FAST FIND : NR19110

D. Pres.P. Bolzano 13/11/2006, n. 61

Regolamento di esecuzione circa la costruzione e l’esercizio di impianti a fune in servizio pubblico.
Stralcio.
Con le modifiche introdotte da:
- D. Pres. P. 05/12/2012, n. 44
- D. Pres. P. 13/12/2012 n. 39
- D. Pres. P. 23/01/2015, n. 3
Scarica il pdf completo
36269 1647691
Art. 1 - Ambito di applicazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647692
Art. 2 - Definizioni

N21. Ai fini del presente regolamento si int

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647693
Art. 3 - Caratteristiche dei veicoli

1. Le caratteristiche dei veicoli degli impianti realizzanti linee di prima categoria di cui all&rsqu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647694
Art. 4 - Domanda e documentazione

1. La domanda volta ad ottenere la concessione va presentata all’Ufficio. Nella stessa il richiedente la concessione deve impegnarsi ad osservare le norme disciplinanti la costruzione e l’esercizio di impianti a fune in servizio pubblico e le prescrizioni stabilite nel disciplinare tipo approvato dal direttore o dalla direttrice della Ripartizione provinciale mobilità. La domanda è corredata della seguente documentazione:

a)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647695
Art. 5 - Procedimento in caso di concorrenza

1. L’Ufficio informa i concessionari delle linee interessate e gli altri richiedenti delle domande pervenut

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647696
Art. 6 - Modifica della concessione

1. Ai sensi dell’articolo 9 della legge sono considerate varianti sostanziali alla linea, che rendono necessaria la modifica della concessione, salvo altri casi particolari:

a) la sostituzione dell’impianto realizzante la linea con uno di altra tipologia;

b) lo spostamento, il prolung

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647697
Art. 7 - Rinnovo della concessione

1. Il rinnovo della concessione è disposto dall’assessore o assessore provinciale competente in materia di mobilità. Nel relativo provvedimento è stabilita la categoria di appartenenza della linea di cui all’articolo 4 della legge ed è fissato il termine per l’adempimento delle condizioni poste per il rinnovo e per l’esecuzione delle modifiche proposte. Con lo stesso provvedimento è approvato il disciplinare di rinnovo della concessione.

2. Dodici mesi prima della scadenza della concessione, l’Ufficio ne d&ag

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647698
Art. 8 - Cessione della linea

1. La cessione delle linee di trasporto funiviario, indipendentemente dalla categoria di appartenenza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647699
Art. 9 - Indennità per la revoca della concessione

1. A prescindere dalle deduzioni previste dall’articolo 13, comma 1, della legge, l’indennità dovuta per la revoca della concessione è calcolata tenendo conto del costo convenzionale dell’impianto, come indicato nell’allegato A, determinato secondo le modalità di calcolo in vigore al momento del provvedimento di revoca. Dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647700
Art. 10 - Sistema di linea

1. La domanda di riconoscimento del sistema, unitamente al piano di massima, la ricevuta della cauzione di cui all’articolo 19, comma 5, della legge ed il piano finanziario per la costruzione e l’esercizio dei singoli impianti, vanno presentati all’Ufficio.

2. I sistemi di linee possono essere riconosciuti su domanda di uno o più richiedenti.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647701
Art. 11 - Progetto preliminare

1. Il progetto preliminare di cui all’articolo 24 della legge è costituito dai seguenti elaborati tecnici:

a) relazione tecnica generale relativa alle soluzioni tecniche adottate, contenente la descrizione delle caratteristiche tipologiche, funzionali e relative all’esercizio, dell’impianto da realizzare; nella relazione si fa riferimento alla rispondenza alle prescrizioni tecniche speciali relative all’infrastruttura, indicando gli eventuali scostamenti da queste ultime, presentando argomentate giustificazioni con la dimostrazione del rispetto dei requisiti essenziali di cui all’allegato II della legge;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647702
Art. 12 - Progetto funiviario definitivo

1. Il progetto funiviario definitivo, di cui all’articolo 24 della legge, che viene esaminato dall’Ufficio ai fini dell’approvazione, deve individuare compiutamente l’opera nelle sue linee generali e negli elementi costitutivi, deve illustrarne le caratteristiche funzionali e le prestazioni in relazione alle esigenze da soddisfare e deve evidenziare tutte le caratteristiche significative per garantire la sicurezza dell’esercizio; a tale fine esso è composto dai seguenti elaborati tecnici:

a) relazione tecnica generale riferita all’intero impianto, che illustra, anche in forma schematica, le caratteristiche principali e che riporta le specifiche costruttive e i limiti di impiego dei suoi elementi costitutivi in relazione alle prestazioni previste; ove vengano presentate richieste di scostamento dalle norme tecniche specifiche riguardanti l’infrastruttura, ne deve essere dimostrata la relativa necessità con una apposita relazione;

b) dichiarazione del o della progettista dell’impianto, in cui si attesta che il progetto definitivo è redatto nel rispetto dei requisiti essenziali, di cui all’allegato II della legge e delle norme tecniche specifiche riguardanti l’infrastruttura, alla quale è allegata l’attestazione circa la reciproca compatibilità per tutte le interfacce esistenti in relazione ai componenti di sicurezza, ai sottosistemi e alla infrastruttura;

c) planimetria generale della zona interessata dall’impianto in scala non minore di 1:25.000 con segnato a tratto rosso il tracciato della linea;

d) piano quotato delle stazioni con riportate le curve di livello, in scala adeguata, illustrante sia le soluzioni proposte per facilitare il traffico dei viaggiatori in entrata ed in uscita, sia i collegamenti con eventuali altri impianti della zona;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647703
Art. 13 - Progetto funiviario esecutivo

1. Il progetto funiviario esecutivo di cui all’articolo 24 della legge che viene depositato presso l’Ufficio deve comprendere, oltre a quanto previsto per il progetto definitivo:

a) gli elaborati necessari per l’effettiva realizzazione delle infrastrutture, i calcoli di verifica dimensionale di tutte le strutture ed i disegni di insi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647704
Art. 14 - Analisi e relazione di sicurezza

1. L’analisi di sicurezza e la relazione di sicurezza di cui all’articolo 46 della legge devono corrispondere a quanto previsto all’allegato III della stessa legge.

2. Possono essere presentate più analisi di sicurezza, che si riferiscono alle varie parti specialistiche dell’impianto, redatte dalle singole progettiste o dai singoli progettisti specialisti.

3. L’analisi di sicurezza tiene conto di tutti gli aspetti rilevanti ai fini della sicurezza inerenti il sistema dell’impianto e l’ambiente nell’ambito della progettazione, dell’esecuzione e della messa in servizio, individuando, sulla base delle esperienze note fino ad oggi, tutti i rischi che possono verificarsi in esercizio,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647705
“Articolo 15 - Assenza di pericolo da frane e valanghe

N6 1. Nel redigere le dichiarazioni di cui all’articolo 11, comma 1, lettera g), e all’articolo 12, comma 1, lettera h) si deve tener conto, oltre che degli elementi morfologici, anc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647706
Art. 16 - Relazione sulle finalità dell’impianto

1. La relazione sulle finalità dell’impianto di cui all’articolo 4, comma 1, lette

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647707
Art. 17 - Ammontare del deposito cauzionale

1. La misura del deposito cauzionale di cui all’articolo 4, comma 1, lettera d), è pari a:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647708
Art. 18 - Domanda di collaudo

1. La domanda di collaudo è corredata di:

a) dichiarazione della ditta costruttrice sulle caratteristiche dei materiali impiegati e sulle saldature effettuate da parte di personale specializzato nell’infrastruttura dell’impianto e, in particolare, nelle strutture di essa aventi speciale importanza ai fini della sicurezza, nonché sulla completa ultimazione dell’opera a regola d’arte;

b) ricevuta comprovante l’avvenuto deposito, presso il Tesoriere della Provincia, dell’importo preventivato per onorari e rimborsi dei collaudatori, salvo conguaglio;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647709
Art. 19 - Tariffe, orari, assicurazioni

1. L’assessore o l’assessore competente in materia di mobilità può approvare criteri uniformi per la determinazione della tariffa massima applicabile per la corsa singola di ogni impianto, ad eccezione delle linee funiviarie di cui

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647710
Art. 20 - Oneri di sorveglianza e di collaudo

1. La misura del contributo annuo per le spese di sorveglianza è indicata nell’allegato D. Tale contributo va versato annualmente, su richiesta dell’Ufficio provinciale entrate, a partire dall’anno successivo alla data di rilascio della concessione, della sua modifica o del suo rinnovo. L’intera quota annua è dovuta anche l’anno in cui scade la concessione.

2. L’onorario spettante ad ogni collaudatore è indicato nella tariffa di cui all’allegat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647711
Art. 21 - Regolamento di esercizio

1. L’esercizio dell’impianto si svolge secondo le modalità determinate nel regolamento di esercizio, approvato dall’Ufficio, su proposta del tecnico responsabile e del concessionario. Il regolamento di esercizio è redatto secondo schemi predisposti dall’Ufficio per i singoli tipi di impianto. Vanno osservate anche le disposizioni riportate nei regolamenti tecnic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647712
Art. 22 - Sorveglianza sugli impianti

1. L’Ufficio può disporre, oltre alle ispezioni e verifiche funzionali di cui all’articolo 27 della legge, accertamenti atti a verificare l’ottemperanza alle norme tecniche e di esercizio e alle condizioni poste nell’atto di concessione, nonché l’esatta applicazione delle tariffe, degli orari approvati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647713
Art. 23 - Revisioni speciali degli impianti

1. Gli impianti sono sottoposti ogni cinque anni ad una revisione speciale, sottoponendo a controlli non distruttivi da parte di personale qualificato gli elementi costruttivi, gli organi meccanici e le relative giunzioni saldate, contro la cui rottura non e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647714
Art. 24 - Revisioni generali degli impianti

1. Gli impianti sono sottoposti a revisione generale nei termini di seguito indicati, decorrenti dalla data del primo inizio dell’esercizio o dalla data di collaudo a seguito dell’ultima revisione generale:

a) le funivie bifune a va e vieni e le funicolari terrestri ogni 20 anni;

b) le funivie bifune e monofune ad ammorsamento temporaneo dei veicoli ogni 20 anni e successivamente ogni dieci anni;

c) le funivie monof

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647715
Art. 25 - Contrassegno distintivo

1. Il contrassegno distintivo di riconoscimento del personale addetto agli impianti ed a contatto con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647716
Art. 25/bis - Contratti di servizio

N31. Il presente articolo definisce, ai sensi dell’articolo 15/bis della legge, i requisiti minimi per la conclusione di contratti di servizio tra i comuni e i titolari di concessioni di impianti di risalita di paese e impianti a fune di piccoli comprensori sciistici.

2. Con la sottoscrizione del contratto di servizio il t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647717
Art. 25/ter - Elenco degli impianti di risalita di paese e degli impianti a fune dei piccoli comprensori sciistici

N31. Ai sensi dell’articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647718
Art. 26 - Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nel Bollettino Uff

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647719
Art. 27 - Abrogazione

1. Il decreto del Presidente della Giunta provinciale 4 dicembre 1996, n. 48, e successive modifiche,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647720
“ALLEGATO A - Formula di calcolo del costo di costruzione di impianti funiviari in servizio pubblico (articolo 9 e 20)

N1

(1) Il costo convenzionale di costruzione di una funivia bifune a va e vieni è dato dalla seguente formula:


P = D x [(A’L² + B’L + C’) + (N - 87,5) x (A”N² + B”N + C”)]


quello di una funivia di altra tipologia è dato dalla seguente formula:


P = D x [(A’L² + B’L + C’) + (Q - Q’) x (A”L² + B”L + C”)]


secondo la categoria di impianto sono da inserire i seguenti valori:


categoria impianto

D

A’

B’

C’

Q’

A”

B”

C”

funivia bifune, compreso il tipo “Funifor” a va e vieni con due vie di corsa

1

-0,32811

2.357,9

8.913.600

87,5

2,8422 E-14

-447,40

93.222

cabinovia ad ammorsamento automatico a 12÷16 posti

1

-0,14747

2.643,5

6.349.300

3.000

-2,6048 E-05

0,42956

739,85

cabinovia ad ammorsamento automatico a 12÷16 posti con stazione intermedia su un ramo

1,18

-0,14747

2.643,5

6.349.300

3.000

-2,6048 E-05

0,42956

739,85

cabinovia ad ammorsamento automatico a 12÷16 posti con stazione intermedia sui due rami

1,25

-0,14747

2.643,5

6.349.300

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647721
Allegato B - Dimensioni minime delle tabella sulle tariffe di trasporto sugli orari di servizio e sulle norme di comportamento (articolo 19)

omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647722
Allegato C - Minimi di garanzia per l’assicurazione della responsabilità civile per le linee funiviarie (articolo 19)

omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647723
Allegato D - Contributo per spese di sorveglianza (articolo 20)

omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647724
Allegato E - Compenso professionale per collaudo di impianti a fune (articolo 20)


Costo convenzionale di costruzione (P+P’)

Percentuale per tutti gli impianti tranne le sciovie

Euro 550.000,00

0,361

Euro 725.0

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647725
Allegato F - Contrassegno distintivo di riconoscimento dell’addetto agli impianti funiviari a contatto con il pubblico (articolo 25)

omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36269 1647726
Allegato G (articolo 25/ter) - Elenco degli impianti di risalita di paese e degli impianti a fune dei piccoli comprensori sciistici N4

omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Autorizzazioni, vita tecnica e revisioni degli impianti funicolari aerei e terrestri

A seguito dell'emanazione del D.M. 01/12/2015, n. 203, presentiamo un approfondimento che riepiloga informa schematica e operativa le regole che disciplinano, a far data dal 22/12/2015, le autorizzazioni alla costruzione ed all’esercizio, la durata della “vita tecnica” e le revisioni degli impianti funicolari aerei e terrestri. Informazioni anche sulla disciplina precedente (D.M. 23/1985, superato dal D.M. 203/2015) e transitoria (art. 31 del D.L. "sblocca Italia" 133/2014).
A cura di:
  • Dino de Paolis

Prescrizioni tecniche per l’esercizio e la manutenzione degli impianti a fune aerei e terrestri

Il D.M. 18/05/2016, n. 144 ha aggiornato le prescrizioni tecniche per l'esercizio e la manutenzione degli impianti a fune adibiti al trasporto di persone. Breve sintesi del contenuto, riferimenti normativi e norme transitorie.
A cura di:
  • Valentina Rampulla

Impianti a fune: Regolamento (UE) n. 2016/424

Nuovo Regolamento per la libera circolazione dei sottosistemi e dei componenti di sicurezza destinati agli impianti a fune. Norme comuni in tutta l’Unione europea per la progettazione, la costruzione, la messa in servizio e la manutenzione degli impianti a fune.
A cura di:
  • Antonio Renato Soragnese

Ascensori in servizio pubblico: esercizio, manutenzione e verifiche periodiche (D.M. 09/03/2015)

Emanato il decreto che - in attuazione del precedente D.P.R. 8/2015 - reca le disposizioni e le procedure inerenti all’apertura, all’esercizio, alla manutenzione, nonché alle verifiche e prove periodiche per il funzionamento in sicurezza degli ascensori in servizio pubblico. Abrogato il precedente D.M. 11/01/2010 e il D.M. 281/1931.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Progettazione, costruzione ed esercizio di ascensori in servizio pubblico

Emanate nuove norme tecniche che sostituiscono quelle, ormai vetuste, risalenti al 1931. Nel nuovo decreto anche indicazioni per il rilascio del nulla osta di sicurezza e per la manutenzione e verifica periodica degli impianti.
A cura di:
  • Dino de Paolis