FAST FIND : NW4099

Ultimo aggiornamento
07/02/2017

Macchine mobili non stradali: limiti di emissione e procedura di omologazione

Sono stati pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea 13/04/2017, n. L 102, i Regolamenti (UE) nn. 2017/654, 2017/655, 2017/656 di attuazione del Regolamento (UE) n. 2016/1628, la cui adozione è stata delegata dal Parlamento europeo alla Commissione entro il 31/12/2016. Si tratta di provvedimenti che integrano il predetto Regolamento relativo alle prescrizioni in materia di limiti di emissione di inquinanti gassosi e particolato inquinante e di omologazione per i motori a combustione interna destinati alle macchine mobili non stradali (NRMM).
A cura di:
  • Angela Perazzolo

Il Regolamento (UE) del 14/09/2016, n. 2016/1628 stabilisce i limiti per le emissioni di inquinanti gassosi di motori a combustione interna [1] di diversi intervalli di potenza per le macchine mobili non stradali [2], nonché le prescrizioni amministrative e tecniche relative alla procedura di omologazione UE, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di inquinanti gassosi quali il monossido di carbonio (CO), gli idrocarburi (HC), gli ossidi di azoto (NOx) e il particolato (PM) [3]. Si tratta dei motori utilizzati, ad esempio, nelle piccole apparecchiature portatili, nei gruppi elettrogeni, nelle macchine agricole, nelle macchine edili, nelle automotrici e locomotive e nelle navi della navigazione interna.
Il provvedimento prevede, tra l’altro, gli obblighi per i costruttori, importatori e distributori ai fini dell’immissione sul mercato dei suddetti motori e contiene le norme sul monitoraggio delle emissioni dei motori in servizio, sulla procedura di omologazione UE e sulla dichiarazione di conformità, nonché le prescrizioni per la vigilanza del mercato.
Al fine di completare il quadro normativo in materia, la Commissione europea ha adottato tre Regolamenti con i quali ha provveduto ad integrare ed attuare le disposizioni di cui al Regolamento (UE) 2016/1628.

REGOLAMENTO (UE) 2017/654: REQUISITI TECNICI E PROCEDURE DI OMOLOGAZIONE E CONFORMITÀ - Sempre con riferimento ai motori a combustione interna destinati alle macchine mobili non stradali, il Regolamento stabilisce:

  • i requisiti tecnici e generali e i metodi di prova riguardanti i limiti di emissione e l'omologazione;
  • le disposizioni relative alle procedure di conformità della produzione per migliorarle e allinearle alle procedure più severe applicabili ai veicoli stradali e per aumentare l'efficienza generale della procedura di omologazione UE;
  • i requisiti armonizzati ai quali i servizi tecnici sono tenuti a conformarsi, nonché la procedura per la valutazione di tale conformità e per il loro accreditamento.

REGOLAMENTO (UE) 2017/655: MONITORAGGIO DELLE EMISSIONI DEI MOTORI IN SERVIZIO - Le emissioni di inquinanti gassosi provenienti dai motori a combustione interna destinati alle macchine mobili non stradali che sono stati omologati devono essere monitorate sottoponendo a prova i motori in servizio installati su macchine mobili non stradali e impiegate in cicli di funzionamento normale. Tali prove sono eseguite, sotto la responsabilità del costruttore e conformemente alle prescrizioni dell'autorità di omologazione, su motori che sono stati correttamente sottoposti a manutenzione, in ottemperanza alle disposizioni normative in materia. Ad integrazione di tali disposizioni la Commissione ha fornito norme dettagliate per quanto riguarda la scelta dei motori, le procedure di prova e la comunicazione dei risultati relativi al monitoraggio.

REGOLAMENTO (UE) 2017/656: MODELLI PER LA TRASMISSIONE DELLA DOCUMENTAZIONE - Nell’ottica di semplificazione, razionalizzazione e standardizzazione delle procedure di omologazione di motori a combustione interna destinati alle macchine mobili non stradali, la Commissione europea ha adottato i modelli che devono essere utilizzati dai costruttori per (allegati da I a IV):

  • fornire la documentazione informativa e le schede informative;
  • rilasciare le dichiarazioni di conformità;
  • apporre la marcatura dei motori;
  • rilasciare le schede di omologazione UE.

La Commissione ha definito inoltre (allegati da V a X):

  • il sistema di numerazione delle schede di omologazione UE;
  • il formato unico del verbale di prova dei motori;
  • il formato per l'elenco di motori;
  • i modelli e struttura per lo scambio di dati mediante il sistema di informazione del mercato interno (IMI);
  • i parametri per la definizione dei tipi di motore e delle famiglie di motori e le loro modalità di funzionamento;
  • i dettagli tecnici volti a prevenire le manomissioni.


[1] Per “motore a combustione interna” o “motore” si intende un convertitore di energia, diverso da una turbina a gas, progettato per trasformare l'energia chimica in entrata in energia meccanica in uscita mediante un processo di combustione interna

[2] Per “macchina mobile non stradale” si intende qualsiasi macchina mobile, apparecchiatura trasportabile o veicolo, con o senza carrozzeria o ruote, non destinato al trasporto di passeggeri o merci su strada, comprese le macchine installate sul telaio dei veicoli destinati al trasporto di passeggeri o merci su strada.

[3] Per “particolato” o “PM” si intende la massa di qualsiasi materiale presente nel gas emesso da un motore e raccolto su un determinato materiale filtrante previa diluizione del gas con aria filtrata e pulita in modo che la temperatura non superi i 325 K (52 °C).

Dalla redazione

Macchine mobili non stradali: limiti di emissione e procedura di omologazione

Sono stati pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea 13/04/2017, n. L 102, i Regolamenti (UE) nn. 2017/654, 2017/655, 2017/656 di attuazione del Regolamento (UE) n. 2016/1628, la cui adozione è stata delegata dal Parlamento europeo alla Commissione entro il 31/12/2016. Si tratta di provvedimenti che integrano il predetto Regolamento relativo alle prescrizioni in materia di limiti di emissione di inquinanti gassosi e particolato inquinante e di omologazione per i motori a combustione interna destinati alle macchine mobili non stradali (NRMM).
A cura di:
  • Angela Perazzolo

Emissioni in atmosfera e impianti di combustione: schema decreto attuativo della Dir. 2015/2193/UE

Il Consiglio dei Ministri ha approvato in esame preliminare lo schema del Decreto legislativo di attuazione della Direttiva (UE) 2015/2193, relativa alla limitazione delle emissioni nell'atmosfera degli inquinanti originati da impianti di combustione medi nonché per il riordino del quadro normativo degli stabilimenti che producono emissioni in atmosfera. Il Decreto dovrà ora essere sottoposto ai pareri della Conferenza unificata e delle Commissioni parlamentari per poi tornare per l’approvazione definitiva al Consiglio dei Ministri.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Ecodesign prodotti per riscaldamento e raffrescamento (Reg. UE 2016/2281)

Stabiliti i requisiti di progettazione ecocompatibile ai fini della immissione sul mercato e/o la messa in servizio dei prodotti di riscaldamento dell’aria, dei prodotti di raffrescamento, dei chiller di processo ad alta temperatura e dei ventilconvettori. Obiettivi e finalità della disciplina, prodotti interessati, calendario degli adempimenti e disciplina transitoria. AGGIORNAMENTO LUGLIO 2017 con la pubblicazione nella GUUE n. C 229/2017 dei titoli e riferimenti dei metodi di misurazione transitori.
A cura di:
  • Angela Perazzolo

Norme armonizzate nella Direttiva macchine (Dir. 2006/42/CE)

Pagina informativa sintetica in merito alle Norme armonizzate per la prevenzione dei rischi derivanti dalla progettazione e dalla costruzione delle macchine nell'ambito della Direttiva 2006/42/CE. Disponibili gli elenchi aggiornati dei titoli e dei riferimenti delle Norme armonizzate. AGGIORNAMENTO GIUGNO 2017.
A cura di:
  • Angela Perazzolo

La Legge di Bilancio 2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Bilancio 2017 (L. 11 dicembre 2016, n. 232), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini