03 set 2021

FAST FIND : SC951

Ultimo aggiornamento
13/10/2016

Formazione RSPP/ASPP Accordo SR 07/07/2016: scadenza riconoscimento formazione pregressa

Ai sensi del punto 8 dell'Accordo SR 07/07/2016 che ha ridefinito la durata ed i contenuti minimi dei percorsi formativi per responsabili e addetti dei servizi di prevenzione e protezione, sono fatti salvi i percorsi formativi effettuati in vigenza del precedente Accordo SR del 26/01/2006, pertanto gli RSPP e ASPP che non cambiano settore produttivo e continuano ad operare esclusivamente all’interno di esso non dovranno integrare il proprio percorso formativo per adeguarsi alle previsioni del presente accordo.

Inoltre, in fase di prima applicazione e per un periodo non superiore a 5 anni dall’entrata in vigore dell'Accordo 07/07/2016 (e quindi fino al 03/09/2021), la frequenza del Modulo B comune o di uno o più Moduli B di specializzazione può essere riconosciuta ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di aggiornamento, degli RSPP e ASPP formati ai sensi dell’Accordo 26/01/2006.

Dalla redazione

  • Formazione
  • Sicurezza

La formazione di RSPP e ASPP dopo l’Accordo Stato Regioni 07/07/2016

Premessa - Individuazione di ulteriori titoli di studio validi ai fini dell’esonero dalla frequenza ai corsi - Individuazione dei soggetti formatori - Formazione e-learning - Requisiti dei docenti - Organizzazione dei corsi - Articolazione del percorso formativo (durata e contenuti dei moduli A, B e C) - Valutazione degli apprendimenti (moduli A, B e C e verbali di esame) - Riconoscimento formazione pregressa (ex Accordo Stato Regioni 26/01/2006) rispetto al nuovo modulo B - Aggiornamento - Decorrenza aggiornamento - Mantenimento dell’abilitazione - Attestazioni - Condizioni particolari per la formazione del datore di lavoro rspp - Disposizione transitorie e finali.
A cura di:
  • Stefano Bergagnin
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Formazione
  • Sicurezza

Formazione per la sicurezza, gli accordi 2011 per datori di lavoro RSPP, lavoratori, dirigenti e preposti

In via di completamento il quadro normativo sulla formazione obbligatoria per la sicurezza con la pubblicazione di due nuovi Accordi stipulati in sede di Conferenza permanente Stato-Regioni. I dettagli sull’entrata in vigore e sulla decorrenza degli obblighi formativi e di aggiornamento. Possibilità di formazione in modalità e-learning.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Formazione
  • Sicurezza

Corsi di formazione per CSP e CSE erogati in FAD: dettate le regole dal D. Leg.vo 151/2015

Il D. Leg.vo 151/2015 ha fatto chiarezza su un punto molto dibattuto: via libera ai corsi in modalità e-learning per i coordinatori. Per la formazione iniziale ammesso il solo modulo giuridico da 28 ore, per l'aggiornamento ammessa la frequenza in FAD dell'intero corso.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Formazione
  • Cantieri temporanei e mobili
  • Sicurezza
  • Prevenzione Incendi
  • Resistenza al fuoco

Aggiornamenti di sicurezza: cantieri, formazione, protezione dal fuoco

Presentiamo di seguito i recenti chiarimenti in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, in particolare sull’attività di montaggio e smontaggio di scaffalature metalliche e sulla formazione dei lavoratori, RSPP, ASPP e dei coordinatori per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori, e di prevenzione incendi, sulla qualificazione di resistenza al fuoco dei sistemi di protezione degli elementi costruttivi in acciaio.
A cura di:
  • Denis Peraro
  • Sicurezza
  • Formazione

Sicurezza: il datore di lavoro risponde della formazione breve e inadeguata (Cass. 40605/2013)

Incontri formativi brevi e mancata verifica della comprensione da parte dei lavoratori, soprattutto se stranieri: il datore di lavoro è responsabile se la formazione sulla sicurezza ai dipendenti è inadeguata. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la Sentenza del 01/10/2013, n. 40605.
A cura di:
  • Anna Petricca