FAST FIND : NN10850

L.G. Cons. Sup. LL.PP. 17/06/2011

Linea Guida per la certificazione dell'idoneità tecnica dei sistemi di precompressione a cavi post-tesi.
Scarica il pdf completo
316747 497763
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
316747 497764
1. Premesse

Le nuove Norme tecniche per le costruzioni (nel seguito denominate NTC 2008), emanate con D.M. 14 gennaio 2008, R al paragrafo 11.5.1 «SISTEMI DI PRECOMPRESSIONE A CAVI POST- TESI» riportano quanto segue:

«Le presenti norme si applicano a qualsiasi sistema a cavi post-tesi, usato per la precompressione di strutture in conglomerato cementizio.

A tali sistemi di precompressione si applica quanto specificato al punto C) del § 11.1, sulla base della L

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
316747 497765
2. Valutazione dell’idoneità all’uso e prove di qualificazione

La presente Linea Guida riguarda tutti i sistemi di precompressione a cavi post-tesi con acciai ad alta resistenza utilizzati per le strutture di ingegneria civile, con esclusione quindi della precompressione a carattere temporaneo e di quella a fili aderenti, per la quale valgono le prescrizioni della normativa vigente.

I sistemi di precompressione a cavi post-tesi devono essere costituiti da materiali e dotati di dispositivi che ne garantiscano il monitoraggio ed il mantenimento della funzionalità per tutta la vita nominale della struttura, mediante un programma definito di operazioni di manutenzione ordinaria.

I sistemi di precompressione a cavi post-tesi sono costituiti da vari componenti realizzati dal produttore in stabilimento e assemblati in stabilimento o in cantiere.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
316747 497766
3. Controllo di produzione in fabbrica

Il produttore di sistemi di precompressione a cavi post tesi deve garantire un sistema di controllo interno permane

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
316747 497767
4. Messa in opera, tesatura ed iniezione dei cavi post-tesi

Si raccomanda che la messa in opera, la tesatura e, se occorre, l’iniezione dei cavi post-tesi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
316747 497768
5. Procedura per il rilascio del certificato di idoneità tecnica

Istanza del produttore

Ai fini del rilascio del rilascio del certificato di idoneità tecnica / qualificazione del sistema, il produttore deve presentare al Servizio apposita istanza contenente tutte le informazioni utili alla qualificazione.

In particolare, l’istanza deve contenere:

— l’elenco dettagliato delle tipologie di sistemi di precompressione a cavi post-tesi per cui si chiede la qualificazione, indicando la denominazione, la tipologia così come indicate nella presente Linea guida e le loro caratteristiche tecniche e prestazionali principali;

— per ciascuna tipologia, l’esatta indicazione della gamma (dimensionale e/o prestazionale) da qualificare;

— l’elenco, il numero e le modalità di esecuzione delle prove proposte;

— l’indicazione del laboratorio dove il produttore intende svolgere le prove di qualificazione;

— le eventuali attestazioni di conformità CE e/o altre attestazioni di qualificazioni disponibili per le singole parti dei sistemi di precompressione a cavi post-tesi oggetto dell’istanza di rilascio del certificato di idoneità tecnica.

Il produttore deve allegare all’istanza le relative documentazioni, quali:

— i disegni det

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
316747 497769
Istruttoria del Servizio

Al ricevimento della documentazione il Servizio effettua il preliminare esame documentale per verificare la completezza dell’istanza e della documentazione allegata.

Effettuato l’esame documentale il Servizio comunica al produttore l’avvio del procedimento e, se necessario, chiede integrazioni e/o informazioni.

Il Servizio programma, altresì, la visita iniziale in fabbrica. Tale visita, che ha lo scopo di verificare la corretta implementazione del sistema di controllo della produzione adottato dal produttore, riguarderà lo stabilimento produttivo indicato nell’istanza e potrà eventualmente riguardare anche siti in cui vengono effettuate lavorazioni in outsourcing considerate critiche dal Servizio.

La visita iniziale è ripetuta in caso di modifiche sostanziali del sistema di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Costruzioni
  • Norme tecniche

Normativa tecnica per le costruzioni

QUADRO LEGISLATIVO E NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI (NTC) VIGENTI (Norme legislative sulle costruzioni e sulle strutture; Norme tecniche per le costruzioni (NTC) vigenti; Appendici nazionali agli Eurocodici strutturali) - ULTERIORI RIFERIMENTI TECNICI “DI COMPROVATA VALIDITÀ” (Generalità; Documenti Consiglio superiore dei lavori pubblici e CNR) - EUROCODICI STRUTTURALI (Che cosa sono gli Eurocodici strutturali; Elenco degli Eurocodici; Formato e impostazione degli Eurocodici; Applicabilità degli Eurocodici e rapporti con le NTC nazionali, Appendici nazionali) - ADEMPIMENTI TECNICO-AMMINISTRATIVI PER LE OPERE STRUTTURALI - NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI DAL 1907 A OGGI (Normativa tecnica per le costruzioni del Regno d’Italia; Normativa tecnica per le costruzioni in cemento armato e a struttura metallica; Normativa tecnica per le costruzioni in zone sismiche; Normativa tecnica per altre costruzioni e strutture; Testo unitario delle Norme tecniche per le costruzioni (NTC, a partire dal 2005).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Materiali e prodotti da costruzione
  • Norme armonizzate
  • Norme tecniche

Norme armonizzate e Valutazione tecnica europea per i prodotti da costruzione

Premessa - Le norme armonizzate nel Reg. (UE) 305/2011 - Pubblicazione delle norme armonizzate - Valutazione tecnica europea (ETA) per i prodotti che non rientrano nell’ambito di applicazione di una norma armonizzata - Certificati di valutazione tecnica (CVT).
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Costruzioni
  • Norme tecniche
  • Materiali e prodotti da costruzione

Indagini geotecniche, geognostiche e prove "in situ": le competenze di Geologi liberi professionisti e laboratori autorizzati

Quadro normativo di riferimento; Le censure della giustizia amministrativa; Intervento legislativo con il D.L. 83/2012; Posizione del consiglio superiore dei lavori pubblici.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impiantistica
  • Norme tecniche

Autorizzazioni, vita tecnica e revisioni degli impianti funicolari aerei e terrestri

OGGETTO; ASPETTI DI VALIDITÀ GENERALE (Regime generale di autorizzazione; Vita tecnica e revisioni; Normativa tecnica di riferimento; Varianti costruttive; Partecipazione del personale USTIF alle verifiche) - VITA TECNICA E REVISIONI IMPIANTI REALIZZATI PRIMA DEL 24/08/2003 (Revisione quinquennale; Revisione generale; Revisione straordinaria; Proseguimento dell’esercizio dopo la scadenza della vita tecnica) - VITA TECNICA E REVISIONI IMPIANTI RELIZZATI A PARTIRE DAL 24/08/2003) - DISPOSIZIONI PRECEDENTI E TRANSITORIE (Proroghe dei termini della vita tecnica e delle revisioni; Modalità per la concessione delle proroghe; Disapplicazione termini della vita tecnica impianti ricadenti nel campo di applicazione del D.M. 23/1985) - REGIONI ABRUZZO E MARCHE).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Norme tecniche
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Edilizia e immobili

Disciplina delle costruzioni in zone sismiche

ZONE SISMICHE - NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI IN ZONE SISIMCHE - NORMATIVA DI RIFERIMENTO SULLE COSTRUZIONI IN ZONE SISMICHE - DENUNCIA DEI LAVORI E AUTORIZZAZIONE SISMICA (Interventi soggetti agli obblighi di denuncia dei lavori e autorizzazione sismica; Precisazioni della giurisprudenza sull’ambito applicativo; Nuovo ambito applicativo definito dal decreto “sblocca cantieri” (D.L. 32/2019); Soggetti tenuti agli adempimenti; Denuncia dei lavori in zona sismica; Autorizzazione sismica; Certificazione in caso di sopraelevazione; Disciplina per le zone sismiche di nuova classificazione; Eliminazione di barriere architettoniche) - AGEVOLAZIONI PER LA MESSA IN SICUREZZA SISMICA (C.D. “SISMABONUS”) - VIGILANZA E SANZIONI, ILLECITI “ANTISISMICI” (Vigilanza; Sanzioni (illeciti antisismici); Prescrizione degli illeciti antisismici).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Norme tecniche
  • Impiantistica

Adeguamento a disposizioni tecniche impianti a fune per il trasporto di persone (D.M. 11/05/2017)

  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali nazionali

  • Edilizia e immobili
  • Norme tecniche
  • Protezione civile
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali

Banca dati dei prodotti connessi all'energia: obblighi dei fornitori

11/01/2019

28/03/2018