FAST FIND : NR26924

L. R. Friuli Venezia Giulia 11/11/2011, n. 14

Razionalizzazione e semplificazione dell’ordinamento locale in territorio montano. Istituzione delle Unioni dei Comuni montani.
Stralcio.
Con le modifiche introdotte da:
- L.R. 29/12/2011, n. 18
- L.R. 09/03/2012, n. 3
- L.R. 21/12/2012, n. 26
- L.R. 31/12/2012, n. 27
- L.R. 08/04/2013, n. 5
Scarica il pdf completo
344586 911543
CAPO I - NORME GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911544
Art. 1 - Finalità

1. La Regione Friuli Venezia Giulia, ai sensi dell’articolo 4, primo comma, numero 1 bis dello Statuto speciale di autonomia, dispone con la presente legge la razionalizzazione e la semplificazione dell’ordinamento locale in territorio montano, in attuazione dei principi di sussidiariet

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911545
Art. 2 - Unioni montane

1. Nel territorio montano della Regione Friuli Venezia Giulia, classificato ai sensi dell’articolo 2 della legge regionale 20 dicembre 2002, n. 33 R (Istituzione dei Comprensori montani del Friuli Venezia Giulia), sono istituite le seguenti Unioni montane, corrispondenti ad altrettanti ambiti omogenei secondo criteri di unità territoriale, economica e sociale, al fine della gestione ottimale delle funzioni, competenze e servizi già attribuiti agli enti locali:

a) Unione montana della Carnia, comprendente i Comuni di Amaro, Ampezzo, Arta Terme, Cavazzo Carnico, Cercivento, Comeglians, Enemonzo, Forni Avoltri, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Lauco, Ligosullo, Ovaro, Paluzza, Paularo, Prato Carnico, Preone, Ravascletto, Raveo, Rigolato, Sauris, Socchieve, Sutrio, Tolmezzo, Treppo Carnico, Verzegnis, Villa Santina, Zuglio;

b)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911546
Art. 3 - Benefici e incentivi nel territorio montano

1. Ai fini dell’erogazione di benefici e incentivi ai cittadini e agli altri soggetti e attori sociali, il territorio montano è suddiviso in zone di svantaggio socio-economico sulla base dei seguenti criteri:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911547
CAPO II - ORDINAMENTO DELLE UNIONI MONTANE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911548
Art. 4 - Natura e funzioni delle Unioni montane

1. Le Unioni montane sono enti locali territoriali dotati di autonomia statutaria, istituiti per la valorizzazione delle zone montane e per l’esercizio associato di funzioni comunali, costituiti dai Comuni contermini secondo l’articolazione di cui all’articolo 2.

2. Le Unioni montane:

a) elaborano piani di sviluppo del territorio al fine di valorizzare le zone montane e coordinano la loro attuazione;

b) esercitano in via esclusiva le funzioni amministrative già attribuite o delegate alle Comunit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911549
Art. 5 - Statuto

1. Lo statuto delle Unioni montane stabilisce:

a) le funzioni e i compiti amministrativi esercitati in attuazione dell’articolo 4;

b) le modalità di designazione e le competenze degli organi, nel rispetto del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911550
Art. 6 - Organi

1. Sono organi obbligatori delle Unioni montane l’Assemblea, il Presidente e il Vicepresidente,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911551
Art. 7 - Assemblea

1. L’Assemblea è l’organo di indirizzo politico-amministrativo dell’Unione montana.

2. L’Assemblea è composta dai Sindaci dei Comuni inclusi nel territorio dell’Unione montana e dai rappresentanti delle minoranze consiliari nella misura del 10 per cento, arrotondato per eccesso, dei Comuni componenti l’Unione montana designati secondo le modalità stabilite dall’articolo 23.

3. I componenti decadono qualora cessi la loro carica, con effetto dalla data della cessazione. I Sindaci possono, di volta in volta, delegare un assessore o un consigliere comunale a rappresentarli nelle sedute dell’Assemblea.

4. Lo statuto pu&ogra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911552
Art. 8 - Presidente e Vicepresidente

1. Il Presidente è eletto dall’Assemblea al suo interno, tra i Sindaci.

2. Il Presidente è il rappresentante legale dell’Unione montana. Il Presidente nomina il Direttore di cui all’articolo 10 e può revocarlo, s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911553
Art. 9 - Collegio dei revisori

1. Il Collegio dei revisori è composto da tre membri, compreso il presidente, ed è nominato dall’Assemblea. Dura in carica tre ann

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911554
Art. 10 - Direttore

1. La gestione dell’Unione montana è affidata a un Direttore, nominato dal Presidente. Il Direttore attua gli indirizzi e gli obiettivi stabiliti dall’Assemblea secondo le direttive del Presidente e garantisce il buon funzionamento degli uffici e dei servizi.

2. L’incarico di Direttore è conferi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911555
“Art. 10 bis - Segretario

N14 1. In alternativa alla figura del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911556
Art. 11 - Personale

1. Il personale dell’Unione montana è costituito dal personale della Comunità montana e dei Comuni in essa compresi in relazione alle funzioni trasferite.

N9 “2. Il personale delle Comunità montane è trasferito all’Unione montana o alle Unioni montane “, ovvero in caso di eccedenza rispetto al fabbisogno delle Unioni montane, alle Province”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911557
Art. 12 - Controlli

1. Nei confronti delle Unioni montane trovano applicazione le norme in materia di controllo sugli org

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911558
CAPO III - NORME FINANZIARIE E CONTABILI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911559
Art. 13 - Documenti finanziari e contabili delle Unioni montane e dei Comuni montani costituiti in Unione montana

1. Nel rispetto dei principi contabili stabiliti dalla legislazione statale in ordine all’unitarietà e uniformità dei sistemi di contabilità pubblica, con regolamento regionale, su proposta dell’Assessore competente in ma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911560
Art. 14 - Disposizioni finanziarie

1. Per lo svolgimento delle funzioni conferite alle Unioni montane con la presente legge, la Regione assegna annualmente alle Unioni montane:

a) i trasferimenti ordinari annuali per il finanziamento delle funzioni proprie, delle funzioni comunali e sovracomunali esercitate dalle Unioni montane, nonché dei servizi comunali da esse gestiti obbligatoriamente;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911561
Art. 15 - Conferma dei finanziamenti e dei contributi

1. I finanziamenti e i contributi concessi nei confronti delle soppresse Comunità montane sono

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911562
Art. 16 - Programmazione e incentivi

1. In materia di programmazione e incentivi a favore delle zone montane, continuano ad applicarsi ris

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911563
CAPO IV - SUCCESSIONE DELLE UNIONI MONTANE ALLE COMUNITÀ MONTANE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911564
Art. 17 - Soppressione delle Comunità montane

1. Le Comunità montane del Friuli Venezia Giulia sono soppresse con effetto dalla data di cost

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911565
Art. 18 - Successione nei rapporti giuridici

1. Le Unioni montane e gli altri enti successori alle Comunità montane subentrano nel patrimon

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911566
Art. 19 - Amministratori temporanei

1. Entro quarantacinque giorni dall’entrata in vigore della presente legge, con decreto del Presidente della Regione, previa deliberazione della Giunta regionale, sono nominati gli amministratori temporanei presso ciascuna Comunità montana per l’attuazione della presente legge e per la residua gestione delle Comunità montane. Il decreto di nomina ne stabilisce il compenso.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911567
Art. 20 - Cabina di regia

1. Gli amministratori temporanei costituiscono una cabina di regia per il coordinamento delle iniziat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911568
Art. 21 - Piano di subentro, organizzazione e gestione dei servizi

N3 “1. Gli amministratori temporanei predispongono, sulla base degli indirizzi ricevuti dalle Assemblee di cui all’articolo 24, il piano di subentro, organizzazione e gestione dei servizi delle Unioni montane e lo sottopongono entro i successivi centottanta giorni all’approvazione delle Assemblee stesse e, per gli enti successori diversi dall’Unione montana, del relativo Presidente.”

2. Il piano di cui al comma 1 contiene:

a) l’assetto organizzativo e del personale di prima applicazione della costituenda Unione montana;

b) la distribuzione logistica degli uffici e dei servizi;

c) le proiezioni economico-finanziarie della gestione;

d) la ricognizione dei beni e dei rapporti giuridici attivi e passivi, nonché la loro destinazione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911569
Art. 22 - Costituzione delle Unioni montane

1. A decorrere dal giorno successivo alla pubblicazione dello statuto nel Bollettino Ufficiale della Regione, sono costitu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911570
CAPO V - DISPOSIZIONI ATTUATIVE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911571
Art. 23 - Rappresentanza delle minoranze consiliari

1. L’elezione dei Consiglieri comunali di minoranza di ciascuno degli ambiti territoriali di cui all’articolo 2, che rivestono la qualità di membri dell’Assemblea nella misura stabilita dall’articolo 7, comma 2, è effettuata dalla Conferenza straordinaria di tutti i Consiglieri comunali di minoranza in carica, con voto segreto limitato a un candidato. Per Consiglieri comunal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911572
Art. 24 – Convocazione dell’Assemblea e prima presidenza

1. Entro quindici giorni dall’elezione dei Consiglieri di minoranza di cui all’articolo 23, il Sindaco del Comune con il maggior numero di abitanti in ciascuno degli ambiti territoriali di cui all&rs

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911573
CAPO VI - NORME TRANSITORIE E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911574
Art. 25 - Cessazione o revisione delle forme collaborative intercomunali preesistenti

1. Entro ventiquattro mesi dall’entrata in vigore della presente legge, i Comuni montani partecipanti alle forme collaborative intercomuna

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911575
Art. 26 - Rinvio normativo

1. Per tutto quanto non previsto dalla presente legge si applica, ove compatibile, la legge regionale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911576
Art. 27 - Testo unico delle leggi sulla montagna

1. Entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, la Giunta regionale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911577
Art. 28 - Conferenza permanente per la montagna

1. E’ istituita la Conferenza permanente per la montagna, di seguito denominata Conferenza.

2. La Conferenza si esprime sulle politiche di sviluppo dei territori montani, con lo scopo di ricondurre le attività delle amministrazioni in essa rappresentate a un comune e coerente disegno programmatico. Può essere sede per la formazione e la conclusione di accordi di programma fra gli enti rapprese

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911578
Art. 29 - Piano dei Comuni di vallata

N15

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911579
Art. 30 - Incarico di Direttore

1. In sede di prima applicazione della presente legge e comunque non oltre il termine massimo di cui

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911580
Art. 31 - Abrogazioni

1. Sono abrogate, in particolare, le seguenti disposizioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911581
Art. 32 - Razionalizzazione e semplificazione dell’ordinamento locale in tutto il territorio regionale

1. Entro il 30 giugno 2012 la Giunta regionale presenta al Consiglio regionale un disegno di legge vo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911582
Art. 33 - Modifiche alla legge regionale 1/2006

1. Dopo la lettera c) del comma 1 dell’articolo 20 della legge regionale 1/2006, è aggiunta la seguente:

“c bis) unioni dei Comuni montani, di seguito denominate Unioni montane.”.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911583
Art. 34 - Modifiche agli articoli 73 e 78 della legge regionale 7/2011 in materia di attività economiche nei territori montani

Omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
344586 911584
Art. 35 - Entrata in vigore

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Pianificazione del territorio
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Enti locali
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Sostegno e valorizzazione di piccoli comuni e comunità montane

Pubblicata nella G.U. 02/11/2017, n. 256 la legge che adotta misure per la valorizzazione e lo sviluppo dei piccoli comuni e loro centri storici. Sintesi delle tematiche più importanti: recupero e riqualificazione dei centri storici; promozione di alberghi diffusi; misure per il contrasto all'abbandono di immobili; acquisizione di case cantoniere e realizzazione di circuiti e itinerari turistico-culturali; pianificazione paesaggistica; sviluppo della rete in banda ultra larga e programmi di e-government.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione
  • Edilizia e immobili

Il pergolato fisso per riparo autovetture necessita del Permesso di costruire (TAR Lombardia 1644/2017)

I giudici ribadiscono che una struttura destinata al soddisfacimento di esigenze non temporanee (seppure stagionali) e/o realizzata con materiali pesanti e pertanto non facilmente amovibile deve essere qualificata come “nuova costruzione” ed essere pertanto assentita tramite l’acquisizione del Permesso di costruire.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Edilizia e immobili
  • Fisco e Previdenza
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Servizi pubblici locali
  • Lavoro e pensioni
  • Compravendita e locazione
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • DURC
  • Enti locali
  • Fonti alternative
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Enti locali
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Titoli abilitativi
  • Pubblica Amministrazione

Responsabilità del dirigente comunale in caso di permesso di costruire illegittimo (Cass. 5439/2017)

In capo al dirigente non può aversi una responsabilità omissiva nella realizzazione di opere illegittime, pertanto per configurare un reato occorrono elementi di fatto indizianti un concorso consapevole, o quantomeno colposo, nella condotta. Superamento di un precedente orientamento giurisprudenziale. La posizione del Sindaco.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Beni culturali e paesaggio
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Misure in materia di sicurezza e decoro delle città (D.L. 14/2017)

Le principali misure contenute nel D.L. 14/2017 dopo la conversione in legge (L. 48/2017). Finanziamenti ai comuni per sistemi di videosorveglianza; Sistemi di videosorveglianza installati da gruppi di privati; Disposizioni in materia di pubblici esercizi; Sgombero di immobili arbitrariamente occupati tramite forza pubblica; Deroga al divieto di allaccio ai pubblici servizi per le occupazioni abusive in certi casi; Parcheggiatori abusivi.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Beni culturali e paesaggio
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Tutela ambientale
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Difesa suolo
  • Provvidenze

Sicilia: aiuti ai Comuni per la tutela e lo sviluppo del territorio

  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Procedimenti amministrativi
  • Informatica
  • Pubblica Amministrazione

Deposito copia cartacea ricorsi nel processo amministrativo telematico

  • Procedimenti amministrativi
  • Commercio e mercati
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede non agibile al 31/12/2016