FAST FIND : NW4074

Ultimo aggiornamento
29/10/2017

Livelli di progettazione delle opere pubbliche (bozza decreto attuativo del D. Leg.vo 50/2016)

Sintetica informativa sui contenuti e sull’iter di approvazione del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti che - ai sensi dell’art. 23, comma 3, del D. Leg.vo 50/2016 - definisce i contenuti della progettazione nei tre livelli (progetto di fattibilità tecnica ed economica, definitivo ed esecutivo). Approvazione bozza in Consiglio superiore LL.PP. a ottobre 2017.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Ai sensi dell’art. 23 del D. Leg.vo 50/2016, comma 3, con Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti (su proposta del Consiglio superiore dei lavori pubblici, di concerto con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e con il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo), sono definiti in maniera analitica i contenuti della progettazione nei livelli progettuali definiti dal medesimo D. Leg.vo 50/2016, in base al quale in materia di lavori pubblici la progettazione si articola, secondo tre livelli di successivi approfondimenti tecnici, in progetto di fattibilità tecnica ed economica, progetto definitivo e progetto esecutivo.
La bozza del decreto in esame, disponibile in allegato, è stata approvata in data 21/10/2017 da parte del Consiglio superiore dei lavori pubblici ed è in attesa del passaggio presso gli altri Ministeri.

CONTENUTI DELLA BOZZA DI DECRETO - L’art. 2 della bozza di decreto prevede che le amministrazioni elaborino il “Quadro esigenziale dell’intervento”, da pubblicare anche sui siti istituzionali delle amministrazioni, che individua:

  • gli obiettivi generali da perseguire;
  • i fabbisogni da porre a base dell’intervento;
  • le specifiche esigenze qualitative e quantitative da soddisfare.

Sempre per una migliore definizione delle premesse e dei presupposti dell’intervento, l’art. 3, comma 11, della bozza prevede che il RUP - per consentire al progettista di avere piena contezza di ciò che viene richiesto dall’amministrazione per il perseguimento degli obiettivi posti a base dell’intervento e delle modalità con cui tali obiettivi devono essere conseguiti - redige il “Documento di Indirizzo alla Progettazione” (DIP), che riporta le informazioni e i dati elencati dal medesimo art. 3, comma 11.
Il comma 13 dell’art. 3 della bozza prevede poi che - al fine di semplificare la redazione dei progetti relativi agli interventi di manutenzione ai diversi livelli di progettazione - il Consiglio Superiore dei lavori pubblici redige ed approva con proprio decreto apposite linee guida per la progettazione semplificata degli interventi di manutenzione, come strumento di indirizzo alla progettazione (ferma restando comunque la necessità del Piano di sicurezza e coordinamento).
Dopo di che lo schema di decreto definisce con un estremo dettaglio finalità, articolazione e contenuti (elaborati componenti) di ciascun livello progettuale, dedicando diversi articoli a ciascuno di essi.

ENTRATA IN VIGORE DEL DECRETO E REGIME TRANSITORIO - Le disposizioni di cui al decreto entreranno in vigore 180 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, tuttavia alle progettazioni affidate prima dell’entrata in vigore continuano ad applicarsi le disposizioni vigenti al momento del loro affidamento.
Ai sensi dell’art. 216, comma 4, del D. Leg.vo 50/2016, fino alla data di entrata in vigore del provvedimento continuano ad applicarsi le disposizioni di cui alla Parte II, Titolo II, Capo I (artt. da 14 a 43 del D.P.R. 207/2010) e Titolo XI, Capi I e II (artt. da 239 a 247 del D.P.R. 207/2010), con esclusione dell’art. 248), nonché gli allegati o le parti di allegati ivi richiamate.
Si veda sul punto anche l'articolo I lavori pubblici su beni culturali.

 

Dalla redazione

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

La programmazione dei lavori pubblici

Normativa di riferimento (le norme nel Codice dei contratti pubblici 2016, il decreto ministeriale attuativo del Codice, le norme nel Codice dei contratti pubblici del 2006) - Redazione, formazione e aggiornamento della pianificazione (contenuti della pianificazione, elenco annuale, livelli di progettazione, schemi tipo per la redazione della programmazione dei lavori pubblici, ordine di priorità degli interventi, iter di approvazione del programma triennale, modalità di aggiornamento e modifica) - Opere pubbliche incompiute - Chiarimenti periodo antecedente al decreto attuativo.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

La programmazione degli acquisti pubblici di beni e servizi

Quadro normativo (le norme, poi abrogate, contenute nella Legge di stabilità 2016, le norme nel Codice dei contratti pubblici 2016); Redazione, formazione e aggiornamento della pianificazione (il decreto ministeriale attuativo del Codice, schemi tipo per la redazione della programmazione degli acquisti di forniture e servizi, dettaglio sui contenuti della pianificazione); Obblighi di pubblicazione e trasmissione.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Il Building Information Modeling (Bim) nelle opere pubbliche

Il D.M. 560/2017 sul “BIM”: contenuti e vigenza; Soggetti tenuti all’obbligo di utilizzare strumenti BIM; Tempistiche di introduzione obbligatoria del BIM; Specifiche tecniche; Adempimenti necessari all’utilizzo del BIM (adempimenti preliminari e organizzativi, contenuti del capitolato speciale d’appalto, valenza contrattuale del capitolato).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Dibattito pubblico per le grandi opere infrastrutturali

Testo e commento dello schema di decreto attuativo dell’art. 22, comma 2, del D. Leg.vo 50/2016. Che cosa è il dibattito pubblico; Per quali opere si svolge; Opere escluse; Apertura, durata, svolgimento e chiusura del dibattito pubblico; Il coordinatore del dibattito pubblico: chi è, cosa fa e come si sceglie; Commissione nazionale per il dibattito pubblico.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici

Operatori economici per affidamento servizi di Architettura e Ingegneria: requisiti e obblighi di comunicazione con indicazioni operative

Normativa di riferimento (D.M. 02/12/2016, n. 263); Soggetti destinatari e requisiti: professionisti singoli o associati, società tra professionisti, società di Ingegneria, raggruppamenti temporanei, consorzi stabili; Obblighi di comunicazione all’ANAC e indicazioni operative: tabella riepilogativa obblighi e scadenze, chiarimenti ANAC (Comunicati 22/03/2017 e 15/11/2017), indicazioni operative per l’iscrizione al Casellario e le successive comunicazioni.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 100 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro

18/05/2018

12/05/2018