FAST FIND : NR36697

Deliberaz. G.R. Toscana 15/11/2016, n. 1117

Implementazione e pubblicazione sul sito istituzionale della Regione Toscana della banca dati regionale dei pareri in materia di governo del territorio e delle linee di indirizzo per gli EE.LL. ai sensi dell’art. 21 bis della L.R. 65/2014; applicazioni, modalità di funzionamento e di utilizzo.
Scarica il pdf completo
3215304 4149822
Testo del provvedimento


LA GIUNTA REGIONALE


Vista la legge regionale 10 novembre 2014 n. 65 “Norme per il governo del territorio”;

Visto in particolare l’articolo 21 bis della suddetta legge regionale “Banca dati dei pareri in materia di governo del territorio”, inserito con l’articolo 6 della L.R. 8 luglio 2016 n. 43;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3215304 4149823
Allegato A - Banca dati ex articolo 21bis della L.R. 65/2014

Implementazione e pubblicazione sul sito istituzionale della Regione Toscana della banca dati regionale dei pareri in materia di governo del territorio e delle linee di indirizzo per gli EE.LL.ai sensi dell'art. 21-bis della L.R. 65/2014: applicazioni, modalità di funzionamento e di utilizzo.


ISTRUZIONI GENERALI


Soggetti proponenti e modalità di presentazione dei quesiti

Ai sensi dell'art. 21-bis, c. 2, della L.R. 65/2014, sono legittimati a presentare richiesta di parere esclusivamente i seguenti enti locali, individuati ai sensi del Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali D.Lgs. 267/2000, art. 2, comma 1: i comuni, le province, le città metropolitane e le unioni di comuni.

I quesiti devono essere formulati utilizzando l'apposito applicativo web accessibile dalla home page del sito istituzionale e/o dalla pagina iniziale della sezione "territorio-e-paesaggio"


Oggetto dei quesiti

I quesiti devono vertere esclusivamente sull'interpretazione delle disposizioni contenute nella L.R. 65/2014 "Norme per il governo del territorio" e dei relativi regolamenti di attuazione.

I quesiti devono essere relativi a questioni interpretative di carattere generalee devono essere privi di riferimenti ai casi specifici che hanno dato occasione alle richieste degli enti.

Nel caso in cui, per una migliore comprensione del quesito, si ritenesse necessario illustrare - a titolo puramente esemplificativo - dei casi specifici, il Settore regionale competente provvederà ad esprimere pareri di carattere generale sull'interpretazione delle norme che disciplinano il governo del territorio, prescindendo dai casi specifici illustrati.

Nell'apposito applicativo web devono essere indicati uno o più argomenti oggetto del quesito, barrando la casella corrispondente. I diversi argomenti sono elencati seguendo la struttura dell'articolato normativo così da facilitarne l'individuazione.


Elaborazione dei pareri

I pareri sono rilasciati dai competenti uffici regionali, in forma scritta, di norma entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta.

I pareri saranno inviati tramite posta elettronica all'ente che ne ha fatto richiesta e contemporaneamente pubblicati sul sito web della Regione Toscana.



ISTRUZIONI TECNICHE


1) Strumenti per il trattamento dei quesiti

Applicativo web accessibile, con accesso controllato, dalla home page del sito istituzionale e/o dalla pagina iniziale della sezione "territor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Fonti alternative
  • Partenariato pubblico privato
  • Lavoro e pensioni
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Edilizia e immobili
  • Servizi pubblici locali
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Enti locali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • DURC
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Pianificazione del territorio

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Pianificazione del territorio
  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Provvidenze
  • Beni culturali e paesaggio
  • Enti locali
  • Aree urbane

Fondo per l’attuazione del programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha approvato il bando con il quale sono definite le modalità e la procedura di presentazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta. AGGIORNAMENTO: modificate le percentuali di erogazione dei finanziamenti.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Provvidenze
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Finanza pubblica

Toscana: finanziamenti per interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne

Bando da oltre 4 milioni di euro per finanziare interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne della Toscana. L'obiettivo è quello aiutare i Comuni, grandi e piccoli, a migliorare e innovare il tessuto urbano, prevenire il degrado, recuperare “aree critiche” ed immobili di grandi dimensioni abbandonati o in rovina grazie ad interventi mirati, che mettano a frutto lo spirito della legge sul governo del territorio (L.R. Toscana n. 65/2014) e riattivino aree interne al perimetro urbanizzato dando loro nuova vita e nuove finalità.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Piano Casa
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Distanze tra le costruzioni
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Norme tecniche
  • Impiantistica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti tecnici e tecnologici
  • Informatica
  • Pianificazione del territorio
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Sicilia, recepimento del Testo Unico dell’edilizia

Con la legge 10/08/2016, n. 16, pubblicata sulla G.U. 19/08/2016, n. 36 Suppl. Ord., la Regione Sicilia ha recepito il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (D.P.R. 06/06/2001, n. 380). Disponibile il Testo Unico dell'edilizia per la Regione Sicilia elaborato da Legislazione Tecnica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione

Lombardia: 8 milioni di euro per la sicurezza stradale

La Regione Lombardia concede contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi di riduzione dell’incidentalità stradale sulla rete viaria dei Comuni e Province. Sono ammessi a finanziamento le spese sostenute relativamente ai seguenti progetti: opere infrastrutturali, interventi per la messa in sicurezza, segnaletica, piste e percorsi ciclabili, impianti di illuminazione a basso consumo energetico. Disponibili in tutto 8 milioni di euro suddivisi per gli anni 2019, 2020 e 2021. Il cofinanziamento è riconosciuto fino al 50% del costo totale delle spese ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca