20 ott 2017

FAST FIND : SC1161

Ultimo aggiornamento
31/07/2017

Adozione da parte dei comuni modulistica permesso di costruire e attività produttive varie

Con l'Accordo adottato in Conferenza unificata il 06/07/2017 è stati adottato il modello unificato e standardizzato per la presentazione delle richieste di permesso di costruire, nonché per le seguenti tipologie di attività commerciali e assimilabili: 1. Panifici; 2. Tintolavanderie; 3. Somministrazione di alimenti e bevande al domicilio del consumatore; 4. Somministrazione di alimenti e bevande in esercizi posti nelle aree di servizio e/o nelle; stazioni; 5. Somministrazione di alimenti e bevande nelle scuole, negli ospedali, nelle comunità; religiose, in stabilimenti militari o nei mezzi di trasporto pubblico; 6. Autorimesse; 7. Autoriparatori.
L'accordo illustra anche le istruzioni operative per l'utilizzo della nuova modulistica.
Entro il 30/09/2017, le regioni adeguano, ove necessario, i contenuti informativi dei suddetti moduli secondo le specifiche normative regionali. Entro e non oltre il 20/10/2017, i comuni devono adeguare la modulistica in uso sulla base delle previsioni dell'accordo e pubblicare i moduli unificati e standardizzati sul loro sito istituzionale.

Dalla redazione

  • Professioni
  • Ingegneri e Architetti
  • Previdenza professionale

Ingegneri e Architetti dipendenti e iscrizione alla gestione separata Inps (Cass. 30344/2017)

Importante sentenza della Cassazione che statuisce l’obbligo degli Ingegneri e Architetti dipendenti, iscritti agli albi, che svolgano anche attività libero professionale, di iscriversi alla gestione separata Inps. Ingegneri e Architetti dipendenti e divieto di iscrizione all’Inarcassa; La “gestione separata” dell’Inps per i lavoratori autonomi; Gestione separata inps e Ingegneri e Architetti dipendenti - “Operazione Poseidone”; Le motivazioni della Corte di Cassazione 30344/2017.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Campania: misure di sostegno alle start up innovative

Le agevolazioni sono destinate alle start-up innovative costituite da non più di 48 mesi, o da costituire, nella forma delle micro e piccole imprese. È prevista la concessione di un contributo pari al 65% delle spese ammissibili per un investimento minimo di 50 mila euro e massimo di 500 mila euro.
A cura di:
  • Club Mep Network
  • Energia e risparmio energetico
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Fonti alternative
  • Pubblica Amministrazione
  • Efficienza e risparmio energetico

Marche: interventi di efficienza energetica negli edifici pubblici

Il bando promuove la riduzione dei consumi energetici negli edifici pubblici, non residenziali né sportivi, e l’integrazione di fonti rinnovabili per favorire uno sviluppo energetico regionale equilibrato e sostenibile. L’entità del contributo a fondo perduto è pari al 75% delle spese fino ad un massimo di 500 mila euro. Sono ammissibili le spese tecniche, nonché le spese per la realizzazione di opere civili murarie, l’installazione di impianti anche da fonti rinnovabili, l’acquisto di apparecchiature per il monitoraggio.
A cura di:
  • Club Mep Network
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Edilizia e immobili

La sanatoria degli abusi edilizi

Abuso edilizio sostanziale e formale; Permesso di costruire in sanatoria, accertamento di conformità (condizioni per l’ottenimento, schema grafico su presupposti ed effetti, interventi in assenza di SCIA alternativa, sanatoria parziale, sanatoria condizionata); Contenuto ed effetti dell’istanza di sanatoria (soggetti legittimati, effetti penali e amministrativi, inerzia dell’amministrazione e silenzio-rigetto); Effetti della sanatoria; Effetti tributari della sanatoria e recupero delle agevolazioni; SCIA tardiva e SCIA in sanatoria; Tolleranza di difformità marginali (c.d. sanatoria “ex lege”). Ampia rassegna di giurisprudenza.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Previdenza professionale
  • Ingegneri e Architetti
  • Periti Industriali
  • Previdenza professionale
  • Geometri
  • Fisco e Previdenza
  • Professioni

Professioni tecniche: nozione di reddito professionale rilevante ai fini contributivi

I professionisti sono tenuti a versare alle rispettive casse di previdenza i contributi determinati in relazione al loro “reddito professionale”. Dall'interpretazione più o meno restrittiva di tale nozione dipende la determinazione degli importi imponibili che costituiscono la base per il calcolo dei contributi dovuti. Di seguito una breve rassegna delle sentenze di legittimità in materia, con l’indicazione di alcune fattispecie concrete.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Provvidenze
  • Alberghi e strutture ricettive

Credito d’imposta ristrutturazione alberghi strutture ricettive - Click day 2019

  • Provvidenze
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Credito d’imposta ristrutturazione alberghi strutture ricettive - Click day 2018

  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Lazio: contributi per la progettazione di infrastrutture di interesse locale

  • Impiantistica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Fonti alternative
  • Provvidenze
  • Imprese
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica

Abruzzo: incentivi per la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti

  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Edilizia e immobili
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione

Richiesta dei contributi per messa in sicurezza di edifici e territorio