FAST FIND : NR13482

Delib.G.R. Marche 29/07/2003, n. 1046

Indirizzi generali per la prima applicazione dell’Ord. P.C.M. n. 3274/2003. Individuazione e formazione dell’elenco delle zone sismiche nella Regione Marche.
Con le modifiche introdotte dalla Delib.G.R. del 17/02/2004 n.136
Scarica il pdf completo
30639 537020
[Premessa]



LA

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
30639 537021
ALLEGATO - Indirizzi generali per la prima applicazione dell'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 20 marzo 2003. Individuazione e formazione dell'elenco delle zone sismiche nella Regione Marche.
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
30639 537022
Art. 1 - (Classificazione delle zone sismiche)

1. In prima applicazione dell'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 20 marzo 2003, di seguito indicata con la sola parola "ordinanza", le zone sismiche della regione Marche sono individuate come dal seguente elenco e relativo elaborato cartografico:


COMUNE

Precedente classificazione (categoria)

Variazione

Attuale classificazione (zona)





ACQUALANGA

II

=

2

APECCHIO

II

=

2

AUDITORE

II

=

2

BARCHI

II

=

2

BELFORTE ALL'ISAURO

II

=

2

BORGO PACE

II

=

2

CAGLI

II

=

2

CANTIANO

II

=

2

CARPEGNA

II

=

2

CARTOCETO

II

=

2

CASTELDELCI

II

=

2

COLBORDOLO

II

=

2

FANO

II

=

2

FERMIGNANO

II

=

2

FOSSOMBRONE

II

=

2

FRATTE ROSA

II

=

2

FRONTINO

II

=

2

FRONTONE

II

=

2

GABICCE MARE

II

=

2

GRADARA

II

=

2

ISOLA DEL PIANO

II

=

2

LUNANO

II

=

2

MACERATA FELTRIA

II

=

2

MAIOLO

II

=

2

MERCATELLO SUL METAURO

II

=

2

MERCATINO CONCA

II

=

2

MOMBAROCCIO

II

=

2

MONDAVIO

II

=

2

MONDOLFO

II

=

2

MONTECALVO IN FOGLIA

II

=

2

MONTE CERIGNONE

II

=

2

MONTECICCARDO

II

=

2

MONTECOPIOLO

II

=

2

MONTEFELCINO

II

=

2

MONTEGRIMANO

II

=

2

MONTELABBATE

II

=

2

MONTEMAGGIORE AL METAURO

II

=

2

MONTE PORZIO

II

=

2

NOVAFELTRIA

II

=

2

ORCIANO DI PESARO

II

=

2

PEGLIO

II

=

2

PENNABILLI

II

=

2

PERGOLA

II

=

2

PESARO

II

=

2

PETRIANO

II

=

2

PIAGGE

II

=

2

PIANDIMELETO

II

=

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
30639 537023
Art. 2 - (Norme tecniche)

N1 "1. La progettazione delle costruzioni in zona sismica deve essere conforme a quanto prescritto dalla nuova classificazione di cui all'art. 1 con la possibilità, per non oltre 18 mesi, de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
30639 537024
Art. 3 - (Edifici e opere soggetti a verifica)

N1 "1. È fatto obbligo ai soggetti proprietari di procedere comunque a verifica degli edifici e delle opere infrastrutturali elencati negli allegati "A" e "B" alla D.G.R. n. 1520 dell'11 novembre 2003

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
30639 537025
Art. 4 - (Interventi di ricostruzione post-terremoto)

1. Per l'attuazione degli interventi di ricostruzione conseguenti alla crisi sismica iniziata il 26 settembre 1997 continuano ad applicarsi le norme tecniche e la classificazione sismica di cui alla legge 31 marzo 1998,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche

La classificazione sismica di tutti i comuni italiani dal 1927 a oggi

Riepilogo della classificazione sismica (zone sismiche) dei Comuni italiani, con tutti i provvedimenti di classificazione storici a partire dal 1927 e la situazione aggiornata sulla base dei provvedimenti delle Regioni, cui è stata demandata la competenza all’individuazione delle zone sismiche a partire dal 1998. Distinzione tra la classificazione sismica ai fini degli adempimenti tecnico-amministrativi e per la vigilanza, e quella da adottarsi dal 2009 per la definizione delle azioni sismiche ai fini progettuali.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Interventi su edifici esistenti in base alle norme tecniche per le costruzioni (NTC 2018)

CLASSIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI SU EDIFICI ESISTENTI (Edifici esistenti ai fini delle NTC 2018; Interventi strutturali volontari o necessari; Interventi strutturali e non strutturali; Categorie di interventi strutturali su edifici esistenti, criteri e modalità di intervento) - VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA E INTERVENTI SU EDIFICI ESISTENTI (Che cos’è la valutazione della sicurezza di una costruzione; Quando è obbligatorio procedere alla valutazione della sicurezza; Scopo e oggetto della valutazione della sicurezza; Verifiche da eseguire in caso di interventi non dichiaratamente strutturali; Elementi e criteri generali per l’esecuzione della valutazione della sicurezza; Esito della valutazione della sicurezza) - CLASSI D’USO DELLE COSTRUZIONI ED INTERVENTI SULL’ESISTENTE (Mutamento della classe d’uso dell’edificio ed eventualità di intervento strutturale; Individuazione della corretta classe d’uso; Specifica sulle classi d’uso III e IV; Patrimonio storico, artistico e culturale; Cambio di classe d’uso in aumento e intervento strutturale; Classificazione degli ambienti ai fini dei sovraccarichi) - SCHEMA GRAFICO RIEPILOGATIVO.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Norme tecniche

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e relativa attestazione

IL C.D. “SISMABONUS”, NORME FISCALI (Le agevolazioni per gli interventi di messa in sicurezza statica, Le agevolazioni maggiorate in presenza di una diminuzione del rischio sismico certificata da professionista abilitato, Il Sismabonus e gli interventi di demolizione e ricostruzione, Il Sismabonus e gli immobili merce delle imprese, Acquisto direttamente dall’impresa di unità immobiliari oggetto di demolizione e ricostruzione con miglioramento della classificazione sismica, Altre modalità e condizioni per usufruire del Sismabonus, Interventi finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico ed alla riqualificazione energetica) - L’ATTESTAZIONE DI RISCHIO SISMICO DEGLI EDIFICI (Il decreto ministeriale sulla classificazione e attestazione del rischio sismico, Professionisti abilitati alla classificazione e attestazione del rischio sismico, Classificazione del rischio sismico, metodo convenzionale e metodo semplificato).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche

Rischio sismico e adempimenti tecnici e amministrativi per gli interventi edilizi

Classificazione sismica del territorio e degli edifici, rapporto tra norme nazionali e provvedimenti regionali di zonizzazione, coordinamento con le norme tecniche per le costruzioni, adempimenti tecnico-amministrativi per l’esecuzione di interventi edilizi nelle zone a rischio sismico.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Urbanistica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Assicurazione obbligatoria infortuni sul lavoro e malattie professionali
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Procedimenti amministrativi
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Barriere architettoniche
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Informatica
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Istruzione, università e ricerca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Accise
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Difesa suolo
  • Imposte indirette
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Previdenza professionale
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Imposte sul reddito
  • Titoli abilitativi
  • Condominio
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Ospedali e strutture sanitarie

La Legge di Bilancio 2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Bilancio 2017 (L. 11 dicembre 2016, n. 232), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Finanza pubblica
  • Norme tecniche
  • Protezione civile
  • Provvidenze
  • Calamità/Terremoti
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Calamità

Campania: rischio sismico e contributi per la prevenzione sismica

  • Calamità/Terremoti
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Calamità
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche

Campania: rischio sismico e contributi per la messa in sicurezza degli edifici pubblici

  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico

Applicazione Regolamento (UE) n. 813/2013 sulle emissioni di ossidi di azoto

  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche

Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali nazionali

09/01/2018

23/06/2017

06/04/2017