FAST FIND : AR1286

Ultimo aggiornamento
16/02/2018

Le Autorità di sistema portuale (AdSP) e il Piano regolatore di sistema portuale

Premessa e normativa di riferimento; Classificazione dei porti; Le Autorità di sistema portuale (AdSP); Il piano regolatore di sistema portuale (contenuti, il Documento di pianificazione strategica di sistema - DPSS, il Piano regolatore portuale - PRP, il Documento di pianificazione energetica e ambientale del sistema portuale); Esecuzione di opere nei porti; Il Piano operativo triennale (POT); Esecuzione di opere nei porti da parte dei privati.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
3006082 4738416
PREMESSA E NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Il sistema nazionale di organizzazione e governo della portualità e della logistica è disciplinato principalmente dalla L. 28/01/1994, n. 84, recante “Riordino della legislazione in materia portuale”.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738417
CLASSIFICAZIONE DEI PORTI

Ai sensi dell’art. 4 della L. 84/1994 sono previste due categorie di porti:

I) categoria I: porti finalizzati alla difesa e alla sicurezza dello S

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738418
LE AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738419
Istituzione, elenco e caratteristiche principali

Con le innovazioni apportate dal D. Leg.vo 169/2016, sono state istituite 15 Autorità di sistema portuale (AdSP), come previsto dall’art. 7 del D. Leg.vo 169/2016, che a tal fine ha sostituito integralmente l’art. 6 della L. 84/1994.

L’Allegato A elenca i porti ricompresi nelle 15 nuove AdSP, che accorpano tutti i 54 porti italiani e sostituiscono pertanto le precedenti 24 Autorità portuali, ricomprendenti per lo più i porti in cui erano istituite N1.

La sede dell’AdSP è la sede del porto centrale (c.d. “core”), individuato nel Regolamento (UE) n. 1315/2013 relativo alla Rete transeuropea dei trasporti (TEN-T), ricadente nella stessa AdSP N2. In caso di due o più porti centrali ricadenti nella medesima AdSP, la norma prevede che sia il Ministro ad indicare la sede; il Ministro, su proposta motivata della Regione o delle Regioni il cui territorio è interessato dall’AdSP, ha peraltro anche la facoltà di individuare in altra sede di soppressa Autorità portuale aderente alla AdSP, la sede della stessa. In ogni caso, ai sensi dell’art. 4 della L. 84/1994, comma 1-bis, i porti sede di AdSP appartengono comunque ad una delle prime due classi della categoria II.

I limiti della circoscrizione territoriale di ciascuna AdSP sono identificati con gli ambiti portuali delle preesistenti Autorità portuali, sommati i limiti territoriali dei porti di rilevanza economica nazionale di cui all’art. 4 della L. 84/1994 (quelli di categoria II, classe II).

Le Autorità di sistema portuale, ed i relativi porti in esse ricompresi, nonché i porti qualificati come “core” e “comprehensive” (facenti parte della “rete globale” transeuropea) in base al menzionato Regolamento (UE) n. 1315/2013, sono riassunti nella tabella seguente.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738420
Subentro alle Autorità portuali cessate

Le AdSP subentrano alle Autorità portuali cessate, nella proprietà e nel possesso dei beni ed in tutti i rap

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738421
Possibile modifica delle AdSP, dei porti in esse ricompresi e dei limiti territoriali

Il comma 14 dell’art. 6 della L. 84/1994 contempla una clausola di modifica delle AdSP, prevedendo che - decorsi 3 anni dalla data di entrata in vigore del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738422
Qualificazione giuridica delle AdSP

L’AdSP viene qualificata giuridicamente come ente pubblico non economico di rilevanza nazionale a ordinamento speciale, dotato di autonomia amministrativa, organizzativa, regolamentare, di bilancio e finanziaria.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738423
Funzioni e compiti delle AdSP

Per quanto riguarda i compiti delle AdSP, questi sono così definiti dal comma 4 dell’art. 6 della L. 84/1994:

a) indirizzo, programmazione, coordinamento, regolazione, promozione e controllo delle operazioni e dei servizi portuali e delle attività autorizzatorie e concessorie N3. All’autorità di sistema portuale sono altresì conferiti poteri di ordinanza, anche in riferimento alla sicurezza rispetto a rischi di incidenti connessi alle attività e alle condizioni di igiene sul lavoro;

b) manutenzione or

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738424
IL PIANO REGOLATORE DI SISTEMA PORTUALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738425
Contenuti del Piano regolatore di sistema portuale

L’art. 5 della L. 84/1994 - come modificato prima dall’art. del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738426
Il Documento di pianificazione strategica di sistema (DPSS)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738427
Obiettivi e contenuti del DPSS

Il Documento di pianificazione strategica di sistema - la cui redazione è stata prevista a seguito delle modifiche introdotte dal D. Leg.vo 232/2017 - definisce, ai sensi dell’art. 5 della L. 84/1994, comma 1-bis, gli obiettivi di sviluppo e i contenuti “di sistema

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738428
Interazioni del DPSS con la pianificazione comunale

Il comma 1-ter dell’art. 5 della L. 84/1994 di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738429
Procedimento di adozione e approvazione del DPSS

Il DPSS (art. 5 della L. 84/1994) viene:

1) sottoposto ai fini dell’acquisizione della prevista intesa, ai Comuni territorialmente interessati, che si esprimono

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738430
Approvazione delle varianti al DPSS

Le varianti al Documento di pianificazione strategica di sistema sono approvate con il medesimo procedimento previsto per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738431
Il Piano regolatore portuale (PRP)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738432
Obiettivi e contenuti del PRP

Ai sensi dell’art. 5 della L. 84/1994, comma 1-sexies, nei singoli porti ricompresi nelle circoscrizioni territoriali delle AdSP è predisposto un Piano regolatore portuale (PRP), da redigersi:

- in attuazione del Piano strategico nazionale della portualità e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738433
Interazioni del PRP con la pianificazione comunale

Premessa la necessità di acquisire l’intesa dei Comuni territorialmente interessati (si veda più avant

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738434
Procedimento di adozione e approvazione del PRP

Il PRP (art. 5 della L. 84/1994, comma 2-quater) è:

1) sottoposto, ai fini dell’acquisizione della prevista intesa, ai Comuni territorialmente interessati, che si esprimono entro e non oltre 45 gior

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738435
Il PRP nei porti di interesse regionale

Nei porti di cui alla categoria II, classe III - con esclusione di quelli aventi le funzioni turistica e da diporto (di cui all’art. 4 della L. 84/1994, comma 3, lettera e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738436
Approvazione delle varianti-stralcio al PRP

Il Presidente dell’AdSP, autonomamente o su richiesta della Regione o del Comune interessato, può promuovere e proporre al Comitato di gestione, per la successiva adozione, varianti-stralcio al Piano regolatore portuale concernenti la qualificazione f

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738437
Approvazione di modifiche tecnico-funzionali al PRP

Sono sottoposte ad un procedimento di approvazione semplificato le modifiche che non alterano in modo sostanziale la struttura del piano regolatore portuale in termini di obiettivi, scelte strategiche e caratterizzazione funzionale delle aree portuali, relativ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738438
Il Documento di pianificazione energetica e ambientale del sistema portuale

L’art. 4-bis della L. 84/1994 prevede che la pianificazione del sistema portuale debba essere rispettosa dei criteri di sostenibilità energetica ed ambientale, e vincola le AdSP a promuovere un apposito Documento di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738439
ESECUZIONE DI OPERE NEI PORTI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738440
Funzioni amministrative in materia di porti

Ai sensi del combinato disposto tra l’art. 88 del D.P.R. 616/1977 - come modificat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738441
Realizzazione delle opere nei porti

L’onere della realizzazione delle opere nei porti spetta:

a) allo Stato:

- per le opere nei porti di cui alla categoria I;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738442
Il Piano operativo triennale (POT)

L’art. 9 della L. 84/1994 prevede che l’AdSP, per il tramite del Comitato di gestione, adotta il Piano operativo triennale (POT), essenziale strumento di pianificazione e programmazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3006082 4738443
Esecuzione di opere nei porti da parte dei privati

Si prevede che l’esecuzione di opere nei porti da parte di privati venga autorizzata, sotto tutti i profili rilevanti, in esito ad apposita Conferenza di servizi convocata dall’AdSP o, laddove non istituita, dall’Autorità marittima.

Sono fatte salve le previsioni dell’art. 5-bis della L. 84/1994 in merito alle opere di dragaggio e le norme vigenti in materia di autorizzazione di impianti e infrastrut

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Provvidenze
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Impresa, mercato e concorrenza

Bolzano: finanziamenti in favore di start up innovative

Il “Bando 2018 a favore della capitalizzazione di imprese innovative nuove o da costituire” mette a disposizione una dotazione finanziaria pari a 1.500.000 euro, allo scopo di rendere l’Alto Adige una destinazione interessante per imprese innovative nuove o da costituire e per coloro che hanno come obiettivo lo sviluppo di un’idea innovativa, che deve essere descritta dettagliatamente in un business plan triennale. Concessi contributi a fondo perduto compresi tra 40.000 euro e 200.000 euro. Le domande di aiuto devono pervenire entro le ore 12:00 del 28/02/2019.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Imprese
  • Provvidenze

Sicilia: incentivi per gli interventi di efficienza energetica nelle imprese

La Regione Sicilia incentiva tutti quegli interventi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e le aree produttive, compresa l’installazione degli impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo. La misura gode di un'ottima dotazione finanziaria pari a 37.000.000,00 euro, di cui 27.750.000 € riservati alle micro, piccole e medie imprese e 9.250.000 € riservati alle grandi imprese. Il contributo sarà concesso sulla base di una procedura valutativa a sportello con soglia minima di qualità progettuale. Non sono ammissibili progetti che prevedono interventi di natura strutturale sugli immobili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Imprese
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Sostegno alle PMI per investimenti innovativi nelle regioni meno sviluppate

La misura si rivolge alle micro, piccole e medie imprese ed ai liberi professionisti che intendono realizzare investimenti innovativi in coerenza con il piano nazionale “Impresa 4.0” e la “Strategia nazionale di specializzazione intelligente”. La dotazione finanziaria complessiva dello strumento è pari a 341.494.000 euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Provvidenze
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico

Basilicata: realizzazione di impianti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili

La Regione Basilicata ha stanziato 2.447.321 euro a sostegno dell'acquisto e la messa in opera di impianti pubblici da fonti rinnovabili (biomassa, eolico e solare), di potenza nominale complessiva fino a 1 MW. Possono presentare domanda di contributo i Comuni (singoli o associati), gli Enti gestori di aree protette e il Consorzio di bonifica. Il bando, che finanzia il 100% dei costi ammissibili, ha l'obiettivo di migliorare ed espandere le infrastrutture di piccola scala che utilizzano sottoprodotti, materiali di scarto, residui e altre materie grezze non alimentari ai fini della bioeconomia e al risparmio energetico. Non sono ammessi progetti che prevedono l’utilizzo di più fonti energetiche.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Lazio: realizzazione di piste ciclabili per favorire la mobilità nuova

Il bando è rivolto agli enti locali della Regione Lazio per la realizzazione di nuove piste ciclabili e per mettere in rete quelle già esistenti. A disposizione circa 11 milioni di euro per concretizzare un sistema integrato di mobilità, accessibile a tutti i cittadini, e sostenibile da un punto di vista economico, sociale e ambientale.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Informatica
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia: avvio della gestione informatica della valutazione di incidenza su habitat

  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agricoltura e Foreste
  • Acque

Lombardia: presentazione o aggiornamento della Comunicazione nitrati per l'anno 2019

  • Agricoltura e Foreste
  • Acque
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Lombardia: domanda di adesione alla deroga nitrati per l'anno 2019

09/07/2018

12/09/2016

08/02/2018