FAST FIND : NR37332

Deliberaz. G.P. Bolzano 14/03/2017, n. 258

Linea guida per concorsi di progettazione - (Art. 18 della legge provinciale 16/2015 e s.m.i.).
Scarica il pdf completo
3621755 4174148
Testo del provvedimento

LA GIUNTA PROVINCIALE


Visto l'art. 18 della legge provinciale 16/2015 s.m.i., che disciplina l'affidamento dei servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria;

in considerazione di emanare una linea guid

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3621755 4174149
Allegato - Linea guida per concorsi


Premesse

Il presente "ordinamento concorsi" costituisce linea guida ai sensi dell'articolo 40 della legge provinciale 16/2015 "disposizioni sugli appalti pubblici". Ha per oggetto i concorsi attinenti all'urbanistica, all'architettura ed all'ingegneria.

Nel rispetto delle direttive europee, delle leggi statali e quelle provinciali, la presente linea guida contiene procedure di "best practice", maturate in tanti anni di esperienza in materia di concorsi in Alto Adige e basate sui seguenti principi:

- Il concorso di progettazione è un "particolare regime di appalto" (Direttiva Europea 24/2014), va affrontato in modo diverso da altre procedure di affidamento.

- Il concorso rappresenta la procedura più coerente alla natura dei servizi attinenti all'architettura ed ingegneria concentrandosi sulla parte intellettuale, culturale del mestiere di architetto/ingegnere offrendo a ogni partecipante uguale possibilità di concorrere sulla base della propria creatività.

- Il concorso richiede ai partecipanti maggiore impegno e comporta un rischio molto maggiore rispetto ad altre procedure di affidamento; va dunque garantita una preparazione accurata del disciplinare e relativa documentazione nonché assicurata una valutazione di alto livello qualitativo delle proposte consegnate. Anche la commissione giudicatrice e la sua composizione contribuiscono alla qualità dell'esito.

- Il concorso produce una serie di progetti concreti, i quali, confrontati tra di loro, danno all'ente banditore la possibilità di individuare la proposta qualitativamente migliore, più sostenibile, più consona alle proprie esigenze; è dunque coerente continuare il processo di realizzazione dell'opera sulla base del progetto vincitore assieme al vincitore.


Principi


Concorso

Il concorso è un particolare regime di appalto che dà centralità alla qualità della progettazione sotto il profilo urbanistico, architettonico, ambientale, storico- artistico, conservativo nonché tecnologico.

Obiettivo del concorso di progettazione è selezionare tra progetti concreti il progetto giudicato migliore sul piano qualitativo ed economico che poi, sviluppato e messo in opera dall'autore/dagli autori, contribuisce allo sviluppo e all'incentivazione della qualità architettonica in Provincia.

Unicamente la qualità, intesa come plusvalore culturale e di sostenibilità, è decisiva per la scelta del miglior progetto.

La partecipazione a un concorso di progettazione avviene in forma anonima.

Riferimenti normativi specifici per un concorso sono: il disciplinare di concorso e tutta la documentazione messa a disposizione dei partecipanti, le risposte ai quesiti e ulteriori chiarimenti dell'ente banditore nonché le presenti linee guida.

Prima di avviare un concorso di progettazione la stazione appaltante constata la particolare rilevanza dell'oggetto del concorso e la mancanza al proprio interno di soggetti adeguatamente qualificati per una progettazione interna.


Soglia europea

Ai sensi dell'articolo 18 comma 1 della L.P. 16/2015, il concorso può limitarsi alla prestazione principale. In questo caso il calcolo del valore stimato ai fini della soglia europea tiene conto del corrispettivo stimato di tutti i livelli di progettazione e dell'opzione direzione lavori, per la sola prestazione principale, compresi gli oneri di cui all'articolo 6 della DGP 1308/2014, nonché della somma dei premi e riconoscimenti.

Qualora oggetto del concorso sono le prestazioni principale e secondarie, il calcolo del valore stimato ai fini della soglia europea tiene conto del corrispettivo stimato di tutti i livelli di progettazione e dell'opzione direzione lavori, per le relative prestazioni principale e secondarie, compresi gli oneri di cui all'articolo 6 della DGP 1308/2014, nonché della somma dei premi e riconoscimenti.


Tipi di concorsi

Ci sono più tipi di concorso. Si distinguono in base alla finalità, alla procedura o all'oggetto. È compito del/la responsabile unico/a del procedimento (RUP), nel rispetto dei principi di proporzionalità, adeguatezza, trasparenza e libera amministrazione di cui all'articolo 1 comma 2 della L.P. 16/2015, scegliere la procedura più adatta al compito specifico.


Distinzione in base alle finalità

Concorso di idee

Il concorso di idee serve a sviluppare le proposte ideative migliori in caso di programma planivolumetrico e quadro economico non ancora fissati (compito del concorso = COSA si dovrà costruire; p. es. quali utenze vanno inserite in un certo contesto o quale quadro economico emerge da quale tipologia di intervento ecc.).

Va previsto un congruo premio al soggetto o ai soggetti che hanno elaborato la/le idea/e ritenuta/e migliore/i.

L'idea o le idee premiate sono acquisite in proprietà dalla stazione appaltante, le quali, previa eventuale definizione degli assetti tecnici, possono essere:

1. poste a base di un concorso di progettazione,

2. poste a base di una gara di servizi di progettazione, alla quale possono partecipare i premiati qualora in possesso dei relativi requisiti soggettivi.

Al vincitore del concorso di idee possono essere affidati i successivi livelli di progettazione, con procedura negoziata senza bando, a condizione che detta facoltà sia stata esplicitata nel disciplinare e che il soggetto sia in possesso dei requisiti di capacità tecnico professionale previsti nel disciplinare in rapporto ai livelli progettuali da sviluppare. Va però considerato che nella maggior parte dei casi i requisiti tecnico professionali e l'entità di detti requisiti potranno essere determinati solamente sulla base del risultato del con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Ingegneri e Architetti

Formazione professionale continua degli Ingegneri

Documentazione di riferimento; Requisiti formativi per esercitare la professione con esclusivi specchietti riepilogativi; Ingegneri dipendenti pubblici o privati; CFP obbligatori in etica e deontologia; Crediti attribuiti all’atto dell’iscrizione all’albo; Esoneri; Mancato conseguimento dei CFP e sanzioni; Mancato conseguimento CFP obbligatori in etica e deontologia; Modalità di acquisizione dei CFP e autocertificazioni (scadenza 31/03/2018 per le attività 2017); Banche dati attività formative e crediti.
A cura di:
  • Rosalisa Lancia
  • Ingegneri e Architetti
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Professioni
  • Edilizia e immobili

Bando UE per tecnici nell'edilizia, impiantisti e coordinatori sicurezza

L’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) organizza due concorsi per la selezione di: ingegneri per la gestione degli edifici; coordinatori/tecnici edili; coordinatori/tecnici edili in ingegneria climatica, elettromeccanica ed elettrotecnica; assistenti per la sicurezza sul lavoro/sicurezza degli edifici. Iscrizione entro il 26/09/2017. Il termine è stato così modificato con rettifica pubblicata nella GUUE C 315A del 22/09/2017.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Professioni
  • Ingegneri e Architetti

Formazione professionale continua degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori

Pagina informativa relativa all’obbligo di formazione continua permanente per la professione di Architetto, Pianificatore, Paesaggista e Conservatore. Documentazione di riferimento, sintesi degli obblighi, specchietto attribuzione crediti. AGG. GENNAIO 2017: nuove Linee guida e Delib. CNAPPC 21/12/2016 che ha ridotto a 60 i crediti conseguibili nel triennio 2017-2019.
A cura di:
  • Rosalisa Lancia
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Pubblica Amministrazione
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Prevenzione Incendi
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Fisco e Previdenza
  • Calamità/Terremoti
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Informatica
  • Procedimenti amministrativi
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agricoltura e Foreste
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia scolastica
  • Tutela ambientale
  • Difesa suolo
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Tracciabilità
  • Lavoro e pensioni
  • Compravendita e locazione
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Servizi pubblici locali
  • Rifiuti
  • Beni culturali e paesaggio
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Provvidenze

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 192/2014 (L. 11/2015)

Libretto di centrale impianti termici; Smaltimento rifiuti in discarica; SISTRI; Gestione dei rifiuti in Campania; Anticipazione prezzo nei lavori pubblici; Centrali uniche di committenza; Qualificazione contraente generale; Appaltabilità e cantierabilità grandi opere; Messa in sicurezza edifici scolastici; Interventi per il dissesto idrogeologico; Antincendio strutture ricettive; Antincendio nuove attività esistenti; Zone a burocrazia zero; Impianti a fonti rinnovabili e Conto energia in zone terremotate; Macchine agricole; Contribuenti minimi; Locazione immobili pubblici; Sfratti esecutivi; Processo amministrativo digitale; Affidamento servizio distribuzione gas; Accise sul combustibile impiegato per la cogenerazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Appalti e contratti pubblici

Appalti e giovani professionisti: rileva la data di pubblicazione del bando

Il Consiglio di Stato chiarisce che nelle gare pubbliche per l’affidamento di incarichi di progettazione la verifica sui cinque anni di abilitazione del giovane professionista va fatta rispetto alla data di pubblicazione del bando e non alla scadenza del termine di presentazione delle offerte.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Bolzano: aggiornamento obbligatorio installatori impianti FER

  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Professioni
  • Energia e risparmio energetico

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine

  • Energia e risparmio energetico
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative

Trento, aggiornamento degli installatori di impianti energetici da fonti rinnovabili

  • Impiantistica
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico

Piemonte, formazione installatori impianti alimentati da FER: scadenza e proroga termine

15/02/2017

28/11/2016

31/08/2016