31 dic 2017

FAST FIND : SC1088

Ultimo aggiornamento
08/03/2017

Tetto ai compensi nelle pubbliche amministrazioni

L’art. 13, comma 1, del D.L. “Milleproroghe” 244/2016 (convertito in legge dalla L. 19/2017) ha prorogato dal 31/12/2016 al 31/12/2017 il limite massimo - pari agli importi risultanti alla data del 30/04/2010 ridotti del 10% - previsto per la corresponsione di indennità, compensi, gettoni, retribuzioni o altre utilità, da parte delle pubbliche amministrazioni ai componenti di organi di indirizzo, direzione e controllo, consigli di amministrazione e organi collegiali, comunque denominati, ed ai titolari di incarichi di qualsiasi tipo.
Oggetto di proroga è l’art. 6, comma 3, del D.L. 31/05/2010, n. 78 (L. 122/2010) che a decorrere dal 01/01/2011 ha stabilito che le indennità, i compensi, i gettoni, le retribuzioni o le altre utilità comunque denominate, corrisposti dalle pubbliche amministrazioni, incluse le autorità indipendenti, nei confronti di:
- componenti di organi di indirizzo, direzione e controllo, consigli di amministrazione e organi collegiali comunque denominati;
- titolari di incarichi di qualsiasi tipo;
siano automaticamente ridotte del 10% rispetto agli importi risultanti alla data del 30/04/2010.
Al contempo, la disposizione prevede che, a partire da tale data e fino - in base alla proroga in esame - al 31/12/2017, i suddetti emolumenti non possano superare gli importi risultanti alla data del 30/04/2010, ridotti del 10%.
La riduzione non si applica al trattamento retributivo di servizio.
Le previsioni in questione trovano applicazione anche nei confronti dei commissari straordinari del Governo (ossia, i commissari straordinari che possono essere nominati al fine di realizzare specifici obiettivi determinati in relazione a programmi o indirizzi deliberati dal Parlamento o dal Consiglio dei ministri o per particolari e temporanee esigenze di coordinamento operativo tra amministrazioni statali) nonché degli altri commissari straordinari, comunque denominati.

Dalla redazione

Correzione dei conti pubblici 2011-2014: le novità per il settore professionale tecnico

Disamina delle numerose novità introdotte dai due decreti-legge di luglio e di agosto 2011 contenenti le misure di riordino e correzione dei conti pubblici.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Tutti i termini prorogati dal Decreto-Legge “Milleproroghe” 244/2016 (L. 19/2017)

Rassegna completa di tutti i termini in scadenza di interesse di professionisti tecnici, enti e pubbliche amministrazioni, imprese, prorogati dal consueto decreto-legge “Milleproroghe” (D.L. 244/2016 convertito in legge dalla L. 19/2017). Prevenzione incendi; Protezione civile, calamità e terremoti; Appalti, opere e infrastrutture; Pubblica amministrazione; Ambiente, fonti rinnovabili e sicurezza sul lavoro; Varie.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 210/2015 (L. 21/2016)

Grandi impianti di combustione; Smaltimento in discarica rifiuti; Esclusione automatica delle offerte anomale; Affidamento servizi tecnici; Pubblicazione avvisi e bandi di gara; Attestazione SOA; Anticipazione del prezzo negli appalti; Qualificazione del contraente generale; Requisito della cifra d’affari realizzata nei contratti pubblici; Adeguamento antincendio edifici scolastici e strutture ricettive; Esercizio associato funzioni nei piccoli comuni; Trasferimento immobili agli enti territoriali; Commissioni censuarie; Processo amministrativo digitale; Bonifiche da ordigni bellici; Formazione installatori impianti a fonti rinnovabili; Salvamento acquatico; Mutui nei comuni colpiti da calamità; Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto; Revisione generale trattori agricoli; Norme Tecniche sbarramenti di ritenuta; Accise combustibile per cogenerazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 192/2014 (L. 11/2015)

Libretto di centrale impianti termici; Smaltimento rifiuti in discarica; SISTRI; Gestione dei rifiuti in Campania; Anticipazione prezzo nei lavori pubblici; Centrali uniche di committenza; Qualificazione contraente generale; Appaltabilità e cantierabilità grandi opere; Messa in sicurezza edifici scolastici; Interventi per il dissesto idrogeologico; Antincendio strutture ricettive; Antincendio nuove attività esistenti; Zone a burocrazia zero; Impianti a fonti rinnovabili e Conto energia in zone terremotate; Macchine agricole; Contribuenti minimi; Locazione immobili pubblici; Sfratti esecutivi; Processo amministrativo digitale; Affidamento servizio distribuzione gas; Accise sul combustibile impiegato per la cogenerazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Conversione in legge del decreto-legge 78/2010: tutte le novità aggiornate

Dopo la conversione in legge presentiamo una disamina completa delle numerose norme di interesse tecnico contenute nella cosiddetta «Manovra finanziaria», dalle novità sugli immobili non dichiarati in catasto o difformi alla «Scia» ed ai suoi rapporti con la disciplina edilizia. Inoltre le norme sulla conferenza di servizi ed il differimento di termini per la valutazione dei rischi sui luoghi di lavoro, estesa ai datori di lavoro sia privati che pubblici.
A cura di:
  • Dino de Paolis

14/11/2017

10/11/2017

07/11/2017

03/11/2017