28 feb 2018

FAST FIND : SC1166

Ultimo aggiornamento
12/01/2018

Sisma centro Italia 2016: ripresa adempimenti tributari diversi dai versamenti (persone fisiche)

In base al combinato disposto tra il D.M. 01/09/2016 e l’art. 48, commi 10 e 10-bis, del D.L. 189/2016 (con le modifiche in seguito apportate dal D.L. 8/2017 e dal D.L. 50/2017), sono previste le seguenti sospensioni di termini.
Nei confronti dei soggetti diversi dalle persone fisiche che alla data del 24/08/2016, avevano la residenza ovvero la sede operativa nel territorio dei comuni danneggiati dal sisma di agosto 2016 (individuati dall’allegato 1 al D.L. 189/2016), sono sospesi i termini dei versamenti e degli adempimenti tributari (escluse le ritenute alla fonte, per le quali è disposta diversa e separata proroga), scadenti nel periodo compreso tra il 24/08/2016 ed il 30/11/2017.
Quanto invece alle persone fisiche aventi la sede legale o la sede operativa nel territorio degli stessi comuni, il termine è ulteriormente stato prorogato al 31/12/2017, ad opera dell'art. 43, comma 1, lettera b), del D.L. 50/2017.
Non si procede al rimborso di quanto già versato.
Nei confronti dei soggetti diversi dalle persone fisiche che alla data del 26/10/2016, avevano la residenza ovvero la sede operativa nel territorio dei comuni danneggiati dal sisma di ottobre 2016 (individuati dall’allegato 2 al D.L. 189/2016), sono sospesi i termini dei versamenti e degli adempimenti tributari (escluse le ritenute alla fonte, per le quali è disposta diversa e separata proroga), scadenti nel periodo compreso tra il 26/10/2016 ed il 30/11/2017.
Quanto invece alle persone fisiche aventi la sede legale o la sede operativa nel territorio degli stessi comuni, il termine è ulteriormente stato prorogato al 31/12/2017, ad opera dell'art. 43, comma 1, lettera b), del D.L. 50/2017.
Non si procede al rimborso di quanto già versato.
La ripresa dei versamenti avviene, in entrambi i casi, entro il 16/12/2017 per i soggetti diversi dalle persone fisiche ed entro il 31/05/2018 per le persone fisiche, ai sensi dell’art. 48, comma 11, del D.L. 189/2016 (con le modifiche in seguito apportate prima dal D.L. 8/2017, poi dal D.L. 50/2017 e succesivamente dalla Legge bilancio 2018). A partire dalla medesima data del 31/05/2018, le persone fisiche possono versare le somme oggetto di sospensione, senza applicazione di sanzioni e interessi, mediante rateizzazione fino a un massimo di 24 rate mensili di pari importo.
La ripresa degli adempimenti diversi dai versamenti avviene in entrambi i casi entro il 28/02/2018, ai sensi dell’art. 48, comma 12, del D.L. 189/2016 (con le modifiche in seguito apportate prima dal D.L. 8/2017 e poi dal D.L. 50/2017).

Dalla redazione

  • Appalti e contratti pubblici
  • Contabilità dei lavori pubblici e riserve
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione

Inadempimenti dell’appaltatore e conseguenze negli appalti pubblici

Premessa; Inadempimenti dell’appaltatore e diffida ad adempiere; Penali; Risoluzione del contratto (per inosservanza della diffida ad adempiere, per grave inadempimento, per determinati reati e venuta meno della qualificazione, provvedimenti conseguenti); Diritto di recesso della stazione appaltante.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica

Puglia: sostegno ai Comuni per le spese di decontaminazione, smaltimento e bonifica dell’amianto

La Regione Puglia mette a disposizione 3.000.000,00 (tre milioni) di euro a sostegno dei Comuni per le spese relative ad interventi per la rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto presenti in fabbricati ed immobili di proprietà privata.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Interventi su edifici esistenti in base alle norme tecniche per le costruzioni (NTC 2018)

CLASSIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI SU EDIFICI ESISTENTI (Edifici esistenti ai fini delle NTC 2018; Interventi strutturali volontari o necessari; Interventi strutturali e non strutturali; Categorie di interventi strutturali su edifici esistenti, criteri e modalità di intervento) - VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA E INTERVENTI SU EDIFICI ESISTENTI (Che cos’è la valutazione della sicurezza di una costruzione; Quando è obbligatorio procedere alla valutazione della sicurezza; Scopo e oggetto della valutazione della sicurezza; Verifiche da eseguire in caso di interventi non dichiaratamente strutturali; Elementi e criteri generali per l’esecuzione della valutazione della sicurezza; Esito della valutazione della sicurezza) - CLASSI D’USO DELLE COSTRUZIONI ED INTERVENTI SULL’ESISTENTE (Mutamento della classe d’uso dell’edificio ed eventualità di intervento strutturale; Individuazione della corretta classe d’uso; Specifica sulle classi d’uso III e IV; Patrimonio storico, artistico e culturale; Cambio di classe d’uso in aumento e intervento strutturale; Classificazione degli ambienti ai fini dei sovraccarichi) - SCHEMA GRAFICO RIEPILOGATIVO.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Condominio
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Edilizia e immobili

Il decreto ingiuntivo per il recupero degli oneri condominiali non pagati

IL DECRETO INGIUNTIVO PER IL PAGAMENTO DI SOMME (Generalità; Competenza del giudice per territorio e per importo; Contenuti ; Procedimento; Decreto ingiuntivo provvisoriamente (o immediatamente) esecutivo; Formazione del giudicato in assenza di opposizione; Mediazione e negoziazione assistita; Iscrizione di ipoteca giudiziale) - RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO PER ONERI CONDOMINIALI (Generalità e norme di riferimento; Intervento dei creditori; Azione da parte dell’amministratore e sue attribuzioni; Oneri condominiali e decreto immediatamente esecutivo e non; Esempi di prova scritta; Recupero dei crediti e autorizzazione assembleare della spesa; Autorizzazione assembleare all’azione legale; Irregolarità dell’amministratore nell’attività di recupero ; Opposizione del condomino al decreto ingiuntivo; Attribuzioni dell’amministratore e mediazione; Iniziativa da parte del singolo condomino) - INDIVIDUAZIONE DEL DEBITORE (Generalità; Locazione; Usufrutto; Vecchio proprietario; Più proprietari della stessa unità immobiliare; Successione; Fallimento) - OPPOSIZIONE A DECRETO INGIUNTIVO E IMPUGNAZIONE DELIBERA ASSEMBLEARE - SUGGERIMENTI PRATICI PER L’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO.
A cura di:
  • Valentina Papanice
  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Marchio Ecolabel UE: Regolamento n. 66/2010 e criteri di assegnazione

Regolamento UE n. 66/2010 e sue modifiche; il marchio Ecolabel UE; criteri di assegnazione del marchio; elenco delle Decisioni UE per i gruppi di prodotti.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Standards
  • Titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Titoli abilitativi
  • Urbanistica
  • Piano Casa
  • Standards
  • Edilizia e immobili

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Finanza pubblica
  • Commercio e mercati
  • Urbanistica
  • Provvidenze
  • Imprese

Liguria: contributi botteghe dell'entroterra (Bando 2018 - Termine finale)