FAST FIND : NR18887

L. R. Lazio 02/11/2006, n. 14

Norme in materia di multifunzionalità, agriturismo e turismo rurale.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 10/08/2016, n. 12
- L.R. 31/12/2016, n. 17
- L.R. 20/06/2017, n. 6
- L.R. 14/08/2017, n. 9
Scarica il pdf completo
36046 4085332
CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085333
SEZIONE I - FINALITÀ E DEFINIZIONI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085334
Art. 1 - (Finalità)

1. La Regione, in armonia con la legislazione europea e statale sostiene l'agricoltura mediante la promozione delle attività agricole multifunzionali e di quella agrituristica cosi come identificate dall’articolo 2 della presente legge e di forme idonee di turismo rurale cosi come identificato dall’articolo 3 della presente legge; individua in tali attività gli strumenti prioritari per la valorizzazione della cultura e delle tradizioni rurali, la promozione dei prodotti agroalimentari del territorio e la fruizione dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085335
Art. 2 - (Definizione delle attività aziendali)

N32

1. Per attività di agriturismo si intendono esclusivamente le attività di ricezione ed ospitalità esercitate dagli imprenditori agricoli, singoli o associati, di cui all’articolo 2135 del codice civile ed all’articolo 1, comma 2. del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228 R (Orientamento e modernizzazione del settore agricolo), attraverso l’utilizzazione della propria azienda in rapporto di connessione “rispetto alle attività agricole di cui alla lettera a) così come indicato dall’articolo 4, comma 2, della legge 20 febbraio 2006, n. 96 (Disciplina dell'agriturismo). Le attività agrituristiche sono ricomprese tra le attività agricole aziendali. Per attività agricole aziendali si intendono:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085336
Art. 2 bis - (Modalità di attuazione delle attività multifunzionali)

N35

1. Le attività multifunzionali devono essere svolte in rapporto di connessione con le attività agricole tradizionali e queste ultime devono essere prevalenti su quelle multifunzionali. Le modalità della connessione e la relativa prevalenza dove non è individuata da specifica normativa è stabilita in base alle ore lavoro individuate da atto della direzione regionale competente in materia agricoltura. In attesa dell'atto di individuazione delle tabelle o in caso di attività non tabellata vigono le condizioni previste all' articolo 2135 del codice civile.

2. Ai fini delle attività multifunzionali, previa approvazione di un PUA ai sensi della legge regionale 22 dicembre 1999, n. 38 (Norme sul governo del territorio) e successive modifiche è consentita prioritariamente sia la rifunzionalizzazione degli edifici o parte di essi presenti all' interno dell'azienda agricola, anche attraverso la demolizione e ricostruzione e accorpamento delle volumetrie, a prescind

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085337
Art. 3 - (Definizione e modalità di attuazione delle attività di turismo rurale)

N1

1. Il turismo rurale è un settore del mercato turistico regionale costituito da molteplici attività finalizzate alla corretta fruizione dei beni naturalistici, ambientali e culturali del territorio "rurale"N2, alla conoscenza ed alla valorizzazione dell’agricoltura locale nonché relative all’ospitalità, alla ristorazione e al tempo libero.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085338
SEZIONE II - FUNZIONI E COMPITI AMMINISTRATIVI. DISCIPLINA DELLE FUNZIONI REGIONALI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085339
Art. 4 - (Funzioni e compiti amministrativi della Regione)

1. Sono riservati alla Regione le funzioni ed i compiti amministrativi concernenti:

a) l’adozione del piano agrituristico regionale, di cui all’articolo 7;

b) l’adozione dei regolamenti di cui agli articoli 2 bis e 9;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085340
Art. 5 - (Funzioni e compiti amministrativi delle province)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085341
Art. 6 - (Funzioni e compiti amministrativi dei comuni)

1. Sono attribuiti ai comuni le funzioni ed i compiti amministrativi concernenti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085342
Art. 7 - (Piano agrituristico regionale)

1. La Giunta regionale, in conformità alle linee della programmazione generale socio-economica e territoriale regionale, adotta, sentita la competente commissione consiliare, il piano agrituristico regionale, di seguito denominato piano, con le procedure di cui all’articolo 15 della legge regionale 11 aprile 1986, n. 17 (Norme sulle procedure della programmazione) e s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085343
Art. 8 - (Piani agrituristici provinciali)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085344
Art. 9 - (Regolamento regionale delle attività agrituristiche)

N24

1. Ai sensi dell’articolo 47, comma 2, lettera b), dello Statuto, la Giunta regionale, previo parere della competente commissione consiliare, adotta un regolamento di attuazione ed integrazione della presente legge, nel quale sono definiti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085345
Art. 10 - (Atti di direttiva e poteri sostitutivi)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085346
Art. 11 - (Tavolo regionale dell’agriturismo)

1. È istituito il tavolo regionale dell’agriturismo, di seguito denominato tavolo, presso la struttura regionale competente in materia di agriturismo. Sono componenti del tavolo:

a) il dirigente dell’assessorato regionale competente in materia di agriturismo o suo delegato;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085347
Art. 12 - (Finanziamento delle iniziative per investimenti a favore dell’agriturismo e del turismo rurale)

1. La Regione concorre agli investimenti degli imprenditori agricoli, iscritti negli elenchi di cui "all'articolo 17"N4 che intendono realizzare iniziative a favore dell’agriturismo e del turism

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085348
Art. 13 - (Promozione e sostegno per lo sviluppo delle attività di agriturismo e di turismo rurale)

1. La Regione, nei limiti dello stanziamento iscritto nel capitolo istituito ai sensi dell’articolo 34, con deliberazione della Giunta regionale, definisce annualmente le iniziative di promozione nonché di sviluppo dell’attività di agriturismo e del turismo rurale, nel rispetto dei criteri fissati dai commi successivi e tenendo conto, per quanto riguarda l’agriturismo, di quanto previsto "dal piano di cui all'articolo 7"N4.

2. Le iniziative di cui al comma 1 consistono, in particolare:

a) nella realizzazione e miglioramento di servizi volti allo sviluppo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085349
CAPO II - DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ DI AGRITURISMO


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085350
SEZIONE I - CRITERI PER L’ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ DI AGRITURISMO


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085351
Art. 14 - (Limiti dell’attività di agriturismo)

1. L’attività di agriturismo è esercitata in rapporto di connessione con l’attività agricola tradizionale, che rimane prevalente.N30

2. L’attività agricola “tradizionale”N31 è considerata principale quando il tempo-lavoro medio convenzionale necessario per lo svolgimento dell’attività agricola prevale sul tempo-lavoro medio convenzionale necessario per lo svolgimento dell’attività di agriturismo. La Giunta regionale, sulla base dei dati forniti dal tavolo di cui all’articolo 11, adotta, con criteri uniformi, apposite tabelle, da aggiornare ogni tre anni, per il calcolo delle ore lavorative relative alle attività agricola ed agrituristica. Per le attività agricole non inserite nelle tabelle suddette, l’imprenditore agricolo allega in sede di presentazione della SCIA “o del PUA un quadro esplicativo”N33 delle operazioni svolt

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085352
Art. 15 - (Immobili destinati alle attività di agriturismo)

1. Per l'esercizio delle attività di agriturismo sono utilizzati i locali situati nell'abitazione dell'imprenditore agricolo ubicata nel fondo nonché gli edifici, o parte di essi a destinazione urbanistica rurale, esistenti nel fondo e ricadenti sia in zona agricola sia in aree a vocazione agricola. L'utilizzo di questi ultimi edifici, a fini agrituristici, è consentito soltanto attraverso la presentazione di un PUA ai sensi dell'articolo 57 della L.R. n. 38/1999. Analogamente, possono essere utilizzati, sempre solo attraverso la presentazione di un PUA, i seguenti fabbricati:

a) i locali e gli edifici presenti sul fondo a destinazione urbanistica diversa da quella rurale, senza che ciò comporti cambio di destinazione d'uso dell'edificio;

b) i locali e gli edifici n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085353
Art. 16 - (Norme igienico-sanitarie)

1. Gli immobili, le attrezzature ed i servizi destinati all’attività agrituristica sono organizzati e gestiti in modo da garantire l’igiene e la sicurezza degli ospiti e degli operatori.

2. Nella valutazione dei requisiti igienico-sanitari si tiene conto delle particolari caratteristiche architettoniche e di ruralità degli edifici, in particolare per quanto attiene all’altezza ed al volume dei locali in rapporto alle superfici aeroilluminanti.

3. La produzione, la preparazione, il confezionamento e la somministrazione di alimenti e bevande sono soggetti alle disposizioni della normativa comunitaria e statale vigente.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085354
SEZIONE II - ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ DI AGRITURISMO


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085355
Art. 17 - (Elenco regionale dei soggetti abilitati all’esercizio dell’attività di agriturismo)

N13

1. Presso la direzione regionale competente in materia di agriturismo e turismo rurale, di seguito denominata direzione regionale competente, è istituito l'elenco dei soggetti abilitati all'esercizio dell'attività di agriturismo. La direzione regionale competente cura l'iscrizione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085356
Art. 18 - (Segnalazione certificata di inizio di attività)

N17

1. Le attività agrituristiche sono attivabili mediante la presentazione di una SCIA allo sportello unico dell'attività agricola comunque denominato del comune o, in assenza dello stesso, all'ufficio tecnico comunale competente. Le variazioni di natura tecnica e/o amministrativa alle predette attività sono comunicate con le medesime modalità.

2. La Regione promuove ed incent

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085357
Art. 19 - (Verifica della permanenza dei requisiti. Sanzioni)

N17

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085358
Art. 20 - (Obblighi amministrativi)

1. L’esercizio dell’attività di agriturismo è soggetto al rispetto dei se

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085359
Art. 21 - (Sospensione e divieto di esercizio dell’attività)

1. Il comune competente può sospendere l’esercizio dell’attività di agriturismo per un periodo compreso tra dieci e trenta giorni in caso di violazione degli obblighi di cui all’articolo 20.

2. L’esercizio dell’attività è, altresì, sospeso per il tempo necessario a consentire l’adeguame

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085360
Art. 22 - (Periodi di apertura e tariffe)

1. L’attività di agriturismo può essere esercitata tutto l’anno oppure in periodi stabiliti preventivamente dall’imprenditore agricolo, previa comunicazione al comune nel cui territorio è ubicata l’azienda. La somministrazione di cibi e bevande può essere esercitata tu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085361
Art. 23 - (Riserva di denominazione. Classificazione)

1. L’uso della denominazione “Agriturismo” e di termini da essa derivati nelle insegne, nel materiale illustrativo e pubblicitario ed in ogni altra forma di comunicazione al pubblico è riservata esclusivamente agli imprendi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085362
Art. 24 - (Vendita e promozione dei prodotti)

1. Al fine di rendere più efficace la funzione dell’agriturismo a sostegno dell’agricoltura, di incentivare le produzioni tipiche regionali, di favorire la riconversione e la diversificazione produttiva delle aziende agricole, la Regione incentiva la vendita diretta da parte delle aziende agrituristiche dei prodotti propri nonché dei prodotti tipici locali, con particolare riferimento a quelli ufficia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085363
Art. 25 - (Revoca dei contributi)

1. I soggetti beneficiari dei contributi pubblici di cui alla presente legge decadono dai benefici qualora:

a) perdano i requisiti richiesti per l’esercizio delle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085364
Art. 26 - (Vigilanza)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085365
Art. 27 - (Sanzioni)

1. Per la violazione della disposizione di cui all’articolo 23, comma 1, si applica la sanzione amministrativa secondo le seguenti modalità:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085366
CAPO III - DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ DI TURISMO RURALE

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085367
CAPO IV - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085368
Art. 31 - (Disposizioni transitorie)

1. Fino alla data di entrata in vigore del regolamento regionale di cui all’articolo 9, continuano ad applicarsi le disposizioni contenute nella deliberazione della Giunta regionale 4 agosto 1998, n. 3992 (Definizione dei valori medi di impiego per le attività agricole e agrituristiche nel quinquennio 1998/2002) e nella deliberazione del Consiglio regionale 1° dicembre 1999, n. 597 (Legge regionale 36/19

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085369
Art. 32 - (Modifiche alla legge regionale 6 agosto 1999, n. 14 “Organizzazione delle funzioni a livello regionale e locale per la realizzazione del decentramento amministrativo” e successive modifiche)

1. Al comma 1 dell’articolo 35 della l.r. 14/1999, R dopo la lettera u bis) sono aggiunte, in fine, le seguenti:

“u ter) in materia di agriturismo:

1) il tavolo regionale dell’agriturismo;

2) la ripartizione tra le province delle risorse finanziarie destinate all’agriturismo;

3) l’adozione delle tabelle per il calcolo del tempo lavoro convenzionale;

4) la concessione di contributi per iniziative a favo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085370
Art. 33 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085371
Art. 34 - (Disposizioni finanziarie)

1. Per la copertura degli oneri finanziari derivanti dall’attuazione dell’articolo 12 è stanziata la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
36046 4085372
Art. 35 - (Abrogazione)

1. La legge regionale 10 novembre 1997, n. 36 (Norme in materia di agriturismo) è abrogata. Tale abrogazione, limitatamente all’articolo 7, decorre dalla data di subentro delle province nelle funzioni delle commissioni provinciali ai sensi dell’articolo 17 della presente legge e, con riferimento alle procedure di cui all’articolo 31, comma 2, dalla definizione dei procedimenti ivi indicati.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Il “terzo condono edilizio” (D.L. 269/2003) e le leggi regionali. Il caso della Regione Lazio

In relazione al c.d. “terzo condono edilizio”, introdotto dall’art. 32 del D.L. 269/2003, questo articolo illustra i rapporti tra la legge nazionale e le leggi regionali emanate in attuazione del medesimo art. 32, chiarendo le soluzioni adottate dalle varie regioni. Viene poi dedicata attenzione al caso della Regione Lazio, che con la L.R. 12/2016 ha cambiato le norme applicabili alle domande presentate prima dell’entrata in vigore della propria regolamentazione (L.R. 12/2004), generando rilevanti problemi applicativi, cui si cercherà di dare una prima risposta.
A cura di:
  • Xavier Santiapichi
  • Nicoletta Tradardi

Il trattamento IVA delle residenze turistico-alberghiere

Con la Risoluzione 8/E del 14 gennaio 2014 l’Agenzia delle Entrate si è soffermata sul trattamento ai fini IVA della costruzione, locazione e cessione di unità immobiliari residenziali a uso turistico-alberghiero. Oltre ad esaminare detto documento, il presente articolo completa la trattazione della materia anche alla luce di precedenti contributi forniti dall’Amministrazione finanziaria su aspetti connessi, con specifico riguardo alla detraibilità dell’IVA per l’acquisto e per la manutenzione di abitazioni utilizzate nell’esercizio di attività d’impresa turistico-alberghiere e alle differenze – civilistiche, ma con importanti riflessi anche ai fini dell’IVA - che sussistono fra le locazioni e le prestazioni di servizi complessi.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi

Il credito d’imposta per la ristrutturazione di alberghi e strutture ricettive (D.L. 83/2014 e provvedimenti attuativi)

Il credito d'imposta di cui al D.L. 83/2014 - La proroga per il 2017 e 2018, il potenziamento e la modifica della misura attuati con la L. 232/2016 e con il D.L. 50/2017 - Il decreto attuativo del credito d'imposta fino al 2016 - Aumenti di cubatura - Presentazione istanze - Fruizione del credito d'imposta.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Le norme di prevenzione incendi per le attività ricettive turistico-alberghiere

Pagina informativa con tutte le norme tecniche di prevenzione incendi applicabili ad alberghi, pensioni, motel, villaggi turistici, agriturismi, rifugi alpini, bed & breakfast, campeggi, ecc. Aggiornamento con il D.M. 09/08/2016 che ha inserito nel Codice di prevenzione incendi di cui al D.M. 03/08/2015 una specifica RTV per alcune di queste attività e con il D.L. "Milleproroghe" 244/2016. Indicazioni su scadenze e norme per l’adeguamento delle strutture esistenti.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Tax Credit per il turismo digitale (D.L. 83/2014 e decreto MiBACT 12/02/2015): tutte le informazioni aggiornate

Tutta la disciplina in tema di credito d'imposta per la digitalizzazione degli esercizi ricettivi, previsto dall'art. 9 del D.L. "art bonus" 83/2014 e successivamente attuate dal D.M. 12/02/2015. Tabelle riepilogative soggetti beneficiari e spese ammissibili. AGGIORNAMENTO 15/10/2015. Scadenze aggiornate 2017.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

02/12/2014

01/12/2014

16/11/2017

06/11/2017