FAST FIND : NN15280

Deliberaz. Aut. Vigilanza Contratti Pubbl. 01/08/2012, n. 81

2952416 2952416
Lavori di sistemazione esterna del centro sociale per la gioventù (Convento Cappuccini).

Lo scopo del collaudo tecnico amministrativo è quello di esprimere un giudizio sulla esecuzione di un’opera. Pertanto, in caso di inerzia della stazione appaltan

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
2952416 2990614
[Premessa]


Il Consiglio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2952416 2990615
Considerato in fatto

Con nota pervenuta in data 6/4/2009, n. 21415, il Sig. Santi Currò, titolare della E.C.C., impresa esecutrice dei lavori in oggetto, lamentava il mancato pagamento del credito residuo per lavori eseguiti a tutto il 3/11/1994 per € 5.378,92, come risultanti dallo stato finale dei lavori.

Inoltre lamentava la mancata ultimazione delle operazioni di collaudo e la conseguente approvazione del certificato di collaudo stesso. L’esponente chiedeva all’Autorità l’emissione di un certificato dei lavori eseguiti per poterlo consegnare alla S.O.A.

La Direzione Generale Vigilanza, rilevando il difetto di competenza in ordine alla possibilità di corrispondere a quanto richiesto, ha ritenuto tuttavia di dover verificare se il collaudo fosse stato regolarmente eseguito e se vi fosse in corso contenzioso, dal momento che l’impresa dichiarava di aver iscritto riserve per € 337.000,00.

Dall’istruttoria svolta è emerso quanto segue.

L’affidamento si riferisce a lavori finanziati dall’Assessorato Regionale LL.PP. con D.A. 948/8 del 8/06/1991 per l’importo complessivo di Lit. 850.000.000. L’appalto è stato aggiudicato mediante licitazione privata all’impresa esponente, che ha offerto un ribasso pari al 29,13% e quindi per un importo netto di Lit. 406.164.611.

L’impresa E.E.C. ha stipulato il contratto con l’ufficio Genio Civile di Messina in data 3/07/1993, seguito da un Atto aggiuntivo in data 11/04/1994 per una rettifica del quadro tecnico economico. La consegna dei lavori è stata effettuata il 31/07/1993, come da verbale redatto nella stessa data. L'Ufficio del Genio Civile è l’organo realizzatore dell’opera mentre il fruitore nonché possessore dell’area di cantiere ove si sono svolti i lavori è l’Ente Diocesi di Patti, definito come ente committente dell&rsq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2952416 2990616
Ritenuto in diritto

Le operazioni di collaudo non sono state concluse entro 6 mesi dalla data di ultimazione dei lavori (vale a dire nel 1995), come invece disposto dall’art. 15 del capitolato speciale di appalto allegato al contratto. Esse sono state ultimate nel 2009 e le motivazioni di tale ritardo non sono state sufficientemente chiarite. Se il collaudo fosse stato eseguito alla conclusione dei lavori, ad esso sarebbe stato ad esso applicabile il R.D. 350/1895, in particolare il Capo VI, ove è previsto che il termine di conclusione delle operazioni di collaudo fa riferimento a quanto stabilito nel capitolato speciale di appalto (nella specie 6 mesi).

All’epoca delle operazioni effettive di collaudo, tale materia (il collaudo generale tecnico amministrativo) era disciplinata dal d.P.R. n. 554/1999R ed in particolare dal Titolo XII, artt. da 187 a 210. In continuità con la disciplina previgente, anche l’art.187 definisce il collaudo come l’attività di verifica tecnica necessaria ad accertare e certificare che l'opera è stata eseguita a regola d'arte, secondo le prescrizioni tecniche stabilite e in conformità del contratto e deve comprende inoltre altresì tutte le verifiche tecniche previste dalle leggi di settore; tale attività deve avere necessariamente un t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2952416 2990617
Il Consiglio

- rileva il mancato rispetto della normativa in tema di collaudo dettata dal R.D. 350/1895R, come sostituita in particolare dall’art. 192

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici

Criteri ambientali minimi negli appalti pubblici (CAM)

IL PIANO D’AZIONE NAZIONALE PER IL GPP (PAN-GPP) - CRITERI AMBIENTALI MINIMI NEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE (Obbligatorietà dei criteri ambientali minimi; Applicazione all’intero valore dell’appalto; Criteri ambientali minimi nell’offerta economicamente più vantaggiosa; Documentazione progettuale) - CAM IN VIGORE PER LE VARIE CATEGORIE DI SERVIZI E FORNITURE (Struttura dei decreti di approvazione dei CAM; Elenco completo dei CAM in vigore, risposte a FAQ e chiarimenti vari) - PUNTEGGI PREMIANTI PER UTILIZZO DI MATERIALI RICICLATI NEGLI APPALTI (Norme sulle azioni premianti per l’utilizzo di materiali riciclati negli appalti; Previsione di decreti attuativi; Previsioni già inserite nei decreti attuativi del PAN-GPP; Punteggi premianti stabiliti dal D.M. 24/05/2016).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Autorità di vigilanza
  • Disposizioni antimafia
  • Appalti e contratti pubblici

Obblighi di pubblicazione e trasmissione di dati relativi ad appalti e contratti pubblici

QUADRO GENERALE NORMATIVO DI RIFERIMENTO (Norme che prevedono obblighi di pubblicazione; Norme che prevedono obblighi di trasmissione/comunicazione; Ambito di applicazione e casi particolari) - OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE (Obblighi di pubblicazione previsti dalla Legge anticorruzione (L. 190/2012); Obblighi di pubblicazione previsti dal Codice appalti (D. Leg.vo 50/2016); Obblighi di pubblicazione previsti dal Decreto trasparenza (D. Leg.vo 33/2013)) - OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE E TRASMISSIONE (Sintesi degli obblighi; Trasmissione dei dati all’ANAC; Pubblicazione su sito MIT) - VIGILANZA E SANZIONI - DATA DI PUBBLICAZIONE ED EFFETTI GIURIDICI - TABELLE RIEPILOGATIVE STRUTTURA SEZIONE SITO “AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE” (Sottosezione di primo livello “Bandi di gara e contratti”; Sottosezione di primo livello “Opere pubbliche”).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Professioni
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Determinazione dei corrispettivi per i servizi tecnici negli appalti pubblici

PREMESSA (Decreto parametri per i servizi di Ingegneria e Architettura (SIA)); Coordinamento con i livelli di progettazione previsti dal D. Leg.vo 50/2016) - APPLICAZIONE DEI CORRISPETTIVI (Riferimenti nel D. Leg.vo 50/2016 e nel D. Min. Giustizia 17/06/2016; Linee guida dell’ANAC e buone pratiche, giurisprudenza; Equo compenso e contrasto ai ribassi eccessivi; Giurisprudenza sui compensi per i servizi di Ingegneria e Architettura) - MODALITÀ DI CALCOLO DEI CORRISPETTIVI (Generalità; Determinazione del compenso; Prestazioni non previste dal decreto o non determinabili; Oneri accessori e spese; Schema grafico riepilogativo) - ESEMPI PRATICI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Professioni
  • Appalti e contratti pubblici
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Affidamento contratti pubblici per servizi di Ingegneria e di Architettura (SIA)

GENERALITÀ (Definizione e normativa applicabile; Procedure di affidamento; Criteri di aggiudicazione; Esclusione per incarichi concernenti immobili vincolati; Incarico di coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione; Direzione dei lavori e somma di incarichi sopra soglia) - OPERATORI ECONOMICI ABILITATI E REQUISITI (Affidamento delle attività all’esterno; Requisiti degli operatori; Obblighi di comunicazione all’ANAC e indicazioni operative) - AFFIDAMENTO SIA CON PROCEDURA DIRETTA - AFFIDAMENTO SIA CON PROCEDURA NEGOZIATA (Generalità; Disciplina dell’elenco di operatori economici ; Disciplina delle indagini di mercato; Requisiti di partecipazione e valutazione delle offerte) - AFFIDAMENTO SIA CON PROCEDURE APERTE O RISTRETTE (Generalità ; Bando e disciplinare tipo per servizi di ingegneria e architettura; Classi e categorie di opere; Determinazione del corrispettivo da porre a base di gara; Requisiti di carattere speciale e criteri di selezione; Raggruppamenti e consorzi stabili; Valutazione di attività svolte per opere analoghe; Elementi di valutazione; Criteri premiali per giovani professionisti; Punteggi e fattori ponderali; Criteri motivazionali).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Soglie normativa comunitaria
  • Appalti e contratti pubblici
  • Autorità di vigilanza
  • Requisiti di partecipazione alle gare

L'affidamento di contratti pubblici sotto soglia comunitaria

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO (Norme del D. Leg.vo 50/2016 e Linee guida ANAC; Valenza delle Linee guida ANAC n. 4 sui contratti sotto soglia) - AMBITO DI APPLICAZIONE: QUALI SONO I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (Contratti cui si applica la disciplina del sotto soglia; Soglie di rilevanza comunitaria; Calcolo del valore stimato del contratto; Altre norme applicabili) - PRINCIPI COMUNI PER GLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA (Principi comuni; Sostenibilità energetica e ambientale; Conflitto di interessi; Clausole sociali; Il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti) - SCELTA DEL CONTRAENTE E CRITERI DI AGGIUDICAZIONE NEI CONTRATTI SOTTO SOGLIA (; Procedure di scelta del contraente; Procedura per i servizi pubblici di ingegneria e architettura sotto soglia; Criteri di aggiudicazione) - PROCEDURE DI AFFIDAMENTO PER I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (L’amministrazione diretta; L’affidamento diretto; La procedura negoziata; Lavori di importo pari o superiore a 150.000 Euro).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Emanuela Greco