FAST FIND : NR22657

L. R. Emilia Romagna 30/10/2008, n. 19

Norme per la riduzione del rischio sismico.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 06/07/2009, n. 6
- L.R. 23/12/2016, n. 25
- L.R. 27/12/2018, n. 24
Scarica il pdf completo
39816 5297109
TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297110
Art. 1 - Oggetto

1. La presente legge detta disposizioni in merito alle competenze in materia sismica,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297111
Art. 2 - Finalità

1. La presente legge persegue l’obiettivo di una maggiore tutela della pubblica incolumit&agra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297112
TITOLO II - FUNZIONI IN MATERIA SISMICA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297113
Art. 3 - Attribuzione delle funzioni

1. Le funzioni in materia sismica, già delegate dall’articolo 149 della legge regionale 21 aprile 1999, n. 3 (Riforma del sistema regionale e locale), sono confermate in capo ai Comuni, che le esercitano avvalendosi stabilmente delle strutture tecniche regionali, fatto salvo quanto disposto dal comma 2.

2. I Comuni che, nell’osservanza degli standard minimi di cui al comma 4, intendono esercitare autonomamente le funzioni in materia sismica, in forma singola o associata, adottano e trasmettono alla Regione apposito atto, entro il termine perentorio di novanta giorni dall’entrata in vigore della presente legge, indicando i provvedimenti di riordino territoriale e le misure organizzative e funzionali che decidono di assumere, tra cui la co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297114
Art. 4 - Funzioni regionali di indirizzo e coordinamento

1. La Regione svolge le funzioni di indirizzo e coordinamento dell’esercizio dei compiti in materia sismica, assicurando un’adeguata consulenza alle strutture tecniche competenti. Essa promuove altresì indagini per la valutazione del rischio sismico, finalizzate alla definizione dei programmi di prevenzione sismica. A tale fine la Regione può stipulare apposite convenzioni con le Università, il CNR e altri Centri specializzati. Per lo svolgimento dei propri compiti la Regione si avvale di un apposito Comitato Tecnico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297115
Art. 5 - Compiti della Provincia

1. La Provincia esprime il parere sul Piano strutturale comunale (PSC), sul Piano operativo comunale (POC) e sul Piano urbanistico attuativo (PUA), nonché, in via transitoria, sulle varianti al Piano regolatore generale (PRG) e sugli strumenti urbanistici attuativi del vi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297116
TITOLO III - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E URBANISTICA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297117
Art. 6 - Principi generali in materia di pianificazione

1. Gli strumenti di pianificazione territoriale e urbanistica concorrono alla riduzione del rischio sismic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297118
Art. 7 - Pianificazione provinciale

1. Il Piano territoriale di coordinamento provinciale (PTCP) fornisce indicazioni per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297119
Art. 8 - Pianificazione comunale

1. Gli strumenti di pianificazione urbanistica comunale, attuando gli indirizzi e i criteri stabiliti dal PTCP:

a) individuano il grado di pericolosità locale di ciascuna parte del territorio e realizzano la microzonazione sismica del territorio urbanizzato e di quello

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297120
TITOLO IV - VIGILANZA SU OPERE E COSTRUZIONI PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297121
Art. 9 - Ambito di applicazione

1. Le disposizioni del presente titolo si applicano a tutti i lavori di nuova costruzione e agli interventi sul patrimonio esistente, compresi quelli di sopraelevazione, relativi a costruzioni private e ad opere pubbliche o di pubblica utilità di interesse regionale, metropolitano, d'area va-sta e comunale, comprese le varianti sostanziali ai progetti presentati. Resta salva la competenza delle amministrazioni di cui all'articolo 117, comma secondo, lettera g), della Costituzione per le attività di vigilanza e il controllo di sicurezza sismica delle opere pubbliche, la cui programmazione, progettazio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297122
Art. 10 - Rapporto con il titolo abilitativo edilizio

1. I lavori previsti dal titolo abilitativo edilizio non possono essere iniziati fino a quando non sia stata rilasciata l’autorizzazione sismica o effettuato il deposito del progetto esecutivo riguardante le strutture nei casi previsti rispettivamente dagli articoli 11 e 13.

2. Per le opere non soggette

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297123
Art. 11 - Autorizzazione sismica

1. Nei Comuni della regione, esclusi quelli classificati a bassa sismicità, l’avvio e la realizzazione dei lavori indicati dall’articolo 9, comma 1, è subordinato al rilascio di una autorizzazione sismica.

2. Sono sempre soggetti a preventiva autorizzazione sismica, anche se ricadenti in Comuni a bassa sismicità:

a) gli interventi edilizi in abitati dichiarati da consolidare di cui all’articolo 61 del decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297124
Art. 12 - Procedimento di autorizzazione

1. L’istanza volta ad ottenere l’autorizzazione sismica è presentata allo Sportello unico per l’edilizia del Comune competente per territorio. All’istanza deve essere allegato il progetto esecutivo riguardante le strutture, redatto in conformità alle norme tecniche per le costruzioni e alle disposizioni di cui all’articolo 93, commi 3, 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001. Il progetto deve essere accompagnato da una dichiarazione del progettista abilitato che asseveri il rispetto delle norme tecniche per le costruzioni e delle prescrizioni sismiche contenute negli strumenti di pianificazione territoriale e urbanistica, nonché la congruità tra il progetto esecutivo riguardante le strutture e quello architettonico. I contenuti del progetto esecutivo riguardante le strutture sono definiti dalla Giunta regionale con apposito atto di indirizzo, da emanarsi prima dell’entrata in vig

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297125
Art. 13 - Deposito dei progetti nelle zone a bassa sismicità

1. Fatto salvo quanto previsto dall’articolo 11, comma 2, nei Comuni della regione classificati a bassa sismicità l’avvio e la realizzazione dei lavori indicati dall’articolo 9, comma 1, è subordinato al deposito presso lo Sportello unico per l’edilizia del progetto esecutivo riguardante le strutture redatto dal progettista abilitato in conformità alle norme tecniche per le costruzioni e alle disposizioni di cui all’articolo 93, commi 3, 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001. Il progetto deve essere accompagnato da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297126
Art. 14 - Verifica tecnica e valutazione di sicurezza

1. La verifica tecnica sugli edifici e sulle opere infrastrutturali di cui all’articolo 11, comma 2, lettera c), è depositata presso lo Sportello

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297127
Art. 15 - Opere in conglomerato cementizio ed a struttura metallica

1. Il costruttore può richiedere che la presentazione del progetto esecutivo r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297128
Art. 16 - Edifici di speciale importanza artistica

1. Restano ferme le disposizioni di cui al decreto legis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297129
Art. 17 - Eliminazione delle barriere architettoniche

1. Ferma restando l’applicazione delle norme tecniche per le costruzioni, l&rsq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297130
Art. 18 - Vigilanza

1. I funzionari, gli ufficiali ed agenti indicati all’articolo 103, comma 1, del decreto del Pre

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297131
Art. 19 - Collaudo statico

1. Per tutti gli interventi edilizi di cui all’articolo 9, comma 1, ad esclusione degli interventi di riparazione o interventi locali che interessano elementi isolati, è necessario effettuare il collaudo statico volto ad accertare che la realizzazione degli interventi avvenga in conformità a quanto previsto nel progetto. Con apposito atto di indirizzo la Giunta regionale può individuare altri interventi edilizi esc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297132
Art. 20 - Rimborso forfettario per le spese istruttorie

1. Per la richiesta dell’autorizzazione di cui agli articoli 11 e 12 e per il deposito dei progetti ai sensi dell’articolo 13, &egr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297133
TITOLO V - SISTEMA SANZIONATORIO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297134
Art. 21 - Regime sanzionatorio

1. Per gli interventi disciplinati dalla presente legge trova applicazione il regime sanzionatorio previsto dalla Parte II, Capo IV, Sezione III, del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297135
Art. 22 - Raccordo con le sanzioni amministrative edilizie

N2

1. La richiesta o la presentazione del titolo in sanatoria, di cui all&

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297136
TITOLO VI - DISPOSIZIONI FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297137
Art. 23 - Abrogazioni

1. Fatto salvo quanto disposto dall’articolo 24, commi 2 e 3, decorso il termine di un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono abrogati i seguenti provvedimenti normativi:

a) la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297138
Art. 24 - Disposizioni transitorie

1. Gli articoli di cui al Titolo IV trovano applicazione per i procedimenti avviati dopo il termine di un anno dall’entrata in vigore della presente legge.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297139
Art. 25 - Norma di rinvio

1. Per quanto non diversamente disposto dalla presente legge trova applicazione la no

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297140
Art. 26 - Disposizione finanziaria

1. Agli oneri derivanti dalla presente legge si fa fronte mediante l’istituzion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
39816 5297141
Art. 27 - Entrata in vigore

1. La presente legge entra in vigore il quindicesimo giorno successivo alla sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione, ad eccezi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Disciplina delle costruzioni in zone sismiche

ZONE SISMICHE IN ITALIA - NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI IN ZONE SISIMCHE - NORMATIVA DI RIFERIMENTO SULLE COSTRUZIONI IN ZONE SISMICHE - DENUNCIA DEI LAVORI E AUTORIZZAZIONE SISMICA (Interventi soggetti agli obblighi di denuncia dei lavori e autorizzazione sismica; Specifiche all’ambito applicativo definite dal decreto “sblocca cantieri” (D.L. 32/2019); Precisazioni della giurisprudenza sull’ambito applicativo; Soggetti tenuti agli adempimenti; Denuncia dei lavori in zona sismica; Autorizzazione sismica; Certificazione in caso di sopraelevazione; Disciplina per le zone sismiche di nuova classificazione; Eliminazione di barriere architettoniche) - AGEVOLAZIONI PER LA MESSA IN SICUREZZA SISMICA (C.D. “SISMABONUS”) - VIGILANZA E SANZIONI, ILLECITI “ANTISISMICI” (Vigilanza; Sanzioni (illeciti antisismici); Prescrizione degli illeciti antisismici).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Norme tecniche
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Costruzioni in zone sismiche

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e relativa attestazione

IL C.D. “SISMABONUS”, NORME FISCALI (Le agevolazioni per gli interventi di messa in sicurezza statica, Le agevolazioni maggiorate in presenza di una diminuzione del rischio sismico certificata da professionista abilitato, Il Sismabonus e gli interventi di demolizione e ricostruzione, Il Sismabonus e gli immobili merce delle imprese, Acquisto direttamente dall’impresa di unità immobiliari oggetto di demolizione e ricostruzione con miglioramento della classificazione sismica, Altre modalità e condizioni per usufruire del Sismabonus, Interventi finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico ed alla riqualificazione energetica; Cumulo con contributi per la ricostruzione post-sisma; Cessione del credito o sconto dai fornitori) - L’ATTESTAZIONE DI RISCHIO SISMICO DEGLI EDIFICI (Il decreto ministeriale sulla classificazione e attestazione del rischio sismico, Professionisti abilitati alla classificazione e attestazione del rischio sismico, Classificazione del rischio sismico, metodo convenzionale e metodo semplificato; Adempimenti burocratici; Inammissibilità dell’attestazione tardiva).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

La classificazione sismica di tutti i comuni italiani dal 1927 a oggi

Riepilogo della classificazione sismica (zone sismiche) dei Comuni italiani, con tutti i provvedimenti di classificazione storici a partire dal 1927 e la situazione aggiornata sulla base dei provvedimenti delle Regioni, cui è stata demandata la competenza all’individuazione delle zone sismiche a partire dal 1998. Distinzione tra la classificazione sismica ai fini degli adempimenti tecnico-amministrativi e per la vigilanza, e quella da adottarsi dal 2009 per la definizione delle azioni sismiche ai fini progettuali.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

Interventi su edifici esistenti in base alle norme tecniche per le costruzioni (NTC 2018)

CLASSIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI SU EDIFICI ESISTENTI (Edifici esistenti ai fini delle NTC 2018; Interventi strutturali volontari o necessari; Interventi strutturali e non strutturali; Categorie di interventi strutturali su edifici esistenti, criteri e modalità di intervento) - VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA E INTERVENTI SU EDIFICI ESISTENTI (Che cos’è la valutazione della sicurezza di una costruzione; Quando è obbligatorio procedere alla valutazione della sicurezza; Scopo e oggetto della valutazione della sicurezza; Verifiche da eseguire in caso di interventi non dichiaratamente strutturali; Elementi e criteri generali per l’esecuzione della valutazione della sicurezza; Esito della valutazione della sicurezza) - CLASSI D’USO DELLE COSTRUZIONI ED INTERVENTI SULL’ESISTENTE (Mutamento della classe d’uso dell’edificio ed eventualità di intervento strutturale; Individuazione della corretta classe d’uso; Specifica sulle classi d’uso III e IV; Patrimonio storico, artistico e culturale; Cambio di classe d’uso in aumento e intervento strutturale; Classificazione degli ambienti ai fini dei sovraccarichi) - SCHEMA GRAFICO RIEPILOGATIVO.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Piano Casa
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Distanze tra le costruzioni
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Norme tecniche
  • Impiantistica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti tecnici e tecnologici
  • Informatica
  • Pianificazione del territorio
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Sicilia, recepimento del Testo Unico dell’edilizia

Con la legge 10/08/2016, n. 16, pubblicata sulla G.U. 19/08/2016, n. 36 Suppl. Ord., la Regione Sicilia ha recepito il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (D.P.R. 06/06/2001, n. 380). Disponibile il Testo Unico dell'edilizia per la Regione Sicilia elaborato da Legislazione Tecnica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Norme tecniche
  • Protezione civile
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016

  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Norme tecniche
  • Impiantistica

Adeguamento a disposizioni tecniche impianti a fune per il trasporto di persone (D.M. 11/05/2017)

  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali nazionali

  • Macchine e prodotti industriali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico
  • Norme tecniche

Motori macchine mobili non stradali: omologazione UE e immissione sul mercato

05/06/2019

19/03/2019

18/03/2019

06/09/2018