FAST FIND : NR26813

Deliberaz. G.R. Veneto 04/10/2011, n. 1580

D.lgs 152/2006 - Dcr 107/2009 - Piano di Tutela delle Acque. Modifica degli artt. 11 e 40 delle Norme Tecniche di Attuazione.
Scarica il pdf completo
343511 615121
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
343511 615122
Premessa

Il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, R che, riprendendo sostanzialmente quanto già previsto dall’abrogato decreto legislativo 152/1999, individua nel Piano di Tutela delle Acque (Pta) lo specifico piano di settor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
343511 615123
Pozzi ad uso domestico

Il comma 9 dell’art. 40 stabilisce che “La realizzazione di pozzi per gli usi domestici di acque sotterranee di cui all’articolo 93 del R.D. n. 1775/1933 R è ammessa esclusivamente in zone sprovviste di acquedotto civile”.

Ai sensi dell’art. 93 del regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775 “Testo unico delle disposizioni di legge sulle acque e impianti elettrici”:

“Il proprietario di un fondo, anche nelle zone soggette a tutela della pubblica amministrazione, a norma degli articoli seguenti, ha facoltà, per gli usi domestici, di estrarre ed u

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
343511 615124
Pozzi ad uso irriguo

È stata segnalata la necessità di dover disporre di portata d’acqua da utilizzare per l’uso irriguo al di fuori dei normali periodi di fornitura stagionale da parte dei consorzi di bonifica.

L’uso irriguo comprende anche le necessità

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
343511 615125
Particolari attività

Sono pervenute richieste in merito alla possibilità di poter consentire la derivazione di acque dalle falde sotterranee nel caso di utilizzi destinati allo svolgimento di particolari attività volte al conseguimento del miglioramento della qualità ambientale o al perseguimento di scopi sociali e che non hanno fini di lucro, non sono a uso personale né commerciale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
343511 615126
Fontane a getto continuo

Si pone da tempo la problematica del consistente spreco di risorsa idrica con depressurizzazione delle falde sotterranee causato dalle cosiddette "fontane" a getto continuo, utilizzate principalmente per scopi ornamentali. Sono derivazioni di acque artesiane profonde di ottima qualità, anche potabile, che mediante pozzi spontaneamente risalgono in pressione fino in superficie con portate per di più significative e che poi confluiscono nella rete idrografica superficiale.

Per tali motivi, la lettera c) del comma 3 dell’articolo 40 è così sostituita:

c) per i pozzi a salienza naturale dovranno essere installati dispositivi di regolazione atti a impedire l’erogazione d’acqua a getto continuo, limitandola ai soli periodi di effettivo utilizzo. Sono vietati i pozzi a salienza naturale destinati all’utilizzo ornamentale (fontane a getto continuo).

Con la medesima Dgr 46/CR/2011 si è, inoltre, stabilito di ritenere che nell’uso irriguo, di cui al punto precedente, sono comprese anche le necessità idriche connesse al compimento del ciclo agrario quali, ad esempio, gli utilizzi per antibrina e per i trattamenti fitosanitari oltre alle esigenze di soccorso al verificarsi di condizioni particolarmente siccitose Parere della Settima Commissione consiliare.

Al fine di apportare le suddette modifiche, la citata Dgr 46/CR/2011 è stata trasmessa al Consiglio regionale per l’acquisizione del parere della competente Commissione consiliare, previsto dall’art. 40, comma 13 delle Nta del Piano di Tutela delle Acque.

Con parere n. 119 espresso nelle sedute del 29 luglio 2011 e del 9 settembre 2011, la Settima Commissione consiliare si è espressa favorevolmente con ulteriori modifiche, anche all’art. 11 delle Nta, al testo proposto dalla Giunta regionale, come di seguito si specifica.

All’art. 40, al comma 1, lett. k) e al comma 9, lett. b), dopo le parole “prima falda” inserire la parola “freatica”;

All’art. 40, comma 1, lett. l) dopo le parole “ad uso personale” sono soppresse le parole “né commerciale&rdqu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
DA PAG 85 A PAG 87

Dalla redazione

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Demanio
  • Pubblica Amministrazione
  • Demanio idrico

Concessioni demaniali marittime, canoni aggiornati, proroghe e scadenze

Quadro normativo di riferimento sui canoni concessori; Tabelle con la misura aggiornata dei canoni (ultimo aggiornamento annuale valido per il 2018 e tabelle storiche); Proroghe e scadenze delle concessioni; Revisione in corso della disciplina e delle zone demaniali; Sospensione procedimenti pendenti al 15/11/2015 relativi alle aree pertinenziali.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Acque
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Demanio idrico

Concessioni demaniali marittime, il DDL delega per la revisione della normativa

Il disegno di legge in discussione che punta, tra l’altro, a superare il contrasto con la normativa comunitaria in merito alle proroghe automatiche delle concessioni in essere, con affidamenti nel segno della trasparenza e della concorrenza. Si prevede anche la revisione dei canoni concessori.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Tutti i termini prorogati dal Decreto-Legge “Milleproroghe” 244/2016 (L. 19/2017)

Rassegna completa di tutti i termini in scadenza di interesse di professionisti tecnici, enti e pubbliche amministrazioni, imprese, prorogati dal consueto decreto-legge “Milleproroghe” (D.L. 244/2016 convertito in legge dalla L. 19/2017). Prevenzione incendi; Protezione civile, calamità e terremoti; Appalti, opere e infrastrutture; Pubblica amministrazione; Ambiente, fonti rinnovabili e sicurezza sul lavoro; Varie.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

L’autorizzazione al trasporto marittimo di acqua potabile

Sintetica pagina informativa sulle modalità per ottenere l’autorizzazione ministeriale al trasporto marittimo con navi cisterna di acqua potabile e di sostanze alimentari liquide sfuse sulla base del D.M. 10/10/1988, n. 474 e dei provvedimenti collegati. Aggiornamento con la prevista revisione normativa disposta dal D.L. 243/2016 (L. 18/2017).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Albo progettisti interventi di adeguamento impianti di trattamento acque reflue urbane

Alla luce delle disposizioni introdotte dal D.L. 243/2016, questa pagina informativa tratta: la normativa in tema di trattamento delle acque reflue urbane, il ritardo infrastrutturale italiano e le conseguenti procedure di infrazione europee e le norme introdotte per un rapido adeguamento alla normativa, con particolare riguardo alla istituzione di un albo unico dei progettisti per gli interventi inferiori a 1.000.000 di Euro.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

09/02/2018

12/01/2018

02/12/2017