FAST FIND : AR1317

Ultimo aggiornamento
26/04/2018

La programmazione degli acquisti pubblici di beni e servizi

Quadro normativo (le norme, poi abrogate, contenute nella Legge di stabilità 2016, le norme nel Codice dei contratti pubblici 2016); Redazione, formazione e aggiornamento della pianificazione (il decreto ministeriale attuativo del Codice, schemi tipo per la redazione della programmazione degli acquisti di forniture e servizi, dettaglio sui contenuti della pianificazione); Obblighi di pubblicazione e trasmissione.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
3172288 4664242
QUADRO NORMATIVO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3172288 4664243
Le norme, poi abrogate, contenute nella Legge di stabilità 2016

L’obbligo di predisporre una programmazione per gli acquisti di beni e servizi della pubblica amministrazione era già contenuto nell’art. 1 della L. 28/12/2015, n. 208, comma 505 (poi abrogato dal D. Leg.vo 18/04/2016, n. 50

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3172288 4664244
Le norme nel Codice dei contratti pubblici 2016

In seguito, la materia è stata ulteriormente normata e specificata dall’art. 21 del D. Leg.vo 18/04/2016, n. 50, il quale ha stabilito che:

- le amministrazioni aggiudicatrici adottano il programma biennale degli acquisti di beni e servizi (oltre al programma triennale dei lavori pubblici, per il quale si veda: Il decreto sui programmi triennali dei lavori p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3172288 4664245
REDAZIONE, FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DELLA PIANIFICAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3172288 4664246
Il decreto ministeriale attuativo del Codice

L’art. 21 del D. Leg.vo 50/2016, comma 8, ha previsto poi l’emanazione di un decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti per definire:

- le modalità di aggiornamento dei programmi e dei relativi elenchi annuali;

- i criteri per la definizione degli ordini di pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3172288 4664247
Schemi tipo per la redazione della programmazione degli acquisti di forniture e servizi

Il programma biennale ed i relativi elenchi annuali degli acquisti di forniture e servizi sono adottati dalle amministrazioni sulla base dei seguenti schemi-tipo, riportati nell’Allegato II al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3172288 4664248
Dettaglio sui contenuti della pianificazione

Ogni acquisto riportato nel programma deve essere individuato da un numero identificativo attribuito in occasione del primo inserimento nel programma (per l’acquisto di una fornitura o di un servizio ricompreso in un progetto di investimento pubblico è riportato il relativo CUP) e deve essere indicata l’annualità nella quale si intende dare avvio alla procedura di affidamento op-pure ricorrere ad una centrale unica di committenza (o ad un soggetto aggreg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3172288 4664249
OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE E TRASMISSIONE

L’elenco delle acquisizioni di forniture e servizi di importo stimato unitario superiore ad 1 milione di euro - ai sensi dell’art. 21 del D. Leg.vo 50/2016, comma 6 - deve essere anticipato, entro il mese di ottobre, dalle amministrazioni al Tavolo tecnico dei soggetti aggregatori di cui al comma 2, dell’art. 9 del D.L. 66/2014.

Allo stato, gli obblighi di redazione, pubblicazione e trasmissione dei programmi biennali degli acquisti di beni e servizi e dei relativi aggiornamenti annuali sono pe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

La programmazione dei lavori pubblici

Normativa di riferimento (le norme nel Codice dei contratti pubblici 2016, il decreto ministeriale attuativo del Codice, le norme nel Codice dei contratti pubblici del 2006) - Redazione, formazione e aggiornamento della pianificazione (contenuti della pianificazione, elenco annuale, livelli di progettazione, schemi tipo per la redazione della programmazione dei lavori pubblici, ordine di priorità degli interventi, iter di approvazione del programma triennale, modalità di aggiornamento e modifica) - Opere pubbliche incompiute - Chiarimenti periodo antecedente al decreto attuativo.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Appalti e contratti pubblici

Aggregazione, centralizzazione delle committenze e strumenti di negoziazione dopo il D. Leg.vo 50/2016

Aggregazione e centralizzazione delle committenze nel D. Leg.vo 50/2016 (soglie per acquisti autonomi, stazioni appaltanti qualificate e non, disciplina specifica per i comuni non capoluogo di provincia); Tabelle riepilogative per tutte le stazioni appaltanti e per i comuni non capoluogo di provincia; Altri obblighi di aggregazione e centralizzazione per fattispecie varie (categorie merceologiche e soglie oltre le quali scatta l’obbligo di ricorso a centrale di committenza o soggetto aggregatore per determinate s.a., servizi e forniture di energia e telefonia, servizi informatici e di connettività, obbligo generico di ricorso alle convenzioni quadro Consip, obbligo generico di ricorso al MEPA, enti del servizio sanitario nazionale); Soggetti aggregatori: elenco aggiornato e "Tavolo tecnico" (elenco aggiornato dei soggetti aggregatori, requisiti per l’iscrizione, tavolo tecnico).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Nomina, requisiti, funzioni e incompatibilità del RUP ai sensi del Codice appalti e delle Linee guida ANAC n. 3 (Delib. 1007/2017)

Nomina del RUP; Requisiti di professionalità generali; Struttura stabile per supporto al RUP; Successione di norme; Lavori e servizi attinenti all’ingegneria ed all’architettura - requisiti minimi di professionalità con tabella riepilogativa, compiti e funzioni; Servizi e forniture - requisiti minimi di professionalità con tabella riepilogativa, compiti e funzioni; RUP in caso di acquisti centralizzati e aggregati; Incompatibilità e conflitto di interessi; Partecipazione alla commissione di gara; Coincidenza tra RUP e progettista o direttore dei lavori; RUP e verifica della progettazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Autorità di vigilanza

Tutte le indicazioni operative per il periodo transitorio di vigenza del D. Leg.vo 50/2016

Questo articolo riporta e compendia con taglio operativo tutte le indicazioni fornite dall’ANAC a stazioni appaltanti ed operatori a seguito dell’entrata in vigore del nuovo Codice dei contratti di cui al D. Leg.vo 50/2016: fattispecie nelle quali continuano ad applicarsi le disposizioni previgenti, acquisizione del CIG, comunicazioni e adempimenti vari di stazioni appaltanti ed operatori; iscrizione al casellario informatico per false dichiarazioni o falsa documentazione nel procedimento di attestazione SOA. AGGIORNATO CON IL COMUNICATO DEL 03/08/2016.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Autorità di vigilanza
  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici

Nuovo Codice appalti (D. Leg.vo 50/2016): come comportarsi con procedure in corso o da indire ed atti di gara redatti o da redigere

Indicazioni operative su quale normativa applicare alle procedure già in corso ed a quelle in via di indizione, e conseguentemente anche se ed in quali casi modificare atti già precedentemente predisposti o ripetere fasi procedurali già espletate. Sono fornite in particolare indicazioni per la determina a contrarre, gli atti di programmazione e gli altri atti di gara, differenziando a seconda che gli stessi afferiscano a bandi/inviti rientranti nel nuovo o nel pregresso quadro normativo. AGGIORNAMENTO: precisazioni ANAC del 03/05/2016.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 100 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro