FAST FIND : AR1288

Ultimo aggiornamento
17/04/2019

Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici

PREMESSA E NORMATIVA DI RIFERIMENTO - AMBITO DI APPLICAZIONE - MISURE DI PREVENZIONE GENERALI (Dimostrazione del rispetto dei valori limite; Superamento dei valori limite) - VALORI LIMITE (Grandezze; Effetti non termici; Effetti termici; Deroghe ai valori limite; Deroghe ministeriali) - VALUTAZIONE DEI RISCHI E VERIFICA DEL SUPERAMENTO DEI VALORI LIMITE (Precisazione delle misure adottate; Luoghi accessibili al pubblico già oggetto di valutazione; Accesso al documento elaborato da datori di lavoro privati; Accesso al documento elaborato da datori di lavoro pubblici; Aggiornamento della valutazione dei rischi) - INFORMAZIONE E FORMAZIONE DEI LAVORATORI - MISURE SPECIFICHE ALLA LUCE DEGLI ESITI DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI (Superamento dei VA; Superamento dei VLE; Misure specifiche in caso di superamento di VLE relativi agli effetti sanitari; Personalizzazione delle misure di sicurezza; Segnaletica) - SORVEGLIANZA SANITARIA (Lavoratori che segnalano effetti indesiderati; Superamento dei VLE) - SANZIONI (Sanzioni a carico del datore di lavoro; Sanzioni a carico del datore di lavoro e/o del dirigente; Sanzioni a carico del medico competente) - RAPPORTO CON LA DISCIPLINA SUGLI AGENTI FISICI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
3039128 5488411
Premessa e normativa di riferimento

In questo articolo viene illustrata la disciplina in materia di protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici, la quale è contenuta nel Titolo VIII, Capo IV, artt. 206-212 del D. Leg.vo 09/04/2008, n. 81 (Testo unico della sicurezza sul lavoro) e nell’allegato XXXVI al medesimo Decreto R.

Tali disposizioni derivano dal recepimento, dapprima della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488412
Ambito di applicazione

L’esposizione a campi elettromagnetici può ingenerare “effetti biofisici diretti”, quali:

1) effetti termici, quali il riscaldamento dei tessuti a causa dell'assorbimento di energia dai campi elettromagnetici nei tessuti medesimi;

2) effetti non termici, quali la stimolazione di muscoli, nervi e organi sensoriali. Tali effetti possono essere di detrimento per la salute mentale e fisica dei lavoratori esposti. Inoltre, la stimolazione degli organi sensoriali può comportare sintomi transitori quali vertigini e fosfeni. Inoltre, tali effetti possono generare disturbi tempora

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488413
Misure di prevenzione generali

I lavoratori non devono essere esposti a valori superiori ai VLE relativi agli effetti sanitari e ai VLE relativi agli effetti sensoriali e pertanto il datore di lavoro assicura che l'e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488414
Dimostrazione del rispetto dei valori limite

Il rispetto dei VLE relativi agli effetti sanitari e dei VLE relativi agli effetti sensoriali deve essere dimostrato ricor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488415
Superamento dei valori limite

Qualora l'esposizione dei lavoratori ai campi elettromagnetici superi uno qualsiasi dei VLE, il datore di lavoro adotta mi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488416
Valori limite
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488417
Grandezze

Le seguenti grandezze fisiche sono utilizzate per descrivere l'esposizione ai campi elettromagnetici:

- l'intensità di campo elettrico (E) è una quantità vettoriale che corrisponde alla forza esercitata su una particella carica indipendentemente dal suo movimento nello spazio. E' espressa in volt per metro (Vm-1). E' necessario distinguere il campo elettrico ambientale rispetto al campo elettrico presente all'interno del corpo (in situ) a seguito dell'esposizione al campo elettrico ambientale;

- la corrente attraverso gli arti (IL) è la corrente che attraversa gli arti di una persona esposta a campi elettromagnetici nell'intervallo di frequenze comprese tra 10 MHz e 110 MHz a seguito del contatto con un oggetto in un campo elettromagnetico o del flusso di correnti capacitive indo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488418
Effetti non termici

Di seguito si riportano le tabelle di legge relative ai valori limite di esposizione e di azione con riguardo agli effetti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488419
Valori limite di esposizione (VLE)

Allegato XXXVI, Parte II, TABELLA A1

VLE per l'induzione magnetica esterna (B0) per frequenze comprese tra 0 e 1 Hz


VLE relativi agli effetti sensoriali [T]

Condizioni di lavoro normali

2

Esposizione localizzata degli arti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488420
Valori di azione (VA)

Allegato XXXVI, Parte II, TABELLA B1

VA per i campi elettrici ambientali a frequenze comprese tra 1 Hz e 10 MHz

Intervallo di frequenza

VA (E) inferiori per l'intensità del campo elettrico [Vm-1] (valori RMS)

VA (E) superiori per l'intensità del campo elettrico [Vm-1] (valori RMS)

1 ≤ f < 25 Hz

2,0 × 104

2,0 × 104

25 ≤ f < 50 Hz

5,0 × 105/f

2,0 × 104

50 Hz ≤ f < 1,64 kHz

5,0 × 10

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488421
Effetti termici

Di seguito si riportano le tabelle di legge relative ai valori limite di esposizione e di azione con riguardo agli effetti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488422
Valori limite di esposizione (VLE)

Allegato XXXVI, Parte III, TABELLA A1

VLE relativi agli effetti sanitari per esposizione a campi elettromagnetici

a frequenze comprese tra 100 kHz e 6 GHz

VLE relativi agli effetti sanitari

Valori di SAR mediati per ogni periodo di sei minuti [Wkg-1]

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488423
Valori di azione (VA)

Allegato XXXVI, Parte III, TABELLA B1

VA per i campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici ambientali

a frequenze comprese tra 100 kHz e 300 GHz

Intervallo di frequenza

VA (E) per l'intensità del campo elettrico [V/m] (RMS)

VA (B) per l'induzione magnetica [µT] (RMS)

VA (S) per la densità di potenza [W/m²]

100 kHz ≤ f < 1 MHz

6,1 × 102

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488424
Deroghe ai valori limite



Limite suscettibile

di superamento

Condizioni

1

VA inferiori per i campi elettrici (valori di cui all'allegato XXXVI parte II, tabella B1, seconda colonna R)

1) non devono essere superati i VLE relativi agli effetti sanitari di cui all'allegato XXXVI, parte II, tabella A2 R;

2) devono essere evitate eccessive scariche elettriche e correnti di contatto di cui all'allegato XXXVI, parte II, tabella B3 R) attraverso le misure specifiche di protezione di cui all’art. 210, comma 5, D. Leg.vo 81/2008;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488425
Comunicazioni all’organo di vigilanza

Nei casi suesposti, il datore di lavoro comunica all'organo di vigilanza territorialmente competente il superamento dei valori ivi indicati, mediante una relazione tecnico-protezionistica contenente:

a) le motivazioni per cui ai fini della pratica o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488426
Deroghe ministeriali

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali può autorizzare, su richiesta del datore di lavoro e in presenza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488427
Valutazione dei rischi specifici e verifica del superamento dei valori limite

Nell'ambito della valutazione dei rischi, il datore di lavoro valuta tutti i rischi per i lavoratori derivanti da campi elettromagnetici sul luogo di lavoro prestando particolare attenzione ai seguenti elementi:

a) la frequenza, il livello, la durata e il tipo di esposizione, inclusa la distribuzione sul corpo del lavoratore e sul volume del luogo di lavoro;

b) i valori limite di esposizione e i valori di azione;

c) effetti biofisici diretti;

d) tutti gli effetti sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori particolarmente sensibili al rischio; eventuali effetti sulla salute e la sicurezza dei lavoratori esposti a rischi particolari, con particolare riferimento a soggetti portatori di dispositivi medici impiantati, attivi o passivi, o dispositivi medici portati sul corpo e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488428
Precisazione delle misure adottate

Il datore di lavoro precisa, nel documento di valutazione del rischio, le misure adottate miranti ad eliminare o ridurre i rischi (

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488429
Luoghi accessibili al pubblico già oggetto di valutazione

La valutazione, la misurazione e il calcolo non devono necessariamente essere effettuati in luoghi di lavoro accessibili a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488430
Accesso al documento elaborato da datori di lavoro privati

Il datore di lavoro privato:

- può consentire l'accesso al documento di valutazione di valutazione dei rischi da esposiz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488431
Accesso al documento elaborato da datori di lavoro pubblici

Per i documenti di valutazione dei rischi elaborati o detenuti da Pubbliche Amministrazioni, salvo il rispetto della disciplina sulla protezione dei dati personali, si applica la disciplina sull'accesso civico ai documenti delle Amministrazioni disciplinato dal D. Leg.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488432
Aggiornamento della valutazione dei rischi in caso di manifestazioni di malessere dei lavoratori e di deroga ai VLE

Nei casi di deroga al superamento dei VLE, nonché nell'ipotesi in cui il lavoratore riferisce la comparsa di sintomi transitori, il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488433
Informazione e formazione dei lavoratori e loro rappresentanti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488434
Misure specifiche alla luce degli esiti della valutazione dei rischi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488435
Superamento dei VA

Nel caso in cui l’esposizione superi i VA, il datore di lavoro non deve adottare misure specifiche se la valutazione effettuata dimostri che non sono superati i pertinenti VLE e che possono essere esclusi rischi per la sicurezza.

In caso contrario egli deve elaborare ed applicare un programma d'azione che comprenda misure tecniche e organizzative intese a prevenire esposizioni superiori ai valori limite d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488436
Superamento dei VLE

Nei casi di superamento di determinati VLE (vedi art. 208, D. Leg.vo 81/2008, commi 3 e 4; v. paragrafi precedenti), sono adottate

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488437
Misure specifiche in caso di superamento di VLE relativi agli effetti sanitari

I lavoratori non devono essere esposti a valori superiori ai VLE relativi agli effetti sanitari e ai VLE relativi agli effetti sensoriali (salvo i casi eccezionali in cui è consentito - vedi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488438
Personalizzazione delle misure di sicurezza

Il datore di lavoro adatta le misure di prevenzione e protezione alle esigenze dei lavoratori appartenenti a gruppi particolarmente sensibili al rischio e, se

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488439
Segnaletica

Sulla base della valutazione dei rischi i luoghi di lavoro in cui i lavoratori possono essere esposti a campi elettromagne

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488440
Sorveglianza sanitaria

La sorveglianza sanitaria viene effettuata periodicamente:

- di norma una volta l'anno o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488441
Lavoratori che segnalano effetti indesiderati

Nel caso in cui un lavoratore segnali effetti indesiderati o inattesi sulla salute, ivi compresi effetti sensoriali, il da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488442
Superamento dei VLE

Un controllo medico appropriato è assicurato dal datore di lavoro e dal medico competente nei casi in cui sia stata

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488443
Sanzioni

Salve le sanzioni per l’inosservanza delle norme che, in genere, disciplinano la tutela dei lavoratori dall’es

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488444
Sanzioni a carico del datore di lavoro (violazione di obblighi non delegabili)


Obbligo/Violazione

Sanzione

Fonte normativa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488445
Sanzioni a carico del datore di lavoro e/o del dirigente (obblighi delegabili)


Obbligo/Violazione

Sanzione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488446
Sanzioni a carico del medico competente

Il medico competente che viola i propri obblighi di sorveglianza sanitaria (in particolare gli obblighi di cui agli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3039128 5488447
Rapporto con la disciplina sugli agenti fisici

La disciplina dettata dal D. Leg.vo 81/2008 sulla protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici (Capo IV del Titolo VIII,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Inquinamento elettrico ed elettromagnetico
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Campi elettromagnetici: limiti di emissione e linee guida per la misurazione

PREMESSA E PERIMETRO NORMATIVO (Campi elettromagnetici ad alta frequenza; Campi elettromagnetici a bassa frequenza) - CAMPI ELETTROMAGNETICI AD ALTA FREQUENZA (Valori di attenzione, limiti di esposizione e obiettivi di qualità; Trasmissione dei dati e fattori di riduzione; Fattori di assorbimento da parte degli edifici; Definizione di pertinenze esterne con dimensioni abitabili) - CAMPI ELETTROMAGNETICI A BASSA FREQUENZA (Limiti di esposizione e valori di attenzione; Obiettivi di qualità nella progettazione di nuovi elettrodotti; Fasce di rispetto per gli elettrodotti; Tecniche di misurazione e di valutazione; Comunicazioni degli esercenti agli organi di controllo) - SANZIONI - CATASTI DELLE SORGENTI DEI CAMPI ELETTRICI, MAGNETICI ED ELETTROMAGNETICI - PROTEZIONE DEI LAVORATORI DAI RISCHI DI ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Sicurezza
  • Uffici e luoghi di lavoro

Protezione dei lavoratori da sostanze pericolose (agenti chimici, cancerogeni e amianto)

AGENTI CHIMICI (Normativa di riferimento; Valori limite di esposizione professionale (VLEP); Obblighi del datore di lavoro nel D. Leg.vo 81/2008) - AGENTI CANCEROGENI O MUTAGENI (Normativa di riferimento; Modifiche alla Direttiva 2004/37/CE non ancora recepite; Valori limite di esposizione; Obblighi del datore di lavoro nel D. Leg.vo 81/2008) - AMIANTO (Premessa e normativa di riferimento; Valori limite di esposizione; Obblighi del datore di lavoro e valutazione del rischio) - SANZIONI.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Sicurezza

La delega di funzioni nella sicurezza sul lavoro

CHE COSA È LA DELEGA DI FUNZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO - REQUISITI E CONDIZIONI DELLA DELEGA DI FUNZIONI (Requisiti di forma; Requisiti di sostanza) - EFFETTI DELLA DELEGA E OBBLIGHI NON DELEGABILI (Esonero di responsabilità; Obbligo di vigilanza che permane; Funzioni non delegabili; Delega parzialmente invalida; Invalidità della delega ed esercizio di fatto) - DIFFERENZE TRA LA DELEGA ED ALTRE FATTISPECIE (Nomina di altre figure; La subdelega).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Sicurezza
  • Formazione

La formazione di RSPP e ASPP dopo l’Accordo Stato Regioni 07/07/2016

PREMESSA - INDICAZIONI GENERALI SULLA FORMAZIONE DI RSPP E ASPP (Titoli di studio validi ai fini dell’esonero dalla frequenza ai corsi; Individuazione dei soggetti formatori; Formazione e-learning; Requisiti dei docenti; Organizzazione dei corsi) ARTICOLAZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO (Durata; Contenuti - Modulo A; Contenuti - Modulo B; Contenuti - Modulo C) - VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI (Modulo A; Modulo B; Modulo C; Verbali di esame) - RICONOSCIMENTO FORMAZIONE PREGRESSA (EX ACC. CONF. STATO-REGIONI 26/01/2006, N. 2407) RISPETTO AL NUOVO MODULO B - AGGIORNAMENTO (Modalità di aggiornamento; Tematiche delle ore di aggiornamento; Numero dei partecipanti ai corsi di aggiornamento; Valenza della formazione anche per coordinatori e formatori, e viceversa; Decorrenza dell’aggiornamento; Mantenimento dell’abilitazione) - ATTESTAZIONI - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI.
A cura di:
  • Stefano Bergagnin
  • Sicurezza
  • Dispositivi di protezione individuale

Dispositivi di protezione individuale (DPI)

PREMESSA E NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Normativa per la progettazione e fabbricazione dei DPI; Normativa per la scelta e l’uso dei DPI nei luoghi di lavoro) - PROGETTAZIONE, FABBRICAZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEI DPI (Definizione dei DPI nel Reg. 425/2016; Categorie di rischio; Requisiti minimi di sicurezza dei DPI; Valutazione e dichiarazione di conformità; Vigilanza e sanzioni) - SCELTA E USO DEI DPI NEI LUOGHI DI LAVORO (Definizione nel TU Sicurezza; Dispositivi di ancoraggio nelle opere di costruzione; Requisiti minimi; Obblighi del datore di lavoro; Obblighi dei lavoratori e dei preposti; Sanzioni).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Angela Perazzolo

20/05/2016

18/05/2016