FAST FIND : AR1354

Ultimo aggiornamento
12/07/2018

Soppalco, titolo edilizio per la realizzazione

DEFINIZIONE DI SOPPALCO - QUALIFICAZIONE INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO - REGIME EDILIZIO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO (Regime successivo al D.L. 133/2014 ed al D. Leg.vo 222/2016; Regime precedente) - PARAMETRI DI VALUTAZIONE E RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei

3552056 4808855
DEFINIZIONE DI SOPPALCO

L’individuazione del regime edilizio-urbanistico per la realizzazione di un soppalco all’interno di un’unità immobiliare è tema ampiamente dibattuto in gi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3552056 4808856
QUALIFICAZIONE INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO

La giurisprudenza che ha affrontato il tema ha evidenziato la necessità di distinguere i casi nei quali, in relazione alla tipologia ed alla dimensione dell’intervento, questo può essere qualificato come di “restauro e risanamento conservativo”, dai casi nei quali l’intervento va classificato nel novero della “ristrutturazione edilizia”, con applicazione del conseguente regime autorizzativo. La valutazione è ovviamente rimessa al giudice “di merito”. In particolare:

- rientrano nella prima fattispecie i casi in cui il soppalco

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3552056 4808857
REGIME EDILIZIO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3552056 4808858
Regime successivo al D.L. 133/2014 ed al D. Leg.vo 222/2016

A seconda della qualificazione dell’intervento andrà applicato il relativo regime abilitativo edilizio, sulla base della disciplina vigente al momento dell’intervento. A seguito delle modifiche introdotte al Testo unico dell’edilizia di cui al D.P.R. 380/2001

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3552056 4808859
Regime precedente

Nella vigenza del Testo unico dell’edilizia precedente alle modifiche introdotte dall’art. 17 del D.L. 133/2014 - in applicazione del concetto di ristrutturazione edilizia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3552056 4808860
PARAMETRI DI VALUTAZIONE E RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA

Si ritiene necessario acquisire il permesso di costruire in relazione ad un soppalco nel quale, seppure di dimensioni limitate, sia stata realizzata una piccola stanza da bagno, tale quindi, per definizione, da creare uno spazio fruibile dalle persone. (C. Stato 07/05/2018, n. 2701).


Per stabilire se, ai fini della realizzazione di un soppalco, sia necessario o meno il permesso di costruire non bisogna aver riguardo tanto ai materiali utilizzati, quanto piuttosto alla dimensione e alla funzione del soppalco stesso: quando il soppalco crea superficie abitabile e calpestabile ci vuole il permesso di costruire, quando esso è destinato a mero ripostiglio non bisogna dotarsi della previa licenza edilizia e rientra, quindi, nell’attività edilizia libera. Pertanto, ove lo spazio realizzato con il soppalco adibito a ripostiglio sia un vano chiuso, senza finestre o luci, di altezza interna modesta, tale da renderlo assolutamente non fruibile alle persone, queste sue caratteristiche escludono la necessità del preventivo rilascio del permesso di costruire. (C. Stato 02/03/2017, n. 985).


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Difesa suolo
  • Titoli abilitativi

Interventi edilizi in aree soggette a vincolo idrogeologico

Individuazione delle aree soggette a vincolo idrogeologico; Interventi soggetti a c.d. nullaosta idrogeologico; Procedura per il c.d. nullaosta idrogeologico; Abusi idrogeologici - Sanzioni; Ordine di riduzione in pristino - Autorizzazione idrogeologica in sanatoria; Pianificazione di bacino - Interventi in aree a rischio idrogeologico.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

La modulistica unica per l'edilizia e le attività produttive

Inquadramento normativo; Iter di adozione della modulistica a livello locale; Modulistica per l'edilizia; Modulistica per attività commerciali o assimilabili; Tutto quello che non può più essere richiesto a cittadini e imprese; Quadro riepilogativo regionale; Modulistica precedente.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Enti locali
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Titoli abilitativi
  • Pubblica Amministrazione

Responsabilità del dirigente comunale in caso di permesso di costruire illegittimo (Cass. 5439/2017)

In capo al dirigente non può aversi una responsabilità omissiva nella realizzazione di opere illegittime, pertanto per configurare un reato occorrono elementi di fatto indizianti un concorso consapevole, o quantomeno colposo, nella condotta. Superamento di un precedente orientamento giurisprudenziale. La posizione del Sindaco.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia e immobili
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Autorizzazione paesaggistica: interventi e procedure dopo il D.P.R. 31/2017

Riepilogo del regime degli interventi da eseguire su beni o aree di interesse paesaggistico aggiornato al D.P.R. 31/2017. Tabelle complete degli interventi corredate di note, condizioni e limiti dell’intervento, e relative procedure.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Edilizia e immobili
  • Pubblica Amministrazione
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Procedimenti amministrativi
  • Titoli abilitativi

Procedimenti edilizi, agibilità degli edifici e collaudo statico: nuovo regime dopo il D. Leg.vo 222/2016

Dopo le importanti modifiche al Testo unico dell’edilizia di cui al D.P.R. 380/2001, questo contributo riporta la descrizione dettagliata della nuova disciplina in tema di regimi e procedimenti edilizi, agibilità degli edifici e collaudo statico, con le necessarie indicazioni riguardo l’entrata in vigore e l’applicabilità ai procedimenti in corso. Completano l’articolo la tabella completa degli interventi edilizi e dei relativi regimi amministrativi con i relativi riferimenti normativi, e le parti del D.P.R. 380/2001 oggetto di modifica da parte del D. Leg.vo 222/2016, con il vecchio testo a fronte. In alle-gato alla versione online dell’articolo è disponibile il testo completo del D.P.R. 380/2001, coordinato con tutte le successive modifiche ed integrazioni fino al D. Leg.vo 222/2016 comprese.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Informatica
  • Edilizia e immobili

Puglia: messa a regime della gestione telematica dell'abusivismo edilizio

  • Pianificazione del territorio
  • Standards
  • Edilizia e immobili
  • Urbanistica

Piemonte, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo

  • Urbanistica
  • Edilizia e immobili
  • Standards
  • Pianificazione del territorio

Calabria, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo

18/06/2018

02/06/2018

04/06/2018