del giudice di pace. Al giudice onorario di pace sono assegnati i compiti e le funzioni di cui all’articolo 9.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005312
Art. 2. - Istituzione dell’ufficio di collaborazione del procuratore della Repubblica

1. Sono costituite, nelle procure della Repubblica presso i tribunali ordinari, strutture organizzative denominate “ufficio di collaborazione del procuratore della Repubblica&rdquo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005313
Art. 3. - Dotazione organica dei giudici onorari di pace e dei vice procuratori onorari. Pianta organica dell’ufficio del giudice di pace

1. La dotazione organica dei giudici onorari di pace è fissata, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto, con decreto del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, acquisito il parere del Consiglio superiore della magistratura, tenendo conto delle esigenze di efficienza e funzionalità dei servizi della giustizia, in relazione a tutti i compiti e le funzioni previsti dalle disposizioni del Capo III. Con separato decreto del Ministro della giustizia è determinata la pianta organica degli uffici del giudice di pace.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005314
Capo II - DEL CONFERIMENTO DELL’INCARICO DI MAGISTRATO ONORARIO, DEL TIROCINIO E DELLE INCOMPATIBILITÀ
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005315
Art. 4. - Requisiti per il conferimento dell’incarico di magistrato onorario

1. Per il conferimento dell’incarico di magistrato onorario è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana;

b) esercizio dei diritti civili e politici;

c) essere di condotta incensurabile;

d) idoneità fisica e psichica;

e) età non inferiore a ventisette anni e non superiore a sessanta;

f) laurea in giurisprudenza a seguito di corso universitario di durata non inferiore a quattro anni;

g) in caso di partecipazione alla assegnazione di incar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005316
Art. 5. - Incompatibilità

1. Non possono esercitare le funzioni di magistrato onorario:

a) i membri del Parlamento nazionale e del Parlamento europeo spettanti all’Italia, i membri del Governo e quelli delle giunte degli enti territoriali, nonché i deputati e i consiglieri regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali;

b) gli ecclesiastici e i ministri di qualunque confessione religiosa;

c) coloro che ricoprono o che hanno ricoperto, nei tre anni precedenti alla domanda, incarichi direttivi o esecutivi nei partiti e movimenti politici

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005317
Art. 6. - Ammissione al tirocinio

1. Il Consiglio superiore della magistratura procede con delibera, da adottarsi ad anni alterni entro il 31 marzo dell’anno in cui deve provvedersi, alla individuazione dei posti da pubblicare, anche sulla base delle vacanze previste nei dodici mesi successivi, nelle piante organiche degli uffici del giudice di pace e dei vice procuratori onorari, determinando le modalità di formulazione del relativo bando nonché il termine per la presentazione delle domande.

2. All’adozione ed alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005318
Art. 7. - Tirocinio e conferimento dell’incarico

1. Il tirocinio è organizzato dal Consiglio superiore della magistratura e dalla Scuola superiore della magistratura, secondo le rispettive competenze e attribuzioni come determinate dalle disposizioni del titolo II del decreto legislativo 30 gennaio 2006, n. 26.

2. Il Consiglio superiore della magistratura, sentito il comitato direttivo della Scuola, definisce, con delibera, la data di inizio e le modalità di svolgimento del tirocinio presso gli uffici giudiziari.

3. Il tirocinio per il conferimento dell’incarico di magistrato onorario ha la durata di sei mesi e viene svolto:

a) per i giudici onorari di pace, nel tribunale ordinario nel cui circondario ha sede l’ufficio del giudice di pace in relazione al quale è stata disposta l’ammissione al tirocinio;

b) per i vice procuratori onorari, nella procura della Repubblica presso la quale è istituito l’ufficio di collaborazione del procuratore della Repubblica in relazione al quale è stata

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005319
Capo III - DELL’ORGANIZZAZIONE DELL’UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE. DELLE FUNZIONI E DEI COMPITI DEI GIUDICI ONORARI DI PACE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005320
Art. 8. - Coordinamento ed organizzazione dell’ufficio del giudice di pace

1. Il presidente del tribunale coordina l’ufficio del giudice di pace che ha sede nel circondario e, in particolare, distribuisce il lavoro, mediante il ricorso a procedure automatiche, tra i giudici, vigila sulla loro attività e sorveglia l’andamento dei servizi di cancelleria ed ausiliari. Esercita ogni altra funzione di direzione che la legge attribuisce al dirigente dell’ufficio giudiziario.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005321
Art. 9. - Funzioni e compiti dei giudici onorari di pace

1. I giudici onorari di pace esercitano, presso l’ufficio del giudice di pace, la giurisdizione in materia civile e penale e la funzione conciliativa in materia civile secondo le disposizioni dei codici di procedura civile e penale e delle leggi speciali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005322
Art. 10. - Destinazione dei giudici onorari di pace nell’ufficio per il processo

1. La proposta di assegnazione dei giudici onorari di pace all’ufficio per il processo del tribunale, nei limiti del numero dei giudici onorari di pace destinati all’ufficio per il processo in base al decreto di cui all’articolo 3, comma 1, secondo periodo, è formulata dal presidente del tribunale secondo quanto previsto dal presente articolo e in conformità ai criteri obiettivi indicati in via generale con delibera del Consiglio superiore della magistratura, avendo riguardo, in particolare, alla funzionalità degli uffici giudiziari.

2. Il presidente del tribunale individua, almeno due volte l’anno, le posizioni da coprire nell’ufficio per il processo, tenuto conto anche delle assegnazioni in scadenza nei successivi sei mesi, e propone l’assegnazione d’ufficio a tale struttura organizzativa dei giudici onorari di pace che si trovano nelle condizioni di cui all’articolo 9, comma 4.

3. Il presidente del tribunale determina altresì le posizioni residue da pubblicare e dispone che se ne dia comunicazione a tutti i giudici onorari di pace del circondario ai fini della formulazione della domanda di assegnazione.

4. Il presidente, nel caso in cui vi siano più aspiranti, tenute presenti le esigenze di efficienza del tribunale e dell’ufficio del giudice di pace interessato, individua i magistrati da assegnare sulla base, nell’ordine, dei seguenti criteri di valutazione:

a) attitudine all’esercizio dei compiti e delle attività da svolgere, desu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005323
Art. 11. - Assegnazione ai giudici onorari di pace dei procedimenti civili e penali

1. Ai giudici onorari di pace che sono inseriti nell’ufficio per il processo e che non rientrano nella categoria indicata all’articolo 9, comma 4, può essere assegnata, nei limiti di cui al comma 5, la trattazione di procedimenti civili e penali di competenza del tribunale, quando ricorre almeno una delle seguenti condizioni e, per situazioni straordinarie e contingenti, non si possono adottare misure organizzative diverse:

a) il tribunale o una sua sezione presenta vacanze di posti in organico, assenze non temporanee di magistrati o esoneri parziali o totali dal servizio giudiziario tali da ridurre di oltre il trenta per cento l’attività dei giudici professionali assegnati al tribunale o alla sezione;

b) il numero dei procedimenti civili pendenti rispetto ai quali è stato superato il termine di ragionevole durata di cui alla legge 19 marzo 2001, n. 89, rilevato alla data di cui al comma 9, è superiore di almeno il cinquanta per cento rispetto al numero complessivo dei procedimenti civili pendenti innanzi al medesimo tribunale ovvero il numero dei procedimenti penali rispetto ai quali è stato superato il predetto termine, rilevato alla medesima data, è superiore di almeno il quaranta per cento rispetto al numero complessivo dei procedimenti penali pendenti dinanzi al medesimo ufficio, risultanti da apposite rilevazioni statistiche operate dal Ministero della giustizia sulla base dei criteri generali definiti di concerto con il Consiglio superiore della magistratura;

c) il numero medio dei procedimenti civili pendenti per ciascun giudice professionale in servizio pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005324
Art. 12. - Destinazione dei giudici onorari di pace nei collegi civili e penali

1. I giudici onorari di pace che sono inseriti nell’ufficio per il processo e rispetto ai quali non ricorrono le condizioni di cui all’articolo 9, comma 4, possono essere destinati a comporre i collegi civili e penali del tribunale,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005325
Art. 13. - Destinazione in supplenza dei giudici onorari di pace

1. Nei casi di assenza o impedimento temporanei del magistrato professionale, il giudice onorario di pace può esser

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005326
Art. 14. - Supplenze e applicazioni negli uffici del giudice di pace

1. Fermi i divieti di cui all’articolo 5, nelle ipotesi di vacanza dell’ufficio del giudice di pace o di assenza o di impedimento temporanei di uno o più giudici onorari di pace, il presidente del tribunale può destinare in supplenza uno o più giudici onorari di pace di altro ufficio del circondario. Fuori dei casi di cui al primo per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005327
Capo IV - DELLE FUNZIONI E DEI COMPITI DEI VICE PROCURATORI ONORARI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005328
Art. 15. - Organizzazione dell’ufficio di collaborazione del procuratore della Repubblica

1. Il procuratore della Repubblica coordina l’ufficio di collaborazione del procuratore della Repubblica e, in particolare, distribuisce il lavoro, mediante il ricorso a procedure automatiche, tra i vice procuratori onorar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005329
Art. 16. - Funzioni e compiti dei vice procuratori onorari

1. Il vice procuratore onorario inserito nella struttura organizzativa di cui all’articolo 2:

a) coadiuva il magistrato professionale e,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005330
Art. 17. - Attività delegabili ai vice procuratori onorari

1. Nei procedimenti davanti al giudice di pace, le funzioni del pubblico ministero possono essere svolte, per delega del procuratore della Repubblica, dal vice procuratore onorario:

a) nell’udienza dibattimentale;

b) per gli atti previsti dagli articoli 15, 17 e 25 del decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274;

c) nei procedimenti in camera di consiglio di cui all’articolo 127 del codice di procedura penale e nei procedimenti di esecuzione ai fini dell’intervento di cui al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005331
Capo V - DELLA CONFERMA NELL’INCARICO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005332
Art. 18. - Durata dell’ufficio e conferma

1. L’incarico di magistrato onorario ha la durata di quattro anni. Alla scadenza, l’incarico può essere confermato, a domanda, per un secondo quadriennio.

2. L’incarico di magistrato onorario non può, comunque, essere svolto per più di otto anni complessivi, anche non consecutivi, includendo nel computo l’attività comunque svolta quale magistrato onorario, indipendentemente dal tipo di funzioni e compiti esercitati tra quelli disciplinati dal presente decreto.

3. In ogni caso, l’incarico cessa al compimento del sessantacinquesimo anno di età.

4. La domanda di conferma è presentata, a pena di inammissibilità, almeno sei mesi prima della scadenza del quadriennio, al capo dell’ufficio giudiziario presso il quale il magistrato onorario esercita la funzione. Relativamente all’ufficio del giudice di pace la domanda di conferma è presentata al presidente del tribunale nel cui circondario ha sede l’ufficio. La domanda è trasmessa alla sezione autonoma per i magistrati onorari del consiglio giudiziario di cui all’articolo 10 del decreto legislativo 27 gennaio 2006, n. 25.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005333
Capo VI - DELL’ASTENSIONE E DELLA RICUSAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005334
Art. 19. - Astensione e ricusazione

1. Con riguardo ai procedimenti civili, il giudice onorario di pace ha l’obbligo di astenersi nei casi previsti dall’articolo 51, primo comma, del codice di procedura civile e può essere ricusato, a norma dell’articolo 52 del medesimo codice. Ha altresì l’obbligo di astenersi e può essere ricusato quando egli o il coniuge o la parte dell’unione civile, il convivente, i parenti fino al secondo grado o gli affini entro il primo grado, sono stati associati o in qualunque modo collegati con lo studio professionale di cui

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005335
Capo VII - DEI DOVERI DEL MAGISTRATO ONORARIO, DELLA DECADENZA, DELLA DISPENSA E DELLA REVOCA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005336
Art. 20. - Doveri del magistrato onorario

1. Il magistrato onorario è tenuto all’osservanza dei doveri previsti per i magistrati ordinari, in quanto co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005337
Art. 21. - Decadenza, dispensa e revoca

1. Il magistrato onorario decade dall’incarico quando viene meno taluno dei requisiti necessari per essere ammesso alle funzioni e ai compiti ad esso relativi, per dimissioni volontarie ovvero quando sopravviene una causa di incompatibilità.

2. Il magistrato onorario è dispensato, anche d’ufficio, per impedimenti di durata superiore a sei mesi. Per impedimenti di durata non superiore a sei mesi, l’esecuzione dell’incarico rimane sospesa senza diritto all’indennità prevista dall’articolo 23.

3. Il magistrato onorario è revocato dall’incarico in ogni caso in cui risulta l’inidoneità ad esercitare le funzioni giudiziarie o i compiti dell’ufficio del processo; in particolare è revocato q

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005338
Capo VIII - DELLE RIUNIONI PERIODICHE E DELLA FORMAZIONE PERMANENTE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005339
Art. 22. - Formazione dei magistrati onorari

1. I giudici onorari di pace partecipano alle riunioni trimestrali organizzate dal presidente del tribunale o, su delega di quest’ultimo, da un presidente di sezione o da un giudice professionale, per l’esame delle questioni giuridiche più rilevanti di cui abbiano curato la trattazione, per la discussione delle soluzioni adottate e per favorire lo scambio di esperienze giurisprudenziali e di prassi innovative; alle predette riunioni partecipano anche i giudici professionali che si occupano delle materie di volta in volta esaminate.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005340
Capo IX - DELLE INDENNITÀ E DEL REGIME PREVIDENZIALE E ASSISTENZIALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005341
Art. 23. - Indennità spettante ai magistrati onorari

1. L’indennità spettante ai magistrati onorari si compone di una parte fissa e di una parte variabile di risultato.

2. Ai magistrati onorari che esercitano funzioni giudiziarie è corrisposta, con cadenza trimestrale, un’indennità annuale lorda in misura fissa, pari ad euro 16.140,00, comprensiva degli oneri previdenziali ed assistenziali.

3. Ai giudici onorari di pace e ai vice procuratori onorari inseriti rispettivamente nell’ufficio per il processo e nell’ufficio di collaborazione del procuratore della Repubblica che svolgono i compiti e le attività di cui agli articoli 10 e 16, comma 1, lettera a), l’indennità di cui al comma 2 è corrisposta nella misura dell’ottanta per cento.

4. Le indennità previste ai commi 2 e 3 non sono tra loro cumulabili.

5. Quando i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005342
Art. 24. - Attività dei magistrati onorari durante il periodo feriale

1. I magistrati onorari non prestano attività durante il periodo feriale di cui all’articolo 1 della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005343
Art. 25. - Tutela della gravidanza, malattia e infortunio. Iscrizione alla gestione separata presso l’INPS

1. La malattia e l’infortunio dei magistrati onorari non comportano la dispensa dall’incarico, la cui esecuzione rimane sospesa, senza diritto all’indennità prevista dall’articolo 23, per un periodo non superiore a quello previsto dall’articolo 21, comma 2.

2. La gravidanza non comporta la dispensa dall’incarico, la cui esecuzione rimane sospesa, senza diritto all’indennità prevista dall’articolo 23, durante i due mesi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005344
Art. 26. - Modifiche al testo unico delle imposte sui redditi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005345
Capo X - DELL’AMPLIAMENTO DELLA COMPETENZA DELL’UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005346
Art. 27. - Ampliamento della competenza del giudice di pace in materia civile

1. Al codice di procedura civile sono apportate le seguenti modificazioni:

a) al libro primo sono apportate le seguenti modificazioni:

1) all’articolo 7, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) al primo comma, la parola: “cinquemila” è sostituita dalla seguente: “trentamila”;

b) al secondo comma, la parola: “ventimila” è sostituita dalla seguente: “cinquantamila”;

c) al terzo comma sono apportate le seguenti modificazioni:

1) il numero 1) è sostituito dal seguente: “1) per le cause relative ad apposizione di termini;”;

2) il numero 2) è sostituito dal seguente: “2) per le cause in materia di condominio negli edifici, come definite ai sensi dell’articolo 71-quater delle disposizioni per l’attuazione del codice civile;”;

3) dopo il numero 3-bis), sono aggiunti i seguenti:

“3-ter) per le cause nelle materie di cui al libro terzo, titolo II, Capo II, Sezione VI del codice civile, fatta eccezione per quella delle distanze nelle costruzioni;

3-quater) per le cause relative alle materie di cui al libro terzo, titolo II, Capo II, Sezione VII del codice civile, fatta eccezione per quella delle distanze di cui agli articoli 905, 906 e 907 del medesimo codice;

3-quinquies) per le cause in materia di stillicidio e di acque di cui al libro terzo, titolo II, Capo II, sezioni VIII e IX del codice civile;

3-sexies) per le cause in materia di occupazione e di invenzione di cui al libro terzo, titolo II, Capo III, sezione I del codice civile;

3-septies) per le cause in materia di specificazione, unione e commistione di cui al libro terzo, titolo II, Capo III, sezione II del codice civile;

3-octies) per le cause in materia di enfiteusi di cui al libro terzo, titolo IV del codice civile;

3-novies) per le cause in materia di esercizio delle servitù prediali;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005347
Art. 28. - Ampliamento della competenza del giudice di pace in materia tavolare

1. All’allegato, denominato “Nuovo testo della legge generale sui libri fondiari”, al regio decreto 28 marzo 1929, n. 499, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) dopo l’articolo 95-bis &egr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005348
Capo XI - DISPOSIZIONI RELATIVE AI MAGISTRATI ONORARI IN SERVIZIO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005349
Art. 29. - Durata dell’incarico dei magistrati onorari in servizio

1. I magistrati onorari in servizio alla data di entrata in vigore del presente decreto possono essere confermati, alla sc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005350
Art. 30. - Funzioni e compiti dei magistrati onorari in servizio

1. Sino alla scadenza del quarto anno successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto, il presidente del tribunale:

a) può assegnare, con le modalità e in applicazione dei criteri di cui all’articolo 10, all’ufficio per il processo del tribunale i giudici onorari di pace già in servizio alla data di entrata in vigore del presente decreto come giudici onorari di tribunale e, a domanda, quelli già in servizio alla medesima data come giudici di pace;

b) può assegnare, anche se non ricorrono le condizioni di cui all’articolo11, comma 1, e nel rispetto di quanto previsto dal comma 6, lettere a) e b), del predetto articolo e delle deliberazioni del Consiglio superiore della magistratura, la trattazione dei nuovi procedimenti civili e penali di competenza del tribunale esclusivamente ai giudici onorari di pace in servizio alla data di entrata in vigore del presente decreto come giudici onorari di tribunale;

c) assegna la trattazione dei procedimenti civili e penali di nuova iscrizione e di competenza dell&rs

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005351
Art. 31. - Indennità spettante ai magistrati onorari in servizio

1. Per la liquidazione delle indennità dovute ai giudici di pace, ai giudici onorari di tribunale e ai vice procuratori onorari in servizio alla data di entrata in vigore del presente decreto continuano ad applicarsi, sino alla scadenza del quarto anno successivo alla medesima data, i criteri previsti dalle disposizioni di cui all’articolo 11 della legge 21 novembre 1991, n. 374, per i giudici di pace, dall’articolo 4 del decreto legislativo 28 luglio 1989, n. 273, per i giudici onorari di tribunale e per i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005352
Capo XII - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005353
Art. 32. - Disposizioni transitorie e abrogazioni

1. Le disposizioni dei capi da I a IX si applicano ai magistrati onorari immessi nel servizio onorario successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto. Sino alla scadenza del quarto anno successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto, le disposizioni dei capi da I a IX si applicano ai magistrati onorari in servizio alla medesima data per quanto non previsto dalle disposizioni del capo XI. Dalla scadenza del termine di cui al secondo periodo, ai magistrati onorari in servizio alla data di entrata in vigore del presente decreto si applicano tutte le disposizioni del medesimo decreto. È in ogni caso fatto salvo quanto disposto dall’articolo 31, commi 2 e 3.

2. Dell’organico dei giudici onorari di pace e dei vice procuratori onorari, determinato con il decreto di cui all’articolo 3, comma 1, primo periodo, entrano a far parte i magistrati onorari in servizio alla data di entrata in vigore del decreto del Ministro della giustizia di cui al predetto articolo. I predetti magistrati sono assegnati, con decreto del Ministro della giustizia, all’ufficio dove prestano servizio alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Rep

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005354
Art. 33. - Abrogazioni

1. A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto sono abrogati:

a) gli articoli 42-ter, 42-q

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005355
Art. 34. - Monitoraggio

1. Il Ministro della giustizia provvede annualmente al monitoraggio dello stato di attuazione delle disposizioni del presente decreto, con particolare riferimento agli effetti prodotti e ai risultati conseguiti. I criteri di monitoraggio e i dati rilevanti sono stabiliti dal Ministro della giustizia, acquisito il parere del Consiglio superiore della magistratura.

2. Ai fini del comma 1, il Ministro della giustizia sottopone, in particolare, a monitoraggio i seguenti dati:

a) il numero dei procedimenti pendenti, sopravvenuti e definiti presso gli uffici del giudice di pace, di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3994645 4005356
Art. 35. - Disposizioni finanziarie e finali

1. Per l’attuazione delle disposizioni di cui al presente decreto legislativo si provvede nel limite delle risorse finanziarie, umane e strumentali disponibili a legislazione vigente, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubb

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Condominio
  • Ordinamento giuridico e processuale

Il decreto ingiuntivo per il recupero degli oneri condominiali non pagati

IL DECRETO INGIUNTIVO PER IL PAGAMENTO DI SOMME (Generalità; Competenza del giudice per territorio e per importo; Contenuti ; Procedimento; Decreto ingiuntivo provvisoriamente (o immediatamente) esecutivo; Formazione del giudicato in assenza di opposizione; Mediazione e negoziazione assistita; Iscrizione di ipoteca giudiziale) - RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO PER ONERI CONDOMINIALI (Generalità e norme di riferimento; Intervento dei creditori; Azione da parte dell’amministratore e sue attribuzioni; Oneri condominiali e decreto immediatamente esecutivo e non; Esempi di prova scritta; Recupero dei crediti e autorizzazione assembleare della spesa; Autorizzazione assembleare all’azione legale; Irregolarità dell’amministratore nell’attività di recupero ; Opposizione del condomino al decreto ingiuntivo; Attribuzioni dell’amministratore e mediazione; Iniziativa da parte del singolo condomino) - INDIVIDUAZIONE DEL DEBITORE (Generalità; Locazione; Usufrutto; Vecchio proprietario; Più proprietari della stessa unità immobiliare; Successione; Fallimento) - OPPOSIZIONE A DECRETO INGIUNTIVO E IMPUGNAZIONE DELIBERA ASSEMBLEARE - SUGGERIMENTI PRATICI PER L’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO.
A cura di:
  • Valentina Papanice
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Perizie e consulenze tecniche
  • Professioni

I compensi del CTU nel processo civile

Questo contributo esamina in dettaglio - con l’ausilio di numerosi esempi pratici, schemi riassuntivi ed innumerevoli rinvii alla giurisprudenza della Corte di Cassazione - le modalità per la determinazione di ciascuna delle tre componenti del compenso, le possibili maggiorazioni e riduzioni nonché le modalità che il CTU ha a disposizione per richiedere la liquidazione del proprio compenso al Giudice. Specifiche considerazioni sono dedicate anche alla figura ed ai compensi del CTU quando operante nella particolare veste di Esperto stimatore nell'ambito dei procedimenti di esecuzione immobiliare.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Protezione civile
  • Pubblica Amministrazione
  • Calamità/Terremoti
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Imposte indirette
  • Imposte sul reddito
  • Lavoro e pensioni
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Fisco e Previdenza

Sisma centro Italia 2016: scadenzario sospensione dei termini per adempimenti tributari, previdenziali e vari

Catasto dei rifiuti, comunicazioni ambientali e MUD - Rate mutui, finanziamenti e contratti di leasing - Sospensione pagamento utenze e fatture varie - Esenzione imposta di bollo istanze verso la P.A. - Sospensione termini adempimenti contributivi e assicurativi - Sospensione atti di pagamento e riscossione - Sospensione versamenti e adempimenti tributari - Sospensione versamenti sostituti d’imposta - Sospensione dei termini processuali - Obblighi di pubblicazione in materia di anticorruzione e trasparenza - Adempimenti connessi alle attività dell'ISTAT.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fonti alternative
  • Partenariato pubblico privato
  • Lavoro e pensioni
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Edilizia e immobili
  • Servizi pubblici locali
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Enti locali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • DURC
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Pianificazione del territorio

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini