FAST FIND : AR1401

Ultimo aggiornamento
06/10/2017

Applicazione pratica del Codice appalti a Ordini e Collegi professionali

A seguito del Comunicato ANAC 28/06/2017, con cui si è definitivamente chiarito che Ordini e Collegi sono tenuti ad applicare la normativa sugli appalti pubblici di cui al D. Leg.vo 18/04/2016, n. 50, il presente articolo - con l’obiettivo di prestare un primo supporto operativo agli enti esponenziali delle categorie professionali - fornisce una guida pratica per la gestione degli affidamenti in 17 punti. Iscrizione all’Anagrafe delle stazioni appaltanti; programmazione; designazione RUP; indagini di mercato ed elenchi fornitori; scelta procedura e criteri; avvio procedura con delibera consiliare; CIG; selezione e rotazione operatori; inviti, presentazione e valutazione offerte; aggiudicazione e stipula contratto; trasparenza e pubblicazioni.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Rosalisa Lancia
3983158 4176372
PREMESSA

Gli Ordini ed i Collegi professionali, sia a livello nazionale che a livello territoriale, hanno natura giuridica di enti pubblici non economici e, in quanto tali, sono anche in possesso di tutti i requisiti richiesti dalla disciplina di settore per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176373
PARERE ANAC, MOTIVAZIONI E PRECEDENTI

L’applicabilità del Codice dei Contratti agli ordini e collegi non è un tema nuovo per il Regolatore e l’orientamento adesso comunicato era stato già espresso in due precedenti documenti (Parere 21/05/2014, AG 18/14, e Deliberazione 06/02/2013, n. 4, dell’allora Autorità di vigilanza sui contratti pubblici). I menzionati documenti si basavano sull’analisi dell’art. 3, comma 26, del precedente Codice dei contratti pubblici di cui al D. Leg.vo 163/2006, ora trasfuso nell’art. 3, comma 1, lettera d), del vigente D. Leg.vo 50/2016, in base al quale è da intendersi “organismo d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176374
CONSEGUENZE DELL’APPLICABILITÀ: CONSIDERAZIONI GENERALI

La sottoposizione alla normativa pubblicistica in tema di appalti e contratti pubblici rende necessaria l’adozione da parte di Ordini e Collegi professionali di procedure, controlli ed accorgimenti per la gestione delle acquisizioni di beni, servizi e lavori; tali cautele sono necessarie anche se - come noto - la maggior parte degli affidamenti disposti da Ordini e Collegi si collocano al di sotto della soglia di 40.000 Euro che, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lettera a), del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176375
CONSEGUENZE DELL’APPLICABILITÀ: ASPETTI PRATICI

In conformità ai principi sopra individuati, e al fine di fornire immediate indicazioni pratiche, si fornisce qui di s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176376
1. Iscrizione all’Anagrafe delle stazioni appaltanti

Quali organismi di diritto pubblico, e conseguentemente quali amministrazioni aggiudicatrici, Ordini e Collegi professionali sono da considerare “stazioni appaltanti”, come tali tenute all’iscrizione all’Anagrafe unica delle stazioni appaltanti (AUSA), istituita dall’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176377
2. Programmazione delle acquisizioni

Ai sensi dell’art. 21 del D. Leg.vo 50/2016, le amministrazioni aggiudicatrici (tra le quali, come si è visto, anche gli Ordini e Collegi professionali) adottano:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176378
3. Designazione del Responsabile unico del procedimento

Nell’ambito dei contratti pubblici competono al Responsabile unico del procedimento le attività e le funzioni delle fasi della programmazione, progettazione, affidamento ed ese

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176379
4. Preventiva indagine esplorativa di mercato

Al fine di assicurare il rispetto dei principi - sopra menzionati - di cui all’art. 30 del D. Leg.vo 50/2016, l’avvio della procedura, ove ritenuto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176380
5. Costituzione di elenchi dei fornitori

In alternativa alle indagini di mercato, l’ente, ai fini dell’individuazione degli operatori economici, pu&ogr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176381
6. Scelta della procedura e dei criteri di aggiudicazione

Sulla base del tipo di acquisizione di cui si necessita e dell’importo stimato della stessa, occorre scegliere la corretta procedura e i criteri di aggiudicazione.

Relativamente alla scelta della procedura, è necessario che avvenga in conformità alle indicazioni normative, le cui previsioni sono qui si seguito sintetizzate:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176382
7. Avvio della procedura, la delibera consiliare

La procedura di affidamento viene avviata attraverso la c.d. determina a contrarre (o atto analogo in base allo statuto de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176383
8. La delibera semplificata con contestuale affidamento

Nel caso acquisti di modico valore (possono considerarsi tali tutti quelli di importo inferiore a 40.000 Euro) per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176384
9. Richiesta e pubblicazione del Codice identificativo gara (CIG)

Il CIG è un codice alfanumerico - generato dal sistema SIMOG (Sistema informativo monitoraggio gare) dell’ANAC - che ha essenzialmente lo scopo di consentire l’identificazione univoca delle procedure di affidamento ed il loro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176385
10. La selezione degli operatori da invitare

Qualora sia stata scelta o debba essere svolta, in base a quanto sopra indicato, una procedura negoziata in luogo dell’affidamento diretto, una volta conclusa l’indagine di mercato o consultati gli elenchi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176386
11. Rotazione degli operatori da invitare

L’ente è in ogni caso tenuto al rispetto del criterio di rotazione degli inviti, favorendo la distribuzione t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176387
12. L’invito a presentare offerta e la ricezione delle offerte

Una volta selezionati, gli operatori economici vengono invitati contemporaneamente a presentare offerta a mezzo di PEC. In particolare, l’invito a presentare offerta deve almeno contenere:

- l’oggetto della prestazione, le sue caratteristiche e l’importo complessivo stimato;

- i requisiti generali, di idoneità professionale e quelli economico - finanziari/tecnic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176388
13. La verifica dei requisiti in capo agli operatori

La verifica dei requisiti di carattere generale, tecnico - organizzativo ed economico - finanziario che l’Ordine o Collegio richiede per la partecipazione alle procedure è ovviamente fase preli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176389
14. La valutazione delle offerte

Nel caso di ricorso al criterio del prezzo più basso la verifica delle offerte prevede di richiedere all’operatore spiegazioni sul prezzo o sui costi proposti nelle offerte se queste appaiono

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176390
15. Aggiudicazione

Alla fase di valutazione delle offerte segue l’aggiudicazione, che conclude la procedura e - come avvenuto per l&rsq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176391
16. La stipula del contratto

Per gli affidamenti di importo inferiore a 40.000 Euro o comunque in caso di procedura negoziata, il contratto - ai sensi dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3983158 4176392
17. Trasparenza, pubblicazione atti delle procedure di gara

Tutti gli atti relativi alle procedure di affidamento di contratti sotto soglia devono essere pubblicati sul profilo del committente nella sezione “Amministrazione trasparente”, in attuazione degli obblighi di trasparenza sanciti dall’art. 29 del D. Leg.vo 50/2016. Tale ultima disposizione è infatti di applicazione generalizzata a prescindere dall’importo - anche minimale - dei relativi contratti.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Soglie normativa comunitaria
  • Appalti e contratti pubblici

Soglie applicazione normativa europea sugli appalti pubblici dal 2018

I Regolamenti (UE) nn. 2364, 2365, 2366 e 2367 del 18/12/2017 hanno aggiornato le soglie di applicazione della normativa comunitaria in materia di procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici e delle concessioni. Le nuove soglie, immediatamente operative nell'ordinamento nazionale, si applicano dal 1° gennaio 2018.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Soglie normativa comunitaria
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara

Procedure di scelta del contraente e criteri di aggiudicazione nel D. Leg.vo 50/2016

In questo articolo riepiloghiamo le procedure di scelta del contraente ed i criteri di aggiudicazione contemplati dal D. Leg.vo 50/2016, e forniamo due utili tabelle riepilogative che consentono di individuare immediatamente, a seconda della tipologia contrattuale, il tipo di procedura ed il relativo criterio di aggiudicazione ammissibile. Il contributo è aggiornato con le modifiche introdotte dal D. Leg.vo 19/04/2017, n. 56 (c.d. “correttivo”).
A cura di:
  • Dino de Paolis

Linee guida ANAC n. 4 sugli affidamenti sotto soglia (Delib. 1097 del 26/10/2016)

Sintesi dei punti principali delle Linee guida ANAC n. 4 sugli affidamenti sotto soglia (Delib. 1097 del 26/10/2016). Ambito di applicazione; principi comuni; lavori, servizi e forniture di importo inferiore a 40.000 Euro; procedura negoziata per lavori di importo compreso tra 40.000,00 e 150.000 Euro e per servizi e forniture di importo superiore a 40.000 Euro e inferiore alle soglie; procedura negoziata per lavori di importo compreso tra 150.000 e 1 milione di Euro.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici

Criteri ambientali minimi negli appalti pubblici

Il piano d’azione nazionale per il GPP (PAN-GPP); Criteri ambientali minimi negli appalti di servizi e forniture; Obbligatorietà dei criteri ambientali minimi; Applicazione all’intero valore dell’appalto; Criteri ambientali minimi nell’offerta economicamente più vantaggiosa; Documentazione progettuale; CAM in vigore per le varie categorie di servizi e forniture; Struttura dei decreti di approvazione dei CAM; Elenco completo dei CAM in vigore, risposte a FAQ e chiarimenti vari.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Appalti e contratti pubblici
  • Autorità di vigilanza
  • Disposizioni antimafia

Obblighi di pubblicazione e trasmissione di dati relativi ad appalti e contratti pubblici

Quadro generale normativo di riferimento; Ambito di applicazione e casi particolari; Obblighi di pubblicazione previsti dalla Legge anticorruzione (L. 190/2012); Obblighi di pubblicazione previsti dal Codice appalti (D. Leg.vo 50/2016); Obblighi di pubblicazione previsti dal Decreto trasparenza (D. Leg.vo 33/2013); Obblighi di comunicazione e trasmissione; Vigilanza e sanzioni; Data di pubblicazione ed effetti giuridici; Tabelle riepilogative struttura sezione sito “amministrazione (sottosezione di primo livello “Bandi di gara e contratti”, sottosezione di primo livello “Opere pubbliche”).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 100 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro

20/02/2018

15/02/2018

19/01/2018