18 lug 2018

FAST FIND : SC1123

Ultimo aggiornamento
19/04/2017

Trasmissione dei Piani d'azione per la gestione dell'inquinamento acustico per gli assi stradali e ferroviari principali

Ai sensi dell’art. 4, comma 3, del D. Leg.vo 194/2005 (come modificato da D. Leg.vo 42/2017), entro il 18/07/2018 e, successivamente, entro il 18/04/2023 e ogni cinque anni a partire da tale data le società e gli enti gestori dei servizi pubblici di trasporto o delle relative infrastrutture non di interesse nazionale né di interesse di più regioni, tenuto conto dei risultati della mappatura acustica di cui all’art. 3, devono elaborare e trasmettere alla regione od alla provincia autonoma competente i “piani di azione” (ossia, piani destinati a gestire i problemi di inquinamento acustico ed i relativi effetti, compresa, se necessario, la sua riduzione) e le sintesi di cui all’allegato 6, per gli assi stradali e ferroviari principali.
Si segnala che, ai sensi dell’art. 4, comma 4, del D. Leg.vo 194/2005 (come modificato da D. Leg.vo 42/2017), nel caso di servizi pubblici di trasporto e delle relative infrastrutture ricadenti negli agglomerati di cui al comma 3, lettera a) (ossia, delle aree urbane costituite da uno o più centri abitati contigui fra loro e le cui popolazioni complessive siano superiori a 100.000 abitanti), i piani d’azione in oggetto, nonché le sintesi di cui all’allegato 6, devono essere trasmessi entro il 18/10/2017 e, successivamente, ogni cinque anni all’autorità competente individuata dalla regione.

Dalla redazione

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Provvidenze
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica

Lombardia: contributi per interventi di messa in sicurezza e riqualificazione di infrastrutture per la mobilità

Finanziamenti a Comuni fino a 5.000 abitanti e Unioni di Comuni per interventi riguardanti tutte le strade aperte alla pubblica circolazione veicolare, pedonale e ciclabile, e relative pertinenze, compresi eventuali tratti o porzioni di strade provinciali. Contributo massimo riconoscibile pari al 70% del costo ammissibile. Il finanziamento regionale è a fondo perduto.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Impianti sportivi

Calabria: contributi per la realizzazione e riqualificazione di impianti sportivi

Stanziati 32 milioni di euro per l'erogazione di contributi in conto capitale per iniziative finalizzate alla realizzazione e riqualificazione degli impianti, al sostegno dei servizi, a favorire la collaborazione con soggetti pubblici e privati, al fine di garantire la più ampia partecipazione dei cittadini alla pratica sportiva, ad attività fisco-motorie, in ambienti più sicuri e attrattivi. Previste 3 Linee di intervento. Domande dal 14/09/2018 fino al 01/10/2018 inoltrate esclusivamente attraverso la piattaforma telematica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Imprese

Emilia Romagna: sostegno alle start up innovative per il 2018

Contributo in conto capitale fino al 60% delle spese, elevabile al 70% in caso di assunzione di dipendenti a tempo indeterminato entro la fine del progetto, per l’avvio e la crescita di start up innovative ad elevato contenuto tecnologico basate sulla valorizzazione economica dei risultati della ricerca e, comunque, di nuovi prodotti e servizi di alta tecnologia o ad alto contenuto innovativo. Richiesta la documentazione antimafia solo per progetti che superano i 150.000 euro di contributo. Domande dal 02/07/2018 al 15/11/2018.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Barriere architettoniche
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Provvidenze

Veneto: contributi per i piani per l'eliminazione delle barriere architettoniche (PEBA)

Contributi per i Comuni del Veneto che si dotino di un piano regolatore per l'accessibilità e la vivibilità dei propri centri urbani. Stanziati 800 mila euro per contribuire fino al 50 per cento alle spese dei Comuni con almeno 10 mila abitanti che predispongano un piano di abbattimento delle barriere architettoniche (PEBA). I Comuni che si saranno dotati del piano "anti-barriere" avranno anche la precedenza nell'assegnazione di contributi e riparti regionali per interventi e opere pubbliche.
A cura di:
  • Anna Petricca

Lombardia: finanziamenti per la promozione di processi di bonifica e rigenerazione di siti potenzialmente contaminati

Il bando incentiva la redazione e l'esecuzione di piani di caratterizzazione e di studi di fattibilità urbanistico-edilizia necessari e propedeutici alla riqualificazione e al recupero di aree potenzialmente contaminate. Possono partecipare i soggetti pubblici e privati, proprietari delle aree interessate non responsabili della contaminazione, ed i Comuni. Domande dal 03/09/2018 al 21/09/2018.
A cura di:
  • Anna Petricca