FAST FIND : NR37156

Deliberaz. G.R. Valle D'Aosta 27/01/2017, n. 82

Revoca della DGR n. 40 del 17 gennaio 2014 e sostituzione dell'allegato 2 alla DGR n. 1090 del 1° agosto 2014, in attuazione del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222. Approvazione delle procedure per l'attuazione delle disposizioni di cui all'art. 90 "Sopraelevazioni" del DPR 380/2001, in relazione alle attività di vigilanza su opere e costruzioni in zone sismiche, di cui alla legge regionale 23/2012.
Scarica il pdf completo
3510184 3515479
Testo del provvedimento


LA GIUNTA REGIONALE


Omissis


delibera


1. di revocare la deliberazione della Giunta regionale n. 40 del 17 gennaio 2014 R concernente l'approvazione delle procedure per l'attuazione delle disposizioni di cui all'art. 62 "Utilizzazione di edifici" e all'art. 90 "Sopraelevazioni" del D.P.R. 380/2001, e di sostituire l'allegato 2 alla deliberazione della Giunta regionale n. 1090 del 1° agosto 2014, in attuazione del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222;

2. di stabilire che in attuazione dell'art. 90 del D.P.R. 380/2001 R è consentita, nel rispetto dei regolamenti urbanistici ed edilizi vigenti e previa certificazione asseverata dal progettista che specifica l'idoneità della struttura esistente a sopportare il nuovo carico, la sopraelevazione di un piano di edifici in muratura, purché essi non siano mai stati oggetto di precedenti sopraelevazioni e purché il nuovo intervento sia progettato, realizzato e verificato nel rispetto delle vigenti Norme Tecniche per le Costruzioni e delle norme del D.P.R. 380/2001 R. Nel complesso, l'intera costruzione nella nuova configurazione, dovrà rispondere alle norme del Capo IV del D.P.R. 380/2001 R e alle vigenti Norme Tecniche per le Costruzioni;

3. di stabilire che in attuazione dell'art. 90 del D.P.R. 380/2001 R è consentita, nel rispetto dei regolamenti urbanistici ed edilizi vigenti e previa certificazione asseverata dal progettista che specifica l'idoneità della struttura esistente a sopportare il nuovo carico, la sopraelevazione di uno o più piani di edifici in cemento armato normale e precompresso, in acciaio o a pannelli portanti, purché il nuovo intervento sia progettato, realizzato e verificato nel rispetto delle vigenti Norme Tecniche per le Costruzioni nonché delle norme del D.P.R. 380/2001 R. Nel complesso, l'intera costruzione nella nuova configurazione, dovrà rispondere alle norme del Capo IV del D.P.R. 380/2001 R e alle vigenti Norme Tecniche per le Costruzioni;

4. di stabilire che la certificazione asseverata dal progettista, di cui ai punti 2 e 3 del presente deliberato, che specifica l'idoneità della struttura esistente a sopportare il nuovo carico è presentata dal committente dell'intervento al Comune territorialmente competente, al momento della richiesta del permesso di costruire o al momento della presentazione della segnalazione di inizio attività edilizia. L'acquisizione della certificazione di cui sopra assolve alle disposizioni di cui all'art. 90, comma 2 del D.P.R. 380/2001 R;

5. di stabilire che l'allegato 2 "Modello di denuncia/scheda informativa di cui all'art. 7, comma 3 della l.r. 23/2012" alla DGR n. 1090 del 1° agosto 2014 R è integralmente sostituito dall'allegato 1 "Modello di denuncia/scheda informativa di cui all'art. 7, comma 3 della l.r. 23/2012" alla presente deliberazione;

6. di demandare ad apposite circolari esplicative del competente dirigente ulteriori eventuali precisazioni tecniche e procedurali relative a quanto sopra deliberato;

7. di stabilire che la presente deliberazione sia trasmessa agli Enti locali della Regione della Valle d'Aosta e agli Ordini e Collegi professionali competenti in materia;

8. di disporre la pubblicazione - per estratto - della presente deliberazione e dei relativi allegati nel Bollettino Ufficiale della Regione;

9. di dare atto che la presente deliberazione non comporta oneri per l'Amministrazione regionale.


3510184 3515480
Allegato 1 - Modello di denuncia/scheda informativa di cui all'art. 7, comma 3 della l.r. 23/2012

Parte di provvedimento in formato grafico


legislazionetecnica.it

Riproduzione riservata

Dalla redazione